Prva Liga 1989-1990

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Prva Liga 1989-1990
Competizione Prva Liga (Jugoslavia)
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 61ª
Organizzatore UEFA
Date dal 30 luglio 1989
al 16 maggio 1990
Luogo Jugoslavia Jugoslavia
Partecipanti 18
Risultati
Vincitore Stella Rossa
(17º titolo)
Retrocessioni Vardar
Statistiche
Miglior marcatore Jugoslavia Darko Pančev (25)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1988-1989 1990-1991 Right arrow.svg

La stagione 1989-1990 è stata la sessantunesima edizione della Prva Liga, massimo livello del campionato jugoslavo.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il torneo, caratterizzato da un'elevata tensione tra le tifoserie (influenzata da un clima politico sempre più teso[1] e culminata con gli scontri verificatisi nell'incontro del 13 maggio 1990 tra Stella Rossa e Dinamo Zagabria[1][2]), vide prevalere la Stella Rossa che allungò sui rivali della Dinamo Zagabria fino a festeggiare la vittoria del diciassettesimo titolo con due gare di anticipo[3]. La zona retrocessione fu ridotta ad una sola posizione, occupata per gran parte del torneo dal Vardar.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Profili[modifica | modifica wikitesto]

Club partecipanti Città Stadio Stagione 1988-1989
Borac Banja Luka dettagli Banja Luka Gradski Stadion 2° in Druga Liga, promosso
Budućnost dettagli Titograd Stadion Pod Goricom 14° in Prva Liga
Dinamo Zagabria dettagli Zagabria Stadion Maksimir 5° in Prva Liga
Hajduk Spalato dettagli Split Stadion Poljud 3° in Prva Liga
Olimpia Lubiana dettagli Lubiana Stadion Bežigrad 1° in Druga Liga, promosso
Osijek dettagli Osijek Stadion Gradski vrt 8° in Prva Liga
Partizan dettagli Belgrado Stadion JNA 6° in Prva Liga
Rad Belgrado dettagli Belgrado Stadion Rad 4° in Prva Liga
Radnički Niš dettagli Niš Stadion Čair 7° in Prva Liga
Rijeka dettagli Fiume Stadion Kantrida 10° in Prva Liga
Sarajevo dettagli Sarajevo Stadion Koševo 13° in Prva Liga
Sloboda Tuzla dettagli Tuzla Stadion Tušan 9° in Prva Liga
Spartak Subotica dettagli Subotica Gradski Stadion 15° in Prva Liga
Stella Rossa dettagli Belgrado Stadion Crvena Zvezda 2° in Prva Liga
Vardar dettagli Skopje Gradski Stadion 9° in Prva Liga
Velež Mostar dettagli Mostar Stadion Bijeli Brijeg 11° in Prva Liga
Vojvodina dettagli Novi Sad Stadion Vojvodine Campione della RSF Jugoslava
Željezničar dettagli Sarajevo Stadion Grbavica 16° in Prva Liga

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Fudbalski klub Crvena zvezda 1989-1990.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V V (dcr) P (dcr) P GF GS DR
1. Stella Rossa 51 34 24 3 2 5 79 29 +50
2. Dinamo Zagabria 40 34 16 8 3 7 53 25 +28
3. Hajduk Spalato 38 34 18 2 1 13 50 35 +15
4. Partizan 37 34 18 1 3 12 51 42 +9
5. Rad Belgrado 36 34 16 4 2 12 41 31 +10
6. Rijeka 33 34 14 5 1 14 29 35 -6
7. Željezničar 32 34 14 4 2 14 37 40 -3
8. Olimpia Lubiana 30 34 14 2 2 14 49 40 +9
9. Sloboda Tuzla 30 34 15 0 4 15 43 46 -3
10. Budućnost 29 34 13 3 5 13 30 35 -5
11. Vojvodina 29 34 13 3 6 15 43 51 -8
12. Spartak Subotica 28 34 12 4 2 16 28 40 -12
13. Sarajevo 27 34 13 1 3 17 46 49 -3
14. Borac Banja Luka 27 34 12 3 4 15 28 40 -12
15. Radnički Niš 26 34 12 2 6 14 42 48 -6
16. Osijek 26 34 12 2 2 18 28 47 -19
17. Velež Mostar 25 34 11 3 3 17 38 51 -14
1downarrow red.svg 18. Vardar 17 34 8 1 1 24 33 64 -31

Legenda:

         Campione della RSF Jugoslava 1989-1990 e qualificata in Coppa dei Campioni 1990-1991
         Vincitrice della Coppa di Jugoslavia e qualificata in Coppa delle Coppe 1990-1991
         Qualificate in Coppa UEFA 1990-1991
         Retrocesse in Druga Liga 1990-1991

Note:

Due punti a vittoria, uno per la vincitrice ai tiri di rigore, zero a sconfitta.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
25 Jugoslavia Darko Pančev Stella Rossa
16 Jugoslavia Meho Kodro Velež Mostar
16 Jugoslavia Josip Višnjić Radnički Niš
14 Jugoslavia Aljoša Asanović Hajduk Spalato
13 Jugoslavia Boban Božović Sarajevo
12 Jugoslavia Alen Bokšić Hajduk Spalato
12 Jugoslavia Davor Šuker Dinamo Zagabria
12 Jugoslavia Dinko Vrabac Olimpia Lubiana

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b VIOLENTI SCONTRI TRA NAZIONALISTI SERBI E CROATI, La Repubblica, 15 maggio 1990
  2. ^ 5 Partidos de futbol que cambiaron al mundo - Un partido que reproduce una guerra étnica, CNN Mexico
  3. ^ Graves incidentes en Zagreb, El Mundo Deportivo, 14 maggio 1990
  4. ^ Svi Hajdukovi treneri od 1911. do danas

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio