Vysšaja Liga 1989

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vysšaja Liga 1989
Высшая лига 1989
Competizione Vysšaja Liga
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 53ª
Organizzatore FFSSSR
Date dall'11 marzo 1989
al 27 ottobre 1989
Luogo Unione Sovietica Unione Sovietica
Partecipanti 16
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Spartak Mosca
(12º titolo)
Retrocessioni Zenit Leningrado
Lokomotiv Mosca
Statistiche
Miglior marcatore Unione Sovietica Rodionov (16)
Incontri disputati 240
Gol segnati 523 (2,18 per incontro)
URSS 1989.PNG
Distribuzione geografica delle squadre partecipanti all'edizione 1989 della Vysšaja Liga.
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1988 1990 Right arrow.svg

L'edizione 1989 della Vysšaja Liga fu la 53ª del massimo campionato sovietico di calcio; fu vinta dalla Spartak Mosca, giunto al suo dodicesimo titolo.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante un significativo cambio alla guida tecnica (Oleg Romancev sostituì Konstantin Beskov), lo Spartak Mosca si confermò squadra di vertice vincendo il secondo titolo in tre stagioni, dominando la classifica fin dalle prime giornate e resistendo agli attacchi delle rivali[1].

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

L'avvio del torneo, la cui prima giornata fu disputata l'11 marzo 1989[2], vide lo Spartak Mosca e la Dinamo Kiev proseguire appaiate fino al sesto turno, quando un pareggio a Minsk fermò gli uomini di Lobanovski[3]. Guadagnata la vetta solitaria, lo Spartak consolidò il proprio primato nel turno successivo, vincendo a Kiev nello scontro diretto per 4-1[4], ed allungando sulle rivali tra l'undicesima e la dodicesima giornata[5], al termine della quale conduceva con cinque punti di distacco su un gruppo composto da Dinamo Kiev, Torpedo Mosca e Dnipro[6]. Tale situazione di classifica rese ininfluente la vittoria del Dnipro nello scontro diretto con lo Spartak[7], che mantenne invariato fino alla fine del girone di ritorno il proprio distacco di tre punti sulle inseguitrici[8].

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Nelle prime fasi del girone di ritorno lo Spartak confermò il proprio rendimento, aumentando il proprio distacco sul Dnipro e sulla Torpedo[9]. In particolare, a cavallo tra luglio ed agosto, uscendo imbattuto negli scontri diretti (0-0 contro la Torpedo il 26 luglio[10] e 2-1 al Dnepr il 27 agosto[11]), lo Spartak si assicurò un notevole distacco sulle rivali[11] che le permise di affrontare senza particolari conseguenze un lieve calo sopraggiunto nelle quattro giornate a cavallo tra settembre ed ottobre[12]. Il 13 ottobre, vincendo a Minsk per 1-0[13], lo Spartak mantenne invariato il vantaggio di tre punti sulla seconda: sconfiggendo dopo sei giorni la Dinamo Kiev[14] la squadra di Romancev chiuse la lotta al vertice con un turno di anticipo, assicurandosi il dodicesimo titolo sovietico.

In zona UEFA, la vittoria della Dinamo Kiev in Coppa dell'URSS e il successivo abbandono della Vysšaja Liga da parte dello Žalgiris Vilnius (che all'inizio del torneo successivo abbandonò la Vysšaja Liga per effetto dell'iscrizione della squadra nella neocostituita A Lyga lituana[15][16]) liberò due posti, occupati da Čornomorec' e Torpedo Mosca. Le retrocessioni in Pervaja Liga furono decretate con un turno di anticipo[14]: caddero lo Zenit Leningrado e il Lokomotiv Mosca.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Unione Sovietica
Dinamo Minsk
Dinamo Minsk
Čornomorec'
Čornomorec'
Šachtër
Šachtër
Ararat
Ararat
Dinamo Kiev
Dinamo Kiev
Zenit
Zenit
Mosca
Mosca
Dnepr
Dnepr
Zalgiris
Zalgiris
Metalist
Metalist
Dinamo Tbilisi
Dinamo Tbilisi
CSKA Pamir
CSKA Pamir
Rotor
Rotor
Ubicazione delle squadre della Vysšaja Liga 1989
Club Rosa Repubblica Città Stadio Stagione 1988
Ararat dettagli RSS Armena RSS Armena Erevan Stadio Hrazdan 9° in Vysšaja Liga
Čornomorec’ dettagli RSS Ucraina RSS Ucraina Odessa Stadio Centrale ChMP 13° in Vysšaja Liga
Dinamo Kiev dettagli RSS Ucraina RSS Ucraina Kiev Stadio Dinamo di Kiev 2° in Vysšaja Liga
Dinamo Minsk dettagli RSS Bielorussa RSS Bielorussa Minsk Stadio Dinamo di Minsk 12° in Vysšaja Liga
Dinamo Mosca dettagli RSFS Russa RSFS Russa Mosca Stadio Dinamo (Mosca) 10° in Vysšaja Liga
Dinamo Tbilisi dettagli RSS Georgiana RSS Georgiana Tbilisi Stadio Lokomotiv di Tbilisi 14° in Vysšaja Liga
Dnepr dettagli RSS Ucraina RSS Ucraina Dnipropetrovsk Meteor Stadium Campione dell'URSS
Lokomotiv Mosca dettagli RSFS Russa RSFS Russa Mosca Lokomotiv Stadium 7° in Vysšaja Liga
Metalist dettagli RSS Ucraina RSS Ucraina Charkiv Metalist Stadium 11° in Vysšaja Liga
CSKA Pamir dettagli bandiera RSS Tagika Dušanbe Stadio Pamir Vincitore della Pervaja Liga
Rotor dettagli RSFS Russa RSFS Russa Volgograd Stadio Rotor 2° nella Pervaja Liga
Šachtar Donec'k dettagli RSS Ucraina RSS Ucraina Donec'k Stadio Šachtar 8° in Vysšaja Liga
Spartak Mosca dettagli RSFS Russa RSFS Russa Mosca Stadio Centrale Lenin 4° in Vysšaja Liga
Torpedo Mosca dettagli RSFS Russa RSFS Russa Mosca Stadio Torpedo 3° in Vysšaja Liga
Žalgiris Vilnius dettagli RSS Lituana RSS Lituana Vilnius Stadio Žalgiris 5° in Vysšaja Liga
Zenit Leningrado dettagli RSFS Russa RSFS Russa Leningrado Stadio Lenin 6° in Vysšaja Liga

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore
Ararat Unione Sovietica Arkadiy Andriasyan
Unione Sovietica Nikolay Kazaryan (da aprile[17])
Čornomorec’ Unione Sovietica Viktor Prokopenko
Dinamo Kiev Unione Sovietica Valeri Lobanovski
Dinamo Minsk Unione Sovietica Ėduard Malafeeŭ
Dinamo Mosca Unione Sovietica Anatoly Byshovets
Dinamo Tbilisi Unione Sovietica David Kipiani
Dnepr Unione Sovietica Jevhen Kučerevs'kyj
Lokomotiv Mosca Unione Sovietica Yuriy Syomin
Metalist Unione Sovietica Leonid Tkachenko
Rotor Unione Sovietica Petr Shubin
Unione Sovietica Aleksandr Sevidov (da aprile[18])
CSKA Pamir Unione Sovietica Oleg Khabi
Šachtar Donec'k Unione Sovietica Anatolij Konkov
Unione Sovietica Valeriy Yaremchenko (da giugno[19])
Spartak Mosca Unione Sovietica Oleg Romancev
Torpedo Mosca Unione Sovietica Valentin Ivanov
Žalgiris Vilnius Unione Sovietica Benjaminas Zelkevičius
Zenit Leningrado Unione Sovietica Stanislav Zavidonov
Unione Sovietica Vladimir Golubev (da maggio[20])

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Unione Sovietica Coppacampioni.png 1. Spartak Mosca 44 30 17 10 3 49 19 +30
Coppauefa.png 2. Dnepr 42 30 18 6 6 47 27 +20
Coppacoppe.png 3. Dinamo Kiev 38 30 13 12 5 44 27 +17
[21] 4. Žalgiris Vilnius 36 30 14 8 8 39 29 +10
Coppauefa.png 5. Torpedo Mosca 35 30 11 13 6 40 26 +14
Coppauefa.png 6. Cornomorets Čornomorec’ 31 30 11 9 10 40 41 -1
7. Metalist 30 30 10 10 10 30 33 -3
8. Dinamo Mosca 30 30 9 12 9 31 26 +5
9. Dinamo Minsk 39 30 12 7 23 35 33 +2
10. Rotor 27 30 9 9 12 28 35 -7
Flag of Georgia (1990–2004).svg 11. Dinamo Tbilisi 25 30 6 13 11 27 32 -5
12. Ararat 24 30 8 8 14 25 41 -26
13. CSKA Pamir 24 30 7 10 13 20 38 -18
14. Shakhtar Šachtar Donec'k 23 30 9 5 16 24 36 -12
1downarrow red.svg 15. Lokomotiv Mosca 23 30 7 9 14 20 32 -12
1downarrow red.svg 16. Zenit Leningrado 19 30 5 9 16 24 48 -24

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Futbol'nyj Klub Spartak Moskva 1989.

Riserve

Sergeij Bazulev (21), Boris Pozdnyakov (17), Vladimir Kasputin (12), Yuri Susloparov (12), Aleksandr Mostovoi (11), Aleksandr Bubnov (11), Andreij Ivanov (10), Sergeij Novikov (6), Boris Kuznetsov (5), Dmitrij Popov (5), Dmitri Gradilenko (1), Vladimir Sochnov (1), Valeri Shikunov (1)[22]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

[23]

Gol Marcatore Squadra
16 Unione Sovietica Sergej Rodionov Spartak Mosca
13 Unione Sovietica Heorhij Kandrac'eŭ Čornomorec’
11 Unione Sovietica Igor' Dobrovol'skij Dinamo Mosca
11 Unione Sovietica Vladimir Grečnëv Torpedo Mosca
11 Unione Sovietica Igor' Kolyvanov Dinamo Mosca
11 Unione Sovietica Jurij Savičev Torpedo Mosca
11 Unione Sovietica Valerij Šmarov Spartak Mosca
10 Unione Sovietica Nikolaj Kudrickij Dnepr

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

[24]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Partite[modifica | modifica wikitesto]

Spartak Mosca - CSKA Pamir 6-2 (4 giugno 1989)[25]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ USSR, 1989 - Top league su wildstat.com
  2. ^ USSR, 1989 - Top league - Day 1 su wildstat.com
  3. ^ USSR, 1989 - Top league - Day 6 su wildstat.com
  4. ^ USSR, 1989 - Top league - Day 7 su wildstat.com
  5. ^ USSR, 1989 - Top league - Day 11 e Day 12 su wildstat.com
  6. ^ USSR, 1989 - Top league - Day 12 su wildstat.com
  7. ^ USSR, 1989 - Top league - Day 13 su wildstat.com
  8. ^ USSR, 1989 - Top league - Day 13 e Day 15 su wildstat.com
  9. ^ USSR, 1989 - Top league - Day 16 e Day 18 su wildstat.com
  10. ^ USSR, 1989 - Top league - Day 19 su wildstat.com
  11. ^ a b USSR, 1989 - Top league - Day 22 su wildstat.com
  12. ^ USSR, 1989 - Top league - Day 24 e Day 27 su wildstat.com
  13. ^ USSR, 1989 - Top league - Day 28 su wildstat.com
  14. ^ a b USSR, 1989 - Top league - Day 28 su wildstat.com
  15. ^ 53-й чемпионат СССР, 1990г. - Высшая лига
  16. ^ USSR Premier League 1990[collegamento interrotto] su klisf.info
  17. ^ «Арарат» (Ереван) - 1989[collegamento interrotto]
  18. ^ «Ротор» (Волгоград) - 1989[collegamento interrotto]
  19. ^ «Шахтёр» (Донецк) - 1989[collegamento interrotto]
  20. ^ «Зенит» (Ленинград) - 1989[collegamento interrotto]
  21. ^ Squalificato dalla Coppa UEFA 1990-1991 in seguito all'abbandono del campionato (avvenuto definitivamente dopo la seconda giornata della stagione successiva) da parte della squadra.
  22. ^ Spartak (Moscow) - 1989[collegamento interrotto]
  23. ^ Season 1989 - Best scorers Vysshaja Liga su rsssf.com
  24. ^ a b 52-й чемпионат СССР, 1989г. Высшая лига su wildstat.com
  25. ^ USSR, 1989 Top league su wildstat.com

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio