Franco Superchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Franco Superchi
Franco Superchi.jpg
Superchi alla Fiorentina
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Ritirato 1984
Carriera
Giovanili
1959-1961
1961-1963
non conosciuta Bettini Quadraro
Tevere Roma Tevere Roma
Squadre di club1
1963-1965 Tevere Roma Tevere Roma 23 (-30)
1965-1976 Fiorentina 227 (-203)
1976-1980 Verona Verona 126 (-123)
1980-1984 Roma 1 (-1)
1984-1985 Civitavecchia Civitavecchia 21 (-?)
Nazionale
1968-1969 Italia Italia U-23 4 (-?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Franco Superchi (Allumiere, 1º settembre 1944) è un ex calciatore italiano, di ruolo portiere.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Superchi nel 1968, in allenamento coi viola.

Iniziò giovanissimo a prendere confidenza con la porta disputando già all’età di quattordici anni, con la squadra del paese, tornei di categoria Allievi e Juniores. Quindicenne passò alla Bettini Quadraro, società di Promozione che vide gli esordi di altri famosi calciatori quali Francesco Graziani e Francesco Rocca. Nel 1961 altro trasferimento, alla Tevere Roma, squadra di Serie C nelle cui file divenne campione d’Italia Juniores.

Il salto nel calcio di massima serie avvenne al 1965 nelle file della Fiorentina. Il primo anno venne inserito nella rosa quale terzo portiere dopo Enrico Albertosi e Alfredo Paolicchi. L’anno successivo si alternò nel ruolo di riserva di Albertosi con Lamberto Boranga fino al 1968-69 quando, stante la cessione del primo a Cagliari e del secondo a Brescia, ebbe la maglia titolare. Un debutto che coincise con il secondo scudetto della storia della squadra viola, titolo al quale contribuì inanellando una serie di prestazioni sorprendenti per un esordiente risultando così tra i massimi protagonisti della stagione. In quel periodo risale anche l’esordio in maglia azzurra, nella rappresentativa Under-23 nella quale venne convocato 4 volte.

Nella Fiorentina Superchi rimase per altri sette anni mostrandosi sempre portiere di sicuro affidamento pur non eguagliando nel rendimento l’esaltante annata dello scudetto. A Firenze vinse una Coppa Mitropa, nel 1966, e una Coppa di Lega Italo-Inglese, nel 1975.

Superchi all'Olimpico di Roma il 15 maggio 1983, ultima sua partita in Serie A, mentre, fra Tancredi e Falcão, festeggia la vittoria del secondo scudetto dei giallorossi.

Nel 1976-77 si trasferì al Verona ove rimase per quattro stagioni totalizzando 126 presenze tra Serie A e B. Infine la scelta di concludere la carriera nella Roma come secondo di Franco Tancredi, in tempo per partecipare alla festa del secondo scudetto giallorosso nel 1983 sia pure solo in qualità di riserva, disputando solo uno scorcio di partita nell’ultima giornata di campionato contro il Torino. Chiude la carriera l'anno dopo, in Serie C2, nel Civitavecchia.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Fiorentina: 1968-1969
Roma: 1982-1983
Fiorentina: 1965-1966, 1974-1975
Roma: 1980-1981, 1983-1984

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Fiorentina: 1966
Fiorentina: 1975

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Figurine Gialloblù (Raffaele Tomelleri – Ed. Leaderform – 2004)
  • Dizionario del Calcio Italiano (Marco Sappino – Baldini & Castaldi – 2000)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Franco Superchi su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.