Gian Paolo Montali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gian Paolo Montali
Nazionalità Italia Italia
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Carriera
Carriera da allenatore
198X-1986 Pallavolo Parma giov.
1986-1990 Pallavolo Parma
1990-1991 Schio Sport
1991-1996 Volley Treviso
1996-1998 Olympiakos
1999 Grecia Grecia
1998-2000 Roma Volley
2000-2003 Volley Milano
2003-2007 Italia Italia
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Atene 2004
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Germania 2003
Oro Italia-Serbia&Mont. 2005
Transparent.png World League
Bronzo Spagna 2003
Argento Italia 2004
Transparent.png Grand Champions Cup
Bronzo Giappone 2005
Statistiche aggiornate al 31 agosto 2008

Gian Paolo Montali (Traversetolo, 18 gennaio 1960[1]) è un allenatore di pallavolo e dirigente sportivo italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Volley[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera da allenatore nelle giovanili della Pallavolo Parma, dove vince quattro titoli italiani di categoria consecutivi. Nella stagione 1986-87, a 26 anni, succede ad Alexander Skiba come tecnico della prima squadra della società emiliana vincendo il primo anno la Coppa Italia contro i rivali della Pallavolo Modena e nei tre successivi uno scudetto, una seconda Coppa Italia, un Mondiale per club, tre edizioni della Coppa delle Coppe e due della Supercoppa europea.

Nel campionato 1990-91 viene ingaggiato dalla Schio Sport, ma l'esperienza dura pochi mesi; nel corso della stagione passa infatti sulla panchina della Sisley Volley di Treviso dove conquista immediatamente una Coppa CEV a cui, nei cinque anni successivi, fanno seguito due Campionati italiani (1993-94 e 1995-96), una Coppa Italia, una seconda Coppa CEV, una Coppa delle Coppe, una Coppa dei Campioni e una Supercoppa europea.

Nell'annata 1996-97 viene ingaggiato dalla squadra greca dell'Olympiakos Syndesmos Filathlōn Peiraiōs dove rimane per un biennio, vincendo un campionato e due Coppe di Grecia (1996-97 e 1997-98); l'anno successivo ricopre il ruolo di allenatore della nazionale ellenica.

Nell'annata 1998-99 fa ritorno in Italia, alla guida dalla Roma Volley che l'anno successivo conduce alla vittoria della Coppa CEV e dello storico scudetto 1999-2000. Viene quindi ingaggiato nella stagione 2000-01 dalla neopromossa formazione del Volley Milano, con cui raggiunge immediatamente la finale scudetto; rimane sulla panchina della squadra meneghina fino alla 2002-03.

Nel 2003 riceve l'incarico di Commissario Tecnico della nazionale italiana, alla guida della quale resta fino al 2007 vincendo due ori europei consecutivi (2003 e 2005), un bronzo (2003) e un argento (2004) alla World League, e un argento alle olimpiadi del 2004, venendo sconfitto in queste due ultime occasioni della nazionale brasiliana, la nuova formazione leader del volley maschile.

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Juventus F.C.[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2006[2] al 2009[3] svolge il ruolo di Consigliere di Amministrazione nella Juventus F.C.. Inoltre è membro del Comitato Sportivo Organo di controllo e di gestione della Prima Squadra del Settore Giovanile e del Canale Tematico Juve Channel.

A.S. Roma[modifica | modifica wikitesto]

Quando tutto sembra fatto per il suo trasferimento nella dirigenza del Calcio Napoli[4][5], il 26 ottobre 2009 la A.S. Roma rende noto di aver raggiunto un accordo con Montali con l'incarico di Coordinatore Generale e ottimizzatore delle risorse umane dell'Area Sportiva[6]. A febbraio 2011, in seguito alla trattativa per il passaggio del pacchetto di maggioranza dell'A.S. Roma dalla famiglia Sensi alla cordata americana capeggiata dal finanziere Thomas DiBenedetto, Montali viene nominato Direttore Generale e Operativo del club giallorosso. Dal 1º luglio, nel quadro della ristrutturazione societaria della formazione capitolina, lascia i propri incarichi in seno alla società[7].

Golf[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 2016, nel corso della prima riunione del Comitato Organizzatore della Ryder Cup del 2022, prevista a Roma, la Federazione Italiana Golf ufficializza la nomina di Montali come Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022[8].

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 è capolista della Lista Democratici con Veltroni. Ambiente, innovazione, lavoro per l'assemblea costituente nazionale del Partito Democratico nel collegio Parma Centro[9][10].

Nel 2008[11] pubblica il suo primo libro Scoiattoli e Tacchini. Come vincere nelle organizzazioni con il gioco di squadra, seguito nel 2016 da Il parafulmine e lo scopone scientifico. Come diventare un vero leader nel lavoro e nella vita, editi entrambi da Rizzoli.

Nell'estate del 2012 è ospite di varie trasmissioni tematiche della Rai per gli Europei.[12].

Nel 2012 è designato Ambasciatore nel Mondo per lo Sport per la città di Roma[13].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

1989-90, 1993-94, 1995-96, 1999-00
1997-98
1986-87, 1989-90, 1992-93
1996-97, 1997-98
1994-95
1990-91, 1992-93, 1999-00
1987-88, 1988-89, 1989-90, 1993-94
1989
1989, 1990, 1994

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

  • Scudetto.svg Campionato italiano: 4

Docenze universitarie[modifica | modifica wikitesto]

  • Docente all'Università SDA Bocconi di Milano
  • Docente e membro del comitato Scientifico della Business School del Sole 24 ore
  • Docente del Master dell'Università di Parma e S. Marino Sport e Management

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 27 dicembre 2004. Su proposta della Presidenza del Consiglio dei ministri.[14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biografia di Gian Paolo Montali, su cinquantamila.corriere.it. URL consultato il 12 maggio 2017.
  2. ^ Juve, l'uomo nuovo è Montali, gazzetta.it. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  3. ^ Oggi i nuovi consiglieri Blanc diventa presidente, archiviostorico.gazzetta.it. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  4. ^ Cineribaltone De Laurentiis riparte da Mazzarri+Montali, archiviostorico.gazzetta.it. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  5. ^ Ecco anche Montali e Bigon jr, archiviostorico.gazzetta.it. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  6. ^ La Roma perde Totti «Ma torno fra un mese», archiviostorico.gazzetta.it. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  7. ^ Montali, uscita in grande stile «Buona fortuna», archiviostorico.gazzetta.it. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  8. ^ Montali dg del Progetto Ryder Cup 2022, ansa.it. URL consultato il 24 dicembre 2016.
  9. ^ Montali capolista per la Costituente dei democratici, archiviostorico.gazzetta.it. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  10. ^ Liste e candidati per l’assemblea costituente nazionale/5, europaquotidiano.it. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  11. ^ MONTALI «Scoiattoli, tacchini E la Juve sfonderà», archiviostorico.gazzetta.it. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  12. ^ Ospiti in tv 10 giugno 2012/ Emiliano Mondonico, Serse Cosmi, Gianpiero Gasperini a Notti Europee, il ministro Andrea Riccardi a Telecamere, ilsussidiario.net. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  13. ^ Gian Paolo Montali (PDF), festivaldellaparola.it. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  14. ^ Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Gian Paolo Montali, quirinale.it. URL consultato il 1º maggio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN307414756 · SBN: IT\ICCU\LO1V\353754