Damiano Ferronetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Damiano Ferronetti
Zlatko Dedić (N°29), Damiano Ferronetti (N°26), Alfonso De Lucia (GK N°23) Parma AC vs Eric Carrière (RC Lens).jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 2018
Carriera
Giovanili
1999-2001 Roma
Squadre di club1
2001-2003 Roma 1 (0)
2003-2004 Triestina 30 (0)
2004-2007 Parma 38 (0)
2007-2012 Udinese 56 (2)
2012 Torino 0 (0)
2012-2013 Genoa 4 (0)
2013-2015 Ternana 30 (1)
2017Risanese? (?)
2017-2018Rivignano? (?)
Nazionale
2000-2001 Italia Italia U-16-15 13 (0)
2002 Italia Italia U-18 4 (0)
2001-2003 Italia Italia U-19 10 (0)
2004-2006 Italia Italia U-20 2 (0)
2004-2006 Italia Italia U-21 4 (0)
Carriera da allenatore
2016-2017RisaneseVice-All.
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-19
Oro Liechtenstein 2003
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Damiano Ferronetti (Albano Laziale, 1º novembre 1984) è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Difensore centrale di piede destro, è stato impiegato come terzino di fascia destra[1]. All'Udinese, sotto la guida di Francesco Guidolin, ha sempre giocato come difensore laterale destro in una difesa a tre[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi nella Roma[modifica | modifica wikitesto]

Cresce e si mette in luce nelle giovanili della Roma, dove rimane per tre anni. Dopo aver collezionato diverse panchine in prima squadra, Fabio Capello lo fa debuttare in Serie A il 24 novembre 2002, nel match esterno contro il Parma[3].

Triestina e Parma[modifica | modifica wikitesto]

L'anno successivo viene mandato in prestito alla Triestina, in Serie B. Sotto la guida di Attilio Tesser disputa da titolare l'intera stagione, totalizzando 30 presenze.

Tornato nella Roma, nell'estate 2004 si trasferisce in compartecipazione al Parma. In maglia gialloblu gioca 10 partite di campionato ed esordisce anche in Coppa Uefa, il 16 settembre contro gli sloveni del Maribor[4]; il 21 gennaio 2005, tuttavia, riporta un gravissimo infortunio ad una vertebra, che lo costringe a terminare anzitempo la stagione.

Rimane a Parma anche nella stagione seguente, ma nella prima parte di stagione non scende mai in campo, a causa del lungo recupero dall'infortunio. Gioca la sua prima partita dell'anno il 25 febbraio 2006 contro la Fiorentina, e a fine stagione, ristabilitosi, il tecnico Mario Beretta lo schiera sempre titolare per le restanti 12 giornate contribuendo a raggiungere la salvezza. Il 21 giugno 2006 Parma e Roma trovano l'accordo per il rinnovo della comproprietà[5].

Nella stagione 2006-2007, confermato come terzino destro da Stefano Pioli, inizia giocando da titolare la partita d'esordio in Coppa Uefa contro il Rubin Kazan', ma un nuovo infortunio ne pregiudica le prestazioni sino al 19 novembre, quando ritorna in campo contro il Livorno, dove si rende protagonista di un'autorete[6]. Nella seconda parte di stagione scende in campo ancora in Coppa Uefa nella partita interna contro lo Braga, e totalizza nella stagione 16 presenze in campionato e 4 in Europa. A fine stagione, il 20 giugno, il Parma si aggiudica il giocatore alle buste, acquistandone l'intero cartellino[7].

Udinese[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 agosto 2007, poco meno di un mese dopo l'avvenuto riscatto, il giocatore si trasferisce a titolo definitivo all'Udinese, in cambio di Damiano Zenoni[8]. Esordisce con la nuova maglia l'11 novembre contro la Fiorentina e il 15 marzo 2008 segna il suo primo gol in Serie A nel 2-2 interno contro la Lazio[9]. La sua prima stagione nel club friulano si conclude con 16 presenze e una rete.

La stagione successiva viene confermato terzino destro titolare della squadra, allenata all'epoca da Pasquale Marino. Il 18 settembre ritorna a giocare una partita di Coppa Uefa in occasione del preliminare contro il Borussia Dortmund[10], e scende in campo anche il 6 novembre successivo nel primo turno contro lo Spartak Mosca[11]. Il 15 febbraio 2009, tuttavia, è costretto a chiudere anticipatamente la sua stagione a causa della rottura del legamento crociato del ginocchio, riportata al 12' minuto di Siena-Udinese, in seguito a un fallo di Massimo Maccarone[12][13].

Dopo quasi tredici mesi di inattività, torna in campo il 20 febbraio 2010 nella partita esterna contro il Genoa, e gioca fino al termine della stagione 12 partite di campionato, più due di Coppa Italia.

Nel precampionato della stagione 2010-2011 subisce nuovamente la rottura dello stesso neolegamento crociato del ginocchio destro, in un'amichevole contro il Chievo[14]. Il 15 settembre 2010 viene dunque rioperato alla clinica Villa Stuart di Roma, ma i tempi di recupero si allungano, tanto che nella stagione 2010-2011 non colleziona nessuna presenza.

Il 2 ottobre 2011, dopo più di un anno di lontananza dai campi di gioco, scende in campo contro il Bologna e il 15 gennaio 2012 realizza il suo primo goal in stagione nella sconfitta per 3-2 contro il Genoa[15]. Il 23 febbraio debutta anche in Europa League in occasione del match contro il PAOK, quando subentra negli ultimi cinque minuti a Mehdi Benatia[16]. Gioca da titolare anche le due gare di andata e ritorno degli ottavi di finale contro l'AZ Alkmaar e a fine stagione sono in tutto 20 le presenze, con una rete. Il 30 giugno 2012 termina il suo legame contrattuale con l'Udinese, svincolandosi a parametro zero.

Torino[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 luglio firma un biennale con il Torino[17][18], neopromosso in Serie A. Il 28 luglio, tuttavia, in seguito a un diverbio con Gian Piero Ventura in una partita amichevole contro la Lazio, abbandona il ritiro granata a Sappada, con la volontà di abbandonare il club[19]. Il suo procuratore, il giorno successivo, ha dichiarato che i motivi della scelta del giocatore erano legati a incomprensioni con lo staff tecnico e che rinunciava ad un importante ingaggio per due anni[20]. Il 30 luglio 2012, dopo sole due settimane, rescinde consensualmente il suo contratto con il Torino[21][22].

Genoa[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2012 viene ingaggiato dal Genoa.[23] Debutta con la maglia rossoblù il 16 settembre 2012 nella gara contro la Juventus subentrando nel finale. Subisce un altro intervento per rottura del menisco esterno sempre al ginocchio destro. Dopo quattro mesi torna a giocare il 3 febbraio 2013 nella partita contro la Lazio vinta dal Genoa per 3 a 2 subentrando a Mattia Cassani al 25° del primo tempo disputando una buona partita. Dal 1º luglio viene svincolato dalla società[24].

Ternana[modifica | modifica wikitesto]

L'8 agosto 2013 sottoscrive un contratto annuale con la Ternana, compagine militante in Serie B[25]. Al debutto in Coppa Italia contro il Lecce realizza subito una rete, che però non aiuta la formazione rossoverde a passare il turno.

Durante la stagione la squadra attraversa numerose difficoltà, e dopo un litigio con i tifosi fuori dal campo Domenico Toscano (col quale era quasi sempre stato titolare) viene relegato ai margini della rosa, subentrato Attilio Tesser riesce a recuperare il giocatore, che nel girone di ritorno contribuisce alla salvezza della squadra.

A fine anno gli viene rinnovato il contratto fino al 30 giugno 2015 ma la stagione successiva è condizionata inizialmente da un problema di pubalgia e poi da un problema al ginocchio che lo porterà ad operarsi a Roma, giocherà quindi solo 6 partite.

A fine stagione rimane svincolato.

Dilettanti[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver ricoperto il ruolo di secondo allenatore nella Risanese, dal febbraio 2017 ne diviene calciatore.[26]

Nell'estate 2017 viene ingaggiato dal Rivignano.[27]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Fin da giovanissimo convocato nelle Nazionali giovanili, nel 2003, sotto la guida dell'allenatore Paolo Berrettini ha vinto il Campionato europeo Under-19, scendendo anche in campo nella finale contro il Portogallo. Dopo aver collezionato due presenze nella Selezione Under-20, viene convocato anche nell'Italia Under-21 da Pierluigi Casiraghi per il Campionato Europeo del 2006.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 30 marzo 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001-2002 Italia Roma A 0 0 CI 0 0 CL 0 0 - - - 0 0
2002-2003 A 1 0 CI 0 0 CL 0 0 - - - 1 0
Totale Roma 1 0 0 0 0 0 1 0
2003-2004 Italia Triestina B 30 0 CI 1 0 - - - - - - 31 0
2004-2005 Italia Parma A 10 0 CI 1 0 CU 4 0 - - - 15 0
2005-2006 A 12 0 CI 0 0 - - - - - - 12 0
2006-2007 A 16 0 CI 3 0 CU 4 0 - - - 23 0
Totale Parma 38 0 4 0 8 0 50 0
2007-2008 Italia Udinese A 16 1 CI 5 1 - - - - - - 21 2
2008-2009 A 13 0 CI 0 0 CU 3 0 - - - 16 0
2009-2010 A 12 0 CI 0 0 - - - - - - 12 0
2010-2011 A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
2011-2012 A 15 1 CI 1 0 UCL+UEL 0+3 0 - - - 19 1
Totale Udinese 56 2 6 1 6 0 - - 68 3
2012-2013 Italia Genoa A 4 0 CI - - - - - - 4 0
2013-2014 Italia Ternana B 27 1 CI 1 1 - - - - 28 2
2014-2015 B 6 0 CI 2 0 - - - - - - 8 0
Totale carriera 160 3 14 2 14 0 - - 193 6

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Liechtenstein 2003

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Damiano Ferronetti, Transfermarkt.it, 27 settembre 2011. URL consultato il 20 luglio 2012.
  2. ^ Udinese, Ferronetti: 'Abbiamo gli occhi addosso', Calciomercato.com, 27 marzo 2012. URL consultato il 20 luglio 2012.
  3. ^ Parma-Roma 3-0, Transfermarkt.it, 22 novembre 2004. URL consultato il 20 luglio 2012.
  4. ^ Parma-Maribor 3-2, Transfermarkt.it, 16 settembre 2004. URL consultato il 20 luglio 2012.
  5. ^ Comproprietà: tutte le operazioni risolte e tutte le buste[collegamento interrotto], Tuttomercatoweb.com, 21 giugno 2006. URL consultato il 20 luglio 2012.
  6. ^ Livorno-Parma 3-0, Transfermarkt.it, 19 novembre 2006. URL consultato il 20 luglio 2012.
  7. ^ Ufficiale: il Parma prende Ferronetti e perde Ruopolo, Tuttomercatoweb.com, 20 giugno 2007. URL consultato il 20 luglio 2012.
  8. ^ Ufficiale: Zenoni al Parma, Ferronetti all'Udinese, Tuttomercatoweb.com, 13 agosto 2008. URL consultato il 20 luglio 2012.
  9. ^ Parma-Lazio 2-2, Transfermarkt.it, 15 marzo 2008. URL consultato il 20 luglio 2012.
  10. ^ Borussia Dortmund-Parma 0-2, Transfermarkt.it, 18 settembre 2008. URL consultato il 20 luglio 2012.
  11. ^ Spartak Mosca-Parma 1-2, Transfermarkt.it, 6 novembre 2008. URL consultato il 20 luglio 2012.
  12. ^ Udinese, stagione finita per Ferronetti, Tuttosport.com, 15 febbraio 2009. URL consultato il 20 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  13. ^ Ferronetti, stagione finita, Sport.it, 15 febbraio 2009. URL consultato il 20 luglio 2012.
  14. ^ Ferronetti sottoposto ad intervento chirurgico[collegamento interrotto], Udinese.it.
  15. ^ Genoa-Udinese 3-2, Transfermarkt.it, 15 gennaio 2012. URL consultato il 20 luglio 2012.
  16. ^ PAOK Salonicco-Udinese 0-3, Transfermarkt.it, 23 febbraio 2012. URL consultato il 20 luglio 2012.
  17. ^ Ferronetti al Toro, Torinofc.it, 19 luglio 2012. URL consultato il 21 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2012).
  18. ^ Ufficiale: Ferronetti al Torino, Tuttomercatoweb.com, 19 luglio 2012. URL consultato il 20 luglio 2012.
  19. ^ Esclusiva TMW - Criscitiello: "Torino-Ferronetti, i motivi dell'addio", Tuttomercatoweb.com, 28 luglio 2012. URL consultato il 30 luglio 2012.
  20. ^ Zavaglia: "Ferronetti-Toro nessun litigio solo qualche incomprensione", Tuttomercatoweb.com, 30 luglio 2012. URL consultato il 30 luglio 2012.
  21. ^ Ferronetti rescinde con il Toro, Torinofc.it, 30 luglio 2012. URL consultato il 30 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2013).
  22. ^ Ufficiale: Ferronetti ha rescisso il contratto, Toronews.net, 30 luglio 2012. URL consultato il 30 luglio 2012.
  23. ^ FERRONETTI MELAZZI E DONNARUMMA, genoacfc.it
  24. ^ Damiano Ferronetti: «Ho concluso la mia esperienza al Genoa» Archiviato il 6 luglio 2013 in Internet Archive.
  25. ^ La Ternana ingaggia Damiano Ferronetti Ternanacalcio.com
  26. ^ IL COLPO - Ferronetti torna in campo: ha firmato per la Risanese, su Friuligol.it. URL consultato il 13 febbraio 2017.
  27. ^ IL COLPO - Al Rivignano arriva Ferronetti: guiderà la difesa, su Friuligol.it. URL consultato il 3 agosto 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]