First Division 1984-1985

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
First Division 1984-1985
Canon First Division 1984-1985
Competizione First Division
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 86ª
Organizzatore Federazione calcistica dell'Inghilterra
Date dal 25 agosto 1984
al 28 maggio 1985
Luogo Inghilterra Inghilterra
Partecipanti 22
Formula 1 Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Everton
(8º titolo)
Retrocessioni Norwich City
Sunderland
Stoke City
Statistiche
Miglior giocatore Inghilterra Peter Reid[1]
Miglior marcatore Inghilterra Kerry Dixon
Inghilterra Gary Lineker (24 ex aequo)
Incontri disputati 462
Gol segnati 1 288 (2,79 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1983-1984 1985-1986 Right arrow.svg

La First Division 1984-1985 è stata la 86ª edizione della massima serie del campionato inglese di calcio, disputata tra il 25 agosto 1984 e il 28 maggio 1985 e concluso con la vittoria del Everton, al suo ottavo titolo.

Capocannonieri del torneo sono stati Kerry Dixon (Chelsea) e Gary Lineker (Leicester City)con 24 reti ciascuno[2].

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato vide già alla terza giornata un big-match tra il neopromosso Newcastle Utd e l'Aston Villa, che fino ad allora erano rimaste a punteggio pieno[3]. Con una netta vittoria i Magpies divennero la prima squadra del campionato a prendere il comando solitario della classifica[4], prima di essere raggiunta dal Nottingham Forest[5] e risucchiata da West Ham Utd e Arsenal[6]. Al sesto turno la classifica era guidata da un gruppo composto da ben sette squadre[7]: recuperando una gara precedentemente posposta, il Nottingham Forest le sopravanzò[8], per poi essere immediatamente raggiunto da Tottenham e Arsenal[9]. Sconfiggendo ad Higbury l'Everton, il 6 ottobre i Gunners presero il comando solitario della classifica[10] e tentarono la fuga[11] mentre i Toffees, ottenendo alcune vittorie importanti come l'1-0 nel derby[12] e il 5-0 al Manchester Utd[13], erano riusciti ad avvicinarsi alla vetta arrivando, il 2 novembre, a prendere il comando solitario della classifica[14]. Inseguiti inizialmente dal Manchester Utd[15] e poi dal Tottenham[16], i Toffees furono raggiunti dagli Spurs il giorno di Santo Stefano concludendo il girone di andata a pari punti con i londinesi[17].

Le due squadre condussero la classifica fino alla ventiquattresima giornata, quando una netta vittoria sul Newcastle lanciò i Toffees[18]. Inseguito dal Tottenham e in seguito dal Manchester Utd[19], a partire da aprile l'Everton allungò prepotentemente[19] fino ad arrivare, all'inizio di maggio, con un vantaggio tale (undici punti su un Manchester Utd con due partite in più alle spalle) da permetterle di festeggiare l'ottavo titolo con sei gare ancora da giocare[20]. Le ultime giornate destarono interesse per la lotta in zona UEFA, allargata dalla finale di FA Cup tra l'Everton campione e il Manchester Utd: a spuntarla fu il Southampton, che riuscì a surclassare l'Arsenal e a tenere a bada il neopromosso Chelsea[21]. Tutti i verdetti in chiave europea furono tuttavia annullati dopo il 30 maggio quando, all'indomani della strage dell'Heysel, la UEFA decise di escludere a tempo indeterminato le squadre inglesi dalle competizioni continentali.

Nelle parti basse della classifica, il Coventry City ottenne la salvezza sconfiggendo un Everton ormai privo di obiettivi da raggiungere[22]: a farne le spese fu la vincitrice della League Cup, vale a dire il Norwich City, che accompagnò in Second Division il Sunderland (anch'esso finalista della League Cup e già retrocesso con due giornate di anticipo) e uno Stoke City già in grave ritardo sulle altre concorrenti al termine del girone di andata[17] e capace di raccogliere solo sei punti nella seconda parte del torneo.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Arsenal dettagli Londra Highbury Stadium 6º posto in First Division
Aston Villa dettagli Birmingham Villa Park 10º posto in First Division
Chelsea dettagli Londra Stamford Bridge 1º posto in Second Division, promosso
Coventry City dettagli Coventry Highfield Road 19º posto in First Division
Everton dettagli Liverpool Goodison Park 7º posto in First Division
Ipswich Town dettagli Ipswich Portman Road 12º posto in First Division
Leicester City dettagli Leicester Filbert Street 15º posto in First Division
Liverpool dettagli Liverpool Anfield Road 1º posto in First Division
Luton Town dettagli Luton Kenilworth Road 16º posto in First Division
Manchester Utd dettagli Manchester Old Trafford 4º posto in First Division
Newcastle Utd dettagli Newcastle St James' Park 3º posto in Second Division, promosso
Norwich City dettagli Norwich Carrow Road 14º posto in First Division
Nottingham Forest dettagli Nottingham City Ground 3º posto in First Division
QPR dettagli Londra Loftus Road 5º posto in First Division
Sheffield Wednesday dettagli Sheffield Hillsborough Park 2º posto in Second Division, promosso
Southampton dettagli Southampton St Mary's Stadium 2º posto in First Division
Stoke City dettagli Stoke-on-Trent Victoria Ground 18º posto in First Division
Sunderland dettagli Sunderland Roker Park 13º posto in First Division
Tottenham dettagli Londra White Hart Lane 8º posto in First Division
Watford dettagli Londra Vicarage Road 11º posto in First Division
West Bromwich dettagli West Bromwich The Hawthorns 17º posto in First Division
West Ham Utd dettagli Londra Boleyn Ground 9º posto in First Division

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Club Allenatore Calciatore più presente Cannoniere
Arsenal Inghilterra Don Howe
Aston Villa Inghilterra Graham Turner
Chelsea Inghilterra John Neal
Coventry City[23] Inghilterra Bobby Gould (1ª-21ª)
Scozia Don Mackay (22ª-42ª)
Everton Inghilterra Howard Kendall
Ipswich Town Inghilterra Bobby Ferguson
Leicester City Inghilterra Gordon Milne
Liverpool Inghilterra Joe Fagan
Luton Town Inghilterra David Pleat
Manchester Utd Inghilterra Ron Atkinson
Newcastle Utd Inghilterra Jack Charlton
Norwich City Inghilterra Ken Brown
Nottingham Forest Inghilterra Brian Clough
QPR[24] Inghilterra Alan Mullery (1ª-17ª)
Inghilterra Frank Sibley (18ª-42ª)
Sheffield Weds Inghilterra Howard Wilkinson
Southampton Inghilterra Lawrie McMenemy
Stoke City[25] Inghilterra Richie Barker (1ª-18ª)
Inghilterra Bill Asprey (19ª-42ª)
Sunderland Inghilterra Len Ashurst
Tottenham Galles Peter Shreeves
Watford Inghilterra Graham Taylor
West Bromwich Irlanda Johnny Giles
West Ham Utd Inghilterra John Lyall

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Premier league trophy icon.png 1. Everton 90 42 28 6 8 88 43 +45
2. Liverpool 77 42 22 11 9 68 35 +33
3. Tottenham 77 42 23 8 11 78 51 +27
[26] 4. Manchester Utd 76 42 22 10 10 77 47 +30
5. Southampton 68 42 19 11 12 56 47 +9
6. Chelsea 66 42 18 12 12 63 48 +15
7. Arsenal 66 42 19 9 14 61 49 +12
8. Sheffield Wednesday 65 42 17 14 11 58 45 +13
9. Nottingham Forest 64 42 19 7 16 56 48 +8
10. Aston Villa 56 42 15 11 16 60 60 +0
11. Watford 55 42 14 13 15 81 71 +10
12. West Bromwich 55 42 16 7 19 58 62 -4
13. Luton Town 54 42 15 9 18 57 61 -4
14. Newcastle Utd 52 42 13 13 16 55 70 -15
15. Leicester City 51 42 15 6 21 65 73 -8
16. West Ham Utd 51 42 13 12 17 51 68 -17
17. Ipswich Town 50 42 13 11 18 46 57 -11
18. Coventry City 50 42 15 5 22 47 64 -17
19. QPR 50 42 13 11 18 53 72 -19
[27] 1downarrow red.svg 20. Norwich City 49 42 13 10 19 46 64 -18
1downarrow red.svg 21. Sunderland 40 42 10 10 22 40 62 -22
1downarrow red.svg 22. Stoke City 17 42 3 8 31 24 91 -67

Legenda:

      Campione d'Inghilterra.
      Retrocesse in Second Division 1984-1985.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti le squadre venivano calssificate secondo la differenza reti.

Note:

Per effetto della squalifica irrogata dalla UEFA ai club inglesi in seguito alla strage dell'Heysel Everton (qualificato alla Coppa dei Campioni), Manchester Utd (qualificato alla Coppa delle Coppe), Liverpool, Tottenham, Southampton e Norwich City (qualificate alla Coppa UEFA) non ottengono l'accesso alle coppe europee.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Everton Football Club 1984-1985.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

Fonte:[28]

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
NUNFArsenalEvertonEverton
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª39ª40ª41ª42ª

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: Everton (28)
  • Minor numero di sconfitte: Everton (8)
  • Miglior attacco: Everton (88)
  • Miglior difesa: Liverpool (35)
  • Miglior differenza reti: Everton (+45)
  • Maggior numero di pareggi: Sheffield Weds (14)
  • Minor numero di vittorie: Stoke City (3)
  • Maggior numero di sconfitte: Stoke City (31)
  • Peggiore attacco: Stoke City (24)
  • Peggior difesa: Stoke City (91)
  • Peggior differenza reti: Stoke City (-67)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica dei marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Fonte:[29]

Gol Giocatore Squadra
24 Inghilterra Gary Lineker Leicester City
24 Inghilterra Kerry Dixon Chelsea
22 Inghilterra Mark Falco Tottenham
21 Scozia Graeme Sharp Everton
21 Inghilterra Luther Loide Blissett Watford
19 Inghilterra Garry Thompson West Bromwich
18 Scozia John Wark Liverpool
17 Inghilterra Tony Cottee West Ham
17 Inghilterra Peter Beardsley Newcastle
17 Inghilterra Gary Bannister QPR
16 Galles Mark Hughes Manchester Utd
16 Inghilterra Peter Davenport Nottingham Forest
16 Inghilterra Imre Varadi Sheffield Weds
15 Inghilterra Lee Chapman Sheffield Weds
15 Inghilterra Mick Harford Luton Town
15 Inghilterra Terry Gibson Coventry City
15 Scozia Gordon Strachan Manchester Utd

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) England Player Honours - Professional Footballers' Association Players' Players of the Year, englandfootballonline.com. URL consultato l'11 settembre 2019.
  2. ^ Football League Div 1 & 2 Leading Goalscorers 1947-92, su rsssf.com.
  3. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table on 01.09.1984 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  4. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Results Saturday 1st September 1984[collegamento interrotto]
  5. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table on 05.09.1984 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  6. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table on 08.09.1984[collegamento interrotto]
  7. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table on 15.09.1984[collegamento interrotto]
  8. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table on 19.09.1984 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  9. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table on 22.09.1984 Archiviato il 6 settembre 2015 in Internet Archive.
  10. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table on 06.10.1984 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  11. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table on 20.10.1984 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  12. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Results - Saturday 20th October 1984 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  13. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Results - Saturday 27th October 1984 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. su statto.com Archiviato il 2 novembre 2010 in Internet Archive.
  14. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table on 03.11.1984 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  15. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table on 17.11.1984 Archiviato il 6 maggio 2013 in Internet Archive.
  16. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table on 15.12.1984 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  17. ^ a b English Division One (old) 1984-1985 : Table on 26.12.1984 Archiviato il 2 ottobre 2016 in Internet Archive.
  18. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Results - Saturday 12th January 1985 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  19. ^ a b English Division One (old) 1984-1985 : Table on 13.04.1985 Archiviato il 14 aprile 2014 in Internet Archive.
  20. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table on 05.04.1985 Archiviato il 2 ottobre 2016 in Internet Archive.
  21. ^ Table on 08.05.1985 Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  22. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  23. ^ Coventry - Manager history su soccerbase.com
  24. ^ QPR - Managers su soccerbase.com
  25. ^ Stoke - Manager History su soccerbase.com
  26. ^ Vincitrice la FA Cup.
  27. ^ Vincitrice della Football League Cup.
  28. ^ English Division One (old) 1984-1985 : Table Archiviato il 12 novembre 2009 in Internet Archive.
  29. ^ Engelska Ligan 1984-85 Division 1
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio