Michele Paolucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michele Paolucci
Michele Paolucci.jpg
Paolucci con la maglia dell'Ascoli
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Catania
Carriera
Giovanili
? -2003 Bianco e Nero.svg Donatello Calcio
2003 Tolentino
2003-2006 Juventus
Squadre di club1
2006-2007 Ascoli 32 (6)
2007-2008 Udinese 2 (0)
2008 Atalanta 9 (0)
2008-2009 Catania 26 (7)
2009-2010 Siena 10 (2)
2010 Juventus 4 (0)
2010-2011 Siena 1 (0)
2011 Palermo 2 (0)
2011-2012 Vicenza 39 (9)[1]
2012-2014 Siena 28 (7)
2014-2015 Latina 30 (5)
2015-2016 Petrolul Ploiești 12 (1)
2016- Catania 0 (0)
Nazionale
2003 Italia Italia U-17 6 (1)
2004-2005 Italia Italia U-19 4 (1)
2005 Italia Italia U-20 2 (0)
2006 Italia Italia U-21 1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 marzo 2016

Michele Paolucci (Recanati, 6 febbraio 1986) è un calciatore italiano, attaccante del Catania.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

L'autografo di Paolucci

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi e Ascoli[modifica | modifica wikitesto]

Finita la trafila nel settore giovanile del Donatello Calcio (Udine), dopo mezza stagione nelle giovanili del Tolentino, viene acquistato dalla Juventus, di cui è il migliore marcatore di ogni tempo del settore giovanile con 184 reti.[2][3] Con la formazione Berretti della Juventus vince il torneo Dante Berretti nel 2003-2004, poi con la massima formazione giovanile bianconera ha vinto il Campionato Primavera 2005-2006 e perso in finale il Torneo di Viareggio 2006.[4]

Nell'estate del 2006 viene girato in prestito all'Ascoli,[4] con cui esordisce in Serie A il 10 settembre 2006 in Atalanta-Ascoli (3-1). Al termine della stagione conta 6 reti in 32 presenze nella massima serie. Nedo Sonetti, allora tecnico dell'Ascoli, al termine della partita con il Messina dove Paolucci realizzò una doppietta, commentò: «Mi sembra van Basten questo ragazzo».[5]

Udinese e Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

Terminato il prestito, nell'estate 2007 ritorna ad Udine, stavolta in compartecipazione all'Udinese, dove viene scarsamente utilizzato e quindi, dopo 2 presenze in campionato, viene girato in prestito all'Atalanta il 25 gennaio 2008. Termina la stagione con 9 presenze in campionato e 4 con due reti in Coppa Italia.

Il 24 giugno 2008 prolunga il contratto con la Juventus fino al 2013 e viene rinnovato anche l'accordo per la compartecipazione con l'Udinese.[6] Il giorno successivo viene ceduto in prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino al Catania.[7][8]

Catania[modifica | modifica wikitesto]

La prima gara ufficiale con il Catania è datata 23 agosto 2008 in Coppa Italia contro il Parma: non è tra i titolari ma, subentrato a partita in corso, sigla una doppietta nei tempi supplementari, regalando il passaggio del turno alla squadra rossazzurra. Segna il suo primo gol stagionale in Serie A nell'anticipo della terza giornata del 20 settembre 2008, in Catania-Atalanta (1-0), proprio contro la sua ex squadra. Il 1º marzo 2009, durante il derby di Sicilia contro il Palermo (0-4), realizza la quarta ed ultima rete dei rossazzurri. Nella stessa stagione, nella partita di ritorno tra Catania e Lazio giocatasi proprio a Catania, segnò il gol vittoria, raggiungendo il suo nuovo record di gol segnati in una stagione di Serie A.

Siena e Juventus[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 giugno 2009 la Juventus riscatta il giocatore dall'Udinese per 3,3 milioni di euro, e l'8 luglio lo cede sempre in compartecipazione per la cifra di 3,5 milioni di euro al Siena.[9] In Toscana gioca 10 partite segnando 2 reti in campionato fino a quando, il 15 gennaio, il Siena cede in prestito il giocatore, non ritenuto titolare,[10] fino al termine della stagione alla Juventus,[11] ancora proprietaria della metà del cartellino e interessata a rinforzare il reparto d'attacco decimato da una lunga serie di infortuni.[12][13] Debutta due giorni dopo nella partita a Verona contro il ChievoVerona (1-0 per gli scaligeri) giocando titolare accanto ad Alessandro Del Piero: si è trattato dell'esordio in prima squadra per colui che era cresciuto nelle giovanili bianconere. Chiude l'esperienza juventina con 4 presenze in campionato ed una in Coppa Italia.

Ritorno al Siena e i prestiti a Palermo e Vicenza[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 giugno 2010 viene rinnovata la compartecipazione tra le due società e il calciatore torna al Siena,[14] nel frattempo retrocessa in Serie B. Dopo una sola partita di campionato, ovvero Siena-Atalanta (1-0) disputata il 18 settembre 2010 e valida per la quinta giornata, il 31 gennaio 2011, ultimo giorno della sessione invernale del calciomercato, Siena e Juventus prestano il giocatore al Palermo, compagine di Serie A in cerca di un attaccante per rinforzare il reparto decimato da una lunga serie di infortuni,[15][16] fino al termine della stagione.[17][18] Due giorni dopo esordisce con la maglia del Palermo in occasione della partita casalinga contro la Juventus vinta dai rosanero per 2-1 valevole per la 23ª giornata di campionato, subentrando all'86' a Fabrizio Miccoli.[19] Pochi giorni dopo subisce un trauma contusivo distorsivo all'articolazione tibio-tarsica destra durante un allenamento.[20] Chiude la stagione con un'ulteriore presenza, quella nella trasferta contro la Lazio persa per 2-0.

Il 24 giugno 2011 il Siena acquisisce dalla Juventus l'altra metà del cartellino: il giocatore così diventa interamente un giocatore della società toscana,[21] nel frattempo promossa in Serie A.

Vicenza[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 agosto 2011 l'attaccante, non rientrante nei piani tecnici del Siena,[22] ritorna a giocare in serie cadetta, passando al Vicenza che acquisisce il cartellino in prestito con diritto di riscatto.[23] Segna la prima rete con la nuova maglia in Vicenza-AlbinoLeffe (2-1) della 12ª giornata di campionato.[24] nella stagione regolare segna 9 gol in 39 presenze, non sufficienti per permettere alla sua squadra la salvezza sul campo (in seguito è stata ripescata): nella gara di ritorno dei play-out contro l'Empoli una sua doppietta porta il Vicenza sul 2-0, salvo poi perdere per 3-2 dopo che sul 2-2 lo stesso Paolucci aveva sbagliato un calcio di rigore.[25]

Di nuovo al Siena e il passaggio al Latina[modifica | modifica wikitesto]

Tornato nuovamente al Siena dove ritrova Serse Cosmi suo allenatore al Palermo, debutta nella stagione 2012-2013 il 19 agosto subentrando a Erjon Bogdani nella sfida di Coppa Italia vinta contro il Vicenza per 4-2. Nell'arco della stagione riesce a segnare 2 reti in 10 presenze rispettivamente contro Milan e Torino tuttavia senza riuscire a salvare la sua squadre che retrocede così in Serie B. La stagione successiva inizia col piede giusto segnando 2 reti in Coppa Italia e ben 5 in 18 presenze in campionato prima di lasciare il club nel mercato di riparazione.

Il 28 gennaio 2014 dopo passa a titolo definitivo al Latina, firmando un contratto fino al 2018.[26] L'8 marzo 2014 segna la sua prima rete con la maglia del Latina nella partita contro il Brescia. A giugno 2015 dopo 30 presenze e 5 reti lascia i pontini rimanendo svincolato.

Periodo da svincolato e l'esperienza in Romania[modifica | modifica wikitesto]

Nel periodo da svincolato il 26 ottobre sostiene un provino di 3 settimane con la squadra ungherese dell'Honved allenata da Marco Rossi giocando anche un'amichevole contro i pari categoria del Videoton terminata 0-0 non convincendo gli addetti ai lavori. Così il 9 novembre con una nota ufficiale apparsa sul sito del club comunica che lo scarso impegno e la distanza economica da entrambe le parti non faranno dello stesso Paolucci un giocatore del club di Budapest. Il 23 dicembre 2015 firma un contratto fino al termine della stagione con il Petrolul Ploiești, militante nella massima serie rumena. Fa il suo esordio il 14 febbraio 2016 nella sfida persa per 3-0 contro il CSU Craiova, segnando una settimana dopo il rigore che accorcia le distanze nella sfida persa per 2-1 contro il Viitorul Constanța. In tutto mette insieme 12 presenze e 1 gol.

Il ritorno al Catania[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 luglio 2016 ritorna al Catania in Lega Pro firmando un contratto biennale.[27]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato nelle rappresentative giovanili italiane. Conta anche una presenza in Nazionale Under-21, con la quale ha esordito il 12 dicembre 2006 nella gara contro Lussemburgo.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 29 maggio 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006-2007 Italia Ascoli A 32 6 CI 1 2 - - - - - - 33 8
2007-gen. 2008 Italia Udinese A 2 0 CI 4 2 - - - - - - 6 2
gen.-giu. 2008 Italia Atalanta A 9 0 CI - - - - - - - - 9 0
2008-2009 Italia Catania A 26 7 CI 1 2 - - - - - - 27 9
2009-gen. 2010 Italia Siena A 10 2 CI 1 0 - - - - - - 11 2
gen.-giu. 2010 Italia Juventus A 4 0 CI 1 0 UEL 0 0 - - - 5 0
2010-gen. 2011 Italia Siena B 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
gen.-giu. 2011 Italia Palermo A 2 0 CI 0 0 - - - - - - 2 0
2011-2012 Italia Vicenza B 39+2[28] 9+2[28] CI - - - - - - - - 41 11
2012-2013 Italia Siena A 10 2 CI 1 0 - - - - - - 11 2
2013-gen. 2014 B 18 5 CI 5 2 - - - - - - 23 7
Totale Siena 39 9 7 2 - - - - 46 11
gen.-giu. 2014 Italia Latina B 17 3 CI - - - - - - - - 17 3
2014-2015 B 22 2 CI 2 0 - - - - - - 24 2
Totale Latina 39 5 2 0 - - - - 41 5
gen.-giu. 2016 Romania Petrolul Ploiești Liga I 3+9[28] 1 CR+CdL - - - - - - - - 12 1
Totale carriera 202+11 37+2 16 8 0 0 - - 220 47

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 2005-2006
Juventus: 2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 41 (11) se si comprendono i play-out.
  2. ^ Da Buffon a Paolucci: la nuova Juve archiviostorico.corriere.it
  3. ^ Juventus, ufficiale il ritorno di Paolucci Calciatori.com
  4. ^ a b Ascoli, para Pagliuca Gazzetta.it
  5. ^ Juventus, Ferrara chiama e Paolucci risponde: "Voglio essere importante" Newnotizie.it
  6. ^ Operazioni di mercato: Paro al Genoa, Paolucci resta all'Udinese Juventus.com. URL consultato il 24 giugno 2008
  7. ^ UFFICIALE: Michele Paolucci in prestito al Catania, in Tuttomercatoweb.com. URL consultato il 16 gennaio 2010.
  8. ^ Vargas viola, c'è l'intesa. Stankovic alla Juve? Forse Gazzetta.it
  9. ^ Ufficiale: Michele Paolucci ceduto dalla Juventus in comproprietà al Siena Tuttomercatoweb.it. URL consultato l'8 luglio 2009
  10. ^ La Juventus si affida a Toni «Mi sono ridotto l'ingaggio» archiviostorico.corriere.it
  11. ^ Ufficiale: Paolucci di nuovo in bianconero Tuttomercatoweb.it
  12. ^ Juve, oggi Paolucci. Poi assalto a Candreva archiviostorico.gazzetta.it
  13. ^ Ferrara, assist a Paolucci: "Ha una grande opportunità" Gazzetta.it
  14. ^ Calaiò resta al Siena: il quadro di tutte le comproprietà Acsiena.it
  15. ^ Palermo, si lavora per un attaccante Tuttopalermo.net
  16. ^ Palermo, oggi si decide se acquisire un attaccante Tuttopalermo.net
  17. ^ Preso Paolucci dal Siena. Joao Pedro ceduto in prestito Ilpalermocalcio.it
  18. ^ Cacciatore e Caputo in bianconero, sei partenze Acsiena.it
  19. ^ Palermo-Juventus 2-1 Ilpalermocalcio.it
  20. ^ Indagini strumentali per Paolucci Ilpalermocalcio.it
  21. ^ L'esito delle comproprietà Acsiena.it
  22. ^ Sienamania: Ancora tanti dubbi Calciomercato.com
  23. ^ Michele Paolucci in biancorosso Vicenzacalcio.com
  24. ^ Vicenza-AlbinoLeffe 2-1 Legaserieb.it
  25. ^ Suicidio Vicenza, Empoli salvo sportmediaset.mediaset.it
  26. ^ Paolucci è del Latina fino al 2018. Primo allenamento di Nunes Uslatinacalcio.it
  27. ^ Michele Paolucci firma un contratto biennale e torna ad indossare l'amata maglia rossazzurra
  28. ^ a b c Play-out.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]