Hrvatski Nogometni Klub Rijeka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
HNK Rijeka
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali Bianco Azzurro bordato di oro Diagonale.svg Bianco
Dati societari
Città Fiume
Nazione Croazia Croazia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Croatia.svg HNS
Campionato Prva Liga
Fondazione 1946
Presidente Croazia Damir Mišković
Allenatore Croazia Igor Bišćan
Stadio Stadio Rujevica
(8279 posti)
Sito web www.nk-rijeka.hr
Palmarès
Titoli nazionali 1 Campionato croato
Trofei nazionali 2 Coppe di Jugoslavia
4 Coppe di Croazia
2 Supercoppe di Croazia
Si invita a seguire il modello di voce

Lo Hrvatski Nogometni Klub Rijeka, noto più semplicemente come HNK Rijeka, è una società calcistica professionistica croata con sede nella città di Fiume.

Fondato il 29 luglio 1946 con il nome di Sportsko Društvo Kvarner (Società Sportiva Quarnero), il 2 luglio 1954 cambiò denominazione in Nogometni Klub Rijeka. Dalla stagione 1974-1975 milita nella massima divisione,prima in quella jugoslava e dal 1991 in quella croata. È il terzo club croato più titolato, potendo vantare in bacheca un campionato croato di massima divisione (vinto nel 2017), 2 Coppe di Jugoslavia, 4 Coppe di Croazia, due Supercoppe di Croazia e una Coppa dei Balcani (1978). Il massimo risultato europeo avvenne nella stagione 2017-2018 con la partecipazione allo spareggio di Champions League e successivamente con la retrocessione ai gironi di Europa League. Da ricordare anche la qualificazione ai quarti della Coppa delle Coppe nella stagione 1979-1980.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L’Unione Sportiva Fiumana (prima della seconda guerra mondiale)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Unione Sportiva Fiumana.

Il club odierno nacque dopo la dissoluzione dell'Unione Sportiva Fiumana, squadra fondata il 2 settembre 1926 e che nel 1928 prese parte al campionato italiano di calcio di I Divisione e, nel corso degli anni trenta e quaranta, partecipò due volte al campionato di Serie B: la prima volta nella stagione 1929-1930, mentre la seconda partecipazione nel campionato cadetto arrivò nel 1941-1942, dopo la vittoria del campionato di Serie C l’anno precedente.

La fine della seconda guerra mondiale sancì il passaggio dell'Istria, di Fiume e della Dalmazia alla Jugoslavia, cosicché la Fiumana venne sciolta.

Così, nel 1946 nacque quella che oggi è una delle maggiori società calcistiche croate.

Il HNK Rijeka[modifica | modifica wikitesto]

L'NK Rijeka della stagione 1979-1980, spintosi fino ai quarti di finale della Coppa delle Coppe.

Il club attuale nacque come N.K. Kvarner (Quarnaro) il 29 luglio 1946 e fu subito inserito per motivi politici nella prima divisione del campionato jugoslavo, ma la debolezza del suo organico lo relegò negli anni successivi in campionati minori. Il 3 giugno 1954 assunse la denominazione di "Rijeka", dal nome della città, e nella stagione 1957-1958 fu promosso nel massimo campionato jugoslavo, dove rimase, con l'eccezione di un breve periodo tra le stagioni 1969-70 e il 1973-74, fino alla dissoluzione della Jugoslavia. In quegli anni il Rijeka vinse due Coppe di Jugoslavia (1978 e 1979), e una Coppa dei Balcani per club (1978), disputando più volte la Coppa UEFA e la Coppa delle Coppe e affrontando club blasonati come il Real Madrid e la Juventus. Successivamente, il club ebbe un ruolo anonimo nel campionato Jugoslavo e in Europa, ma dopo l'indipendenza della Croazia, nel 1991, il club ha sempre militato nella Prva HNL, che ha vinto nel 2017 e in cui è giunto secondo nel 1999, 2006, 2014, 2015, 2016 e 2018 e terzo nel 2004, 2009 e 2013. Vanta anche la vittoria di quattro Coppe di Croazia (2005, 2006, 2014 e 2017 ).Inoltre, dal 2013 il Rijeka è sempre presente, almeno dalle qualificazioni, in competizioni UEFA, ottenendo nelle stagioni 2013-2014 e 2014-2015 l’approdo nei gironi di Europa League, conquistati anche nel 2017-2018 dopo la sconfitta nei spareggi di Champions League. In questi anni i tifosi, quindi, poterono assistere a partite contro squadre blasonate come Siviglia, Salisburgo, Olympiakos e Milan.

