First Division 1989-1990

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
First Division 1989-1990
Barclays First Division 1989-1990
Competizione First Division
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 91ª
Organizzatore Federazione calcistica dell'Inghilterra
Date dal 19 agosto 1989
al 5 maggio 1990
Luogo Inghilterra Inghilterra
Partecipanti 20
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Liverpool
(18º titolo)
Retrocessioni Sheffield Wednesday
Charlton
Millwall
Statistiche
Miglior giocatore Inghilterra David Platt[1]
Miglior marcatore Inghilterra Gary Lineker (24)
Incontri disputati 380
Gol segnati 987 (2,6 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1988-1989 1990-1991 Right arrow.svg

La First Division 1989-1990 è stata la 91ª edizione della massima serie del campionato inglese di calcio, disputata tra il 19 agosto 1989 e il 5 maggio 1990 e concluso con la vittoria del Liverpool, al suo diciottesimo titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Gary Lineker (Tottenham) con 24 reti[2].

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Al posto delle retrocesse Middlesbrough, West Ham e Newcastle Utd sono saliti dalla Second Division il Chelsea, il Manchester City e il Crystal Palace (dopo i play-off).

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nelle prime giornate venne a formarsi un consistente gruppo in vetta alla graduatoria da cui tentarono di staccarsi il Coventry City e l'Everton, rispettivamente prime in solitaria alla quarta[3] e alla sesta[4] giornata. La prima squadra a tentare la fuga fu tuttavia il Liverpool che, dopo aver preso il comando solitario il 14 ottobre[5], tentò di prendere il largo ostacolato dal Southampton[6], dall'Everton e dal ritrovato Chelsea, che il 4 novembre sopravanzò i Reds: frattanto erano salite le quotazioni dei campioni uscenti dell'Arsenal e dell'Aston Villa, entrambe ripresesi dopo un avvio incostante e capaci di portarsi nelle zone alte di classifica ad inizio novembre[7]. I Pensioners rimasero in testa alla classifica per quasi due settimane, venendo ripresi il 18 novembre da un gruppo[8] dal quale si staccò subito l'Arsenal[9]: ostacolati dal Liverpool e dall'Aston Villa, i Gunners conclusero il girone di andata a +1 dai Reds e +2 dai Villans[10] ma, già quattro giorni dopo, subirono un doppio sorpasso in seguito ad una sconfitta con l'Aston Villa e al contemporaneo recupero di due match precedentemente non disputati dal Liverpool[11].

Di lì in poi l'Arsenal iniziò a perdere progressivamente terreno lasciando solo Liverpool e Aston Villa come uniche pretendenti al titolo[12]: a partire da gennaio le due squadre furono protagoniste di una serie di sorpassi e controsorpassi che arrivò ad un punto di svolta il 14 aprile quando, recuperando alcune gare posposte, il Liverpool assunse definitivamente il comando della classifica[13]. Nelle quattro gare restanti i Reds fecero il vuoto arrivando ad un distacco di sette punti sui Villans che le permisero di festeggiare il diciottesimo titolo con un turno di anticipo[14]. All'Aston Villa non restò che la qualificazione per la Coppa UEFA, cui ebbe accesso grazie alla caduta del bando dei club inglesi emesso dalla UEFA in seguito alla strage dell'Heysel. Il meccanismo del ranking UEFA era infatti intanto andato avanti nella normalità matematica, e l’Inghilterra era scesa quindi ad un unico posto.

Sul fondo della classifica, un pessimo finale di campionato tagliò Charlton e Millwall fuori dalla lotta per la salvezza, lasciando in gara solo Luton Town e Sheffield Wednesday: avvantaggiati alla vigilia dell'ultima giornata grazie ad un vantaggio di tre punti sui rivali[14], i Weds furono pesantemente sconfitti in casa dal Nottingham Forest[15] permettendo l'aggancio del Luton Town, che poté assicurarsi la permanenza in massima serie in virtù di una miglior media reti rispetto ai concorrenti.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Arsenal dettagli Londra Arsenal Stadium 1º posto in First Division
Aston Villa dettagli Birmingham Villa Park 17º posto in First Division
Charlton dettagli Londra Selhurst Park 14º posto in First Division
Chelsea dettagli Londra Stamford Bridge 1º posto in Second Division, promosso
Coventry City dettagli Coventry Highfield Road 7º posto in First Division
Crystal Palace dettagli Londra Selhurst Park 2º posto in Second Division, promosso
Derby County dettagli Derby Baseball Ground 5º posto in First Division
Everton dettagli Liverpool Goodison Park 8º posto in First Division
Liverpool dettagli Liverpool Anfield 2º posto in First Division
Luton Town dettagli Luton Kenilworth Road 16º posto in First Division
Manchester City dettagli Manchester Maine Road 3º posto in Second Division, promosso dopo i play-off
Manchester Utd dettagli Manchester Old Trafford 11º posto in First Division
Millwall dettagli Londra The Old Den 10º posto in First Division
Norwich City dettagli Norwich Carrow Road 4º posto in First Division
Nottingham Forest dettagli Nottingham City Ground 3º posto in First Division
QPR dettagli Londra Loftus Road 9º posto in First Division
Sheffield Wednesday dettagli Sheffield Hillsborough Park 15º posto in First Division
Southampton dettagli Southampton The Dell 13º posto in First Division
Tottenham dettagli Londra White Hart Lane 6º posto in First Division
Wimbledon FC dettagli Londra Plough Lane 12º posto in First Division

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente Cannoniere
Arsenal Scozia George Graham
Aston Villa Inghilterra Graham Taylor
Charlton Inghilterra Lennie Lawrence
Chelsea Inghilterra Bobby Campbell
Coventry City Inghilterra John Sillett
Crystal Palace Inghilterra Steve Coppell
Derby County Inghilterra Arthur Cox
Everton Inghilterra Colin Harvey
Liverpool Scozia Kenny Dalglish
Luton Town Inghilterra Ray Harford (1ª-20ª)
Scozia Jim Ryan (21ª-38ª)
Manchester City Inghilterra Mel Machin (1ª-15ª)
Inghilterra Tony Book (16ª-17ª)
Inghilterra Howard Kendall (18ª-38ª)
Manchester Utd Scozia Alex Ferguson
Millwall Scozia John Docherty (1ª-25ª)
Scozia Bruce Rioch (25ª-38ª)
Norwich City Inghilterra Dave Stringer
Nottingham Forest Inghilterra Brian Clough
QPR Inghilterra Trevor Francis (1ª-15ª)
Inghilterra Don Howe (16ª-38ª)
Sheffield Weds Inghilterra Dave Bassett
Southampton Irlanda del Nord Chris Nicholl
Tottenham Inghilterra Terry Venables
Wimbledon FC Inghilterra Bobby Gould

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Premier league trophy icon.png 1. Liverpool 79 38 23 10 5 78 37 +41
2. Aston Villa 70 38 21 7 10 57 38 +19
3. Tottenham 63 38 19 6 13 59 47 +12
4. Arsenal 62 38 18 8 12 54 38 +16
5. Chelsea 60 38 16 12 10 58 50 +8
6. Everton 59 38 17 8 13 57 46 +11
7. Southampton 55 38 15 10 13 71 63 +8
8. Wimbledon FC 55 38 13 16 9 47 40 +7
[16] 9. Nottingham Forest 54 38 15 9 14 55 47 +8
10. Norwich City 53 38 13 14 11 44 42 +2
11. QPR 50 38 13 11 14 45 44 +1
12. Coventry City 49 38 14 7 17 39 59 -20
[17] 13. Manchester Utd 48 38 13 9 16 46 47 -1
14. Manchester City 48 38 12 12 14 43 52 -9
15. Crystal Palace 48 38 13 9 16 42 66 -24
16. Derby County 46 38 13 7 18 43 40 +3
17. Luton Town 43 38 10 13 15 43 57 -14
1downarrow red.svg 18. Sheffield Wednesday 43 38 11 10 17 35 51 -16
1downarrow red.svg 19. Charlton 30 38 7 9 22 31 57 -26
1downarrow red.svg 20. Millwall 26 38 5 11 22 39 65 -26

Legenda:

      Campione d'Inghilterra e qualificata in Coppa dei Campioni 1990-1991
      Qualificata in Coppa delle Coppe 1990-1991
      Qualificate in Coppa UEFA 1990-1991
      Retrocesse in Second Division 1990-1991

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti le squadre vengono classificate secondo la differenza reti.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Liverpool Football Club 1989-1990.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

Fonte:[18]

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
CovEveLivLivChelseaArsArsenalLiverpoolAston VillaLivAstLiverpoolAstLivLiverpool
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: Liverpool (23)
  • Minor numero di sconfitte: Liverpool (5)
  • Miglior attacco: Liverpool (78)
  • Miglior difesa: Liverpool (37)
  • Maggior numero di pareggi: Wimbledon FC (16)
  • Minor numero di vittorie: Millwall (5)
  • Maggior numero di sconfitte: Charlton, Millwall (22)
  • Peggiore attacco: Charlton (31)
  • Peggior difesa: Crystal Palace (66)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Fonte:[19]

Gol Rigori Giocatore Squadra
24 2 Inghilterra Gary Lineker Tottenham
22 5 Inghilterra John Barnes Liverpool
20 Inghilterra Kerry Dixon Chelsea
20 7 Inghilterra Matt Le Tissier Southampton
19 1 Inghilterra David Platt Aston Villa
18 Galles Ian Rush Liverpool
18 Inghilterra Rodney Wallace Southampton
14 1 Inghilterra David Hirst Sheffield Weds
14 Irlanda del Nord Kevin Wilson Chelsea
13 1 Inghilterra Tony Cottee Everton
13 Galles Mark Hughes Manchester Utd
12 Inghilterra Mark Bright Crystal Palace
11 Irlanda Tony Cascarino Millwall (9), Aston Villa (2)
11 Irlanda del Nord Kingsley Black Luton Town
11 4 Inghilterra John Fashanu Wimbledon FC
11 4 Galles Dean Saunders Derby County

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio