Luigi Sartor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi Sartor
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 2010
Carriera
Giovanili
1988-1991 Padova
1991-1992 Juventus
Squadre di club1
1992-1993 Juventus 1 (0)
1993-1994 Reggiana 5 (0)
1994-1997 Vicenza 64 (2)
1997-1998 Inter 23 (1)
1998-2002 Parma 68 (0)
2002-2004 Roma 12 (0)
2004 Ancona 9 (0)
2004-2005 Roma 7 (0)
2005 Genoa 9 (0)
2005-2007 Sopron 37 (0)
2007-2008 Verona 17 (0)
2008-2010 Ternana 24 (0)
Nazionale
1991 Italia Italia U-17 3 (0)
1992 Italia Italia U-18 2 (0)
1996-1997 Italia Italia U-21 7 (0)
1996 Italia Italia Olimpica 1 (0)
1997 Italia Italia U-23 0 (0)
1997-2002 Italia Italia 2 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Spagna 1996
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al febbraio 2008

Luigi Sartor (Treviso, 30 gennaio 1975) è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore, squalificato per 5 anni e radiato a causa dello scandalo di Scommessopoli del 2011.

È l'unico calciatore italiano ad aver vinto tre Coppe UEFA giocando con tre squadre diverse (Juventus, Inter e Parma). Inoltre, insieme a Radamel Falcao e Marko Marin, detiene il primato per averne vinte due consecutive con due club differenti (Inter e Parma).

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Terzino destro naturale dalle ottime doti difensive, spesso è stato un leader delle difese nelle squadre in cui ha militato, la sua carriera è stata limitata dai numerosi infortuni subiti.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Luigi Sartor (quarto in alto da sinistra) nella formazione giovanissimi del Padova Campione d'Italia nel 1989-1990.

Cresciuto nelle giovanili del Padova, viene venduto nell'estate del 1992 per un miliardo di lire, cifra record all'epoca per un minorenne,[1] alla Juventus, con cui debutta in Serie A il 6 dicembre 1992 contro la Fiorentina, segnando un autogol e assicurando il risultato per la compagine viola. Disputa inoltre, il 30 settembre 1992, una partita di Coppa UEFA che lo fa diventare il più giovane esordiente della Juventus nelle Coppe europee, edizione poi conclusa proprio con la vittoria del trofeo da parte dei bianconeri.

Prestato alla Reggiana, disputa 5 partite, prima di passare nel novembre del 1994 al Vicenza, in Serie B, dove si conquista subito un posto da titolare totalizzando 23 presenze e 2 gol e contribuendo alla promozione nella massima serie della squadra berica. Nella stagione successiva, dopo un paio di partite, problemi fisici lo costringono a saltare gran parte del girone di ritorno,[senza fonte] concludendo quindi la stagione con 15 apparizioni. Alla sua terza stagione in biancorosso gioca inizialmente da difensore centrale dopo la partenza dello svedese Joachim Björklund prima di tornare a giocare sulla fascia, ottenendo 26 presenze in campionato. La sua avventura a Vicenza termina con la vittoria della Coppa Italia 1996-1997, nonostante un infortunio causato da un'entrata violentissima di Marco Materazzi.[senza fonte]

Passato all'Inter nella stagione 1997-1998 per 6,4 miliardi di lire,[2] sfiora con la squadra milanese la vittoria dello scudetto, vincendo la Coppa UEFA 1998.

Dopo 23 presenze ed un gol (contro la Sampdoria) con la maglia dei nerazzurri, passa al Parma dove gli infortuni limitano le sue prestazioni[senza fonte] (13 presenze), ma il 1999 si dimostra un anno di vittorie: il Parma e Sartor festeggiano la vittoria della Coppa UEFA, della Coppa Italia, e della Supercoppa Italiana. In totale con la maglia della squadra emiliana gioca quattro stagioni (68 presenze in campionato), nelle quali vince, oltre ai tre trofei sopracitati, un'altra Coppa Italia (2002).

Passato alla Roma nella stagione 2002-2003 gioca 12 partite. Anche la stagione successiva è iniziata sempre nella squadra capitolina, fino a che nel gennaio 2004 viene ingaggiato dall'Ancona con cui disputa 9 partite, non riuscendo comunque ad evitare la retrocessione della squadra marchigiana. Rientrato alla Roma, disputa 7 spezzoni di partita nella stagione 2004-2005 e 4 partite in Champions League, prima di passare nell'ultimo giorno del mercato di riparazione, nel febbraio 2005 al Genoa, dove un nuovo infortunio ne limitano le presenze,[senza fonte] 9, ma festeggiando la promozione in Serie A dei grifoni.

Nella stagione 2005-2006 è inizialmente nella rosa della Roma, con cui scioglie il contratto nel novembre 2005, per passare alla squadra ungherese del Sopron di Dario Bonetti.

Nel gennaio 2007, svincolato, viene ingaggiato dall'Hellas Verona, con cui, complice diversi infortuni,[senza fonte] scende in campo in 7 occasioni, terminando la stagione, dopo i play-out persi contro lo Spezia, con la retrocessione in Serie C1.

Nel gennaio 2008 si trasferisce alla Ternana ottenendo la salvezza. Nella stagione 2008-2009 gioca 30 gare sulle 38 possibili diventando un titolare fisso della Ternana, nella stagione 2009-2010 comincia da titolare e il 10 dicembre 2009 si infortuna al ginocchio e resterà fuori.[senza fonte]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Titolare inamovibile nell'Italia Under-21 che nel 1996 vince il Campionato Europeo UEFA Under 21 e con cui lo stesso anno partecipa ai Giochi olimpici.

Nell'aprile 1998 fa il suo esordio nella Nazionale maggiore contro il Paraguay. Fa registrare una seconda presenza solo quattro anni dopo giocando un'amichevole contro gli Stati Uniti.

Procedimenti giudiziari[modifica | modifica wikitesto]

Calcioscommesse: 5 anni di squalifica[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 dicembre 2011 viene arrestato a Parma a seguito dell'inchiesta "Last Bet" per irregolarità nelle calcioscommesse. Secondo l'accusa Sartor ricopriva il ruolo di intermediario tra il gruppo di Bologna (tra cui spiccherebbe il suo ex compagno di squadra Giuseppe Signori) e quello di Singapore nella gestione dei soldi delle scommesse di vari campionati italiani avvenute nella repubblica asiatica[3].

Gli inquirenti sospettano che Sartor, insieme all'amico Luca Burini, al commercialista Daniele Ragone e a Beppe Signori, tramite la Clever Overseas SA, società con sede a Panama e domiciliata e amministrata dalla società fiduciaria Pieffeci Professional Consulting SA di Lugano, abbia ripulito il denaro (almeno 600.000 euro) proveniente dalle scommesse di Singapore della Raffles Money Change Pte Ltd. Sartor si è difeso dicendo che la società svizzera era stata creata con lo scopo di far comprare una squadra di calcio italiana agli uomini di Singapore.[4]

Rilasciato, il 1º giugno 2012 il procuratore federale Stefano Palazzi richiede per lui 5 anni di squalifica più preclusione.[5] Il 18 giugno in primo grado e il 6 luglio in secondo grado gli viene confermata la squalifica.[6]

Il 9 febbraio 2015 la procura di Cremona termina le indagini e formula per lui e altri indagati le accuse di associazione a delinquere e frode sportiva.[7]

Maltrattamenti: 9 mesi di reclusione[modifica | modifica wikitesto]

Sartor, ora gestore di un bar a Parma, nel giugno 2015 per maltrattamenti nei confronti della sua ex compagna è stato condannato a 9 mesi di reclusione con pena sospesa più il pagamento dei danni e delle spese legali ma è stato assolto invece dall'accusa di stalking perché "il fatto non sussiste"; l'accusa chiedeva 2 anni di reclusione.[8]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1992-1993 Italia Juventus A 1 0 CI 1 0 CU 1 0 - - - 3 0
1993-1994 Italia Reggiana A 5 0 CI 1 0 - - - - - - 6 0
1994-1995 Italia Vicenza B 23 2 CI 2 0 - - - - - - 25 2
1995-1996 A 15 0 CI 1 0 - - - - - - 16 0
1996-1997 A 26 0 CI 7 0 - - - - - - 33 0
Totale Vicenza 64 2 10 0 - - - - 74 2
1997-1998 Italia Inter A 23 1 CI 6 0 CU 9 0 - - - 38 1
1998-1999 Italia Parma A 13 0 CI 4 0 CU 4 0 - - - 21 0
1999-2000 A 16+1[9] 0 CI 1 0 UCL+CU 1+6 0+0 SI 0 0 25 0
2000-2001 A 19 0 CI 7 1 CU 3 0 - - - 29 1
2001-2002 A 19 0 CI 6 0 UCL+CU 1+6 0+0 - - - 32 0
Totale Parma 67+1 0 18 1 21 0 0 0 107 1
2002-2003 Italia Roma A 12 0 CI 2 0 UCL 0 0 - - - 14 0
2003-gen. 2004 A 0 0 CI 1 0 CU 0 0 - - - 1 0
gen.-giu. 2004 Italia Ancona A 9 0 CI - - - - - - - - 9 0
2004-gen. 2005 Italia Roma A 7 0 CI 1 0 UCL 4 0 - - - 12 0
Totale Roma 19 0 4 0 4 0 - - 27 0
gen.-giu. 2005 Italia Genoa B 9 0 CI - - - - - - - - 9 0
2005-2006 Ungheria Sopron NBI 17 0 MK 1 0 CU 0 0 MS 0 0 18 0
2006-gen. 2007 NBI 20 0 MK 3 2 - - - - 23 2
Totale Sopron 37 0 4 2 0 0 0 0 41 2
Totale carriera 234+1 3 44 3 35 0 0 0 314 6

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
22/04/1998 Parma Italia Italia 3 – 1 Paraguay Paraguay Amichevole -
13/02/2002 Catania Italia Italia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
Totale Presenze 2 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Vicenza: 1996-1997
Parma: 1998-1999, 2001-2002
Parma: 1999

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 1992-1993
Inter: 1997-1998
Parma: 1998-1999

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Padova: 1989-1990

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Spagna 1996

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Quando diceva: «No , alla Juventus mai»
  2. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 14 (1997-1998), Panini, 6 agosto 2012, p. 10.
  3. ^ Luigi Sartor arrestato a Parma. In carcere per il calcioscomesse, in repubblica.it, 19 dicembre 201. URL consultato il 19 dicembre 2011.
  4. ^ Ragone, Sartor e Signori. Quei soldi ripuliti in Svizzera
  5. ^ Palazzi chiede -6 per il Novara sportmediaset.mediaset.it
  6. ^ Calcio scommesse sanzionate 21 società
  7. ^ Calcioscommesse, 5 calciatori nei guai
  8. ^ Maltrattamenti in famiglia, Sartor condannato a 9 mesi
  9. ^ Spareggio per il quarto posto.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]