Artefice di questi successi fu l’allenatore sloveno Matjaz Kek che guido il Rijeka dal 2013 al 2018 vincendo un campionato nel 2017, due Coppe di Croazia nel 2014 e nel 2017 e due Supercoppe di Croazia nel 2014 e nel 2017. Portò la squadra a partecipare sempre a competizioni europee, almeno dai preliminari. Lascia la panchina fiumana nell’ottobre 2018 quando ormai era già entrato nella storia del club e nei cuori dei tifosi.

Oggi, l’allenatore è Igor Bišćan.

Nel febbraio 2012 è stata trasformata da società pubblica a privata e l'italiano Gabriele Volpi ha acquistato il 70% delle quote ma nel 2018 venne rilevata da Damir Mišcović.

La Vittoria del campionato nel 2017[modifica | modifica wikitesto]

Adesso posso morire felice perché ho visto il Rijeka vincere lo scudetto”.

La prima affermazione nella massima serie croata avvenne nella stagione 2016-2017,con 88 punti,2 in più della Dinamo Zagabria. Con 27 vittorie è il miglior risultato nella storia del club che venne conquistato nella partita contro il Cibalia,vinta per 4-0.

Il miglior marcatore della stagione per la squadra fiumana è stato Franko Andrijašević.

Nella stessa stagione il Rijeka conquistò anche la coppa nazionale croata e la Supercoppa Croata centrando una specie di “Triplete Nazionale”.

La migliore campagna europea.

Nella stagione 2017-2018 il Rijeka andò molto avanti nelle competizione europee.

Grazie alla vittoria del campionato,il Rijeka si qualificò al primo turno di qualificazione di Champions League contro i gallesi del The New Saints (andata 2-0,ritorno 1-5).

Successivamente incontra il RB Salisburgo (andata 1-1 a Salisburgo,ritorno 0-0),per poi uscire agli spareggi contro i greci dell’Olympiakos (andata 2-1 in Grecia,ritorno 0-1).

Si qualificò così ai gironi di Europa League con Milan,AEK Atene e Austria Vienna e nonostante l’uscita matematica alla quinta giornata, riuscì a vincere una partita storica contro i milanesi per 2-0 allo Rujevica.

Si ricorda anche la vittoria storica nel 1984 contro il Real Madrid nella Coppa UEFA nello stadio Cantrida.

Lo Stadio

Lo Stadio Cantrida, sito nel quartiere di Borgomarina, in riva al mare, ha una capacità di 10 261 spettatori. L'11 luglio 2014, il presidente del HNK Rijeka Damir Mišković ha illustrato i dettagli del progetto del nuovo stadio Cantrida. Lo stadio attuale verrà demolito e uno nuovo verrà costruito nello stesso posto (ad oggi, novembre 2018,il vecchio stadio non è ancora stato demolito). Il nuovo stadio avrà una capacità di 14 600 posti a sedere tutti coperti, senza pista d'atletica e sarà di 4ª Categoria UEFA. Durante i lavori per la costruzione del nuovo stadio, la prima squadra e le giovanili giocheranno nello Stadio Rujevica, sito nell'omonimo sobborgo di Fiume e con una capienza di 8 279 posti.[1]

L’Armada Rijeka

Il Klub Navijača Armada Rijeka (=club di tifosi Armada Rijeka), conosciuto semplicemente come Armada, è un gruppo di ultras che tifa la squadra di Calcio HNK Rijeka. Tifano anche altre squadre di Fiume come RK Zamet (Pallamano), Primorje EB (Pallanuoto) e KK Kvarner 2010 (basketball).

Il nome Armada fu dato nel 1987 in un bar al "Ri", un centro commerciale a Rijeka, e la prima partita a cui assisterono fu la finale della Coppa di Jugoslavia a Belgrado contro l'Hajduk Spalato il 9 maggio 1987. Scelsero il nome dell'Invincibile Armata spagnola visto il vigore dimostrato nel tifare. I loro rivali sono i Bad Blue Boys (Dinamo Zagabria), la Torcida (Hajduk Spalato) e Kohorta (Osijek).

Nelle partite in casa, i membri dell'Armada si posizionano nella curva ovest, la "Zapad", dello Stadio Cantrida, da dove sostengono con calore la propria squadra. Seguono la squadra anche in trasferta, persino nelle partite amichevoli. Preparano coreografie con striscioni, fumogeni e torce (la "Bakljada").

I loro motti sono: Sami protiv svih - Siamo soli contro tutti, e Krepat, ma ne molat - Morire ma non arrendersi.

La mascotte dell'Armada è uno squalo.

Ci sono numerosi murales dell'Armada nella città di Rijeka e sobborghi, tutti indicanti anche il nome del quartiere, che dimostrano l'amore per il club. Questi murales sono classificati come arte urbana e si trovano nell'area che ha come confini Pasjak (o Passiacco, in italiano) a nord vicino al confine con la Slovenia, a Novi in Val di Vino ad est, Malinska, nell'isola di Veglia a sud, e Laurana ad ovest. Posizione e immagini dei murales si possono vedere sul sito ufficiale dell'Armada.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

CAMPIONATI JUGOSLAVI (1946-1991)
Stagione Campionato Coppa Coppe europee Capocannoniere[2]
Divisione G V N P GF GS Pti Pos Giocatore Gol
1946–47 Div 1[3] 26 7 7 12 27 42 21 9°↓[4] N/A Alcide Flaibani 4
1947–48 Div 2 20 4 2 14 27 54 10 10°↓ R3 Đura Horvatinović 7
1948–49 Campionato Croato 18 8 1 9 32 33 17 6°↑ R3 Đura Horvatinović 8
1950 Div 2 20 8 5 7 39 31 21 R2 Stojan Osojnak 15
1951 Div 2 30 13 4 13 68 57 30 10° R2 Stojan Osojnak 21
1952 Campionato croato occ. 18 15 1 2 70 11 31 N/A Zvonko Canjuga 15
1952–53 Campionato croato-sloveno 18 8 4 6 30 28 20 5°↓ QF Milorad Drakulić 6
1953–54 Campionato croato-sloveno 20 9 2 9 39 29 20 N/A Vinizio Zidarić 11
1954–55 Campionato croato-sloveno 22 11 5 6 29 19 27 2°↑ R2 Bruno Veselica 8
1955–56 Div 2 (Zona 1) 22 10 2 10 37 35 22 N/A Bruno Veselica 14
1956–57 Div 2 (Zona 1) 22 13 3 6 57 34 29 N/A Bruno Veselica 16
1957–58 Div 2 (Zona 1) 26 20 2 4 74 18 42 N/A Velimir Naumović 17
1958–59 Div 1 22 8 4 10 29 44 20 SF Ivan Medle 10
1959–60 Div 1 22 7 4 11 30 52 18 R1 Vladimir Lukarić 8
1960–61 Div 1 22 10 2 10 32 36 22 R1 Bruno Veselica 10
1961–62 Div 1 22 5 12 5 17 21 22 R2 Vincenzo Zadel 4
1962–63 Div 1 26 10 3 13 28 41 23 10° R1 Coppa Intertoto QF Vincenzo Zadel 11
1963–64 Div 1 26 7 10 9 37 42 24 R2 Bruno Veselica 12
1964–65 Div 1 28 14 6 8 47 30 34 R2 Tonči Gulin 16
1965–66 Div 1 30 14 5 11 46 40 33 QF Coppa Intertoto GS Nedeljko Vukoje 11
1966–67 Div 1 30 9 9 12 37 39 27 11° R2 Boško Bursać 10
1967–68 Div 1 30 8 7 15 37 48 23 16° R2 Boško Bursać 11
1968–69 Div 1 34 9 5 20 31 52 23 17°↓ QF Boško Bursać 10
1969–70 Div 2 (Occidente) 30 24 5 1 74 11 53 [5] N/A Boško Bursać 17
1970–71 Div 2 (Occidente) 30 22 4 4 68 16 48 [6] QF Boško Bursać 21
1971–72 Div 2 (Occidente) 34 20 8 6 55 21 48 [7] R2 Josip Mohorović 11
1972–73 Div 2 (Occidente) 34 21 4 9 54 31 46 R1 Željko Mijač 8
1973–74 Div 2 34 18 11 5 44 21 47 N/A Sergio Machin 7
1974–75 Div 1 34 9 12 13 33 43 30 14° N/A Mitropa Cup GS Josip Mohorović
Josip Skoblar
6
1975–76 Div 1 34 9 13 12 35 37 31 11° R2 Damir Desnica
Josip Skoblar
5
1976–77 Div 1 34 13 10 11 43 29 36 R2 Miodrag Kustudić 17
1977–78 Div 1 34 12 13 9 47 42 37 W Coppa Intertoto GS Miodrag Kustudić 17
1978–79 Div 1 34 10 11 13 35 34 31 10° W Coppa delle Coppe R2 Milan Radović 10
1979–80 Div 1 34 12 9 13 34 47 33 10° R1 Coppa delle Coppe QF Milan Radović 10
1980–81 Div 1 34 12 10 12 50 47 34 R1 Milan Radović 26
1981–82 Div 1 34 11 10 13 39 54 32 12° R2 Edmond Tomić 10
1982–83 Div 1 34 10 10 14 51 52 30 15° SF Damir Desnica 9
1983–84 Div 1 34 16 10 8 53 37 42 QF Damir Desnica 11
1984–85 Div 1 34 12 10 12 49 48 34 R2 Coppa UEFA R2 Adriano Fegic 11
1985–86 Div 1 34 12 13 9 42 31 37 R2 Mitropa Cup Nebojša Malbaša 12
1986–87 Div 1 34 14 10 10 44 42 38 RU Coppa UEFA R1 Janko Janković 19
1987–88 Div 1 34 9 14 11 33 39 32 R1 Janko Janković
Zoran Škerjanc
9
1988–89 Div 1 34 14 7(0)[8] 13 35 34 28 10° R1 Mladen Mladenović 13
1989–90 Div 1 34 14 6(5)[9] 14 29 35 33 R2 Zoran Vujčić 9
1990–91 Div 1 36 13 10(3)[10] 13 33 25 29 15° QF Fabijan Komljenović 9
CAMPIONATI CROATI (1992-oggi)
Stagione Campionato Coppa Coppe europee Capocannoniere[2]
Divisione G V N P GF GS Pti Pos Giocatore Gol
1992 1. HNL 22 10 5 7 26 22 25  6°  SF Zoran Škerjanc 7
1992–93 1. HNL 30 14 11 5 41 24 39 8' Zoran Ban
Elvis Scoria
8
1993–94 1. HNL 34 11 17 6 40 27 39 F Mladen Mladenović 20
1994–95 1. HNL 30 8 10 12 22 32 34 11° 4' Davor Dželalija 7
1995–96 1. HNL 36 11 8 17 46 56 41 4' Senad Brkić 15
1996–97 1. HNL 30 13 7 10 44 32 46 8' Admir Hasančić 11
1997–98 1. HNL 32 9 14 9 36 37 41 8' Admir Hasančić 11
1998–99 1. HNL 32 22 4 6 53 33 70 8' Igor Musa
Barnabás Sztipánovics
14
1999–2000 1. HNL 33 14 7 12 54 39 49 4' Champions League QR2 Boško Balaban 15
2000–01 1. HNL 32 9 6 17 30 44 33 10° 16' Coppa UEFA R1 Ante Milicic 10
2001–02 1. HNL 30 15 6 9 46 37 51 4' Natko Rački 13
2002–03 1. HNL 32 9 6 17 40 41 33 16' Coppa Intertoto R1 Sandro Klić 12
2003–04 1. HNL 32 11 9 12 36 41 42 SF Sandro Klić 11
2004–05 1. HNL 32 11 14 7 52 40 47 W Coppa UEFA QR2 Tomislav Erceg 17
2005–06 1. HNL 32 20 5 7 61 36 65 W Coppa UEFA QR2 Ahmad Sharbini
Davor Vugrinec
15
2006–07 1. HNL 33 12 6 15 51 53 42 SF Coppa UEFA QR1 Ahmad Sharbini 21
2007-08 1. HNL 33 14 11 8 53 41 53 8' Radomir Đalović 18
2008–09 1. HNL 33 17 5 11 50 44 56 4' Coppa Intertoto R1 Anas Sharbini 14
2009–10 1. HNL 30 10 10 10 49 44 40 8' Europa League QR3 Radomir Đalović 10
2010–11 1. HNL 30 9 12 9 29 35 39 4' Hrvoje Štrok 6
2011–12 1. HNL 30 9 11 10 29 29 38 12° 4' Damir Kreilach 9
2012–13 1. HNL 33 15 8 10 46 42 53 16' Leon Benko 19
2013–14 1. HNL 36 21 10 5 72 35 73 W Europa League Fase a gruppi Leon Benko 16[11]
2014–15 1. HNL 36 22 9 5 76 29 75 SF Europa League Fase a gruppi Andrej Kramarić 21[12]
2015–16 1. HNL 36 21 14 1 56 20 77 SF Europa League QR2 Roman Bezjak 13
2016–17 1. HNL 36 27 7 2 71 23 88 W Europa League QR3 Franko Andrijašević 16

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

  • Croazia Boris Tičić (2000)
  • Croazia Predrag Stilinović (2000-01)
  • Croazia Ivan Katalinić (2001-02)
  • Croazia Zlatko Kranjčar (lug. 2002-giu. 2003)
  • Croazia Mladen Mladenović (2002-03)
  • Croazia Vjekoslav Lokica (2003)
  • Croazia Ivan Katalinić (2003-04)
  • Croazia Elvis Scoria (lug.-dic. 2005)
  • Croazia Dragan Skočić (nov. 2005-set. 2006)
  • Croazia Milivoj Bračun (ott. 2006-mar. 2007)
  • Croazia Josip Kuže (mar.-giu. 2007)
  • Croazia Zlatko Dalić (giu. 2007-giu. 2008)
  • Croazia Mladen Ivančić (lug.-ott. 2008)
  • Croazia Stjepan Ostojić (Interim) (ott. 2008)
  • Croazia Robert Rubčić (ott. 2008-set. 2009)
  • Croazia Zoran Vulić (set.-nov. 2009)
  • Croazia Nenad Gračan (nov. 2009-nov. 2010)
  • Croazia Elvis Scoria (nov. 2010-giu. 2011)
  • Croazia Alen Horvat (giu.-ott. 2011)
  • Bosnia ed Erzegovina Ivo Ištuk (ott. 2011-mar. 2012)
  • Croazia Dragan Skočić (mar.-apr. 2012)
  • Croazia Mladen Ivančić (Interim) (apr.-mag. 2012)
  • Croazia Elvis Scoria (mag. 2012-feb. 2013)
  • Slovenia Matjaž Kek (feb. 2013- ott. 2018)
  • Croazia Igor Bišćan (ott. 2018- )

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Dr. Ljudevit Sošić, 1946
  • Giovanni Cucera, 1946–1948
  • Ambrosio Stečić, 1948–1952
  • Dr. Zdravko Kučić, 1953–1954
  • Milorad Doričić, 1955–1956
  • Milan Blažević, 1957–1959
  • Stjepan Koren, 1960–1963
  • Milorad Doričić, 1964–1969
  • Vilim Mulc, 1969–1971
  • Davor Sušanj, 1971
  • Ljubo Španjol, 1973–1977
  • Zvonko Poščić, 1978–1979
  • Nikola Jurčević, 1980
  • Marijan Glavan, 1981
  • Davor Sušanj, 1981–1984
  • Stjepko Gugić, 1985–1986
  • Dragan Krčelić, 1986–1989
  • Želimir Gruičić, 1989–1991
  • Darko Čargonja, 1991–1992
  • Josip Lokmer, 1993–1994
  • Krsto Pavić, 1994–1995
  • Hrvoje Šarinić, 1995–1996
  • Franjo Šoda, 1996–1997
  • Prof. Žarko Tomljanović, 1997–2000
  • Hrvoje Šarinić, Dr. Ivan Vanja Frančišković, Robert Ježić, 2000
  • Robert Ježić, 2000
  • Sanjin Kirigin, 2000–2002
  • Duško Grabovac, 2002–2003
  • Robert Ježić, 2003–2008
  • Dr. Ivan Vanja Frančišković, 2008–2009
  • Ivan Turčić, 2009–2011
  • Robert Komen, 2011–2012
  • Damir Mišković, 2012-

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1969-1970 (girone ovest), 1970-1971 (girone ovest), 1971-1972 (girone ovest), 1973-1974 (girone ovest)
1977-1978, 1978-1979
2016-2017
2004-2005, 2005-2006, 2013-2014, 2016-2017
2014,2017

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1977-1978

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

1981-1982
1992, 1995-1996, 2013-2014
1992, 1996-1997, 2006-2007

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Finalista: 1986-1987
Semifinalista: 1958-1959, 1982-1983
Secondo posto: 1998-1999, 2005-2006, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2017-2018
Terzo posto: 2003-2004, 2008-2009, 2012-2013
Terzo posto: 1991
Finalista: 1993-1994
Semifinalista: 1991-1992, 2003-2004, 2006-2007, 2014-2015, 2015-2016, 2017-2018
Finalista: 2005, 2006
Semifinalista: 1985-1986
Finalista: 1979-1980

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Stagioni G V N P GF GS Anni
Massima serie jugoslava 29 898 310 252 336 1083 1163 1946-1947, 1958-1969, 1974-1991
Massima serie croata 27 848 372 233 243 1238 947 1992-2017
Totale (massima serie) 56 1746 682 485 579 2321 2110

Aggiornato al 22 ottobre 2017.

Partecipazioni alle coppe europee[modifica | modifica wikitesto]

Ranking UEFA[modifica | modifica wikitesto]

(9 Novembre 2018)

Il Rijeka si trova al 97^posto nel Ranking UEFA con 13.500 punti davanti a Rostov e dietro al Molde.

[modifica | modifica wikitesto]

Competizione G V N P GF GS Ultima stagione
UEFA Champions League 8 2 2 4 10 11 2017–2018
Coppa UEFA
UEFA Europa League
54 21 14 19 82 69 2017–2018
Coppa delle Coppe UEFA 10 3 3 4 8 9 1979–1980
Coppa Intertoto UEFA 4 1 1 2 3 5 2008
Totale 76 27 20 29 103 94

Fonte: uefa.com, Ultimo aggiornamento 7 dicembre 2017.

Per stagione[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Competizione Turno Avversario Casa Trasferta Tot.
1962–63 Coppa Intertoto Gruppo
B3
Germania Ovest Rot-Weiß Oberhausen 2–1 3–4
Svizzera Basilea 5–1 2–2
Paesi Bassi PSV 3–1 3–2
QF Ungheria Dozsa Pecs 2–2 1–2 3–4
1965–66 Coppa Intertoto Gruppo
B1
Germania Est Motor Jena 0–3 1–3
Cecoslovacchia Tatran Prešov 0–0 1–3
Polonia Szombierki Bytom 0–3 1–0
1974–75 Coppa Mitropa Gruppo
A
Ungheria FC Tatabánya 3–1 1–3
Austria FC Wacker Innsbruck 1–3 0–0
1977–78 Coppa Intertoto Gruppo
6
Danimarca Frem Kobenhavn 2–2 0–2
Polonia Ruch Chorzów 0–1 4–2
Austria Grazer AK 1–1 3–0
1978 Coppa dei Balcani Gruppo
B
Albania Skënderbeu 6–0 0–1
Grecia Arīs Salonicco 2–0 2–1
F Romania CS Jiul Petroşani 4–1 0–1 4–2
1978–79 Coppa delle Coppe UEFA R1 Galles Wrexham 3–0 0–2 3–2
R2 Belgio Beveren 0–0 0–2 0–2
1979–80 Coppa dei Balcani Gruppo
A
Grecia PAS Giannina 2–1 3–1
Albania Partizani Tirana 3–0 1–4
F Romania Sportul Bucarest 1–1 0–2 1–3
1979–80 Coppa delle Coppe UEFA R1 Belgio Beerschot 2–1 0–0 2–1
R2 Cecoslovacchia Lokomotiva Košice 3–0 0–2 3–2
QF Italia Juventus 0–0 0–2 0–2
1984–85 Coppa UEFA R1 Spagna Real Valladolid 4–1 0–1 4–2
R2 Spagna Real Madrid 3–1 0–3 3–4
1985–86 Coppa Mitropa SF Ungheria Debreceni VSC 0–1
3º Posto Cecoslovacchia SK Sigma Olomouc 3–2
1986–87 Coppa UEFA R1 Belgio Standard Liegi 0–1 1–1 1–2
1999–2000 UEFA Champions League QR2 Jugoslavia Partizan 0–3 1–3 1–6
2000–01 Coppa UEFA QR Malta Valletta 3–2 5–4 dts 8–6
R1 Spagna Celta Vigo 0–0 0–1 dts 0–1
2002 Coppa Intertoto UEFA R1 Irlanda St Patrick's Athletic 3–2 0–1 3–3 (gfc)
2004–05 Coppa UEFA QR2 Turchia Gençlerbirliği 2–1 0–1 2–2 (gfc)
2005–06 Coppa UEFA QR2 Bulgaria Litex Lovech 2–1 0–1 2–2 (gfc)
2006–07 Coppa UEFA QR1 Cipro Omonia 2–2 1–2 3–4
2008 Coppa Intertoto UEFA R1 Macedonia Renova 0–0 0–2 0–2
2009–10 UEFA Europa League QR2 Lussemburgo Differdange 3–0 0–1 3–1
QR3 Ucraina Metalist Kharkiv 1–2 0–2 1–4
2013–14 UEFA Europa League QR2 Galles Prestatyn Town 5–0 3–0 8–0
QR3 Slovacchia Žilina 2–1 1–1 3–2
Playoff Germania Stoccarda 2–1 2–2 4–3
Gruppo I Portogallo Vitória de Guimarães 0–0 0–4 4° di 4
Spagna Real Betis 1–1 0–0
Francia Lione 1–1 0–1
2014–15 UEFA Europa League QR2 Ungheria Ferencváros 1–0 2–1 3–1
QR3 Fær Øer Víkingur Gøta 4–0 5–1 9–1
Playoff Moldavia Sheriff Tiraspol 1–0 3–0 4–0
Gruppo G Belgio Standard Liegi 2–0 0–2 3° di 4
Spagna Siviglia 2–2 0–1
Paesi Bassi Feyenoord 3–1 0–2
2015–16 UEFA Europa League QR2 Scozia Aberdeen 0–3 2–2 2–5
2016–17 UEFA Europa League QR3 Turchia İstanbul Başakşehir 2–2 0–0 2–2 (gfc)
2017–18 UEFA Champions League QR2 Galles The New Saints 2–0 5–1 7–1
QR3 Austria Red Bull Salisburgo 0–0 1–1 1–1 (gfc)
Playoff Grecia Olympiacos 0–1 1–2 1–3
UEFA Europa League Gruppo D Grecia AEK Atene 1–2 2–2 3° di 4
Italia Milan 2–0 2–3
Austria Austria Vienna 1-4 3–1

Ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2017.

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 10 settembre 2017

  • Record di punti in una stagione:
    • 3 punti per vittoria: 88 in 36 partite (2016-2017).
    • 2 punti per vittoria: 42 in 34 partite (1983-1984).
  • Vittorie e sconfitte:
    • Vittoria in casa con il maggior scarto nella massima serie jugoslava: 6-0 v. Novi Sad, 1963-1964, 12 aprile 1964.
    • Vittoria in casa con il maggior scarto in Prva HNL: 7-0 v. Zadar, 2002-2003, 10 maggio 2003, 7-0 v. Cibalia, 2017-2018, 9 settembre 2017.
    • Vittoria in trasferta con il maggior scarto nella massima serie jugoslava: 6-2 v. Trešnjevka, 1965-1966, 19 giugno 1966, 5-1 v. Trešnjevka, 1964-1965, 23 agosto 1964, 5-1 v. Sloboda, 1959-1960, 29 novembre 1959, 5-1 v. Budućnost, 1982-1983, 15 agosto 1982, 4-0 v. Velež, 1976-1977, 5 giugno 1977.
    • Vittoria in trasferta con il maggior scarto in Prva HNL: 5-1 v. Međimurje, 2009-2010, 10 aprile 2010, 4-0 v. Hajduk Spalato, 2005-2006, 22 aprile 2006, 4-0 v. Hrvatski Dragovoljac, 1999-2000, 31 luglio 1999.
    • Sconfitta in casa con il maggior scarto in massima serie jugoslava: 0-6 v. Vojvodina, 1959-1960, 6 settembre 1969.
    • Sconfitta in casa con il maggior scarto in Prva HNL: 1-5 v. Osijek, 2010-2011, 23 ottobre 2010.
    • Sconfitta in trasferta con il maggior scarto in massima serie jugoslava: 0-6 v. Dinamo Zagabria, 1958-1959, 21 giugno 1959.
    • Sconfitta in trasferta con il maggior scarto in Prva HNL: 0-6 v. Dinamo Zagabria, 2009-2010, 20 settembre 2009, 0-6 v. Segesta, 1995-1996, 22 ottobre 1995.

Giocatori famosi del passato[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dello H.N.K. Rijeka

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2018-2019[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
3 Croazia D Petar Mamić
4 Croazia D Roberto Punčec
5 Croazia C Dario Čanađija
7 Bosnia ed Erzegovina C Zoran Kvržić
8 Macedonia D Leonard Zuta
9 Brasile A Héber
12 Croazia P Simon Sluga
13 Croazia D Dario Župarić
14 Ghana C Boadu Maxwell Acosty
15 Bosnia ed Erzegovina C Srđan Grahovac
16 Croazia C Adrian Liber
17 Croazia A Antonio Čolak
19 Austria D Mario Pavelić
N. Ruolo Giocatore
20 Austria A Alexander Gorgon
21 Croazia A Jakov Puljić
22 Croazia C Denis Bušnja
23 Croazia A Josip Mitrović
24 Croazia C Domagoj Pavičić
25 Croazia P Ivor Pandur
26 Portogallo D João Escoval
29 Montenegro D Momčilo Raspopović
31 Croazia C Luka Capan
32 Croazia P Andrej Prskalo
33 Macedonia D Darko Velkovski
44 Bosnia ed Erzegovina C Stjepan Lončar

Rijeka II[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: HNK Rijeka Riserve.

Dalla stagione 2014-15 è stata istituita la seconda squadra del Rijeka conosciuta come Rijeka II. Al pari delle seconde squadre della Dinamo Zagabria e Hajduk è stata in inserita in Terza Divisione e non può partecipare alla Coppa Nazionale ne' essere promossa nella stessa categoria della "Prima Squadra". È composta da giocatori fra i 18 e i 21 anni, nelle partite ufficiali possono giocare solo 5 "fuori quota".

Rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Il Rijeka ha la rivalità più accesa con l'Hajduk Spalato. Il Derby dell'Adriatico è disputato fra le 2 più popolari squadre croate che si affacciano sul mar Adriatico: Rijeka e Hajduk appunto. Ogni partita fra queste 2 grandi rivali significa un grande match sul campo ed anche sugli spalti fra Armada e Torcida.

Esistono altre rivalità con la Dinamo Zagabria ed a livello regionale con l'Istra Pola. La rivalità con l'Istra esisteva anche ai tempi della Fiumana e del Grion Pola negli anni '20 del XX secolo.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Derby di Fiume.

C'è anche una rivalità cittadina con l'NK Orijent. Questa rivalità risale ai tempi quando la parte occidentale di Fiume era italiana mentre quella orientale, Sušak, era col Regno di Jugoslavia. Fra il 1932 ed il 1940 la Fiumana e l'NK Orijent disputarono 10 partite: 9 vittorie per la Fiumana ed una per l'Orijent[13]. Numerosi derby sono stati disputati dopo la Seconda guerra mondiale, quando entrambe le compagini militavano nella seconda divisione jugoslava fra il 1969 ed il 1973. Su 14 incontri il Rijeka ne ha vinti 11, 1 per l'Orijent, 2 i pareggi. L'ultimo derby è stato giocato nella Prva liga 1996-97, l'unica volta che le 2 squadre si sono trovate nella stessa divisione dal 1972-73.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.editfiume.com Archiviato il 23 settembre 2015 in Internet Archive.
  2. ^ a b Solo partite di campionato.
  3. ^ Il Kvarner Rijeka si qualificò per la stagione inaugurale del massimo campionato jugoslavo battendo l'Unione Sportiva Operaia (Pola). L'US Operaia vinse l'andata a Rijeka 2-1, ma il Kvarner vinse il ritorno 4-1 e si qualificò.
  4. ^ Kvarner Rijeka perse contro il Lokomotiva Zagreb lo spareggio salvezza (2-3 a Rijeka, e 0-1 a Zagabria).
  5. ^ Il Rijeka perse contro il Crvenka lo spareggio promozione (0-0 a Rijeka, 2-2 a Crvenka, con il Crvenka vittorioso 6-5 ai tiri di rigore).
  6. ^ Il Rijeka perse contro il Osijek gli spareggi promozione (1-1 a Osijek, e 1-1 a Rijeka, con l'Osijek vittorioso 6-5 ai tiri di rigore).
  7. ^ Il Rijeka perse contro il Crvenka gli spareggi promozione (0-3 a Crvenka, e 1-0 a Rijeka).
  8. ^ Rijeka non vinse nessuna delle 7 partite decise ai rigori dopo il pareggio.
  9. ^ Rijeka vinse 5 partite su 6 decise ai rigori dopo il pareggio.
  10. ^ Rijeka vinse 3 delle 10 partite decise ai rigori dopo il pareggio.
  11. ^ Reti fatte in 23 giornate di campionato, il 24 febbraio 2014 Leon Benko è passato in Cina al Dalian Aerbin Football Club
  12. ^ Reti fatte in 18 giornate di campionato, il 7 gennaio 2015 Andrej Kramarić è passato in Inghilterra al Leicester City
  13. ^ Lazzarich, Marinko (2008) (in Croatian). Kantrida bijelih snova. Rijeka: Adamić. ISBN 978-953-219-393-0, p. 250.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305686754
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio