Hrvatski nogometni kup

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa di Croazia
Hrvatski nogometni kup
SportFootball pictogram.svg Calcio
TipoClub
FederazioneUEFA
PaeseCroazia Croazia
OrganizzatoreHNS
TitoloDetentore della Coppa
Cadenzaannuale
Aperturaagosto
Chiusuramaggio
Partecipanti48
FormulaEliminazione diretta
Sito Internethns-cff.hr
Storia
Fondazione1992
Numero edizioni31
DetentoreHajduk Spalato
Record vittorieDinamo Zagabria (16)
Edizione in corsoHrvatski nogometni kup 2021-2022

La Hrvatski nogometni kup (coppa croata di calcio) è il secondo torneo per importanza del campionato croato di calcio dopo la Prva HNL. Viene assegnata dalla Federazione calcistica croata e la vincitrice accede alla UEFA Conference League della stagione seguente.

Il 13 settembre 2021, in una cerimonia presso l'hotel DoubleTree by Hilton di Zagabria, si è celebrato l'accordo fra la HNS e la società di scommesse sportive SuperSport. Alla cerimonia della firma hanno partecipato il presidente della Federcalcio croata Marijan Kustić, il direttore esecutivo della stessa Tomislav Svetina, i membri del comitato scommesse di SuperSport Goran Đurić e Radim Haluza ed il presidente di VOX-football e caporedattore di HNTV Ivan Blažičko. Oltre alla title sponsorship della competizione (che quindi cambia il nome in SuperSport Hrvatski nogometni kup), il bookmaker SuperSport assisterà finanziariamente i club ospitanti dalla fase dei sedicesimi di finale.[1]

La coppa è chiamata anche Rabuzinovo sunce (il sole di Rabuzin), dal nome di Ivan Rabuzin, l'artista che ha creato il trofeo, e dalla forma di esso, che appunto ricorda il sole.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Questo torneo è sempre stato disputato ad eliminazione diretta. Nella prima edizione "sperimentale", quella del 1992 le squadre erano solo 7 (che erano le squadre croate che avrebbero avuto il diritto a partecipare alla Coppa di Jugoslavia dello stesso anno). Dal 1992-93 al 1997-98 la competizione è stata aperta a 32 squadre; dalla stagione 1998-99 sono diventate 48, ammesse in seguito a diversi criteri. Sono ammesse d'ufficio le prime sedici squadre con il coefficiente più alto, legato all'andamento nella Coppa durante gli ultimi cinque anni. Ventuno squadre vincitrici delle Županijski kupovi (le coppe regionali), sono ammesse, insieme alle undici finaliste regionali delle Županijski kupovi col maggior numero di partecipanti.

Le formazioni provenienti dai tornei regionali si affrontano, con partita secca, nel turno preliminare, dai sedicesimi di finale entrano in scena le prime sedici squadre con il miglior coefficiente (gli accompiamenti di questo turno sono decisi dal ranking: 32ª-1ª, 31ª-2ª, 30ª-3ª, etc). Mentre le prime edizioni erano disputate a gare ad andata e ritorno, col passare degli anni si è passati alla gara unica per ogni turno. Le migliori 16 squadre vengono rese note con due anni di anticipo e sono esentate dal partecipare alla coppa regionale nella stagione seguente.
Dal 2017, se una squadra col coefficiente inferiore batte una col coefficiente superiore, per il resto della competizione si appropria del coefficiente della squadra battuta.[2]

Se una o più squadre che rientrano fra le prime 16 del ranking finiscono in bancarotta e sciolte, come Varaždin, Karlovac e Zadar, esse non vengono rimpiazzate e le loro avversarie provenienti dal turno preliminare passano il turno senza colpo ferire.

Da ricordare, infine, che durante la seconda guerra mondiale, nel 1941 venne giocata una manifestazione simile organizzata dallo Stato Indipendente di Croazia, con la vittoria finale dello Građanski Zagabria.

Dal 1945 al 1991, durante gli anni della Jugoslavia socialista, le squadre croate erano impegnate nella Coppa del maresciallo Tito. Dal 1973 (anno del format definitivo), le squadre della prima divisione erano ammesse di diritto, dalla Croazia venivano poi altre tre squadre vincitrici delle qualificazioni: una dalla fascia marittima (Istria, Fiume e Dalmazia), una da Zagabria e nord e una dalla Slavonia.

Il ranking[modifica | modifica wikitesto]

Il ranking (o graduatoria) quinquennale viene così calcolato: 32 punti alla per la vittoria della coppa, 16 per il raggiungimento della finale, 8 per le semifinali, 4 per i quarti, 2 per gli ottavi, 1 per i sedicesimi. Tutti questi punti vanno sommati, quindi la vittoria della coppa porta 63 punti (1+2+4+8+16+32), alla finalista vanno 31 (1+2+4+8+16), alle semifinaliste 15 (1+2+4+8), per quelle eliminate ai quarti 7 (1+2+4), per quelle eliminate agli ottavi 3 (1+2) ed 1 punto per quelle eliminate ai sedicesimi.[3]

Queste sono le prime 16 squadre (coi punti) del ranking[4] 2016-2021 e che entreranno di diritto nei sedicesimi della Coppa 2022-23 (lo Zadar non è più in attività[5]):

Per il computo della graduatoria si osservano nell'ordine:

  • I punti dati dai vari piazzamenti
  • Il campionato disputato dalla squadra
  • L'ultimo piazzamento in campionato

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Albo d'oro della Hrvatski nogometni kup.
L'Inter Zaprešić si è chiamata Inker dal 1991 al 2002.
La Dinamo Zagabria si è chiamata HAŠK Građanski nel 1992, poi Croatia dal 1993 al 2000.
L'Istria 1961 si è chiamata Uljanik dal 1948 al 2002.
Il Varaždin si è chiamato Varteks Varaždin dal 1958 al 2010.
Stagione Vincitore Risultato Finalista
1940-41[6] Građanski 2–2 ; 6–2 (Rip.) Concordia
1992 Inker Zaprešić 1–1 ; 1–0 HAŠK Građanski
1992-93 Hajduk 4–1 ; 1–2 Croatia
1993-94 Croatia 2–0 ; 0–1 Rijeka
1994-95 Hajduk 3–2 ; 1–0 Croatia
1995-96 Croatia 2–0 ; 1–0 Varteks Varaždin
1996-97 Croatia 2–1 NK Zagabria
1997-98 Croatia 1–0 ; 2–1 Varteks Varaždin
1998-99 Osijek 2–1 gg Cibalia
1999-00 Hajduk 2–0 ; 0–1 Dinamo
2000-01 Dinamo 2–0 ; 1–0 Hajduk
2001-02 Dinamo 1–1 ; 1–0 Varteks Varaždin
2002-03 Hajduk 1–0 ; 4–0 Uljanik
2003-04 Dinamo 1–1 ; 0–0 (gfc) Varteks Varaždin
2004-05 Rijeka 2–1 ; 1–0 Hajduk
2005-06 Rijeka 4–0 ; 1–5 (gfc) Varteks Varaždin
2006-07 Dinamo 1–0 ; 1–1 Slaven Belupo
2007-08 Dinamo 3–0 ; 0–0 Hajduk
2008-09 Dinamo 3–0 ; 0–3 (4-3 dtr) Hajduk
2009-10 Hajduk 2–1 ; 2–0 Sebenico
2010-11 Hajduk 5–1 ; 3–1 Varaždin
2011-12 Dinamo 0–0 ; 3–1 Osijek
2012-13 Hajduk 2–1 ; 3–3 Lok. Zagabria
2013-14 Rijeka 1–0 ; 2–0 Dinamo
2014-15 Dinamo 0–0 (4-2 dtr) RNK Spalato
2015-16 Dinamo 2–1 Slaven Belupo
2016-17 Rijeka 3–1 Dinamo
2017-18 Dinamo 1–0 Hajduk
2018-19 Rijeka 3–1 Dinamo
2019-20 Rijeka 1–0 Lok. Zagabria
2020-21 Dinamo 6–3 Istria 1961
2021-22 Hajduk 3–1 Rijeka

Vittorie per club[modifica | modifica wikitesto]

Croazia indipendente[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Vittorie Anni vittorie Sconfitte Anni sconfitte
Dinamo Zagabria 16 1994, 1996, 1997, 1998, 2001, 2002, 2004, 2007, 2008, 2009, 2011, 2012, 2015, 2016, 2018, 2021 7 1992, 1993, 1995, 2000, 2014, 2017, 2019
Hajduk Spalato 7 1993, 1995, 2000, 2003, 2010, 2013, 2022 5 2001, 2005, 2008, 2009, 2018
Rijeka 6 2005, 2006, 2014, 2017, 2019, 2020 2 1994, 2022
Osijek 1 1999 1 2012
Inter Zaprešić 1 1992
Varteks Varaždin 6 1996, 1998, 2002, 2004, 2006, 2011
Istria 1961 2 2003, 2021
Lok. Zagabria 2 2013, 2020
Slaven Belupo 2 2007, 2016
Cibalia 1 1999
Sebenico 1 2010
RNK Spalato 1 2015
NK Zagabria 1 1997

Totale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra NDH YUG CRO Totale
Dinamo Zagabria 7 16 23
Hajduk Spalato 9 7 16
Rijeka 2 6 8
Inter Zaprešić 1 1
Osijek 1 1
Građanski 1 1

Inoltre, nella Kup Maršala Tita, varie volte le squadre croate hanno raggiunto, perdendola, la finale: Dinamo 8 volte, Hajduk 5, Varteks e Rijeka una ciascuna. In 5 occasioni la finale è stata un derby croato: Dinamo-Hajduk 4 volte e Hajduk-Rijeka una.

Statistiche giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Presenze[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Giocatore Squadre con cui ha giocato in coppa Presenze[7]
Croazia Miljenko Mumlek Varteks Varaždin, Dinamo Zagabria, Slaven Belupo, Podravina Ludbreg 70
Croazia Dražen Ladić Dinamo Zagabria 57
Croazia Nikola Šafarić Varteks Varaždin, Rijeka, Slaven Belupo, Varaždin
Croazia Davor Vugrinec Varteks Varaždin, Rijeka, Dinamo Zagabria, NK Zagabria, Slaven Belupo
Croazia Damir Krznar Varteks Varaždin, Dinamo Zagabria, Inter Zaprešić 54
Croazia Josip Gašpar Dinamo Zagabria, Osijek, Marsonia 53
Croazia Mladen Bartolović Cibalia, Dinamo Zagabria, NK Zagabria, Hajduk Spalato 50
Bosnia ed Erzegovina Edin Mujčin Marsonia, Dinamo Zagabria, Kamen Ingrad, Lučko 48
Croazia Daniel Šarić Rijeka, Dinamo Zagabria
10º Croazia Jakov Surać Zadar, Osijek, NK Zagabria 47
Croazia Damir Vuica Osijek, Hajduk Spalato, Kamen Ingrad
aggiornato 16.12.2021

Reti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Giocatore Squadre con cui ha segnato in coppa Reti[8]
Croazia Davor Vugrinec Varteks Varaždin, Rijeka, Dinamo Zagabria, NK Zagabria, Slaven Belupo 33
Croazia Tomislav Erceg Hajduk Spalato, Rijeka 28
Croazia Igor Cvitanović Dinamo Zagabria 26
Croazia Andrej Kramarić Dinamo Zagabria, Lok. Zagabria, Rijeka 23
Australia Mark Viduka Dinamo Zagabria
Croazia Miljenko Mumlek Varteks Varaždin, Dinamo Zagabria, Slaven Belupo 20
Croazia Goran Vlaović Dinamo Zagabria
Croazia Leon Benko Varteks Varaždin, Slaven Belupo, Rijeka, Varaždin 19
Croazia Joško Popović NK Zagabria, Kamen Ingrad
10º Croazia Duje Čop Hajduk Spalato, Dinamo Zagabria 18
Croazia Renato Jurčec Inter Zaprešić, Hajduk Spalato, NK Zagabria, Dinamo Zagabria, Cibalia, Slaven Belupo
aggiornato 16.12.2021

Marcatori in una singola partita[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Giocatore Partita Ris. Reti[9] Data
Croazia Andrej Kramarić Rijeka–BŠK Zmaj Blato 11–0 8 09.10.2013
Croazia Duje Čop Rudar 47 Donje Ladanje–Hajduk Spalato 2–10 6 21.09.2010
Croazia Leo Biondić Vrsar–Tomislav D. Andrijevci 5–0 5 28.08.2012
Croazia Antonio Čolak Križevci–Rijeka 0–9 26.09.2018
Croazia Ivan Cvjetković Segesta–Mladost Cernik 14–0 31.08.1993
Croazia Tomislav Erceg Hajduk Spalato–Primorac Biograd 11–0 17.08.1993
Croazia Josip Fuček Lučko–Sračinec 11–1 27.08.2008
Croazia Siniša Linić RijekaVinogradar 8–0 15.11.2005
Croazia Mario Rac Ogulin–Croatia Turanj 13–0 31.08.2005
Croazia Bruno Rihtar Gaj Mače–Lika Korenica 20–2 09.09.2020
Croazia Martin Šaban Gaj Mače–Lika Korenica 20–2 09.09.2020
Croazia Matija Smrekar Zagorec–Libertas Novska 9–0 29.08.2018
aggiornato 16.12.2021

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]