Druga Liga 1990-1991

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Druga Liga 1990-1991
Competizione 2. Savezna liga
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 45ª
Organizzatore SFJ
Luogo Jugoslavia Jugoslavia
Partecipanti 19
Formula girone all'italiana
Risultati
Vincitore NK Zagabria
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1989-90 1991-92 Right arrow.svg

La Druga Liga 1990-1991 fu la 45ª edizione della seconda divisione del campionato jugoslavo di calcio, la terza consecutiva a girone unico.

Vengono promosse in Prva Liga le prime due classificate. Le ultime 4 retrocedono in 3. Savezna liga.

Questo campionato è a 19 squadre perché dalla Prva Liga 1989-1990 è retrocessa solo una anziché due.

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Slovenia Croazia Bosnia Erzegovina Voivodina Serbia Centrale Kosovo Montenegro Macedonia
Retrocesse dalla Prva Liga 1989-1990
Promosse dalla Treća Liga 1989-1990
Hanno mantenuto la categoria (Druga Liga 1989-1990)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Classifica sul campo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V Nv Np P GF GS DR
1. NK Zagabria 42 36 20 2 3 11 58 28 +30
2. Vardar 42 36 19 4 3 10 58 38 +20
3. OFK Belgrado 38 36 16 6 3 11 50 33 +17
4. Sutjeska Nikšić 38 36 17 4 1 14 43 29 +14
5. OFK Kikinda 37 36 17 3 3 13 42 38 +4
6. Pelister 35 36 17 1 3 5 54 45 +9
7. Napredak Kruševac 34 36 15 4 5 12 50 39 +11
8. Prishtina 33 36 16 1 2 17 48 44 +4
9. Radnički Belgrado 33 36 15 3 1 17 48 48 0
10. Dinamo Vinkovci 33 36 16 1 4 15 50 53 -3
11. Mogren 33 36 16 1 5 14 37 42 -5
12. Sebenico 32 36 14 4 2 16 44 45 -1
13. Bor 32 36 14 4 2 15 32 38 -6
14. Mačva Šabac 32 36 13 6 4 13 27 40 -13
15. Sloboda Užice[1] 31 36 13 5 3 15 38 36 +2
16. GOŠK Jug Dubrovnik 31 36 14 3 3 16 31 41 -10
17. Iskra Bugojno 29 36 13 3 2 18 31 49 -18
18. Leotar 27 36 13 1 3 19 44 65 -21
19. Borac Čačak 14 36 6 2 5 23 29 63 -34

Legenda:
      Promossa in Prva Liga 1991-1992
      Retrocessa nella Treća Liga 1991-1992

Note:
2 punti a vittoria al 90º, 1 per la vittoria ai rigori, 0 per la sconfitta ai rigori, 0 a sconfitta al 90º.

Verdetti definitivi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Guerre jugoslave.

Il 25 giugno 1991 Slovenia e Croazia hanno dichiarato l'indipendenza dalla Jugoslavia, in seguito a ciò le squadre slovene e croate hanno abbandonato il sistema calcistico jugoslavo per aderire nei nuovi campionati nazionali.

Per reintegrare gli organici sono state promosse 4 squadre in Prva Liga e sono state annullate le retrocessioni.

Pos. Squadra Pt Verdetti
1. NK Zagabria 42 in 1. HNL 1992
2. Vardar 42 in Prva Liga 1991-1992
3. OFK Belgrado 38
4. Sutjeska Nikšić 38
5. OFK Kikinda 37 non ha ottenuto la licenza per la Prva Liga
6. Pelister 35 in Prva Liga 1991-1992
7. Napredak Kruševac 34
8. Prishtina 33
9. Radnički Belgrado 33
10. Dinamo Vinkovci 33 in 1. HNL 1992
11. Mogren 33
12. Sebenico 32 in 1. HNL 1992
13. Bor 32
14. Mačva Šabac 32
15. Sloboda Užice 31
16. GOŠK Jug Dubrovnik 31 in 1. HNL 1992
17. Iskra Bugojno 29
18. Leotar 27
19. Borac Čačak 14

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Reti Marcatore Squadra
26 Nikola Jurčević NK Zagreb
17 Davor Čop Cibalia Vinkovci
16 Sabahudin Bujak Leotar
14 Vasil Gunev Vardar
14 Slobodan Krčmarević OFK Belgrado
14 Saša Ḱiriḱ Pelister
13 Kojić Napredak
13 Dejan Gluščević Radnički Belgrado

In Coppa di Jugoslavia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Kup Maršala Tita 1990-1991.

La squadra di Druga Liga che ha fatto più strada è stato l'OFK Belgrado che ha raggiunto le semifinali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sloboda salvo grazie agli scontri diretti: Sloboda - GOŠK Jug 4-0 e 0-2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio