Prva Liga 1975-1976

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prva Liga 1975-1976
Competizione Prva Liga
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 47ª
Organizzatore FSJ
Date dal 17 agosto 1975
all'11 luglio 1976
Luogo Jugoslavia Jugoslavia
Partecipanti 18
Risultati
Vincitore Partizan
(7º titolo)
Retrocessioni Vardar
Radnički Kragujevac
Statistiche
Miglior marcatore Jugoslavia Nenad Bjeković (24)
Incontri disputati 272
Gol segnati 705 (2,59 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1974-1975 1976-1977 Right arrow.svg

La stagione 1975-1976 è stata la quarantasettesima edizione della Prva Liga, massimo livello del campionato jugoslavo.

In giugno il torneo fu sospeso per 2 settimane per la partecipazione della nazionale jugoslava nella fase finale del campionato europeo disputata proprio in Jugoslavia.

Capocannoniere del torneo fu Nenad Bjeković (Partizan), con 22 reti.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Profili[modifica | modifica wikitesto]

Club partecipanti Città Stadio Stagione 1974-1975
Borac Banja Luka dettagli Banja Luka Gradski Stadion 1° in Druga Liga (Ovest), promosso
Budućnost dettagli Titograd Stadion Pod Goricom 1° in Druga Liga (Est), promosso
Čelik Zenica dettagli Zenica Bilino Polje 11° in Prva Liga
Dinamo Zagabria dettagli Zagabria Stadion Maksimir 5° in Prva Liga
Hajduk Spalato dettagli Spalato Stadion Stari plac Campione della RSF Jugoslava
OFK Belgrado dettagli Belgrado Omladinski Stadion 8° in Prva Liga
Olimpia Lubiana dettagli Lubiana Stadion Bežigrad 12° in Prva Liga
Partizan dettagli Belgrado Stadion JNA 6° in Prva Liga
Radnički Kragujevac dettagli Kragujevac Stadion Čika Dača 15° in Prva Liga
Radnički Niš dettagli Niš Stadion Čair 10° in Prva Liga
Rijeka dettagli Fiume Stadion Kantrida 14° in Prva Liga
Sarajevo dettagli Sarajevo Stadion Koševo 13° in Prva Liga
Sloboda Tuzla dettagli Tuzla Stadion Tušan 7° in Prva Liga
Stella Rossa dettagli Belgrado Stadion Crvena Zvezda 3° in Prva Liga
Vardar dettagli Skopje Gradski Stadion 16° in Prva Liga
Velež Mostar dettagli Mostar Stadion Bijeli Brijeg 4° in Prva Liga
Vojvodina dettagli Novi Sad Stadion Vojvodine 2° in Prva Liga
Željezničar dettagli Sarajevo Stadion Grbavica 9° in Prva Liga
Mappa di localizzazione: Jugoslavia
Dinamo
Dinamo
Hajduk
Hajduk
Stella Rossa Partizan OFK
Stella Rossa
Partizan
OFK
Sarajevo Željezničar
Sarajevo
Željezničar
Velež
Velež
Vojvodina
Vojvodina
Olimpia
Olimpia
Radnički N.
Radnički N.
Čelik
Čelik
Sloboda
Sloboda
Vardar
Vardar
Rijeka
Rijeka
Radnički KG
Radnički KG
Borac
Borac
Budućnost
Budućnost
Ubicazione delle squadre della Prva Liga 1975-76

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Fudbalski klub Partizan 1975-1976.

giocatori (presenze/reti):
Momčilo Vukotić (33/7)
Rešad Kunovac (33/0)
Borislav Đurović (32/1)
Radmilo Ivančević (32/0)
Nenad Bjeković (31/24)
Ilija Zavišić (31/6)
Refik Kozić (30/0)
Ivan Golac (26/0)
Aranđel Todorović (25/2)
Boško Đorđević (23/5)
Predrag Tomić (23/1)
Vukan Perović (19/7)
Vladimir Pejović (19/0)
Dragan Arsenović (16/1)
Svemir Đorđić (14/1)
Nenad Stojković (14/0)
Pavle Grubješić (12/3)
Aleksandar Trifunović (8/0)
Radomir Antić (7/1)
Blagoj Istatov (3/0)
Sima Nikolić (3/0)
Xhevat Prekazi (3/0)
Nenad Cvetković (1/0)

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Polemiche[modifica | modifica wikitesto]

Vi sono state vivaci polemiche riguardo l'ultima giornata: il Partizan giocava a Lubiana contro l'Olimpia mentre l'Hajduk era di scena a Belgrado contro l'OFK; Partizan e Hajduk erano a pari punti, la differenza-reti era a favore degli spalatini. Le partite dovevano essere disputate in contemporanea, ma in realtà quella di Lubiana è iniziata 7/8 minuti in ritardo[1].

La partita OFK-Hajduk era finita 1-1 ed ovviamente Olimpia-Partizan era ancora in svolgimento ed ancora sullo 0-0 che avrebbe garantito agli spalatini di vincere il titolo. Al 93º minuto[2] il Partizan ha segnato la rete decisiva[3] che gli ha permesso di vincere il campionato. Grande festa dei capitolini e "scornamento" per l'Hajduk che per 13 minuti è stato campione.

Profetiche sono risultate le parole di Tomislav Ivić, allenatore spalatino, dopo la vittoria per 6-1[4] dell'Hajduk in casa del Partizan il 09.05.1976 (quando i bianco-neri sembravano lanciati verso il titolo): "Bit ćemo prvaci samo ako nam dozvole" ( = saremo campioni se ce lo permetteranno).

L'OFK è stato in "ritiro" per 10 giorni al parco Košutnjak di Belgrado, nessuno poteva avvicinarsi ai giocatori per non distrarli dall'impegno dell'ultima partita[1]. Non avevano interessi in classifica, c'era da chiedersi se avrebbero avuto lo stesso impegno se invece dell'Hajduk avessero giocato contro i concittadini del Partizan[1]. Facile vedere una macchinazione pro Belgrado[1].

Il colpevole, agli occhi di Spalato, è stato l'arbitro Dušan Maksimović di Novi Sad che ha permesso l'inizio della gara in ritardo, ha espulso Goran Jurišić (giocatore dell'Olimpia noto per la sua correttezza[1]) ed ha concesso un forte recupero dopo il 90º in tempi in cui non vi era quest'usanza (sarebbe venuta solo 20 anni più tardi insieme al tabellone luminoso[1]). Negli anni 2000 il giocatore del Partizan Nenad Stojković ha ammesso che si era rivolto all'arbitro dicendogli "Makso, još samo ovaj aut..." (= Maksimovic, ancora questa che poi segnamo...), dopodiché ha ricevuto la palla per passarla a Nenad Bjeković che ha segnato la rete decisiva[1].

Maksimović per molti anni è stato per anni persona non grata[1] a Spalato. La rabbia ha spinto l'Hajduk a protestare fino al Centralni komitet Savez komunista (Comitato centrale federale comunista jugoslavo), anche se poi tutto è stato insabbiato[1].

Questa l'elenco dei "campioni morali" dell'Hajduk: Ivan Katalinić, Luka Peruzović, Šime Luketin, Željko Mijač, Vilson Džoni, Vedran Rožić, Jurica Jerković, Boriša Đorđević, Slaviša Žungul, Ivan Buljan, Ivica Šurjak, Dražen Mužinić, Mario Boljat, Vančo Balevski, allenatore Tomislav Ivić.

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Partizan 50 34 22 6 6 60 30 +30
2. Hajduk Spalato 49 34 19 11 4 57 22 +35
3. Dinamo Zagabria 44 34 17 10 7 38 23 +15
4. Stella Rossa 40 34 16 8 10 53 31 +22
5. Vojvodina 34 34 11 12 11 41 42 -1
6. Sloboda Tuzla 33 34 11 11 12 46 42 +4
7. Sarajevo 33 34 12 9 13 45 51 -6
8. OFK Belgrado 33 34 13 7 14 40 48 -8
9. Velež Mostar 32 34 10 12 12 39 37 +2
10. Borac Banja Luka 32 34 9 14 11 34 40 -6
11. Rijeka 31 34 9 13 12 35 37 -2
12. Željezničar 31 34 11 9 14 40 47 -7
13. Čelik Zenica 30 34 10 10 14 29 35 -6
14. Olimpia Lubiana 30 34 10 10 14 37 44 -7
15. Budućnost 30 34 11 8 15 25 42 -17
16. Radnički Niš 29 34 7 15 12 30 41 -11
1downarrow red.svg 17. Vardar 28 34 8 12 14 27 36 -9
1downarrow red.svg 18. Radnički Kragujevac 23 34 8 7 19 29 57 -28

Legenda:

         Campione della RSF Jugoslava 1975-1976 e qualificata in Coppa dei Campioni 1976-1977
         Vincitrice della coppa nazionale e qualificata in Coppa delle Coppe 1976-1977
         Qualificate in Coppa UEFA 1976-1977
         Retrocesse in Druga Liga 1976-1977

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
24 Jugoslavia Nenad Bjeković Partizan
19 Jugoslavia Dragutin Vabec Dinamo Zagabria
17 Jugoslavia Vahid Halilhodžić Velež Mostar
14 Jugoslavia Slaviša Žungul Hajduk Spalato
13 Jugoslavia Jovan Geca Sloboda Tuzla
11 Jugoslavia Zoran Filipović Hajduk Spalato

Affluenza[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Media spettatori in casa Media spettatori in trasferta
Stella Rossa 27,176 23,882
Partizan 22,647 24,412
Dinamo 18,176 13,912
Hajduk 17,941 23,647
Budućnost 12,529 8,176
Vardar 12,235 7,265
Borac 10,147 9,412
Rijeka 9,176 7,794
Čelik Zenica 9,176 7,382
Sarajevo 9,147 9,412
Željezničar 9,000 10,647
Radnički Niš 8,941 8,941
Vojvodina 8,529 11,294
Radnički Kragujevac 8,029 7,912
Olimpija 7,265 8,765
Velež 7,235 11,324
OFK Belgrado 6,382 8,441
Sloboda Tuzla 6,324 7,441
  • Media spettatori in campionato: 11,670 spettatori

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) 1ª giornata Ritorno (18ª)
17 ago.
1975
3-1 Sarajevo - Vardar 2-2 7 mar.
1976
3-2 OFK - Sloboda 0-1
0-0 Vojvodina - Hajduk 0-0
0-0 Velez - Celik 1-1
1-0 Buducnost - Radnicki KG 1-1
0-0 Olimpija - Borac 0-0
2-1 Dinamo - Partizan 0-3
0-1 Rijeka - Stella Rossa 1-2
0-1 Radnicki N - Zeljeznicar 1-0
Andata (2ª) 2ª giornata Ritorno (19ª)
24 ago.
1975
6-0 Sarajevo - OFK 0-3 14 mar.
1976
3-0 Stella Rossa - Radnicki N 0-0
2-0 Partizan - Rijeka 0-0
1-0 Borac - Dinamo 0-1
1-3 Radnicki KG - Olimpija 0-0
2-0 Celik - Buducnost 0-0
0-0 Hajduk - Velez 2-2
2-0 Sloboda - Vojvodina 1-1
1-0 Vardar - Zeljeznicar 0-2


Andata (3ª) 3ª giornata Ritorno (20ª)
27 ago.
1975
1-0 OFK - Vardar 0-3 21 mar.
1976
1-0 Vojvodina - Sarajevo 0-3
4-2 Velez - Sloboda 0-1
1-2 Buducnost - Hajduk 0-2
1-0 Olimpija - Celik 0-2
2-0 Dinamo - Radnicki KG 1-0
0-0 Rijeka - Borac 1-1
0-2 Radnicki N - Partizan 0-2
1-4 Zeljeznicar - Stella Rossa 0-3
Andata (4ª) 4ª giornata Ritorno (21ª)
31 ago.
1975
0-0 Sarajevo - Velez 1-0 24 mar.
1976
3-1 OFK - Vojvodina 0-1
0-0 Partizan - Zeljeznicar 3-1
3-2 Borac - Radnicki N 0-0
3-1 Radnicki KG - Rijeka 1-1
2-0 Celik - Dinamo 1-3
2-1 Hajduk - Olimpija 2-4
2-0 Sloboda - Buducnost 0-1
0-1 Vardar - Stella Rossa 1-3


Andata (5ª) 5ª giornata Ritorno (22ª)
7 set.
1975
2-0 Vojvodina - Vardar 0-2 28 mar.
1976
1-2 Velez - OFK 3-1
2-0 Buducnost - Sarajevo 1-1
1-1 Olimpija - Sloboda 1-3
0-1 Dinamo - Hajduk 1-2
2-0 Rijeka - Celik 0-3
0-0 Radnicki N - Radnicki KG 1-2
1-1 Zeljeznicar - Borac 1-1
2-0 Stella Rossa - Partizan 4-1
Andata (6ª) 6ª giornata Ritorno (23ª)
14 set.
1975
2-1 Sarajevo - Olimpija 3-1 4 apr.
1976
2-0 OFK - Buducnost 1-2
2-0 Vojvodina - Velez 2-2
1-2 Borac - Stella Rossa 1-2
1-0 Radnicki KG - Zeljeznicar 0-3
1-1 Celik - Radnicki N 0-1
1-3 Hajduk - Rijeka 2-1
1-1 Sloboda - Dinamo 1-3
1-1 Vardar - Partizan 0-1


Andata (7ª) 7ª giornata Ritorno (24ª)
21 set.
1975
2-0 Velez - Vardar 0-1 11 apr.
1976
1-0 Buducnost - Vojvodina 0-2
2-1 Olimpija - OFK 1-1
2-0 Dinamo - Sarajevo 1-1
2-1 Rijeka - Sloboda 0-1
0-0 Radnicki N - Hajduk 0-1
1-0 Zeljeznicar - Celik 1-2
5-0 Stella Rossa - Radnicki KG 0-0
4-0 Partizan - Borac 1-0
Andata (8ª) 8ª giornata Ritorno (25ª)
28 set.
1975
1-0 Sarajevo - Rijeka 0-2 2 mag.
1976
0-2 OFK - Dinamo 0-0
2-1 Vojvodina - Olimpija 2-3
3-0 Velez - Buducnost 0-1
1-2 Radnicki KG - Partizan 0-3
2-0 Celik - Stella Rossa 1-0
5-1 Hajduk - Zeljeznicar 0-0
1-1 Sloboda - Radnicki N 2-2
2-2 Vardar - Borac 1-2


Andata (9ª) 9ª giornata Ritorno (26ª)
5 ott.
1975
2-0 Buducnost - Vardar 1-2 5 mag.
1976
1-2 Olimpija - Velez 0-1
1-1 Dinamo - Vojvodina 1-0
0-0 Rijeka - OFK 1-0
2-0 Radnicki N - Sarajevo 1-1
2-1 Zeljeznicar - Sloboda 2-2
0-1 Stella Rossa - Hajduk 0-1
1-1 Partizan - Celik 3-0
2-0 Borac - Radnicki KG 1-4
Andata (10ª) 10ª giornata Ritorno (27ª)
8 ott.
1975
2-2 Sarajevo - Zeljeznicar 2-0 9 mag.
1976
0-0 OFK - Radnicki N 1-4
1-1 Vojvodina - Rijeka 0-0
0-1 Velez - Dinamo 1-1
2-3 Buducnost - Olimpija 0-1
2-1 Celik - Borac 0-3
0-1 Hajduk - Partizan 6-1
0-0 Sloboda - Stella Rossa 3-1
1-2 Vardar - Radnicki KG 1-1


Andata (11ª) 11ª giornata Ritorno (28ª)
19 ott.
1975
3-1 Olimpija - Vardar 0-3 30 mag.
1976
1-0 Dinamo - Buducnost 1-1
0-0 Rijeka - Velez 1-0
1-0 Radnicki N - Vojvodina 0-4
2-1 Zeljeznicar - OFK 0-1
5-1 Stella Rossa - Sarajevo 1-2
2-1 Partizan - Sloboda 0-2
0-2 Borac - Hajduk 0-3
1-0 Radnicki KG - Celik 0-2
Andata (12ª) 12ª giornata Ritorno (29ª)
26 ott.
1975
3-5 Sarajevo - Partizan 0-2 3 giu.
1976
2-2 OFK - Stella Rossa 1-0
2-0 Vojvodina - Zeljeznicar 2-4
1-1 Velez - Radnicki N 3-4
2-0 Buducnost - Rijeka 0-5
0-0 Olimpija - Dinamo 1-2
2-0 Hajduk - Radnicki KG 0-0
0-1 Sloboda - Borac 0-1
0-0 Vardar - Celik 0-0


Andata (13ª) 13ª giornata Ritorno (30ª)
2 nov.
1975
1-0 Dinamo - Vardar 0-0 6 giu.
1976
1-0 Rijeka - Olimpija 1-1
0-0 Radnicki N - Buducnost 1-3
0-1 Zeljeznicar - Velez 2-2
1-1 Stella Rossa - Vojvodina 2-2
2-0 Partizan - OFK 1-2
3-1 Borac - Sarajevo 1-1
1-0 Radnicki KG - Sloboda 0-6
0-0 Celik - Hajduk 0-3
Andata (14ª) 14ª giornata Ritorno (31ª)
9 nov.
1975
3-2 Sarajevo - Radnicki KG 1-0 23 giu.
1976
0-3 OFK - Borac 1-1
1-1 Vojvodina - Partizan 2-5
2-0 Velez - Stella Rossa 0-1
1-0 Buducnost - Zeljeznicar 0-2
3-2 Olimpija - Radnicki N 0-2
3-0 Dinamo - Rijeka 0-0
0-0 Sloboda - Celik 4-3
2-1 Vardar - Hajduk 0-2


Andata (15ª) 15ª giornata Ritorno (32ª)
23 nov.
1975
0-0 Rijeka - Vardar 1-1 27 giu.
1976
0-0 Radnicki N - Dinamo 1-2
0-0 Zeljeznicar - Olimpija 1-1
4-0 Stella Rossa - Buducnost 0-1
2-0 Partizan - Velez 2-0
2-2 Borac - Vojvodina 0-3
0-1 Radnicki KG - OFK 1-5
1-0 Celik - Sarajevo 1-2
4-0 Hajduk - Sloboda 1-1
Andata (16ª) 16ª giornata Ritorno (33ª)
2 dic.
1975
0-0 Sarajevo - Hajduk 0-4 4 lug.
1976
2-0 OFK - Celik 2-1
2-1 Vojvodina - Radnicki KG 0-3
2-1 Velez - Borac 1-1
1-1 Buducnost - Partizan 0-3
2-2 Olimpija - Stella Rossa 0-0
2-0 Dinamo - Zeljeznicar 0-2
3-0 Rijeka - Radnicki N 2-2
1-0 Vardar - Sloboda 0-0


Andata (17ª) 17ª giornata Ritorno (34ª)
6 dic.
1975
0-0 Radnicki N - Vardar 0-0 11 lug.
1976
5-3 Zeljeznicar - Rijeka 3-2
2-0 Stella Rossa - Dinamo 0-3
1-0 Partizan - Olimpija 1-0
0-0 Borac - Buducnost 0-0
2-2 Radnicki KG - Velez 1-3
1-1 Celik - Vojvodina 0-1
4-2 Hajduk - OFK 1-1
1-0 Sloboda - Sarajevo 3-3

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio