Prva Liga 1985-1986

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prva Liga 1985-1986
Prva Savezna Liga 1985-1986
Competizione Prva Liga
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 57ª
Organizzatore FSJ
Date dall'11 agosto 1985
al 29 giugno 1986
Luogo Jugoslavia Jugoslavia
Partecipanti 18
Formula Girone all'italiana A/R
Risultati
Vincitore Partizan
(10º titolo)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1984-1985 1986-1987 Right arrow.svg

La stagione 1985-1986 è stata la cinquantasettesima edizione della Prva Liga, massimo livello del campionato jugoslavo, e ha visto la vittoria finale (dopo varie vicissitudini) del Partizan.

Capocannoniere del torneo è stato Davor Čop (Dinamo Vinkovci) con 22 reti.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Jugoslavia
Dinamo Z.
Dinamo Z.
Hajduk
Hajduk
Stella RossaPartizanOFK
Stella Rossa
Partizan
OFK
SarajevoŽeljezničar
Sarajevo
Željezničar
Velež
Velež
Vojvodina
Vojvodina
Sloboda
Sloboda
Rijeka
Rijeka
Budućnost
Budućnost
Vardar
Vardar
Osijek
Osijek
Dinamo V.
Dinamo V.
Priština
Priština
Sutjeska
Sutjeska
Čelik
Čelik
Ubicazione delle squadre della Prva Liga 1985-86
Squadra Città Repubblica/Provincia Stagione 1984-85
Budućnost Titograd Montenegro 15º
Čelik Zenica Zenica Bosnia Erzegovina 1º nel Girone Ovest della Druga Liga
NK Dinamo Vinkovci Vinkovci Croazia 14º
Dinamo Zagabria Zagabria Croazia
Hajduk Spalato Croazia
O.F.K. Belgrado Serbia 1º nel Girone Est della Druga Liga
Osijek Osijek Croazia 12º
Partizan Belgrado Serbia
Priština Priština Kosovo 10º
Rijeka Fiume Croazia
Sarajevo Sarajevo Bosnia Erzegovina Campione
Sloboda Tuzla Bosnia Erzegovina 13º
Sutjeska Nikšić Montenegro
Stella Rossa Belgrado Serbia
Vardar Skopje Macedonia
Velež Mostar Bosnia Erzegovina 11º
Vojvodina Novi Sad Voivodina 16º
Željezničar Sarajevo Bosnia Erzegovina

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 1985-86 è stata segnata da scandali e polemiche riguardanti presunte partite truccate durante l'ultima giornata del campionato. Alla fine di essa, il Partizan è stato incoronato campione grazie alla migliore differenza-reti rispetto ai concittadini della Stella Rossa. Tuttavia, dopo una settimana di pressioni e di enormi proteste pubbliche, il 20 giugno 1986, Slavko Šajber (il presidente della federcalcio jugoslava) ha deciso di imporre queste misure straordinarie:

  • annullare i risultati delle partite della 34ª (l'ultima) giornata e farle ripetere.
  • una penalizzazione di 6 punti (da scontare nella stagione successiva) a ciascuna delle 12 squadre coinvolte nei sospetti di combine.

Tutte le squadre, eccetto il Partizan, hanno accettato di ri-disputare l'ultima giornata. Così facendo, il titolo è finito nelle mani della Stella Rossa che ha rappresenzato la Jugoslavia nella Coppa dei Campioni 1986-1987.

Ne è seguita una lunga serie di ricorsi e cause legali che hanno portato l'intero caso alla Corte Costituzionale jugoslava: questa ha emesso la sentenza alla Corte dei Comuni della RS Serbia il 29 luglio 1987, ovvero quando il campionato 1986-87 si era già concluso con la vittoria del Vardar, agevolato dal fatto che 10[1] squadre su 18 erano partite con la penalizzazione di 6 punti.

La sentenza del tribunale è stata che non c'erano prove di irregolarità durante la 34ª giornata della stagione 1985-86 e quindi il titolo è stato restituito al Partizan. Questo ha significato che non vi era nessun motivo per giustificare le penalizzazioni da 6 punti e quindi anche il titolo 1986-87 è stato assegnato al Partizan.

Tuttavia il Vardar ha potuto rappresentare la Jugoslavia nella Coppa dei Campioni 1987-1988.

Le partite incriminate[modifica | modifica wikitesto]

Queste sono state le partite della 34ª giornata, disputate tutte allo stesso orario sabato 14 giugno 1986[2]. Solo le partite Osijek–Sloboda e Priština–Vardar non sono finite nel mirino degli inquirenti: infatti queste squadre, insieme alle due neopromosse (oltre ad Haiduk e Dinamo Vinkovci), non hanno subito la penalizzazione di 6 punti nella stagione successiva.

In casa Risultato In trasferta Note
Partizan 4–0 Željezničar Per diventare campione, il Partizan doveva battere lo Željezničar con almeno lo stesso margine della Stella Rossa impegnata a Sarajevo. Dato che entrambe le partite erano programmate per iniziare nello stesso momento, il Partizan ha improvvisato una cerimonia pre-partita per il loro famoso attaccante Momčilo Vukotić, ritiratosi l'anno precedente, ciò ha permesso di iniziare la partita con 10 minuti di ritardo rispetto a Sarajevo-Stella Rossa.
Sarajevo 0–4 Stella rossa Per diventare campione, la Stella Rossa doveva ottenere contro il Sarajevo una vittoria più corposa rispetto a quella del Partizan impegnato contro lo Željezničar. Ambedue le partite sono terminate con lo stesso risultato.
Vojvodina 1–7 Dinamo Zagabria La Vojvodina era matematicamente retrocessa mentre la Dinamo necessitava di una vittoria, possibilmente con largo margine, per poter qualificarsi per la Coppa UEFA.
Hajduk 5–3 Dinamo Vinkovci L'Hajduk necessitava di una vittoria per qualificarsi per la Coppa UEFA, mentre Davor Čop della Dinamo era in corsa per il titolo di capocannoniere. L'Hajduk ha vinto e Čop ha segnato una tripletta.
Sutjeska 5–5 Budućnost Budućnost e Sutjeska avevano entrambe bisogno di punti per evitare la retrocessione. È finita in parità.
Čelik 1–1 Rijeka Il Rijeka aveva bisogno di punti per qualificarsi per la Coppa UEFA, il Čelik per evitare la retrocessione. È finita in parità.
Osijek 2–1 Sloboda
Velež 2–3 O.F.K. Il Velež era già qualificato per la Coppa delle Coppe avendo vinto la coppa nazionale, l'OFK aveva bisogno di una vittoria per evitare la retrocessione. Alla fine gli ospiti hanno vinto su un terreno dove anche le migliori squadre avevano dovuto lasciare punti.
Priština 0–0 Vardar

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche parziali[modifica | modifica wikitesto]

A seguito della sentenza del 20 giugno 1986, i risultati del 14 giugno 1986 vengono annullati e viene predisposta la ripetizione delle partite per il 29 giugno 1986. Quella derivata è stata la classifica che ha determinato le partecipazioni per le Coppe Europee per la stagione successiva: il campione Stella Rossa in Coppa dei Campioni, la vincitrice della coppa nazionale Velež in Coppa delle Coppe, le altre 3 migliori piazzate (Partizan, Hajduk e Rijeka) in Coppa UEFA.

Dopo la penultima giornata
Pos Squadra Pti GF GS DR
1. Partizan 47 61 29 +32
2. Stella Rossa 47 69 38 +31
3. Velež Mostar 37 62 47 +15
4. Rijeka 36 41 30 +11
5. Hajduk Spalato 35 50 41 +9
6. Željezničar 35 58 59 -1
7. Dinamo Zagabria 34 46 42 +4
8. Vardar 33 52 59 -7
9. Osijek 31 37 41 -4
10. Sutjeska Nikšić 31 50 56 -6
11. Prishtina 31 37 47 -10
12. Sloboda Tuzla 31 46 57 -11
13. Dinamo Vinkovci 30 48 49 -1
14. Sarajevo 30 41 42 -1
15. Budućnost 29 42 47 -5
16. Čelik Zenica 29 38 48 -10
17. OFK Belgrado 28 45 61 -16
18. Vojvodina 20 32 62 -30
Dopo le gare del 14.06.1986
Pos Squadra Pti GF GS DR
1. Partizan 49 65 29 +36
2. Stella Rossa 49 73 38 +35
3. Velež Mostar 37 64 50 +14
4. Hajduk Spalato 37 55 44 +11
5. Rijeka 37 42 31 +11
6. Dinamo Zagabria 36 53 43 +10
7. Željezničar 35 58 63 -5
8. Vardar 34 52 59 -7
9. Osijek 33 39 42 -3
10. Sutjeska Nikšić 32 55 61 -6
11. Prishtina 32 37 47 -10
12. Sloboda Tuzla 31 47 59 -12
13. Dinamo Vinkovci 30 51 54 -3
14. Budućnost 30 47 52 -5
15. Sarajevo 30 41 46 -5
16. Čelik Zenica 30 39 49 -10
17. OFK Belgrado 30 48 63 -15
18. Vojvodina 20 33 69 -36
Dopo le gare del 29.06.1986
Pos Squadra Pti GF GS DR
1. Stella Rossa 47 70 40 +30
2. Partizan 47 61 32 +29
3. Velež Mostar 39 67 48 +19
4. Hajduk Spalato 37 56 42 +14
5. Rijeka 37 42 31 +11
6. Željezničar 37 61 59 +2
7. Dinamo Zagabria 34 46 43 +3
8. Vardar 34 54 61 -7
9. Sarajevo 32 43 43 0
10. Osijek 32 37 41 -4
11. Sutjeska Nikšić 32 51 57 -6
12. Prishtina 32 39 49 -10
13. Sloboda Tuzla 32 46 57 -11
14. Budućnost 30 43 48 -5
15. Dinamo Vinkovci 30 49 55 -6
16. Čelik Zenica 30 39 49 -10
17. OFK Belgrado 28 46 66 -20
18. Vojvodina 22 33 62 -29

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

A seguito della sentenza del 29 luglio 1987 (quindi 1 anno ed 1 mese dopo il termine del campionato in esame), vengono ripristinati i risultati del 14 giugno 1986 e quindi la Stella Rossa deve cedere il titolo di campione al Partizan. Gli altri verdetti sono rimasti invariati.

Prva Liga 1985-1986 Pt G V N P GF GS DR
Coppauefa.png 1. Partizan[3] 49 34 21 7 6 65 29 +36
Coppacampioni.png 2. Stella Rossa 49 34 21 7 6 73 38 +35
Coppacoppe.png 3. Velež Mostar 37 34 13 11 10 64 50 +14
Coppauefa.png 4. Hajduk Spalato 37 34 15 7 12 55 44 +11
Coppauefa.png 5. Rijeka 37 34 12 13 9 42 31 +11
6. Dinamo Zagabria 36 34 11 14 9 53 43 +10
7. Željezničar 35 34 15 5 14 58 63 -5
8. Vardar 34 34 14 6 14 52 59 -7
9. Osijek 33 34 12 9 13 39 42 -3
10. Sutjeska Nikšić 32 34 14 4 16 55 61 -6
11. Prishtina 32 34 13 6 15 37 47 -10
12. Sloboda Tuzla 31 34 11 9 14 47 59 -12
13. Dinamo Vinkovci 30 34 11 8 15 51 54 -3
14. Budućnost 30 34 13 4 17 47 52 -5
15. Sarajevo 30 34 11 8 15 41 46 -5
16. Čelik Zenica 30 34 11 8 15 39 49 -10
1downarrow red.svg 17. OFK Belgrado 30 34 12 6 16 48 63 -15
1downarrow red.svg 18. Vojvodina 20 34 6 8 20 33 69 -36

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Fudbalski klub Partizan 1985-1986.

Riserve

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
22 Jugoslavia Davor Čop Dinamo Vinkovci
20 Jugoslavia Miloš Bursać Sutjeska Nikšić
18 Jugoslavia Zlatko Vujović Hajduk Spalato
17 Jugoslavia Zvonko Varga Partizan
15 Jugoslavia Predrag Jurić Velež Mostar
15 Jugoslavia Marinko Stojaković OFK Belgrado
14 Jugoslavia Radmilo Mihajlović Željezničar
13 Jugoslavia Milko Đurovski Stella Rossa
13 Jugoslavia Haris Škoro Željezničar
13 Jugoslavia Muhidin Teskeredžić Sarajevo
13 Jugoslavia Miroslav Ćurčić Vojvodina

Affluenza[modifica | modifica wikitesto]

Club Media in casa Media in trasferta
Stella Rossa 19,882 16,471
Priština 15,000 7,353
Partizan 13,765 16,059
Čelik Zenica 12,412 4,706
Dinamo Zagabria 12,353 12,647
Vardar 9,941 5,000
Velež 9,529 6,471
Hajduk Spalato 8,882 15,647
Vojvodina 7,294 6,059
Budućnost 6,059 6,412
Željezničar 5,941 11,882
Rijeka 5,588 6,412
OFK Belgrado 5,529 6,118
Sarajevo 5,471 7,706
Dinamo Vinkovci 4,176 6,176
Osijek 4,000 5,706
Sutjeska Nikšić 3,882 5,647
Sloboda Tuzla 3,412 6,647
  • Media del campionato: 8,507 spettatori a partita

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) 1ª giornata Ritorno (18ª)
11 ago.
1985
0-0 Sutjeska - Hajduk 1-3 2 mar.
1986
1-0 Pristina - Buducnost 0-0
3-0 Sarajevo - Vardar 1-2
2-0 Osijek - OFK 0-3
3-0 Partizan - Sloboda 0-3
1-4 Vojvodina - Zeljeznicar 1-2
0-1 Celik - Dinamo Z 0-1
2-1 Dinamo V - Rijeka 0-2
9 nov. 0-2 Velez - Stella Rossa 2-2
Andata (2ª) 2ª giornata Ritorno (19ª)
18 ago.
1985
1-0 Sutjeska - Pristina 1-3 9 mar.
1986
0-2 Dinamo Z - Dinamo V 1-0
1-1 Zeljeznicar - Celik 0-1
3-1 Sloboda - Vojvodina 1-2
0-0 OFK - Partizan 0-2
1-0 Stella Rossa - Osijek 0-0
1-5 Vardar - Velez 0-4
2-1 Buducnost - Sarajevo 1-2
1-0 Hajduk - Rijeka 0-3


Andata (3ª) 3ª giornata Ritorno (20ª)
21 ago.
1985
1-0 Pristina - Hajduk 2-2 16 mar.
1986
3-1 Sarajevo - Sutjeska 0-1
2-0 Velez - Buducnost 2-3
3-0 Osijek - Vardar 0-1
1-1 Partizan - Stella Rossa 1-2
3-4 Vojvodina - OFK 1-2
4-1 Celik - Sloboda 2-2
1-1 Dinamo V - Zeljeznicar 1-2
0-0 Rijeka - Dinamo Z 0-0
Andata (4ª) 4ª giornata Ritorno (21ª)
25 ago.
1985
5-1 Sutjeska - Velez 0-1 23 mar.
1986
2-1 Pristina - Sarajevo 1-3
3-1 Zeljeznicar - Rijeka 0-0
2-1 Sloboda - Dinamo V 1-1
1-0 OFK - Celik 0-3
3-1 Stella Rossa - Vojvodina 1-4
2-2 Vardar - Partizan 1-2
4-0 Buducnost - Osijek 1-4
1-0 Hajduk - Dinamo Z 1-1


Andata (5ª) 5ª giornata Ritorno (22ª)
1º set.
1985
2-0 Sarajevo - Hajduk 2-6 30 mar.
1986
3-0 Velez - Pristina 2-3
2-1 Osijek - Sutjeska 1-2
2-1 Partizan - Buducnost 0-1
2-1 Vojvodina - Vardar 0-2
0-0 Celik - Stella Rossa 1-4
2-1 Dinamo V - OFK 0-0
3-0 Rijeka - Sloboda 2-2
3-2 Dinamo Z - Zeljeznicar 0-2
Andata (6ª) 6ª giornata Ritorno (23ª)
4 set.
1985
1-0 Pristina - Osijek 0-1 6 apr.
1986
0-0 Sarajevo - Velez 1-1
0-5 Sloboda - Dinamo Z 0-0
1-3 OFK - Rijeka 0-2
0-1 Stella Rossa - Dinamo V 1-2
3-0 Vardar - Celik 1-0
2-0 Buducnost - Vojvodina 0-1
5-0 Hajduk - Zeljeznicar 0-2
9 nov. 1-4 Sutjeska - Partizan 1-4


Andata (7ª) 7ª giornata Ritorno (24ª)
8 set.
1985
2-2 Velez - Hajduk 1-2 13 apr.
1986
1-0 Osijek - Sarajevo 2-2
1-0 Partizan - Pristina 0-1
0-1 Vojvodina - Sutjeska 0-1
3-1 Celik - Buducnost 1-3
2-0 Dinamo V - Vardar 0-4
1-1 Rijeka - Stella Rossa 1-1
2-0 Dinamo Z - OFK 1-1
1-2 Zeljeznicar - Sloboda 2-3
Andata (8ª) 8ª giornata Ritorno (25ª)
15 set.
1985
1-0 Sutjeska - Celik 1-2 20 apr.
1986
2-0 Pristina - Vojvodina 2-3
1-1 Sarajevo - Partizan 0-2
1-0 Velez - Osijek 1-1
1-1 OFK - Zeljeznicar 1-4
2-0 Stella Rossa - Dinamo Z 1-3
4-0 Vardar - Rijeka 0-2
2-0 Buducnost - Dinamo V 2-1
3-0 Hajduk - Sloboda 0-0


Andata (9ª) 9ª giornata Ritorno (26ª)
6 ott.
1985
2-0 Osijek - Hajduk 1-1 27 apr.
1986
2-0 Partizan - Velez 0-0
1-0 Vojvodina - Sarajevo 0-0
2-0 Celik - Pristina 0-1
3-1 Dinamo V - Sutjeska 0-2
1-0 Rijeka - Buducnost 1-2
2-2 Dinamo Z - Vardar 1-1
2-5 Zeljeznicar - Stella Rossa 1-4
5-0 Sloboda - OFK 0-5
Andata (10ª) 10ª giornata Ritorno (27ª)
9 ott.
1985
1-0 Sutjeska - Rijeka 1-3 4 mag.
1986
3-2 Pristina - Dinamo V 0-5
5-0 Sarajevo - Celik 0-2
1-0 Velez - Vojvodina 1-1
0-1 Osijek - Partizan 0-2
2-1 Stella Rossa - Sloboda 2-1
4-2 Vardar - Zeljeznicar 2-3
1-3 Buducnost - Dinamo Z 0-1
3-1 Hajduk - OFK 1-3


Andata (11ª) 11ª giornata Ritorno (28ª)
13 ott.
1985
2-1 Partizan - Hajduk 1-2 11 mag.
1986
1-1 Vojvodina - Osijek 0-4
1-0 Celik - Velez 1-4
1-1 Dinamo V - Sarajevo 0-1
0-1 Rijeka - Pristina 1-2
1-1 Dinamo Z - Sutjeska 1-2
2-1 Zeljeznicar - Buducnost 1-0
2-2 Sloboda - Vardar 2-2
3-1 OFK - Stella Rossa 1-2
Andata (12ª) 12ª giornata Ritorno (29ª)
20 ott.
1985
4-1 Sutjeska - Zeljeznicar 1-3 18 mag.
1986
0-0 Pristina - Dinamo Z 3-4
2-1 Sarajevo - Rijeka 0-2
4-1 Velez - Dinamo V 0-3
2-1 Osijek - Celik 0-0
3-1 Partizan - Vojvodina 4-0
2-1 Vardar - OFK 3-1
3-1 Buducnost - Sloboda 1-1
0-1 Hajduk - Stella Rossa 0-4


Andata (13ª) 13ª giornata Ritorno (30ª)
27 ott.
1985
1-3 Vojvodina - Hajduk 0-2 25 mag.
1986
0-2 Celik - Partizan 1-4
4-0 Dinamo V - Osijek 2-3
3-3 Rijeka - Velez 1-1
1-1 Dinamo Z - Sarajevo 0-0
3-1 Zeljeznicar - Pristina 1-0
3-1 Sloboda - Sutjeska 2-3
4-3 OFK - Buducnost 0-2
4-0 Stella Rossa - Vardar 2-1
Andata (14ª) 14ª giornata Ritorno (31ª)
3 nov.
1985
4-0 Sutjeska - OFK 2-4 28 mag.
1986
1-1 Pristina - Sloboda 1-2
2-1 Sarajevo - Zeljeznicar 0-3
3-1 Velez - Dinamo Z 4-4
0-0 Osijek - Rijeka 0-1
2-2 Partizan - Dinamo V 4-1
1-1 Vojvodina - Celik 2-4
0-4 Buducnost - Stella Rossa 1-3
4-1 Hajduk - Vardar 2-3


Andata (15ª) 15ª giornata Ritorno (32ª)
24 nov.
1985
1-0 Celik - Hajduk 0-2 1º giu.
1986
1-1 Dinamo V - Vojvodina 1-1
1-0 Rijeka - Partizan 1-1
1-1 Dinamo Z - Osijek 2-3
1-2 Zeljeznicar - Velez 2-6
1-0 Sloboda - Sarajevo 0-1
2-1 OFK - Pristina 1-1
4-2 Stella Rossa - Sutjeska 2-2
2-1 Vardar - Buducnost 0-2
Andata (16ª) 16ª giornata Ritorno (33ª)
1º dic.
1985
2-0 Sutjeska - Vardar 1-3 8 giu.
1986
2-1 Pristina - Stella Rossa 0-2
3-0 Sarajevo - OFK 0-2
2-0 Velez - Sloboda 1-2
3-3 Osijek - Zeljeznicar 0-2
3-2 Partizan - Dinamo Z 3-2
0-0 Vojvodina - Rijeka 0-3
3-1 Celik - Dinamo V 2-2
2-0 Hajduk - Buducnost 0-0


Andata (17ª) 17ª giornata Ritorno (34ª)
8 dic.
1985
3-1 Dinamo V - Hajduk 3-5 14 giu.
1986
1-1 Rijeka - Celik 1-1
2-2 Dinamo Z - Vojvodina 7-1
0-2 Zeljeznicar - Partizan 0-4
2-0 Sloboda - Osijek 1-2
2-2 OFK - Velez 3-2
4-3 Stella Rossa - Sarajevo 4-0
2-1 Vardar - Pristina 0-0
2-1 Buducnost - Sutjeska 5-5
A seguito della sentenza del 20 giugno 1986, i risultati del 14 giugno 1986 sono stati annullati e viene ordinata la ripetizione delle partite.
Ripetizione 34ª giornata
29 giu.
1986
Sutjeska - Buducnost 1-1
Pristina - Vardar 2-2
Sarajevo - Stella Rossa 2-1
Velez - OFK 5-1
Osijek - Sloboda 0-0
Partizan - Zeljeznicar 0-3[4]
Vojvodina - Dinamo Z 1-0
Celik - Rijeka 1-1
Hajduk - Dinamo V 6-1
A seguito della sentenza del 29 luglio 1987, i risultati del 29 giugno 1986 sono stati annullati e vengono ripristinati quelli del 14 giugno 1986.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 2 delle squadre coinvolte nell'inchiesta (OFK Belgrado e Vojvodina) erano retrocesse.
  2. ^ "Namještanje utakmica je stari zanat" : Concordare le partite è un vecchio mestiere
  3. ^ a b c In seguito ad uno scandalo su dei presunti accomodamenti dei risultati di alcune gare, fu irrogata una penalizzazione di sei punti alle squadre coinvolte negli incontri incriminati. Il Partizan Belgrado non accettò tale provvedimento e fu costretto a rigiocare il proprio match, perdendolo: in tal modo la Stella Rossa ottenne il titolo e la qualificazione in Coppa dei Campioni 1986-1987. Al termine della stagione successiva il Partizan ottenne l'annullamento, da parte della Corte Suprema di Belgrado, di tutte le penalizzazioni riuscendo a mettere le mani su entrambi i titoli persi.
  4. ^ A tavolino, il Partizan non si è presentato.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio