First Division 1949-1950

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
First Division 1949-1950
Competizione First Division
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 51ª
Organizzatore Federazione calcistica dell'Inghilterra
Date dal 20 agosto 1949
al 6 maggio 1950
Luogo Inghilterra Inghilterra
Partecipanti 22
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Portsmouth
(2º titolo)
Retrocessioni Manchester City
Birmingham City
Statistiche
Miglior marcatore Inghilterra Dickie Davis (25)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1948-49 1950-51 Right arrow.svg

La First Division 1949-1950 è stata la 51ª edizione della massima serie del campionato inglese di calcio, disputato tra il 20 agosto 1949 e il 6 maggio 1950 e concluso con la vittoria del Portsmouth, al suo secondo titolo consecutivo.

Capocannoniere del torneo è stato Dickie Davis (Sunderland) con 25 reti[1].

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il torneo iniziò con una striscia di dodici risultati utili consecutivi da parte del Wolverhampton, che prese la vetta della classifica in solitaria dopo tre giornate. Le principali inseguitrici dei Wolves furono il Manchester Utd e il Liverpool, che approfittò di un calo della capolista per sorpassarla alla quindicesima giornata. I Reds, preso il comando solitario della graduatoria, accumularono subito un vantaggio di tre punti sul Manchester United, concludendo il girone di andata con tre punti sui Red Devils e due sul Wolverhampton, nel frattempo ripresosi da una crisi.

All'inizio del girone di ritorno il Liverpool mantenne lo stesso ritmo, con il Manchester United a -2, mentre si avvicinavano alle prime posizioni della classifica i campioni in carica del Portsmouth. I Red Devils raggiunsero al ventiseisimo turno il Liverpool, ma furono ricacciati indietro al turno successivo. Stessa cosa avvenne alla trentesima giornata, tuttavia il turno seguente fu favorevole al Manchester United che riuscì quindi a portarsi in testa alla classifica da solo. In due giornate i Red Devils fecero il vuoto, accumulando un vantaggio di quattro punti sulle avversarie, con il solo Liverpool a candidarsi come rivale principale nella lotta per il titolo. I Reds riconquistarono la vetta solitaria della classifica alla trentasettesima giornata, ma poi cedettero totalizzando un solo punto nelle successive cinque giornate. Ad approfittare di questa crisi fu inizialmente il Sunderland, ma il Portsmouth e il Wolverhampton, vincendo tutte le ultime tre partite, si portarono alla penultima giornata in vetta alla classifica, concludendo a pari merito. Il verdetto finale fu favorevole per la seconda volta consecutiva ai Pompey, che beneficiarono del miglior quoziente reti.

A fondo classifica, il Birmingham City retrocesse con una giornata di anticipo, accompagnato al turno successivo dal Manchester City.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Stagione Città Stadio Stagione precedente
Arsenal Londra
Aston Villa Birmingham
Birmingham City Birmingham
Blackpool Blackpool
Bolton Bolton
Burnley Burnley
Charlton Londra
Chelsea Londra
Derby County Derby
Everton Liverpool
Fulham Londra 1º posto in Second Division, promosso
Huddersfield Town Huddersfield
Liverpool Liverpool
Manchester City Manchester
Manchester Utd Manchester
Middlesbrough Middlesbrough
Newcastle Utd Newcastle upon Tyne
Portsmouth Portsmouth 1º posto in First Division
Stoke City Stoke-on-Trent
Sunderland Sunderland
West Bromwich Londra 2º posto in Second Division, promosso
Wolverhampton Wolverhampton

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS Med
Premier league trophy icon.png 1. Portsmouth 53 42 22 9 11 74 38 1.947
2. Wolverhampton 53 42 20 13 9 76 49 1.551
3. Sunderland 52 42 21 10 11 83 62 1.339
4. Manchester Utd 50 42 18 14 10 69 44 1.568
5. Newcastle Utd 50 42 19 12 11 77 55 1.400
[2] 6. Arsenal 49 42 19 11 12 79 55 1.436
7. Blackpool 49 42 17 15 10 46 35 1.314
8. Liverpool 48 42 17 14 11 64 54 1.185
9. Middlesbrough 47 42 20 7 15 59 48 1.229
10. Burnley 45 42 16 13 13 40 40 1.000
11. Derby County 44 42 17 10 15 69 61 1.131
12. Aston Villa 42 42 15 12 15 61 61 1.000
13. Chelsea 40 42 12 16 14 58 65 0.892
14. West Bromwich 40 42 14 12 16 47 53 0.887
15. Huddersfield Town 37 42 14 9 19 52 73 0.712
16. Bolton 34 42 10 14 18 45 59 0.763
17. Fulham 34 42 10 14 18 41 54 0.759
18. Everton 34 42 10 14 18 42 66 0.636
19. Stoke City 34 42 11 12 19 45 75 0.600
20. Charlton 32 42 13 6 23 53 65 0.815
1downarrow red.svg 21. Manchester City 29 42 8 13 21 36 68 0.529
1downarrow red.svg 22. Birmingham City 28 42 7 14 21 31 67 0.463

Legenda:

      Campione d'Inghilterra.
      Retrocessa in Second Division.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti le squadre venivano calssificate secondo il quoziente reti.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Portsmouth Football Club 1949-1950.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: Portsmouth (22)
  • Minor numero di sconfitte: Wolverhampton (9)
  • Migliore attacco: Sunderland (83 reti fatte)
  • Miglior difesa: Portsmouth (38 reti subite)
  • Miglior media gol: Portsmouth (1.947)
  • Maggior numero di pareggi: Chelsea (16)
  • Minor numero di pareggi: Middlesbrough (7)
  • Maggior numero di sconfitte: Manchester City, Birmingham City (21)
  • Minor numero di vittorie: Birmingham City (7)
  • Peggior attacco: Birmingham City (31 reti segnate)
  • Peggior difesa: Manchester City (68 reti subite)
  • Peggior media gol: Birmingham City (0.463)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio