Carlo Barbieri (calciatore 1922)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Barbieri
CarloBarbieri.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Termine carriera 1957
Carriera
Giovanili
193?-1941Bologna
Squadre di club1
1940-1941non conosciuta Savena? (?)
1941-1944Carpi13+ (4+)
1945-1949Napoli94 (23)[1]
1949-1952Modena70 (13)
1952-1953Molfetta18 (4)
1953-1954Foligno27 (?)
1954-1955Fiorenzuola? (?)
1955-1956Rapallo Ruentes34 (?)
Carriera da allenatore
1954-1955Fiorenzuola
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 ottobre 2021

Carlo Barbieri (Fontanelice, 7 gennaio 1922) è un ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era un'ala, tecnicamente dotato e abile nel dribbling e nel cross[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili del Bologna[3], dopo un triennio alCarpi iniziò la carriera professionistica nel 1945 quando fu acquistato dal Napoli. Nel campionato di Divisione Nazionale del 1945-1946 realizzò 15 gol in 27 presenze[4], tra cui una tripletta al Siena il 6 gennaio 1946 nella vittoria casalinga per 6-1[5] ed il gol al secondo minuto del primo tempo con cui il 28 aprile 1946 i partenopei vinsero in casa contro il Milan per 1-0[6]; alla fine della stagione risultò il secondo miglior cannoniere del girone finale[5], ottenendo così con la squadra la promozione in Serie A. Nei due successivi campionati di massima serie firmò 15 gol in 59 partite. Da ricordare la tripletta messa a segno con la maglia del Napoli contro la Juventus il 21 aprile 1948 a Torino, impresa che si ripeterà solo 42 anni dopo ad opera del brasiliano Careca e che diede ai partenopei la seconda storica vittoria in trasferta contro i torinesi.[7]. Rimase in forza agli azzurri anche dopo la retrocessione del 1948; al termine del campionato di Serie B 1948-1949, reputato ormai sul viale del tramonto[2], passò al Modena.

Con i canarini disputò tre campionati di Serie B realizzando 13 gol in 70 partite; titolare fisso nelle prime due stagioni, fu bloccato da un virus nella terza, chiusa con sole 8 presenze e 2 reti[2]. Anche per questo motivo il Modena gli concesse la lista gratuita[2], e proseguì la carriera nelle serie inferiori: Molfetta, in Serie C, Foligno in IV Serie[2] e successivamente Fiorenzuola come allenatore-giocatore nel campionato di Promozione 1954-1955[8]. Chiuse definitivamente con un biennio nel Rapallo Ruentes, di nuovo in IV Serie[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 108 (31) se si comprende il girone finale del Divisione Nazionale 1945-1946.
  2. ^ a b c d e f De Rienzo, Guerra, Simonini, p.21.
  3. ^ Le nuove liste di trasferimento, da «Il Littoriale», 19 settembre 1940, p.3
  4. ^ Comprensive di campionato e girone finale. De Rienzo, Guerra, Simonini, p.21
  5. ^ a b Italy 1945-1946 rsssf.com
  6. ^ Corriere dello Sport, 28 aprile 1946, pagina 3 Archiviato il 5 ottobre 2013 in Internet Archive. emeroteca.coni.it
  7. ^ Italy 1947-1948 rsssf.com
  8. ^ Barbieri del Napoli assunto dal Fiorenzuola, Libertà, 2 dicembre 1954, pag.5

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Filippo De Rienzo, Gilberto Guerra, Alessandro Simonini, Modena F.C. 1912-2012, Modena, Artioli, 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Carlo Barbieri, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011. [collegamento interrotto]