First Division 1988-1989

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
First Division 1988-1989
Barclays First Division 1988-1989
Competizione First Division
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 90ª
Organizzatore Federazione calcistica dell'Inghilterra
Date dal 27 agosto 1988
al 26 maggio 1989
Luogo Inghilterra Inghilterra
Partecipanti 20
Risultati
Vincitore Arsenal
(9º titolo)
Retrocessioni Middlesbrough
West Ham Utd
Newcastle Utd
Statistiche
Miglior giocatore Irlanda Mark Hughes[1]
Miglior marcatore Inghilterra Alan Smith (23)
Incontri disputati 380
Gol segnati 926 (2,44 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1987-1988 1989-1990 Right arrow.svg

La First Division 1988-1989 è stata la 90ª edizione della massima serie del campionato inglese di calcio, disputato tra il 27 agosto 1988 e il 26 maggio 1989 e concluso con la vittoria dell'Arsenal, al suo nono titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Alan Smith (Arsenal) con 23 reti[2].

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un anno di transizione, il campionato si assestò a 20 squadre. Vennero eliminati gli spareggi interdivisionali e stabilite a tre le retrocessioni in Second Division.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato conobbe un finale molto avvincente[3][4]: grazie ad un gol segnato allo scadere dello scontro diretto, il rinnovato Arsenal centrò il suo primo titolo dopo diciotto anni, a spese di un Liverpool capace di rimontare in un mese quindici punti di svantaggio e di piazzare il sorpasso ad una gara dalla fine.

Il torneo, con il suo avvincente finale, è lo sfondo su cui è ambientato il saggio autobiografico del 1992 Febbre a 90° scritto dall'autore Britannico Nick Hornby. Il libro divenne anche la base per due film: Uno fu il film inglese Febbre a 90° che uscì nel 1997[5] e il suo remake americano intitolato L'amore in gioco del 2005.

Il nuovo torneo, il primo dopo settantatré anni con venti squadre al via e con i diritti televisivi interamente coperti da un'emittente privata[6], prese avvio il 27 agosto 1988[7]. Vincendo le prime quattro gare il Norwich City divenne la prima squadra a prendere la testa della classifica[8], inseguita da Southampton, Liverpool e dal neopromosso Millwall[9], quest'ultimo capace di approfittare della prima sconfitta stagionale del Norwich City per prendere, il 1º ottobre, il comando solitario della classifica[10]. I Canaries ritornarono in testa nella settimana successiva[11] e tentarono la fuga accumulando un consistente vantaggio sulle inseguitrici[12], tra cui spiccavano, oltre al Millwall, il Coventry City[13] e l'Arsenal. Con l'inizio di novembre iniziarono a salire le quotazioni dei Gunners[14] che, malgrado qualche tentennamento[15], riuscirono ad avvicinarsi alla capolista arrivando, alla vigilia dello scontro diretto in programma il 10 dicembre[16], con due punti di svantaggio[17]. Usciti imbattuti (0-0[16]) dal big-match, i Gunners piazzarono il sorpasso sconfiggendo l'Aston Villa alla vigilia di Capodanno[18] e conclusero il girone di andata in testa con due punti di vantaggio sul Norwich City[19].

All'inizio del girone di ritorno l'Arsenal iniziò a prendere il largo, ottenendo in una settimana cinque punti di vantaggio sul Norwich City[20], divenuti sei la settimana successiva[21]: tale distacco permise alla squadra di mantenere, tra febbraio e marzo, la vetta della classifica senza rischiare troppo[22]. Frattanto il Liverpool, rimasto gravemente indietro rispetto alla vetta della classifica[5][23], diede avvio ad una rimonta che, nell'arco di un mese, le permise di prendere il testimone del Norwich City (sorpassato prevalendo di misura nello scontro diretto giocato il primo aprile[24]) come avversario principale di un Arsenal che parve ormai avviato verso il titolo[25][26]. Il 10 maggio, al termine della quartultima giornata, i Gunners potevano vantare cinque punti di vantaggio sui Reds[27]: di lì in poi la capolista iniziò a balbettare perdendo in casa col Derby County il 13 maggio[28] e pareggiando, dopo quattro giorni, contro il Wimbledon FC[29]. Tali avvenimenti favorirono l'avanzata del Liverpool che, alla vigilia dello scontro diretto, si trovò solo in testa con tre punti di vantaggio e una differenza reti favorevole (l'Arsenal, per sperare nella vittoria titolo avrebbe dovuto vincere con almeno due reti di scarto[3]). L'incontro, giocato ad Anfield e rinviato al 26 maggio per problemi logistici legati alla strage di Hillsborough[30], vide l'Arsenal passare in vantaggio all'inizio del secondo tempo con Alan Smith (che segnando tale rete si assicurerà il titolo di capocannoniere del torneo[31]) per poi trovare il gol del 2-0 a venticinque secondi dal fischio finale, grazie ad un contropiede di Michael Thomas[31].

L'ultima giornata propose uno scontro diretto valido per l'ultimo posto in zona retrocessione, tra il Middlesbrough e lo Sheffield Weds: vincendo di misura[32], i Weds rispedirono immediatamente il Boro in Second Division, mettendo al riparo anche un pericolante Aston Villa[33]. Nulla da fare, invece, per il Newcastle Utd e un West Ham Utd in declino[33], rimaste arenate sul fondo della classifica nonostante un disperato tentativo di recupero da parte degli Hammers[33].

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Arsenal dettagli Londra Highbury Stadium 6° posto in First Division
Aston Villa dettagli Birmingham Villa Park 2° posto in Second Division, promosso
Charlton dettagli Londra Selhurst Park 17° posto in First Division
Coventry City dettagli Coventry Highfield Road 10° posto in First Division
Derby County dettagli Derby Baseball Ground 15° posto in First Division
Everton dettagli Liverpool Goodison Park 4° posto in First Division
Liverpool dettagli Liverpool Anfield Road 1° posto in First Division
Luton Town dettagli Luton Kenilworth Road 9° posto in First Division
Manchester Utd dettagli Manchester Old Trafford 2° posto in First Division
Middlesbrough dettagli Middlesbrough Ayresome Park 3° posto in Second Division, promosso
Millwall dettagli Londra The Den 1° posto in Second Division, promosso
Newcastle Utd dettagli Newcastle St James' Park 8° posto in First Division
Norwich City dettagli Norwich Carrow Road 14° posto in First Division
Nottingham Forest dettagli Nottingham City Ground 3° posto in First Division
QPR dettagli Londra Loftus Road 5° posto in First Division
Sheffield Weds dettagli Sheffield Hillsborough Park 11° posto in First Division
Southampton dettagli Southampton St Mary's Stadium 12° posto in First Division
Tottenham dettagli Londra White Hart Lane 13° posto in First Division
West Ham Utd dettagli Londra Boleyn Ground 16° posto in First Division
Wimbledon FC dettagli Londra Plough Lane 7° posto in First Division

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Club Allenatore Calciatore più presente Cannoniere
Arsenal Scozia George Graham
Aston Villa Inghilterra Graham Taylor
Charlton Inghilterra Lennie Lawrence
Coventry City Inghilterra John Sillett
Derby County Inghilterra Arthur Cox
Everton Inghilterra Colin Harvey
Liverpool Scozia Kenny Dalglish
Luton Town Inghilterra Ray Harford
Manchester Utd Scozia Alex Ferguson
Middlesbrough Scozia Bruce Rioch
Millwall Scozia John Docherty
Newcastle Utd[34] Irlanda del Nord Willie McFaul (1ª-14ª)
Inghilterra Jim Smith (15ª-38ª)
Norwich City Inghilterra Dave Stringer
Nottingham Forest Inghilterra Brian Clough
QPR[34][35] Inghilterra Jim Smith (1ª-14ª)
Inghilterra Trevor Francis (15ª-38ª)
Sheffield Weds[36] Inghilterra Howard Wilkinson (1ª-5ª)
Inghilterra Peter Eustace (7ª-23ª)
Inghilterra Ron Atkinson (24ª-38ª)
Southampton Irlanda del Nord Chris Nicholl
Tottenham Inghilterra Terry Venables
West Ham Utd Inghilterra John Lyall
Wimbledon FC Inghilterra Bobby Gould


Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Premier league trophy icon.png 1. Arsenal 76 38 22 10 6 73 36 +37
2. Liverpool 76 38 22 10 6 65 28 +37
3. Nottingham Forest 64 38 17 13 8 64 43 +21
4. Norwich City 62 38 17 11 10 48 45 +3
5. Derby County 58 38 17 7 14 40 38 +2
6. Tottenham 57 38 15 12 11 60 46 +14
7. Coventry City 55 38 14 13 11 47 42 +5
8. Everton 54 38 14 12 12 50 45 +5
9. QPR 53 38 14 11 13 43 37 +6
10. Millwall 53 38 14 11 13 47 52 -5
11. Manchester Utd 51 38 13 12 13 45 35 +10
12. Wimbledon FC 51 38 14 9 15 50 46 +4
13. Southampton 45 38 10 15 13 52 66 -14
14. Charlton 42 38 10 12 16 44 58 -14
15. Sheffield Weds 42 38 10 12 16 34 51 -17
16. Luton Town 41 38 10 11 17 42 52 -10
17. Aston Villa 40 38 9 13 16 45 56 -11
1downarrow red.svg 18. Middlesbrough 39 38 9 12 17 44 61 -17
1downarrow red.svg 19. West Ham Utd 38 38 10 8 20 37 62 -25
1downarrow red.svg 20. Newcastle Utd 31 38 7 10 21 32 63 -31

Legenda:

      Campione d'Inghilterra.
      Retrocesse in Second Division 1989-1990.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti le squadre venivano calssificate secondo la differenza reti.

Note:

Nessuna squadra si qualifico alle coppe europpe per effetto del bando dei club inglesi deciso dalla UEFA in seguito alla strage dell'Heysel.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Arsenal Football Club 1988-1989.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadrfe[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

Fonte:[33]

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
Norwich CityMilNorwich CityArsenalLiv
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: Arsenal, Liverpool (22)
  • Minor numero di sconfitte: Arsenal, Liverpool (6)
  • Miglior attacco: Arsenal (73)
  • Miglior difesa: Liverpool (28)
  • Miglior differenza reti: Arsenal, Liverpool (+37)
  • Maggior numero di pareggi: Southampton (15)
  • Minor numero di vittorie: Newcastle (7)
  • Maggior numero di sconfitte: Newcastle (21)
  • Peggiore attacco: Newcastle (32
  • Peggior difesa: Southampton (66)
  • Peggior differenza reti: Newcastle (-31)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Fonte:[37]

Gol Giocatore Squadra
23 Inghilterra Alan Smith Arsenal
21 Irlanda John Aldridge Liverpool
15 Inghilterra Bernie Slaven Middlesbrough
14 Scozia Alan McInally Aston Villa
14 Inghilterra Nigel Clough Nottingham Forest
14 Galles Dean Saunders Derby County
14 Inghilterra Chris Waddle Tottenham
14 Scozia David Speedie Coventry City
14 Galles Mark Hughes Manchester Utd
13 Inghilterra Tony Cottee Everton
13 Inghilterra John Fashanu Wimbledon FC
13 Irlanda Tony Cascarino Millwall
13 Inghilterra Paul Williams Charlton
12 Inghilterra Mark Falco QPR
12 Inghilterra Rod Wallace Southampton
12 Inghilterra Paul Stewart Tottenham

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) England Player Honours - Professional Footballers' Association Players' Players of the Year, englandfootballonline.com. URL consultato l'11 settembre 2019.
  2. ^ Football League Div 1 & 2 Leading Goalscorers 1947-92, su rsssf.com.
  3. ^ a b Graham: It's up for grabs for Arsenal at Anfield once again, Daily Mail
  4. ^ Did Michael Thomas blow the final whistle on an era?
  5. ^ a b Jason Cowley, The night football was reborn, The Guardian
  6. ^ Fact Sheet 8: British Football on Television, University of Leicester, recuperato tramite Internet Archive
  7. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 27.08.1988 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  8. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 17.09.1988 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  9. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 24.09.1988 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  10. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 01.10.1988[collegamento interrotto] su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  11. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 08.10.1988 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  12. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 30.10.1988[collegamento interrotto] su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  13. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 25.10.1988 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  14. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 12.11.1988 Archiviato il 17 ottobre 2015 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  15. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Results Saturday 26th November 1988[collegamento interrotto] su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  16. ^ a b English Division One (old) 1988-1989 : Results Saturday 10th December 1988 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  17. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 10.12.1988 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  18. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Results Saturday 31st December 1988 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  19. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 01.01.1989 Archiviato il 14 settembre 2014 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  20. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 14.01.1989 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  21. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 21.01.1989 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  22. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 01.03.1989 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  23. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 18.02.1989 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  24. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Results Saturday 1st April 1989 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  25. ^ and/division-one-old/1988-1989/table/1989-04-01 English Division One (old) 1988-1989 : Table on 01.04.1989[collegamento interrotto] su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  26. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Tableon 01.05.1989 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  27. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Table on 10.05.1989 Archiviato il 18 febbraio 2010 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  28. ^ Results Saturday 13th May 1989 Archiviato il 5 marzo 2010 in Internet Archive.
  29. ^ Results Saturday 17th May 1989 Archiviato il 17 febbraio 2010 in Internet Archive.
  30. ^ 1989: Football fans crushed at Hillsborough, BBC News
  31. ^ a b Soar, Tyler: The Official Illustrated History of Arsenal, pag. 145
  32. ^ English Division One (old) 1988-1989 : Results Saturday 13th May 1989 Archiviato il 5 marzo 2010 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  33. ^ a b c d English Division One (old) 1988-1989 : Table Archiviato il 22 agosto 2011 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  34. ^ a b Managers - Jim Smith, soccerbase.com
  35. ^ «A POTTED HISTORY OF QPR (1882-2010)» Archiviato il 20 aprile 2012 in Internet Archive., qpr.co.uk
  36. ^ «Running Up that Hill» Archiviato il 24 giugno 2009 in Internet Archive., swfc.co.uk
  37. ^ «Engelska Ligan 1988-89 Division 1»

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio