Salvatore Masiello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Salvatore Masiello
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore, centrocampista
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Giovanili
1996-1999Venezia
Squadre di club1
1999-2001Venezia1 (0)
2001-2003Lumezzane49 (1)
2003-2004Palermo20 (0)
2004-2005Piacenza38 (6)
2005-2006Palermo2 (0)
2006Udinese1 (0)
2006-2007Messina36 (1)
2007Udinese0 (0)
2007-2008Vicenza39 (4)
2008-2012Bari50 (1)
2012-2015Torino34 (0)
2016Mantova4 (0)[1]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º febbraio 2016

Salvatore Masiello (Napoli, 31 gennaio 1982) è un calciatore italiano, difensore svincolato.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Coinvolto nell'inchiesta del calcioscommesse, il 26 luglio 2012 viene ufficialmente deferito dal procuratore federale Stefano Palazzi per illecito sportivo[2][3] in merito a Udinese-Bari (3-3) del 2011.[2] Il 3 agosto Palazzi richiede per lui una squalifica di tre anni e sei mesi,[4] ma il 10 agosto la Commissione Disciplinare della Federcalcio lo assolve[5] perché il pentito che lo aveva accusato, Andrea Masiello, non è stato ritenuto credibile.[6] Il 13 agosto Palazzi presenta ricorso contro la sua assoluzione[7] e il 22 agosto viene nuovamente prosciolto.[8]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Mancino naturale, gioca prevalentemente come terzino di fascia sinistra, ma può anche essere impiegato come esterno di centrocampo.[9]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel settore giovanile del Venezia, viene aggregato in prima squadra nella Serie A 1999-2000 senza mai debuttare. Scende in campo con i lagunari nella 28ª giornata della stagione successiva, in Venezia-Siena (3-0), subentrando all'81' a Giampiero Maini.[10]

Nell'estate 2001 passa al Lumezzane in Serie C1, con cui disputa l'intero torneo da titolare nel ruolo di esterno sinistro di centrocampo;[11] la squadra si piazza al settimo posto finale, e la stagione successiva viene confermato in rosa. Segna il suo primo gol in carriera il 10 novembre 2002 nel pareggio casalingo contro il Pisa e, dopo 17 partite, il 30 gennaio 2003 viene acquistato dal Palermo, allora in Serie B.[12]

Palermo ed il prestito al Piacenza[modifica | modifica wikitesto]

In Sicilia gioca 2 partite nella seconda metà della stagione, mentre nella stagione seguente gioca 18 partite, contribuendo alla conquista della promozione in Serie A dei rosanero.

Nel 2004 viene ceduto in prestito al Piacenza in Serie B, nell'affare che porta Andrea Barzagli in Sicilia.[13] Con gli emiliani disputa 38 incontri in campionato con 6 reti,[14] e a fine stagione torna al Palermo[15] con cui gioca 2 partite in Serie A.

Udinese ed i prestiti a Messina e Vicenza[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 gennaio 2006 passa in compartecipazione all'Udinese insieme al compagno di squadra Simone Pepe;[16] In Friuli trova poco spazio giocando una sola partita di campionato, il 29 gennaio 2006 contro la Fiorentina (0-0) entrando a partita in corso. Il 14 giugno seguente Udinese e Palermo si accordano per il rinnovo annuale della sua compartecipazione.[17]

Il 7 luglio successivo si trasferisce in prestito al Messina, nell'operazione che porta Gaetano D'Agostino a titolo definitivo all'Udinese.[18] È proprio con ila squadra peloritana, sotto la guida di Bruno Giordano, che nella stagione 2006-2007 riesce a disputare il suo primo campionato in massima serie da titolare: alla fine dell'annata le sue presenze in Serie A saranno 36, con una rete all'attivo – la sua prima in massima serie – segnata contro il Milan nella sconfitta per 1-3 del 15 aprile 2007.[19]

Nel mercato estivo torna dunque all'Udinese, e il 31 agosto si trasferisce, sempre in prestito, al Vicenza, in Serie B, dove colleziona 39 presenze e 4 reti.

Bari[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 agosto 2007 passa al Bari che lo acquista in compartecipazione dall'Udinese.[20] Gioca da titolare 16 partite, fino a quando, nel febbraio 2009, viene messo fuori rosa dall'allenatore Antonio Conte per motivi disciplinari.[21] La stagione successiva, ottenuta la promozione in Serie A, con l'avvento di Gian Piero Ventura sulla panchina del Bari, ritrova il posto da titolare nel ruolo di terzino sinistro, andando anche a segno il 14 febbraio 2010, nella sconfitta per 1-3 contro il Cagliari.

Il 25 giugno 2010 Bari e Udinese rinnovano la compartecipazione,[22] ma la sua terza stagione in Puglia si ferma a causa di un infortunio, dopo la nona giornata di campionato, dopo 6 presenze.[23] Riscattato dalla società pugliese nel mercato estivo, il 14 agosto 2011, viene confermato nella rosa per la stagione 2011-2012, voluto espressamente dal mister Vincenzo Torrente.[24] In occasione dell'incontro del secondo turno di Coppa Italia contro lo Spezia, giocato al San Nicola, segna il gol decisivo dell'1-0 al 93', decretando il passaggio del turno della squadra.[25]

Il 21 agosto 2011, alla vigilia della sfida del terzo turno di Coppa tra Bari e Avellino, si rende partecipe di un episodio negativo: al termine di uno scherzo in un ristorante, tira un piatto verso il compagno di squadra Zdeněk Zlámal, mancando il bersaglio; colpisce invece un suo altro compagno, Alessandro Crescenzi, causandogli una ferita profonda al braccio curata poi con quaranta punti di sutura.[26] In seguito a questo episodio, il Bari mette nuovamente fuori rosa il giocatore e lo deferisce al Collegio arbitrale.[27] Il 12 ottobre la società pugliese comunica di aver multato il giocatore e di averne comunque disposto il reintegro in rosa.[28] Masiello subisce la sospensione dello stipendio per due mesi e un'ulteriore multa di 4000 euro,[29] non giocando più fino a gennaio.

Torino[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2012, ultimo giorno di calciomercato, passa al Torino, con cui firma un contratto fino al 2013[30]. A fine stagione ottiene la promozione in Serie A, giocando solo l'ultima partita di campionato AlbinoLeffe-Torino (0-0).

La stagione successiva disputa il massimo campionato con i granata, totalizzando 24 presenze. Rimasto svincolato a fine stagione, l'8 luglio 2013 sottoscrive un nuovo contratto con la società granata.[31] Stessa sorte l'anno dopo: rimasto senza contratto, firma da svincolato coi granata per un'ulteriore stagione.[32]

Mantova[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º febbraio 2016 trova l'accordo col Mantova fino a fine stagione[33].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 gennaio 2004, quando vestiva la maglia del Palermo, venne convocato dall'Under-21 di Serie B per uno stage alla Borghesiana.[34] Non giocò comunque nessuna partita.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 5 febbraio 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionale Coppe europee Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1999-2000 Italia Venezia A 0 0 CI 0 0 - - - 0 0
2000-2001 B 1 0 CI 0 0 - - - 1 0
Totale Venezia 1 0 0 0 - - 1 0
2001-2002 Italia Lumezzane C1 32 0 CI+CI-C 0 0 - - - 32 0
2002-2003 C1 17 1 CI-C 4 0 - - - 21 1
Totale Lumezzane 49 1 4 0 - - 53 1
gen.-giu. 2003 Italia Palermo B 2 0 - - - - - - 2 0
2003-2004 B 18 0 CI 4 0 - - - 22 0
2004-2005 Italia Piacenza B 38 6 CI 3 0 - - - 41 6
2005-2006 Italia Palermo A 2 0 CI 1 0 CU 2 0 5 0
Totale Palermo 22 0 5 0 2 0 29 0
gen.-giu. 2006 Italia Udinese A 1 0 CI 0 0 CU 0 0 1 0
2006-2007 Italia Messina A 36 1 CI 0 0 - - - 36 1
2007-2008 Italia Udinese A 0 0 CI 0 0 CU 0 0 0 0
Totale Udinese 1 0 0 0 0 0 1 0
ago. 2007-2008 Italia Vicenza B 39 4 CI 2 0 - - - 41 4
2008-2009 Italia Bari B 16 0 CI 1 0 - - - 17 0
2009-2010 A 28 1 CI 1 0 - - - 29 1
2010-2011 A 6 0 CI 1 0 - - - 7 0
2011-2012 B 0 0 CI 2 1 - - - 2 1
Totale Bari 50 1 4 1 - - 52 2
gen.-giu. 2012 Italia Torino B 1 0 - - - - - - 1 0
2012-2013 A 24 0 CI 2 0 - - - 26 0
2013-2014 A 8 0 CI 0 0 - - - 8 0
2014-2015 A 1 0 CI 0 0 EL 1 0 2 0
Totale Torino 34 0 2 0 - - 36 0
feb.-giu. 2016 Italia Mantova LP 4+2 0+1 CI-LP - - - - - 6 1
Totale carriera 274+2 13+1 21 1 2 0 299 15

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Palermo: 2003-2004
Bari: 2008-2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 6 (1) se si comprendono i play-out.
  2. ^ a b Deferiti 13 club e 45 tesserati, in La Gazzetta dello Sport, 27 luglio 2012, p. 32.
  3. ^ Scommesse: Conte evita l'illecito, Sportmediaset.it, 26 luglio 2012. URL consultato il 4 agosto 2012.
  4. ^ "Tre anni e sei mesi a Bonucci", sportmediaset.mediaset.it, 3 agosto 2012.
  5. ^ Sentenze: 10 mesi a Conte. Assolti Bonucci e Pepe Gazzetta.it
  6. ^ Disciplinare, prosciolti Udinese e 7 tesserati Archiviato il 19 ottobre 2012 in Internet Archive. it.eurosport.yahoo.com
  7. ^ Marco Bonetto, Servono 4 titolari e un altro portiere, in Tuttosport, 17 agosto 2012, p. 10.
  8. ^ Scommesse: Conte, nessuno sconto, sportmediaset.it, 22 agosto 2012.
  9. ^ Salvatore Masiello, Transfermarkt.it, 12 febbraio 2012. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  10. ^ Venezia tris, Toro stop, il Tirreno, 26 marzo 2001. URL consultato il 31 gennaio 2012.
  11. ^ E’ Strada il faro del nuovo Lumezzane, il Tirreno, 8 dicembre 2002. URL consultato il 31 gennaio 2012.
  12. ^ Il riassunto della stagione 2002-2003 (PDF), Accumezzane.it. URL consultato il 31 gennaio 2012.
  13. ^ Massimo Norrito, Colpo grosso in difesa: preso Barzagli, in la Repubblica Palermo, 21 luglio 2004, p. 14. URL consultato il 28 novembre 2011.
  14. ^ La rosa 2004-2005, storiapiacenza1919.it. URL consultato il 28 novembre 2011.
  15. ^ La rosa 2005-2006, storiapiacenza1919.it. URL consultato il 28 novembre 2011.
  16. ^ Udinese: Pepe e Masiello sono arrivati, Tuttomercatoweb.com, 16 gennaio 2006. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  17. ^ Ufficiale: Udinese, rinnovate col Palermo le comproprietà di Masiello e Pepe, Tuttomercatoweb.com, 14 giugno 2006. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  18. ^ Ufficiale: D'Agostino all'Udinese, Masiello al Messina, Tuttomercatoweb.com, 7 luglio 2006. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  19. ^ Il Milan è ancora quello di Monaco, il Messina non può nulla, Champions vicina, Repubblica.it, 15 aprile 2007. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  20. ^ Salvatore Masiello al Bari, in Asbari.it, 17 luglio 2008. URL consultato il 24 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2010).
  21. ^ Stefano Sica, Bari: il club comunica l'esclusione di Colombo, Masiello e Doumbia, in Tuttomercatoweb.com, 6 febbraio 2009. URL consultato il 24 agosto 2011.
  22. ^ Antonio Gaito, Mercato, tutti gli esiti delle comproprietà, in Tuttomercatoweb.com, 26 giugno 2010. URL consultato il 24 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2010).
  23. ^ Gaetano Nacci, Bari-Udinese: un'intesa che vacilla?, in tuttomercatoweb.com, 20 aprile 2011. URL consultato il 24 agosto 2011.
  24. ^ Bari, Torrente: "Vorrei trattenere Donati e Salvatore Masiello", Tuttomercatoweb.com, 18 luglio 2011. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  25. ^ Coppa Italia, Bari-Spezia 1-0: decide una rete sul gong di Masiello, Baritoday.it, 15 agosto 2011. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  26. ^ Franco Cirici, Il Bari caccia Masiello, lancia un piatto e ferisce un compagno, in gazzetta.it, 24 agosto 2011. URL consultato il 24 agosto 2011.
  27. ^ Garzelli: 'Abbiamo deferito Masiello al Collegio Arbitrale', in Asbari.it, 24 agosto 2011. URL consultato il 24 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  28. ^ Ufficiale: Bari, Masiello multato e reintegrato, Tuttomercatoweb.com, 12 ottobre 2011. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  29. ^ Bari: Il Collegio Arbitrale grazia Salvatore Masiello, Calcioline.com, 11 ottobre 2011. URL consultato il 12 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  30. ^ Salvatore Masiello al Toro, Torinofc.it, 31 gennaio 2012. URL consultato il 31 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  31. ^ Masiello rinnova con il Torino, Torinofc.it, 8 luglio 2013. URL consultato l'8 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2013).
  32. ^ Masiello al Toro Torinofc.it
  33. ^ Acquisto Salvatore Masiello Mantovafootballclub.it
  34. ^ Under 21 di B, convocati Masiello e Modesto, Palermocalcio.it, 14 gennaio 2004. URL consultato il 7 agosto 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]