Serie C 1945-1946 (Lega Nazionale Centro-Sud)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Serie C 1945-1946.


Indice
Avvenimenti · Girone A · Girone B · Girone C · Girone D · Girone E · Girone F
Note · Fonti e bibliografia · Voci correlate

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

La Serie C fu il minore dei due tornei organizzati dalla Lega Nazionale Centro-Sud (o più comunemente e brevemente definita sui giornali come Lega Centro-Sud o Lega Bassa Italia)[1] nella stagione 1945-1946, e al contempo uno dei tre campionati in cui furono separate le società aventi diritto al titolo sportivo di terza categoria in quell'annata.

Nell'Italia centro-meridionale la prima bozza della struttura della nuova Serie C fu tracciata nell'assemblea federale organizzata da Ottorino Barassi a Roma il 10 luglio 1945.[2] Preso atto della decisione della società di B di unirsi alla Serie A, le squadre di terza serie decisero a loro volta di organizzare un torneo misto coi migliori sodalizi delle leghe regionali, così come avvenuto dopo la fine della guerra conclusasi, in quelle zone, già nel 1944. Fino a questo momento infatti, il torneo era concepito come non vincolante, un'altra stagione di transizione sulla base della quale scegliere liberamente i club per la ripresa della normale attività agonistica a partire dal 1946.

La situazione cambiò quando giunse nella capitale la notizia che il Settentrione si era invece attrezzato per un'annata sì particolare, ma assegnante regolari titoli sportivi di ascesa e discesa. Il progetto originale subì quindi un'evoluzione per equipararlo a quello del Nord, ed in più rafforzare la proposta di sdoppiamento definitivo della Serie B in modo da assegnare a ciascuna delle due parti del paese una promozione fissa in A per ogni stagione. Il regolamento definitivo venne dunque stilato dalla Lega Nazionale Centro-Sud del presidente Alberto Valentini, avente sede a Roma, e prevedeva la promozione di tutti i vincitori dei sei gironi interregionali fra cui erano suddivise le 80 partecipanti al torneo, a condizione però che si trattasse di società di categoria e non ospiti dalle leghe regionali. Onde prevenire manovre illecite di fine stagione, vennero anche ristabilite le retrocessioni, cui sarebbero andate incontro tutte le squadre ultime classificate e, in ogni caso, quelle piazzatesi oltre l'undicesimo posto in graduatoria.[3]

Ripescaggi[modifica | modifica wikitesto]

Un ripensamento del format della Serie B per la stagione seguente, in cui si decise di creare un vero e proprio campionato meridionale di seconda serie, portò poi al ripescaggio in massa da parte della FIGC di numerose altre società, né più né meno di quanto era accaduto in precedenza al Nord. Nell'Assemblea federale del 16 maggio 1946 si delegò la Lega Nazionale Centrosud ad individuare dodici squadre non aventi diritto da includere in Serie B. Nel suo responso del 9 luglio la Lega indicò innanzitutto, per equità rispetto a quanto avvenuto al Nord, le finaliste della Serie C 1942-1943 tranne il Catania nel frattempo fallito (i vecchi dirigenti del club etneo, l'Associazione Fascista Calcio Catania, rifiutarono di pagare i debiti dello stesso e quindi ne persero il titolo sportivo), e in secondo luogo privilegiò le regioni tradizionalmente dotate di sodalizi competitivi, diffusi sul territorio, e soprattutto finanziariamente solidi: la Toscana e la Puglia.[4] Un ultimo ritocco lo diede infine la stessa Federcalcio che nel corso del Consiglio Federale del 12 luglio ripescò altri due club delle stesse regioni.[5]

In calce alle classifiche qui sotto, come da prassi, sono solo accennate le riammissioni in C e le ammissioni in seconda serie, poi esplicitate in modo completo nelle voci della stagione successiva, Serie C 1946-1947 (Lega Interregionale Centro) e Serie C 1946-1947 (Lega Interregionale Sud).

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Toscana

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione 1945-1946 Città Stadio o Campo Sportivo Stagione 1942-1943
Aquila Montevarchi dettagli[6] Montevarchi (AR) 13ª nel girone I della Serie C; retrocessa
Arezzo dettagli Arezzo Stadio Comunale "G. Mancini" 10º nel girone I della Serie C
Carrarese dettagli Carrara Campo XX Settembre 1ª nel girone F della Serie C;
5ª nel girone finale B
Empoli dettagli Empoli (FI) Stadio Comunale di Empoli 10º nel girone F della Serie C
Grosseto dettagli Grosseto 9º nel girone I della Serie C
Lucchese dettagli Lucca Stadio Porta Elisa inattiva
Orbetello dettagli Orbetello (GR) 8º nel girone I della Serie C
Pisa dettagli Pisa Arena Garibaldi 5º in Serie B
Pistoiese dettagli Pistoia Stadio Monteoliveto inattiva
Pontedera dettagli Pontedera (PI) Campo Polisportivo Marconcini 2º nel girone F della Serie C
Prato dettagli Prato (FI) Stadio Lungobisenzio 4º nel girone G della Serie C
Sangiovannese dettagli San Giovanni Valdarno (AR) 7ª nel girone I della Serie C
Signe dettagli Signa (FI) Stadio del Bisenzio 7º nel girone I della Serie C
Viareggio dettagli Viareggio (LU) Campo dei Pini 1º nel girone B della Prima Divisione Toscana;
promosso nel girone finale in Serie C

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Prato 37 26 15 7 4 63 27 +26
2. Lucchese 36 26 16 4 6 68 22 +46
3. Empoli 32 26 13 6 7 38 30 +8
4. Pistoiese 31 26 10 11 5 40 31 +9
5. Viareggio 30 26 11 8 7 49 28 +21
6. Pontedera 27 26 11 5 10 49 45 +4
6. Signe 27 26 11 5 10 38 39 -1
8. Grosseto 26 26 11 4 11 46 47 -1
8. Arezzo 26 26 9 8 9 37 45 -8
1uparrow green.svg 10. Pisa 24 26 11 2 13 41 45 -4
11. Carrarese 23 26 8 7 11 48 46 +2
1downarrow red.svg 12. Orbetello 18 26 7 4 15 41 89 -48
1downarrow red.svg 13. Sangiovannese 16 26 6 4 16 35 51 -16
1downarrow red.svg 14. Aquila Montevarchi 11 26 3 5 18 25 73 -48

Legenda:

      Promosso in Serie B 1946-1947.
      Retrocesso in Prima Divisione 1946-1947.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Pisa reiscritto di diritto ed ad initio in Serie B.[7]
Lucchese, Empoli, Pistoiese, Carrarese e Viareggio poi ammessi in Serie B.
Orbetello, Sangiovannese e Aquila Montevarchi poi riammessi in Serie C.

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Marche, Abruzzo, Umbria

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione 1945-1946 Città Stadio o Campo Sportivo Stagione 1942-1943
Alma Juventus Fano dettagli Fano (PU) Stadio Polisportivo Borgo Metauro 5ª nel girone H della Serie C
Ascoli dettagli Ascoli Piceno Stadio Ferruccio Corradino Squarcia 2º nel girone H della Serie C
Chieti dettagli Chieti Stadio della Civitella 3º nel girone H della Serie C
Foligno dettagli Foligno (PG) Stadio Comunale 5º nel girone I della Serie C
Giulianova dettagli Giulianova (TE) Stadio Comunale inattivo
Gubbio dettagli Gubbio (PG) Stadio San Benedetto attività non ufficiale
Maceratese dettagli Macerata Stadio della Vittoria 7ª nel girone H della Serie C
Perugia dettagli Perugia Stadio Santa Giuliana 4º nel girone I della Serie C
Portorecanati dettagli Porto Recanati (MC) 2º nel girone B della Prima Divisione Marche;
1 nella fase finale. Promosso in Serie C
Sambenedettese dettagli San Benedetto del Tronto (AP) Stadio Tommaso Marchegiani 3ª nel girone B della Prima Divisione Marche
Urbino dettagli Urbino 1º nel girone A della Prima Divisione Marche;
ritirato nella fase finale
Vigor Senigallia dettagli Senigallia (AN) attività non ufficiale
Virtus Spoleto dettagli Spoleto (PG) 11ª nel girone I della Serie C; retrocessa
Vis Sauro Pesaro dettagli Pesaro Stadio Tonino Benelli 4ª nel girone H della Serie C

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Il Perugia vincitore del girone B e promosso in Serie B.
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Perugia 42 26 19 4 3 73 19 +54
2. Foligno 33 26 13 7 6 52 35 +17
3. Portorecanati 30 26 12 6 8 37 30 +7
4. Chieti 29 26 11 7 8 45 35 +10
4. Vigor Senigallia 29 26 10 9 7 36 34 +2
6. Vis Sauro Pesaro 26 26 10 6 10 54 49 +5
6. Giulianova 26 26 11 4 11 33 35 -2
8. Virtus Spoleto 25 26 11 3 12 40 44 -4
9. Sambenedettese (-1) 24 26 10 5 11 36 37 -1
10. Maceratese 23 26 9 5 12 41 31 +10
10. Ascoli 23 26 9 5 12 33 38 -5
1downarrow red.svg 12. Urbino 18 26 8 2 16 31 65 -34
1downarrow red.svg 12. Alma Juventus Fano 18 26 6 6 14 27 57 -30
1downarrow red.svg 14. Gubbio 17 26 6 5 15 25 54 -30

Legenda:

      Promosso in Serie B 1946-1947.
      Retrocesso in Prima Divisione 1946-1947.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
La Sambenedettese è stata penalizzata con la sottrazione di 1 punto in classifica per una rinuncia.
Urbino, Fano e Gubbio poi riammessi in Serie C.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Gubbio-Perugia 0-4.[8]

Foligno-Perugia 2-2.

Perugia-Gubbio 4-0.[9]

Perugia-Foligno 7-2 (Grave infortunio al portiere del Foligno, al tempo non sostituibile).

Girone C[modifica | modifica wikitesto]

Lazio, Abruzzo, Umbria

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione 1945-1946 Città Stadio o Campo Sportivo Stagione 1942-1943
Albala dettagli Roma 2ª nel girone I della Serie C
Forza e Coraggio Avezzano dettagli Avezzano (AQ) Stadio dei Marsi inattivo
BPD Colleferro dettagli Colleferro (RM) Campo della B.P.D. 9ª nel girone L della Serie C
Civita Castellana dettagli Civita Castellana (RM) ?
Civitavecchiese dettagli Civitavecchia (RM) Stadio Comunale 12ª nel girone L della Serie C;
retrocesso
Italia Libera dettagli Roma attività non ufficiale
Juventus Roma dettagli Roma inattiva
L'Aquila dettagli L'Aquila Stadio Comunale 12º nel girone I della Serie C;
retrocesso
Ternana dettagli Terni Stadio Viale Brin 3ª nel girone I della Serie C
Tivoli dettagli[6] Tivoli (RM) Campo Ripoli ?
Trastevere dettagli Roma (quartiere Trastevere) 7º nel girone C della Prima Divisione Lazio
Trionfale Roma dettagli Roma (quartiere Trionfale) ?[10]
Vaccarezza Rieti dettagli Rieti Stadio Fassini 5º nella Prima Divisione Umbria
Viterbese dettagli Viterbo Stadio Enrico Rocchi inattiva

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. 600px horizontal HEX-09872C White.svg Albala 39 26 15 9 2 42 18 +24
2. Italia Libera 38 26 16 6 4 53 23 +30
3. 600px Celeste e Granata (Strisce).png Vaccarezza Rieti 33 26 14 5 7 44 25 -19
4. Trastevere 29 26 11 7 8 33 25 +8
5. Ternana 28 26 11 6 9 36 25 +11
6. L'Aquila 27 26 9 9 8 34 37 -3
7. Forza e Coraggio Avezzano 24 26 9 6 11 33 35 -2
7. Civitavecchiese 24 26 8 8 10 31 34 -3
7. Viterbese 24 26 8 8 10 31 41 -10
10. Civita Castellana 23 26 8 7 11 42 40 +2
10. Juventus Roma (-1) 23 26 7 10 9 24 32 -8
1downarrow red.svg 12. Trionfale Roma 21 26 7 7 12 37 47 -10
1downarrow red.svg 13. Tivoli 20 26 6 8 12 26 40 -14
1downarrow red.svg 14. BPD Colleferro 10 26 1 8 17 18 58 -40

Legenda:

      Promosso in Serie B 1946-1947.
      Retrocesso in Prima Divisione 1946-1947.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Juventus Roma penalizzata con la sottrazione di 1 punto in classifica per una rinuncia.
Rieti e Ternana poi ammesse in Serie B.
Trionfale Roma e Tivoli poi riammessi in Serie C.

Girone D[modifica | modifica wikitesto]

Campania, Basilicata

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione 1945-1946 Città Stadio o Campo Sportivo Stagione 1942-1943
Avellino dettagli Avellino Campo di Piazza d'Armi nel girone A della Prima Divisione Campania;
ritirato
Benevento dettagli Benevento Stadio Gennaro Meomartini 3º nel girone A della Prima Divisione Campania;
ammesso alla fase finale
Casertana dettagli Caserta Stadio Comunale 11ª nel girone L della Serie C
Ercolanese dettagli Ercolano (NA) ?
Frattese dettagli[6] Frattamaggiore (NA) Stadio Pasquale Janniello ?
Gladiator dettagli Santa Maria Capua Vetere (NA) Stadio Mario Piccirillo inattivo
Ilva Bagnolese dettagli[6] Napoli (quartiere Bagnoli) Campo Ilva Bagnoli 4ª nel girone L della Serie C
Nocerina dettagli Nocera Inferiore (SA) Campo Forino inattiva
Portici dettagli Portici (NA) ?
Potenza dettagli Potenza Stadio Alfredo Viviani 11º nel girone M della Serie C
Scafatese dettagli Scafati (SA) 7ª nel girone L della Serie C
Stabia dettagli Castellammare di Stabia (NA) Campo San Marco 9º nel girone L della Serie C
Torrese dettagli Torre Annunziata (NA) Campo Formisano attività non ufficiale

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Benevento 31 22 13 5 4 48 22 +26
1. Gladiator 31 22 13 5 4 40 15 +25
1uparrow green.svg 3. Scafatese 29 22 12 5 5 37 18 +19
4. Torrese 28 22 10 8 4 27 16 +11
5. Nocerina 25 22 9 7 6 31 23 +8
6. Portici 23 22 10 3 9 45 35 +10
6. Frattese 23 22 10 3 9 34 29 +5
8. Stabia 22 22 9 4 9 24 25 -1
9. Casertana 21 22 8 5 9 21 38 -17
10. Avellino 15 22 4 7 11 23 42 -19
11. Ercolanese 10 22 4 2 16 23 51 -28
1downarrow red.svg 12. Ilva Bagnolese 6 22 1 4 17 21 60 -39
Nuvola actions cancel.png 13. Potenza Escluso - - - - - - -

Legenda:

      Promosso in Serie B 1946-1947.
      Iscritto di diritto in Serie C 1946-1947 come miglior squadra regionale ospite del girone.
      Escluso dal campionato.
      Retrocesso in Prima Divisione 1946-1947.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Torrese poi ammessa in Serie B.
Il Potenza, escluso per violenze dopo l'8ª giornata, fu poi amnistiato.
Ilva Bagnolese poi riammessa in Serie C.

Girone E[modifica | modifica wikitesto]

Puglia, Abruzzo

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione 1945-1946 Città Stadio o Campo Sportivo Stagione 1942-1943
Arsenale Taranto dettagli Taranto Campo allievi operai dell'Arsenale marittimo 6º nel girone M della Serie C
Audace Taranto dettagli Taranto Stadio Corvisea inattivo[11]
Barletta dettagli Barletta (BA) Stadio degli Sports 12º nel girone M della Serie C
Brindisi dettagli Brindisi Stadio Comunale 7º nel girone M della Serie C
Castellana dettagli Castellana Grotte (BA) Stadio Comunale ?
Foggia dettagli Foggia Stadio Pino Zaccheria 4º nel girone M della Serie C
Franco Baldassarre dettagli Altamura (BA) Campo Cagnazzi categorie regionali[12]
Pro Italia dettagli Taranto Stadio Corvisea inattiva
Lecce dettagli Lecce Stadio Carlo Pranzo 1º nel girone M della Serie C
Liberty dettagli Bari inattivo
Molfetta dettagli Molfetta (BA) Stadio Paolo Poli 9º nel girone M della Serie C
Trani dettagli Trani (BA) Stadio comunale di Trani 10º nel girone M della Serie C
Vastese dettagli Vasto (CH) attività non ufficiale

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Lecce 43 24 20 3 1 78 12 +66
2. Arsenale Taranto 40 24 18 4 2 72 14 +58
3. Audace Taranto 32 24 14 4 6 50 16 +34
4. Foggia 28 24 11 6 7 37 29 +8
5. Brindisi 26 24 10 6 8 50 35 +15
6. Franco Baldassarre 24 24 10 4 10 36 38 -2
7. Pro Italia 23 24 8 7 9 26 29 -3
8. Castellana 22 24 9 4 11 39 47 -8
9. Barletta 18 24 7 4 13 23 44 -21
9. Molfetta 18 24 7 4 13 22 59 -37
11. Trani 16 24 5 6 13 20 48 -28
1downarrow red.svg 12. Vastese 14 24 6 2 16 28 57 -29
1downarrow red.svg 13. Liberty 8 24 3 2 19 20 73 -53

Legenda:

      Promosso in Serie B 1946-1947.
      Retrocesso in Prima Divisione 1946-1947.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Arsenale, Audace, Foggia e Brindisi poi ammessi in Serie B.
Vastese e Liberty poi riammessi in Serie C.

Girone F[modifica | modifica wikitesto]

Calabria, Sicilia

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione 1945-1946 Città Stadio o Campo Sportivo Stagione 1942-1943
Catanese Elefante dettagli Catania Stadio Cibali inattiva
Catanzaro dettagli Catanzaro Stadio Nicola Ceravolo inattivo
Cosenza dettagli Cosenza Stadio degli Sports inattivo
Crotone dettagli Crotone (CZ) Stadio Comunale inattivo
Gazzi dettagli Messina (quartiere Gazzi) Stadio Gazzi ?
Leoni dettagli Palermo inattivo
Leonzio dettagli Lentini (CT) Stadio Angelino Nobile inattivo
Messina dettagli Messina Stadio Gazzi inattivo[13]
Reggina dettagli Reggio Calabria Stadio Michele Bianchi inattiva
Siracusa dettagli Siracusa Stadio Vittorio Emanuele III 2º nel girone N della Serie C
Termini Imerese dettagli Termini Imerese (PA) ?
Virtus Catania dettagli Catania Stadio Cibali inattiva

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. non conosciuta Leoni 28 21 13 2 6 46 17 +29
1uparrow green.svg 2. Cosenza 27 21 9 9 3 37 17 +20
2. Catanzaro 27 21 12 3 6 46 28 +18
4. Siracusa 25 21 10 5 6 24 27 -3
5. Messina 24 21 8 8 5 33 19 +14
5. Gazzi 24 21 10 4 7 27 25 +22
7. Reggina 21 21 8 5 8 33 31 +2
8. Crotone (-1) 17 21 7 4 10 30 33 -3
8. Leonzio 17 21 7 3 11 24 33 -9
10. Virtus Catania 16 21 4 8 9 13 26 -13
11. Catanese Elefante 6 21 3 0 18 11 57 -46
Nuvola actions cancel.png 12. Giallo e Rosso.svg Termini Imerese Ritirato - - - - - - -

Legenda:

      Promosso in Serie B 1946-1947.
      Escluso dal campionato.
      Iscritto di diritto in Serie C 1946-1947 come miglior squadra regionale ospite del girone.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Catanzaro e Siracusa poi ammessi in Serie B.
Crotone penalizzato con la sottrazione di 1 punto in classifica, per una rinuncia.
Termini successivamente ripescato. Per le altre squadre furono considerati validi i risultati conseguiti nel girone di andata, mentre vennero annullati tutti quelli del girone di ritorno.[14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il regolamento all'epoca vigente, tutte le squadre terminate con i medesimi punti vanno classificate a pari merito, salvo il caso in cui si fosse resa necessaria la disputa di spareggi in campo neutro per l'attribuzione di un titolo sportivo.

  1. ^ Corriere dello Sport, lunedì 26 novembre 1945
  2. ^ Corriere dello Sport, mercoledì 11 luglio 1945
  3. ^ Corriere dello Sport, mercoledì 19 settembre 1945
  4. ^ Corriere dello Sport, mercoledì 10 luglio 1946
  5. ^ Corriere dello Sport, sabato 13 luglio 1946
  6. ^ a b c d ignoto il nome preciso della società
  7. ^ Il Pisa partecipò solo come ospite ed in sovrannumero a questo torneo, per il solo motivo che l'Arena Garibaldi era stata bombardata e quindi la squadra non aveva un campo regolamentare per giocare il campionato cadetto. Rimaneva inteso che alloquando i lavori di ricostruzione dello stadio si fossero conclusi, il Pisa avrebbe ritrovato la sua categoria di diritto.
  8. ^ I precedenti Gubbio - Perugia Archiviato il 19 ottobre 2013 in Internet Archive.
  9. ^ I precedenti Perugia - Gubbio Archiviato il 22 ottobre 2013 in Internet Archive.
  10. ^ In Prima Divisione Lazio ci fu il "Gruppo Sportivo Trionfale", che non è accertato avere legami e a quale titolo con questa società.
  11. ^ Corrispondente all'Unione Sportiva Taranto che aveva mantenuto il titolo sportivo di Serie C (1942-43), cambiando nome. Il titolo sportivo, peraltro, era proprio lo stesso dell'Audace F.C. che nel 1927 si era fusa con la Pro Italia.
  12. ^ sicuramente non fu iscritta in Prima Divisione.
  13. ^ usufruì del titolo sportivo dell'U.S. Mario Passamonte, che aveva partecipato alla Serie C 1942-43 e si era fusa nell'estate del 1945 con U.S. Peloro e U.S. Arsenale di Messina, appunto nell'"A.S. Messina".
  14. ^ Questa norma, introdotta all'inizio della stagione 1934-35, fu cancellata dai Regolamenti federali all'inizio della stagione 1946-47 riportando il regolamento a come era prima del 1934.

Fonti e bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Libri

  • Almanacco illustrato del calcio italiano edizione 1947 edito dalla Rizzoli Editore a Milano.
    Conservato presso la Biblioteca Comunale "Sormani" e Biblioteca Nazionale Braidense, entrambe di Milano. Riepiloga le classifiche finali della stagione 1945-46.
  • Chrystian Calvelli, Giuseppe Lucibelli; Raffaele Schettino, Savoia storia e leggenda dall'Oncino al Giraud, Gragnano, Stampa Democratica '95, dicembre 2000.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri campionati[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio