Finale della UEFA Europa League 2014-2015

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: UEFA Europa League 2014-2015.

Finale della UEFA Europa League 2014-2015
Warsaw National Stadium before Germany - Italy (6).jpg
Lo Stadio Nazionale di Varsavia, sede della finale disputata il 27 maggio 2015
Dettagli evento
Competizione UEFA Europa League 2014-2015
Data 27 maggio 2015
Città Varsavia
Impianto di gioco Stadio Nazionale di Varsavia
Spettatori 45 000
Risultato
Dnipro
2
Siviglia
3
Arbitro Inghilterra Martin Atkinson
MVP Argentina Éver Banega
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 6ª edizione della Europa League è stata disputata il 27 maggio 2015 allo Stadio Nazionale di Varsavia, tra la compagine ucraina del Dnipro e quella spagnola del Siviglia.

Cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Il Dnipro di Myron Markevyč, dopo essere stato eliminato nel terzo turno di qualificazione della UEFA Champions League 2014-2015 da parte dei danesi del Copenaghen, approda alla fase a gironi della UEFA Europa League grazie alla vittoria nel play-off di qualificazione contro i croati del Hajduk Spalato (vittoria per 2-1 a Kiev e pareggio per 0-0 a Spalato). Successivamente gli ucraini riescono ad accedere alla fase ad eliminazione diretta grazie al secondo posto ottenuto nel Girone F, arrivando dietro agli italiani dell'Inter e davanti agli azeri del Qarabağ e ai francesi del Saint-Étienne, totalizzando sette punti, frutto di due vittorie, un pareggio e tre sconfitte. Nei sedicesimi la squadra ucraina elimina i greci dell'Olympiacos con un risultato complessivo di 4-2. Agli ottavi di finale la rete segnata nei tempi supplementari della partita di ritorno, da parte di Yevhen Konoplyanka, sarà fondamentale per il passaggio del turno contro gli olandesi dell'Ajax; difatti il Dnipro accede ai quarti di finale grazie alla regola dei gol in trasferta (vittoria casalinga per 1-0 e sconfitta per 2-1 all'Amsterdam ArenA). Nei quarti, dopo che l'andata giocata a Bruges si è conclusa con un pareggio a reti inviolate, i belgi del Club Bruges vengono sconfitti di misura allo Stadio Olimpico di Kiev. In semifinale gli italiani del Napoli vengono superati con un aggregato di 2-1 (pareggio per 1-1 al San Paolo e vittoria per 1-0 a Kiev) e la compagine ucraina conquista, così, per la prima volta un posto in una finale europea.

Il Siviglia campione in carica di Unai Emery accede, anch'esso, alla fase ad eliminazione diretta grazie al secondo posto ottenuto nel Girone G, arrivando dietro agli olandesi del Feyenoord e davanti ai belgi dello Standard Liegi e ai croati del Rijeka, totalizzando undici punti, frutto di tre vittorie, due pareggi ed una sconfitta. Nei sedicesimi gli spagnoli eliminano i tedeschi del Borussia M'gladbach con un risultato complessivo di 4-2. Agli ottavi di finale i Rojiblancos superano i connazionali del Villarreal con due vittorie (3-1 al Madrigal e 2-1 al Ramón Sánchez-Pizjuán). Nei quarti i russi dello Zenit S. Pietroburgo vengono sconfitti per 2-1 a Siviglia; vittoria che vale l'approdo alla semifinale in seguito al pareggio per 2-2 ottenuto a San Pietroburgo. In semifinale gli italiani della Fiorentina vengono eliminati con un roboante aggregato di 5-0 tra andata e ritorno, che permette agli andalusi di raggiungere la seconda finale consecutiva (quarta totale) di Europa League, avendo la possibilità di difendere il titolo.

Descrizione della partita[modifica | modifica wikitesto]

Dnipro e Siviglia si incontrano allo Stadio Nazionale di Varsavia con gli ucraini alla ricerca del primo storico trionfo europeo, mentre gli spagnoli cercano di bissare il successo ottenuto nella precedente edizione. La prima frazione di gara si rivela essere molto spettacolare con il Dnipro in vantaggio, a sorpresa dopo appena sette minuti, grazie al colpo di testa di Nikola Kalinić su assist di Matheus. Il Siviglia continua ad attaccare per tutto il resto del primo tempo e ribalta il risultato sul 2-1, frutto delle reti di Grzegorz Krychowiak e di Carlos Bacca, ma proprio sul finire della prima frazione di gioco, gli ucraini riportano il match in parità grazie al perfetto calcio di punizione dal limite dell'area del capitano Ruslan Rotan'. Nel secondo tempo, però, i Rojiblancos fanno valere la propria supremazia in campo e trovano il gol del definitivo 3-2 ancora una volta con Bacca, che firma la doppietta personale, sfruttando un passaggio in profondità di Vitolo.

La partita termina con la vittoria della compagine andalusa, che si conferma per la seconda volta consecutiva (la quarta in nove anni) vincitrice della UEFA Europa League, guadagnando inoltre il diritto di partecipare alla UEFA Champions League 2015-2016 direttamente dalla fase a gironi.

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Varsavia
27 maggio 2016, ore 20:45 CEST
Dnipro2 – 3
referto
SivigliaNazionale di Varsavia (45,000 spett.)
Arbitro: Inghilterra Martin Atkinson

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Dnipro
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Siviglia
GK 71 Ucraina Denys Bojko
RB 44 Ucraina Artem Fedetskyi
CB 23 Brasile Douglas
CB 14 Ucraina Jevhen Čeberjačko
LB 12 Brasile Léo Matos Ammonizione al 83’ 83’
DM 7 Georgia Jaba K'ank'ava Ammonizione al 17’ 17’ Uscita al 85’ 85’
DM 25 Ucraina Valerij Fedorčuk Uscita al 68’ 68’
RW 99 Brasile Matheus
AM 29 Ucraina Ruslan Rotan' (c)
LW 10 Ucraina Yevhen Konoplyanka
CF 9 Croazia Nikola Kalinić Ammonizione al 45+2’ 45+2’ Uscita al 78’ 78’
Sostituti:
GK 16 Rep. Ceca Jan Laštůvka
DF 2 Romania Alexandru Vlad
MF 19 Ucraina Roman Bezus Ammonizione al 70’ 70’ Ingresso al 68’ 68’
MF 20 Portogallo Bruno Gama
MF 24 Ucraina Valerij Lučkevyč
MF 28 Ucraina Jevhen Šachov Ingresso al 85’ 85’
FW 11 Ucraina Jevhen Selezn'ov Ingresso al 78’ 78’
Allenatore:
Ucraina Myron Markevyč
Dnipro-Sevilla 2015-05-27.svg
GK 29 Spagna Sergio Rico
RB 22 Spagna Aleix Vidal
CB 6 Portogallo Daniel Carriço Ammonizione al 62’ 62’
CB 15 Francia Timothée Kolodziejczak
LB 2 Francia Benoît Trémoulinas
DM 25 Camerun Stéphane M'Bia
DM 4 Polonia Grzegorz Krychowiak Ammonizione al 45+2’ 45+2’
RW 10 Spagna José Antonio Reyes (c) Uscita al 58’ 58’
AM 19 Argentina Éver Banega Uscita al 89’ 89’
LW 20 Spagna Vitolo
CF 9 Colombia Carlos Bacca Ammonizione al 74’ 74’ Uscita al 82’ 82’
Sostituti:
GK 13 Portogallo Beto
DF 3 Spagna Fernando Navarro
DF 5 Portogallo Diogo Figueiras
DF 23 Spagna Coke Ingresso al 58’ 58’
MF 12 Spagna Vicente Iborra Ingresso al 89’ 89’
MF 17 Spagna Denis Suárez
FW 7 Francia Kevin Gameiro Ingresso al 82’ 82’
Allenatore:
Spagna Unai Emery

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Primo tempo[1]
Dnipro Siviglia
Gol segnati 2 2
Tiri totali 4 11
Tiri in porta 3 3
Possesso palla 39% 61%
Angoli 2 4
Falli commessi 14 10
Fuorigioco 1 1
Ammonizioni 2 1
Espulsioni 0 0
Secondo tempo[1]
Dnipro Siviglia
Gol segnati 0 1
Tiri totali 8 7
Tiri in porta 2 2
Possesso palla 45% 55%
Angoli 3 7
Falli commessi 10 6
Fuorigioco 0 1
Ammonizioni 3 2
Espulsioni 0 0
Totale[1]
Dnipro Siviglia
Gol segnati 2 3
Tiri totali 12 18
Tiri in porta 5 5
Possesso palla 42% 58%
Angoli 5 11
Falli commessi 24 16
Fuorigioco 1 2
Ammonizioni 5 3
Espulsioni 0 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Team statistics: Full time (PDF), Union of European Football Associations, 27 maggio 2015. URL consultato il 6 agosto 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio