Adriano Bonaiuti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adriano Bonaiuti
Adriano Bonaiuti.jpg
Bonaiuti al Padova nel 1992
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Squadra Inter (Portieri)
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Giovanili
197?-1984 Artiglio
1984-1985 Cesena
Squadre di club1
1984-1985 Cesena 0 (-0)
1985-1989 Sambenedettese 32 (-21)
1989 Verona 0 (-0)
1989-1991 Juventus 1 (-0)
1991-1996 Padova 174 (-220)
1996-1997 Palermo 8 (-10)
1997 Cosenza 21 (-31)
1997-1998 Palermo 31 (-31)
1998-1999 Trapani 24 (-23)
1999-2000 Pescara 7 (-12)
2001-2005 Udinese 0 (-0)
Carriera da allenatore
2004-2005 Udinese Portieri
2005-2009 Roma Portieri
2010-2013 Udinese Coll. tecnico
2013- Inter Portieri
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 ottobre 2013

Adriano Bonaiuti (Roma, 7 maggio 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo portiere, preparatore dei portieri dell'Inter.

È soprannominato Batman.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Comincia la carriera nell'Artiglio, squadra della capitale. Dopo essere stato scartato a un provino con la Roma approda al settore giovanile del Cesena dove rimane una sola stagione.

Nel 1985 passa alla Sambenedettese dove debutta tra i professionisti nella stagione di Serie B 1987-1988 giocando una partita. L'anno successivo viene promosso titolare collezionando 31 presenze e una retrocessione in Serie C1.

Bonaiuti alla Juventus nella stagione 1989-1990

Viene quindi acquistato dal Verona, che lo cede poi alla Juventus nell'ambito dell'operazione che porta Luciano Bodini a Verona. A Torino gioca una sola partita in due stagioni, debuttando in Serie A l'8 aprile 1990 in Juventus-Cremonese (4-0).

Nel 1991 passa al Padova, in Serie B, dove nel 1994 ottiene una storica promozione in Serie A dopo 32 anni, giocando in totale cinque stagioni di cui due in massima serie.

Successivamente gioca con il Palermo in Serie B e Serie C1 con il Cosenza, Trapani e Pescara.

Nel 2001 torna in Serie A con l'Udinese, dove non giocherà mai nessuna partita in campionato. Nella stagione 2004-2005, pur mantenendo il ruolo di terzo portiere della squadra comincia la carriera da preparatore dei portieri. Al termine delle stagione si ritira dal calcio giocato.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Fu convocato con la Nazionale Under-21 cadetta guidata da Sergio Brighenti.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

È stato preparatore dei portieri per l'Udinese sotto la guida di Luciano Spalletti, Giampiero Ventura, Roy Hodgson, Francesco Guidolin e Luigi De Canio. Successivamente ha svolto questo incarico anche nella Roma con Luciano Spalletti e Marco Domenichini, lasciando questo staff quando Spalletti è andato ad allenare in Russia.

Dal 2010 fa parte dello staff tecnico dell'Udinese, agli ordini di Francesco Guidolin, con il ruolo di collaboratore tecnico.[2]

Ad agosto del 2013 passa all'Inter in qualità di preparatore del portiere Samir Handanovič.[3]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Juventus: 1989-1990
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Juventus: 1989-1990

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]