FA Premier League 2002-2003

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
FA Premier League 2002-2003
Barclaycard Premiership 2002-2003
Competizione FA Premier League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 104ª (11ª di Premier League)
Organizzatore Federazione calcistica dell'Inghilterra
Date dal 17 agosto 2002
all'11 maggio 2003
Luogo Inghilterra Inghilterra
Partecipanti 20
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Manchester Utd
(15º titolo)
Retrocessioni West Ham Utd
West Bromwich
Sunderland
Statistiche
Miglior giocatore Francia Thierry Henry[1]
Miglior marcatore Paesi Bassi Ruud van Nistelrooij (25)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2001-02 2003-04 Right arrow.svg

La FA Premier League 2002-2003 è stata la 104ª edizione della massima serie del campionato inglese di calcio, disputato tra il 17 agosto 2002 e l'11 maggio 2003 e concluso con la vittoria del Manchester Utd, al suo quindicesimo titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Ruud van Nistelrooij (Manchester Utd) con 25 reti[2].

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Al posto delle retrocesse Ipswich Town, Derby County e Leicester City sono saliti dalla First Division il Manchester City, il West Bromwich e, dopo i play-off, il Birmingham City.

Il Fulham fu costretto a trasfersi nello stadio dei rivali del QPR, il Loftus Road, in quanto Craven Cottage no rispettava i requisiti minimi di sicurezza per uno stadio di Premier.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Ruud van Nistelrooij, capocannoniere della Premier.

Il campionato fu in gran parte dominato dall'Arsenal campione uscente, che arrivò a marzo con cinque punti di vantaggio sul Manchester Utd[3], penalizzato da un avvio balbettante. Alla fine di aprile i Gunners accusarono un calo che consentì ai Red Devils di sopravanzare la capolista e di guadagnare un vantaggio di 3 punti sui rivali che però avevano una gara da recuperare. Un clamoroso pareggio contro il Bolton, con i londinesi che sciuparono 2 reti di vantaggio, diede il via alla fuga decisiva; i Gunners persero l'ultima gara interna contro un pericolante Leeds Utd e si arresero, trovando la gloria solamente in FA Cup. Centrarono la qualificazione ai preliminari di Champions League il Newcastle Utd ed il Chelsea mentre il Liverpool, che chiuse imbattuto i primi 3 mesi di campionato e pareva poter lottare per un titolo atteso da tempo, dovette accontentarsi solamente di un piazzamento in Coppa UEFA. L'altra squadra di Liverpool, l'Everton invece riuscì finalmente a chiudere il campionato nella parte alta di classifica nel primo anno con David Moyes in panchina grazie alle giocate di un promettente giovane, Wayne Rooney.

In coda, grazie alla vittoria con l'Arsenal, il Leeds Utd in piena crisi finanziaria e che dovette vendere tutti i suoi giocatori migliori si salvò, mentre il Bolton, con un buon finale, riuscì a salvarsi condannando il West Ham Utd, che risentì delle dimissioni per motivi di salute dell'allenatore Glenn Roeder e che abbandonò la categoria dopo un decennio. Caddero anche il West Bromwich, alla prima apparizione in massima serie dopo sedici anni, ed il Sunderland giacente da tempo sul fondo della classifica e che stabilì numerosi record negativi (i biancorossi chiusero il campionato con appena 1 punto nelle ultime 19 gare).

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Arsenal dettagli Londra Arsenal Stadium 1º posto in FA Premier League
Aston Villa dettagli Birmingham Villa Park 8º posto in FA Premier League
Birmingham City dettagli Birmingham St Andrew's 5º posto in First Division, promosso dopo i play-off
Blackburn dettagli Blackburn Ewood Park 10º posto in FA Premier League
Bolton dettagli Bolton Reebok Stadium 16º posto in FA Premier League
Charlton dettagli Charlton The Valley 14º posto in FA Premier League
Chelsea dettagli Londra Stamford Bridge 6º posto in FA Premier League
Everton dettagli Liverpool Goodison Park 15º posto in FA Premier League
Fulham dettagli Londra Loftus Road 13º posto in FA Premier League
Leeds Utd dettagli Leeds Elland Road 5º posto in FA Premier League
Liverpool dettagli Liverpool Anfield 2º posto in FA Premier League
Manchester City dettagli Manchester Maine Road 1º posto in First Division, promosso
Manchester Utd dettagli Manchester Old Trafford 3º posto in FA Premier League
Middlesbrough dettagli Middlesbrough Riverside Stadium 12º posto in FA Premier League
Newcastle Utd dettagli Newcastle upon Tyne St James' Park 4º posto in FA Premier League
Southampton dettagli Southampton St Mary's Stadium 11º posto in FA Premier League
Sunderland dettagli Sunderland Stadium of Light 17º posto in FA Premier League
Tottenham dettagli Londra White Hart Lane 9º posto in FA Premier League
West Bromwich dettagli West Bromwich The Hawthorns 2º posto in First Division, promosso
West Ham Utd dettagli Londra Boleyn Ground 7º posto in FA Premier League

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Fonte:[3]

Club Allenatore Calciatore più presente Cannoniere[4]
Arsenal Francia Arsène Wenger Francia Thierry Henry (24)
Aston Villa Inghilterra Graham Taylor Inghilterra Dion Dublin (10)
Birmingham City Inghilterra Steve Bruce Irlanda Clinton Morrison (6)
Blackburn Scozia Graeme Souness Irlanda Damien Duff (9)
Bolton Inghilterra Sam Allardyce Francia Youri Djorkaeff,
Nigeria Jay Jay Okocha,
Danimarca Henrik Pedersen (7)
Charlton Inghilterra Alan Curbishley Giamaica Jason Euell (10)
Chelsea Italia Claudio Ranieri Italia Gianfranco Zola (14)
Everton Scozia David Moyes Canada Tomasz Radzinski (11)
Fulham Francia Jean Tigana
Galles Chris Coleman
Francia Steed Malbranque
Leeds Utd Inghilterra Terry Venables
Galles Peter Reid
Australia Mark Viduka (20)
Liverpool Francia Gérard Houllier Inghilterra Michael Owen (19)
Manchester City Inghilterra Kevin Keegan Francia Nicolas Anelka (14)
Manchester Utd Scozia Alex Ferguson Paesi Bassi Ruud van Nistelrooij (25)
Middlesbrough Inghilterra Steve McClaren Italia Massimo Maccarone (9)
Newcastle Utd Inghilterra Bobby Robson Inghilterra Alan Shearer (17)
Southampton Scozia Gordon Strachan Inghilterra James Beattie (23)
Sunderland Inghilterra Howard Wilkinson
Irlanda Mick McCarthy
Inghilterra Kevin Phillips (6)
Tottenham Inghilterra Glenn Hoddle Irlanda Robbie Keane (13)
West Bromwich Inghilterra Gary Megson Inghilterra Danny Dichio,
Scozia Scott Dobie (5)
West Ham Utd Inghilterra Glenn Roeder
Inghilterra Trevor Brooking
Italia Paolo Di Canio,
Inghilterra Trevor Sinclair (9)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Premier league trophy icon.png 1. Manchester Utd 83 38 25 8 5 74 34 +40
2. Arsenal 78 38 23 9 6 85 42 +43
3. Newcastle Utd 69 38 21 6 11 63 48 +15
4. Chelsea 67 38 19 10 9 68 38 +30
[5] 5. Liverpool 64 38 18 10 10 61 41 +20
[6] 6. Blackburn 60 38 16 12 10 52 43 +9
7. Everton 59 38 17 8 13 48 49 -1
[7] 8. Southampton 52 38 13 13 12 43 46 -3
[8] 9. Manchester City 51 38 15 6 17 47 54 -7
10. Tottenham 50 38 14 8 16 51 62 -11
11. Middlesbrough 49 38 13 10 15 48 44 +4
12. Charlton 49 38 14 7 17 45 56 -11
13. Birmingham City 48 38 13 9 16 41 49 -8
14. Fulham 48 38 13 9 16 41 50 -9
15. Leeds Utd 47 38 14 5 19 58 57 +1
16. Aston Villa 45 38 12 9 17 42 47 -5
17. Bolton 44 38 10 14 14 41 51 -10
1downarrow red.svg 18. West Ham Utd 42 38 10 12 16 42 59 -17
1downarrow red.svg 19. West Bromwich 26 38 6 8 24 29 65 -36
1downarrow red.svg 20. Sunderland 19 38 4 7 27 21 65 -44

Legenda:

      Campione d'Inghilterra e qualificata alla fase a gironi della UEFA Champions League 2003-2004.
      Qualificata alla fase a gironi della UEFA Champions League 2003-2004.
      Qualificate al terzo turno preliminare della UEFA Champions League 2003-2004.
      Qualificate al primo turno di Coppa UEFA 2003-2004.
      Qualificata al trurno preliminare di Coppa UEFA 2003-2004.
      Retrocesse in First Division 2003-2004.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti le squadre vengono classificate secondo la differenza reti.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Manchester United Football Club 2002-2003.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
Francia Fabien Barthez (30)
Inghilterra Wes Brown (22)
Francia Mikaël Silvestre (34)
Inghilterra Rio Ferdinand (28)
Irlanda John O'Shea (32)
Inghilterra David Beckham (31)
Argentina Juan Sebastián Verón (25)
Inghilterra Paul Scholes (33)
Galles Ryan Giggs (36)
Paesi Bassi Ruud van Nistelrooij (34)
Norvegia Ole Gunnar Solskjær (37)
Allenatore: Scozia Alex Ferguson
Altri giocatori: Gary Neville (26), Diego Forlán (25), Phil Neville (25), Roy Keane (21), Laurent Blanc (19), Nicky Butt (18), Roy Carroll (10), Quinton Fortune (9), Kieran Richardson (2), Luke Chadwick (1), David May (1), Danny Pugh (1), Ricardo (1), Lee Roche (1), Michael Stewart (1).

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Fonte:[9]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior attacco: Arsenal (85)
  • Miglior difesa: Manchester Utd (34)
  • Peggior attacco: Sunderland (21)
  • Peggior difesa: West Bromwich, Sunderland (65)
  • Miglior serie positiva:: Blackburn (15 risultati utili)
  • Peggior serie negativa: Tottenham (5 sconfitte)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Fonte:[4]

Gol Rigori Giocatore Squadra
25 6 Paesi Bassi Ruud van Nistelrooij Manchester Utd
24 3 Francia Thierry Henry Arsenal
23 5 Inghilterra James Beattie Southampton
20 3 Australia Mark Viduka Leeds Utd
19 2 Inghilterra Michael Owen Liverpool
17 2 Inghilterra Alan Shearer Newcastle Utd
14 1 Francia Nicolas Anelka Manchester City
14 Irlanda Robbie Keane Leeds Utd (1), Tottenham (13)
14 Australia Harry Kewell Leeds Utd
14 1 Francia Robert Pirés Arsenal
14 Inghilterra Paul Scholes Manchester Utd
14 Italia Gianfranco Zola Chelsea
12 3 Inghilterra Teddy Sheringham Tottenham
11 3 Paesi Bassi Jimmy Floyd Hasselbaink Chelsea
11 Canada Tomasz Radzinski Everton

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) England Player Honours - Professional Footballers' Association Players' Players of the Year, englandfootballonline.com. URL consultato l'11 settembre 2019.
  2. ^ Premier League & Football League Div 1 Leading Goalscorers 1993-2004, su rsssf.com.
  3. ^ a b Riassunto degli avvenimenti della Premier League 2002-2003, dal sito ufficiale
  4. ^ a b (EN) Premier League 2002/2003 .:. Top scorers, worldfootball.net. URL consultato il 17 marzo 2020.
  5. ^ Vincitrice della Football League Cup 2002-2003.
  6. ^ Qualificato in Coppa UEFA 2003-2004 in quanto le squadre finaliste della Football League Cup 2002-2003 sono già qualificate in europa attraverso il campionato.
  7. ^ Qualificato al primo turno della Coppa UEFA 2003-2004 come finalista della FA Cup, persa contro l'Arsenal, già qualificato in europa attraverso il campionato.
  8. ^ Qualificato al turno preliminare della Coppa UEFA 2003-2004 in quanto vincitrice dell'UEFA Fair Play ranking.
  9. ^ (EN) Statistiche Archiviato il 30 dicembre 2010 in Internet Archive. delle edizioni della Premier League, dal sito ufficiale

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio