Prva Liga 1965-1966

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prva liga 1965-1966
Prva savezna liga SFRJ 1965-1966
Competizione Prva savezna liga
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 37ª
Organizzatore FSJ
Date dal 15 agosto 1965
al 19 giugno 1966
Luogo Jugoslavia Jugoslavia
Partecipanti 16
Formula Girone all'italiana A/R
Risultati
Vincitore Vojvodina
(1º titolo)
Retrocessioni Radnički Belgrado
Trešnjevka Zagabria
Statistiche
Miglior marcatore Jugoslavia P. Nadoveza (21 reti)
Incontri disputati 240
Gol segnati 719 (3 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1964-65 1966-67 Right arrow.svg

La Prva savezna liga SFRJ[1] 1965-1966, conosciuta semplicemente come Prva liga 1965-1966, fu la 37a edizione del campionato jugoslavo di calcio, la 20a dopo la fine della seconda guerra mondiale. La vittoria finale fu appannaggio del Vojvodina, al suo primo titolo.

Fu la prima edizione a 16 squadre e la prima ad utilizzare la differenza-reti[2] in caso di parità di punti nella classifica finale. Fu anche la prima volta che una squadra jugoslava giunse a disputare la finale della Coppa dei Campioni: il Partizan fu sconfitto dal Real Madrid per 1-2.

La "combine Planinić"[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene la combine sia avvenuta 14 mesi prima (quindi al termine della stagione 1963-64), gli effetti si sono fatti sentire in questo campionato. Tutto è nato dalla confessione del portiere dello Željezničar Ranko Planinić che ha rivelato che la sua squadra ha perso (0-4) di proposito il 31.05.1964 contro l'Hajduk Spalato e concesso il pareggio (3-3) il 07.06.1964 allo Trešnjevka Zagabria per consentire agli avversari di evitare la retrocessione.

Questa testimonianza esplosiva ha creato suscitato scalpore in Jugoslavia ed è diventato noto come "combine Planinić". Più volte in passato vi erano state voci di combine in Prva Liga, ma questa è stata la prima occasione in cui un giocatore si faceva avanti e testimoniava il fatto.

Il 27 agosto 1965 l'organo disciplinare della FSJ, presieduto da Svetozar Savić, ha erogato le seguenti disposizioni:

  • I membri del consiglio del FK Željezničar, compreso il presidente del club Nusret Mahić, sono stati squalificati a vita.
  • L'allenatore del FK Željezničar, al tempo Vlatko Konjevod, è stato squalificato a vita.
  • I giocatori del FK Željezničar Ivica Osim e Mišo Smajlović sono stati squalificati per un anno.
  • I membri del consiglio del NK Hajduk, compreso il presidente del club Josip Košto, sono stati squalificati a vita.
  • L'allenatore del NK Hajduk, al tempo Milovan Ćirić, è stato squalificato a vita.
  • Due membri del consiglio del NK Trešnjevka sono stati squalificati a vita.
  • Il presidente del NK Trešnjevka Ivan Bačun e il direttore tecnico Marjan Matančić hanno subito ulteriori procedimenti disciplinari.
  • Il segretario generale della NK Dinamo Zagabria Oto Hofman è stato squalificato a vita per aver agito da tramite per Željezničar e Trešnjevka.

L'Hajduk aveva pagato 1,5 milioni di dinari e il Trešnjevka 4 milioni (per fare un paragone, all'epoca un quotidiano costava 40 dinari). Parte dei soldi del Trešnjevka provenivano dalla fiera di Zagabria, dove erano stati impiegati alcuni membri del club.

Appelli[modifica | modifica wikitesto]

Su appello, la punizione principale per i tre club è stata la penalizzazione di punti: Željezničar, Hajduk e Trešnjevka sono stati decurtati rispettivamente di 6, 5 e 5 punti.

Fatti successivi[modifica | modifica wikitesto]

A causa dell'assenza di due dei suoi migliori calciatori, lo Željezničar ha lottato duramente per evitare la retrocessione. Nelle ultime giornate ad Ivica Osim è stato permesso il rientro: un suo goal contro il Radnički Niš è ricordato come il più importante nella lotta-salvezza.

Sebbene Ranko Planinić sia stato coinvolto in entrambe le partite incriminate, non è stato punito. Si sospetta che sia divenuto informatore poiché nell'agosto 1965 si era arenata la sua negoziazione del contratto con lo Željezničar.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Jugoslavia
Dinamo Trešnjevka NK Zagabria
Dinamo
Trešnjevka
NK Zagabria
Hajduk
Hajduk
Stella Rossa Partizan OFK Radnički B.
Stella Rossa
Partizan
OFK
Radnički B.
Sarajevo Željezničar
Sarajevo
Željezničar
Velež
Velež
Vojvodina
Vojvodina
Olimpia
Olimpia
Rijeka
Rijeka
Vardar
Vardar
Radnički Niš
Radnički Niš
Ubicazione delle squadre della Prva liga 1965-66

Profili[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[3] Città Stadio Stagione 1964-65
NK Dinamo Zagabria Stadion Maksimir
NK Hajduk Spalato Stari plac 12º
Omladinski FK Belgrado Omladinski stadion 10º
NK Olimpija Lubiana Stadion Bežigrad 1º nel Girone Ovest della Druga liga
FK Partizan Belgrado Stadion JNA Campione
FK Radnički Beograd Belgrado Igralište Viline vode 1º nel Girone Est della Druga liga
FK Radnički Niš Niš Stadion Čair
NK Rijeka Fiume Stadion Kantrida
FK Sarajevo Sarajevo Stadion Koševo
FK Crvena zvezda Belgrado Marakana
SD Trešnjevka Zagabria Igralište Trešnjevka-Graba 14º
FK Vardar Skopje Gradski stadion Skoplje 11º
FK Velež Mostar Staro igralište 13º
FK Vojvodina Novi Sad Stadion Vojvodine
NK Zagreb Zagabria Stadion Kranjčevićeva
FK Željezničar Sarajevo Stadion Grbavica

Provenienza[modifica | modifica wikitesto]

Slovenia Croazia Bosnia Erzegovina Serbia Montenegro Macedonia
Voivodina Serbia Centrale Kosovo
  • nessuna
  • nessuna

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Jugoslavia 1. Vojvodina 43 30 17 9 4 53 28 +25
2. Dinamo Zagabria 35 30 13 9 8 49 35 +14
3. Velež Mostar 35 30 14 7 7 48 37 +11
4. Rijeka 32 30 14 6 8 46 40 +6
5. Stella Rossa 31 30 12 7 11 54 54 0
6. OFK Belgrado 30 30 10 10 10 58 50 +8
7. Radnički Niš 29 30 10 9 11 44 35 +9
8. Olimpia Lubiana 29 30 11 7 12 43 47 -4
9. Sarajevo 29 30 10 9 11 40 44 -4
10. Vardar 28 30 12 4 14 47 44 +3
11. Partizan 28 30 10 8 12 45 47 -2
[4] 12. Željezničar (-6) 26 30 12 8 10 35 36 -1
[4] 13. Hajduk Spalato (-5) 25 30 11 8 11 45 37 +9
14. NK Zagabria 25 30 9 7 14 39 58 -19
1downarrow red.svg[5] 15. Radnički Belgrado 25 30 7 11 12 32 53 -21
1downarrow red.svg[4] 16. Trešnjevka Zagabria (-5) 13 30 6 6 18 41 74 -33
Fonte: exyufudbal
Legenda:
      Campione di Jugoslavia, qualificata alla Coppa dei Campioni 1966-1967
      Vincitrice della coppa nazionale, qualificata alla Coppa delle Coppe 1966-1967
      Qualificate o invitate alla Coppa delle Fiere 1966-1967
      Retrocesse in Druga Liga 1966-1967

Note:
Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria viene stilata secondo la differenza reti delle squadre interessate.
Coppe minori:
Qualificata alla Coppa Mitropa 1966 : Stella Rossa e Sarajevo.
Qualificata alla Coppa dei Balcani per club 1966-1967 : Vardar.
Qualificata alla Coppa Piano Karl Rappan 1966-1967 : Olimpia Lubiana.

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Reti Marcatore Squadra
21 Petar Nadoveza Hajduk Spalato
20 Slobodan Santrač OFK Belgrado
19 Slaven Zambata Dinamo Zagabria
14 Borivoje Kostić Stella Rossa
14 Mustafa Hasanagić Partizan
13 Silvester Takač Vojvodina
13 Milorad Janković Radnički Niš
Fonte: sportsport.ba

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Voj Din Vel Rij Ste OFK R.N Oli Sar Var Par Žel Haj Zag R.B Tre
Vojvodina 0:0 2:1 4:1 1:2 0:0 1:1 1:1 1:0 2:0 1:0 2:2 1:0 0:0 6:1 3:2
Dinamo 0:2 0:0 4:0 6:0 1:0 1:0 3:3 1:0 1:0 1:1 3:0 1:1 1:1 1:2 6:4
Velež 0:0 2:1 2:1 1:2 4:2 2:0 0:0 1:0 2:1 0:0 2:0 2:1 3:1 2:0 1:1
Rijeka 3:1 1:0 1:0 4:0 2:2 2:0 1:0 1:1 1:1 0:1 1:2 2:0 3:0 0:0 5:2
Stella Rossa 2:3 4:3 2:6 1:2 1:2 1:1 2:3 4:0 2:0 2:1 1:1 2:2 4:1 1:1 2:1
O.F.K. 3:4 2:2 1:1 3:0 2:1 0:1 2:0 5:1 1:1 4:5 0:2 2:2 4:1 4:1 3:3
Radnički Niš 0:1 2:2 4:2 1:0 0:0 4:1 5:2 1:2 2:1 0:0 1:1 2:1 4:0 0:1 6:1
Olimpia 0:6 0:1 3:0 4:1 3:3 1:3 0:0 3:1 1:0 3:0 1:0 2:1 0:1 1:1 5:1
Sarajevo 2:1 2:0 2:1 0:0 2:5 1:0 2:2 4:1 3:2 1:3 0:0 3:2 3:1 0:0 4:0
Vardar 2:0 1:3 1:0 2:1 2:0 2:0 1:0 1:2 2:1 2:2 2:1 2:1 5:4 3:0 5:0
Partizan 2:3 2:0 2:3 3:1 1:2 0:2 2:0 1:2 1:0 5:4 2:0 1:1 3:0 1:1 1:1
Željezničar 1:2 1:1 2:1 0:2 2:1 1:1 1:0 3:0 1:1 1:0 3:1 1:0 0:0 2:1 3:1
Hajduk 0:0 0:1 3:3 4:0 1:0 2:0 1:0 1:0 1:0 1:1 4:2 6:2 1:0 2:0 5:0
NK Zagabria 1:1 2:3 3:1 0:2 0:2 1:4 2:2 2:1 1:1 3:2 2:1 1:0 4-1 3:3 2:1
Radnički Belgrado 1:3 1:0 0:2 0:2 2:2 4:4 2:4 1:0 2:2 3:1 1:1 0:2 0:0 1:0 1:0
Trešnjevka 0:1 1:2 1:3 2:6 0:3 1:1 2:1 1:1 1:1 1:0 3:0 2:0 3:0 1:2 4:1

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) 1ª giornata Ritorno (16ª)
15 ago.
1965
2-2 OFK - Hajduk 0-2 6 mar.
1966
2-2 Radnicki Nis - Dinamo 0-1
1-3 Sarajevo - Partizan 0-1
2-0 Vardar - Vojvodina 0-2
0-2 Zagreb - Rijeka 0-3
3-0 Olimpia - Velez 0-0
1-1 Stella Rossa - Zeljeznicar 1-2
4-1 Tresnjevka - Radnicki Belgrado 0-1
Andata (2ª) 2ª giornata Ritorno (17ª)
22 ago.
1965
1-1 Partizan - Tresnjevka 0-3 13 mar.
1966
1-0 Radnicki Belgrado - Zagreb 3-3
3-0 Zeljeznicar - Olimpia 0-1
1-0 Vojvodina - Sarajevo 1-2
1-0 Rijeka - Dinamo 0-4
4-1 Radnicki Nis - OFK 1-0
2-1 Velez - Vardar 0-1
1-0 Hajduk - Stella Rossa 2-2


Andata (3ª) 3ª giornata Ritorno (18ª)
29 ago.
1965
1-1 Stella Rossa - Radnicki Nis 0-0 20 mar.
1966
2-1 Sarajevo - Velez 0-1
2-2 OFK - Dinamo 0-1
0-0 Rijeka - Radnicki Belgrado 2-0
2-1 Zagreb - Partizan 0-3
0-1 Tresnjevka - Vojvodina 2-3
2-1 Olimpia - Hajduk 0-1
2-1 Vardar - Zeljeznicar 0-1
Andata (4ª) 4ª giornata Ritorno (19ª)
12 set.
1965
3-1 Partizan - Rijeka 1-0 27 mar.
1966
0-0 Vojvodina - Zagreb 1-1
5-1 Radnicki Nis - Olimpia 0-0
1-2 Dinamo - Radnicki Belgrado 0-1
1-1 Hajduk - Vardar 1-2
1-1 Zeljeznicar - Sarajevo 0-0
1-1 Velez - Tresnjevka 3-1
2-1 OFK - Stella Rossa 2-1


Andata (5ª) 5ª giornata Ritorno (20ª)
26 set.
1965
4-3 Stella Rossa - Dinamo 0-6 3 apr.
1966
2-0 Tresnjevka - Zeljeznicar 1-3
1-2 Olimpia - OFK 0-2
3-1 Zagreb - Velez 1-3
3-2 Sarajevo - Hajduk 0-1
1-1 Radnicki Belgrado - Partizan 1-1
1-0 Vardar - Radnicki Nis 1-2
3-1 Rijeka - Vojvodina 1-4
Andata (6ª) 6ª giornata Ritorno (21ª)
20 ott.
1965
1-1 OFK - Vardar 0-2 10 apr.
1966
0-0 Zeljeznicar - Zagreb 0-1
1-1 Dinamo - Partizan 0-2
2-1 Velez - Rijeka 0-1
5-0 Hajduk - Tresnjevka 0-3
1-2 Radnicki Nis - Sarajevo 2-2
6-1 Vojvodina - Radnicki Belgrado 3-1
2-3 Stella Rossa - Olimpia 3-3


Andata (7ª) 7ª giornata Ritorno (22ª)
17 set.
1965
2-1 Tresnjevka - Radnicki Nis 1-6 17 apr.
1966
4-1 Zagreb - Hajduk 0-1
0-1 Olimpia - Dinamo 3-3
1-2 Rijeka - Zeljeznicar 2-0
1-0 Sarajevo - OFK 1-5
2-0 Vardar - Stella Rossa 0-2
0-2 Radnicki Belgrado - Velez 0-2
2-3 Partizan - Vojvodina 0-1
Andata (8ª) 8ª giornata Ritorno (23ª)
24 ott.
1965
3-3 OFK - Tresnjevka 1-1 24 apr.
1966
0-2 Dinamo - Vojvodina 0-0
0-0 Partizan - Velez 2-3
4-0 Hajduk - Rijeka 0-2
1-0 Olimpia - Vardar 2-1
2-1 Zeljeznicar - Radnicki Belgrado 2-0
4-0 Radnicki Nis - Zagreb 2-2
4-0 Stella Rossa - Sarajevo 5-2


Andata (9ª) 9ª giornata Ritorno (24ª)
31 ott.
1965
1-4 Zagreb - OFK 1-4 1º mag.
1966
2-0 Rijeka - Radnicki Nis 0-1
4-1 Sarajevo - Olimpia 1-3
2-1 Vojvodina - Velez 0-0
0-0 Radnicki Belgrado - Hajduk 0-2
2-0 Partizan - Zeljeznicar 1-3
1-3 Vardar - Dinamo 0-1
0-3 Tresnjevka - Stella Rossa 1-2
Andata (10ª) 10ª giornata Ritorno (25ª)
14 nov.
1965
4-1 Stella Rossa - Zagreb 2-0 15 mag.
1966
1-2 Zeljeznicar - Vojvodina 2-2
3-0 OFK - Rijeka 2-2
0-1 Radnicki Nis - Radnicki Belgrado 4-2
0-0 Dinamo - Velez 1-2
4-2 Hajduk - Partizan 1-1
5-1 Olimpia - Tresnjevka 1-1
2-1 Vardar - Sarajevo 2-3


Andata (11ª) 11ª giornata Ritorno (26ª)
21 nov.
1965
1-0 Tresnjevka - Vardar 0-5 22 mag.
1966
1-0 Vojvodina - Hajduk 0-0
2-0 Sarajevo - Dinamo 0-1
2-0 Velez - Zeljeznicar 1-2
2-1 Zagreb - Olimpia 1-0
4-4 Radnicki Belgrado - OFK 1-4
4-0 Rijeka - Stella Rossa 2-1
2-0 Partizan - Radnicki Nis 0-0
Andata (12ª) 12ª giornata Ritorno (27ª)
28 nov.
1965
3-0 Dinamo - Zeljeznicar 1-1 29 mag.
1966
4-1 Olimpia - Rijeka 0-1
5-4 OFK - Partizan 2-0
4-0 Sarajevo - Tresnjevka 1-1
5-4 Vardar - Zagreb 2-3
3-3 Hajduk - Velez 1-2
0-1 Radnicki Nis - Vojvodina 1-1
1-1 Stella Rossa - Radnicki Belgrado 2-2


Andata (13ª) 13ª giornata Ritorno (28ª)
5 dic.
1965
1-1 Zagreb - Sarajevo 1-3 5 giu.
1966
1-2 Tresnjevka - Dinamo 4-6
1-0 Zeljeznicar - Hajduk 2-6
0-0 Vojvodina - OFK 4-3
2-0 Velez - Radnicki Nis 2-4
1-2 Partizan - Stella Rossa 1-2
1-1 Rijeka - Vardar 1-2
1-0 Radnicki Belgrado - Olimpia 1-1
Andata (14ª) 14ª giornata Ritorno (29ª)
12 dic.
1965
1-1 OFK - Velez 2-4 12 giu.
1966
1-2 Tresnjevka - Zagreb 1-2
2-3 Stella Rossa - Vojvodina 2-1
3-0 Olimpia - Partizan 2-1
0-0 Sarajevo - Rijeka 1-1
3-0 Vardar - Radnicki Belgrado 1-3
1-1 Radnicki Nis - Zeljeznicar 0-1
1-1 Dinamo - Hajduk 1-0


Andata (15ª) 15ª giornata Ritorno (30ª)
19 dic.
1965
5-4 Partizan - Vardar 2-2 19 giu.
1966
2-2 Radnicki Belgrado - Sarajevo 0-0
1-1 Vojvodina - Olimpia 6-0
5-2 Rijeka - Tresnjevka 6-2
2-3 Zagreb - Dinamo 1-1
1-1 Zeljeznicar - OFK 2-0
1-2 Velez - Stella Rossa 6-2
1-0 Hajduk - Radnicki Nis 1-2

Fonte: exyufudbal

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Fudbalski klub Vojvodina 1965-1966.

(allenatore: Branko Stanković)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio