Gabriele Volpi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gabriele Volpi (Recco, 29 giugno 1943) è un imprenditore italiano naturalizzato nigeriano[1], trasferitosi in Nigeria negli anni settanta, nel 1981 entra nel settore della logistica petrolifera attraverso la Intels. È proprietario della Pro Recco Waterpolo 1913, Spezia Calcio[2] e Hrvatski Nogometni Klub Rijeka[3].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gabriele Volpi nasce a Recco dove è stato operaio delle Industrie Meccaniche Liguri[4]. Nel 1965 per ragioni di lavoro si trasferisce a Lodi, dove rimane per una decina di anni. Nel 1967 diventa dipendente[5] della Carlo Erba, come propagandista medico.[6] Nel 1976 inizia a operare nel settore della logistica e dei trasporti in Nigeria e in Angola dove conosce Gian Angelo Perrucci, che operava come armatore, diventandone socio.

Medafrica e Intels[modifica | modifica wikitesto]

La sua società, Medafrica, fallisce nel 1984[7]. Per la vicenda, patteggia nel 1991 una condanna per bancarotta fraudolenta[8].

Nel 1981 costituisce la Intels per operare nella logistica legata all'industria petrolifera grazie allo sviluppo delle perforazioni offshore e alle concessioni ottenute nei porti nigeriani di Lagos, Warri, Port Harcourt e Calabar. Nel corso degli ultimi tre decenni, con l'enorme espansione dell'industria petrolifera nigeriana, Intels si afferma come leader nei servizi di supporto logistico lavorando in regime di quasi monopolio con tutte le grandi multinazionali del petrolio come Exxon, Mobil, Texaco, Total, Royal Dutch Shell ed Eni.[1]

Banca Carige[modifica | modifica wikitesto]

A luglio 2017, risulta il secondo azionista impegnato nel salvataggio di Banca Carige, in stretti rapporti con Gianpiero Fiorani (protagonista di Bancopoli), e insieme al gruppo di Vittorio Malacalza, già operativo alla Spezia con la Asg Superconductors (nell'ex stabilimento San Giorgio lavatrici).[9].

Porto Marghera[modifica | modifica wikitesto]

A novembre 2017, risulta tra gli aspiranti e probabili acquirenti di un'area di Marghera vasta circa 240 mila metri quadri al prezzo di 68 milioni di euro, del cui porto fu costruttore durante la guerra il nobile veneziano Giuseppe Volpi[10]. L'area sarebbe destinata ad attività logistiche che, come quelle legate ad un'economia di guerra, sono tradizionalmente capital intensive e scarsamente ad alta intensità di lavoro (alti costi e scarso reddito pro capite per metro quadro)[11].

Tale area si trova in una posizione strategica fra aeroporto, snodo ferroviario e città di Venezia[9][12], teatro quindi di una potenzialmente enorme operazione immobiliare.

L'operazione della societa' Orlean Invest a Maggio 2018 versa in una fase di stallo, a causa del mancato assenso di uno dei due principali creditori, il Monte dei Paschi[13]. La banca senese è socia di controllo al 25% di Marinella SpA societa' in concordato fallimentare, che gestisce l'estesa Tenuta di Marinella di Sarzana, in Liguria[14]. Il piano prevede un'offerta di 30 milioni di euro per 480 ettari della tenuta, compresi i 100 immobili, i casali e 7 spiagge attrezzate.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 diventa proprietario e presidente della squadra di pallanuoto della Pro Recco Waterpolo 1913. Nel 2008 diventa proprietario dello Spezia Calcio, che porta dalla serie D alla serie B, ripianando debiti per 43 milioni di euro, mentre nel 2012 acquista il club calcistico HNK Rijeka.

Altra operazione è stata nel luglio 2014 la trattativa per il giocatore paraguayano Juan Iturbe, comprato per 15 milioni dal Verona dove era in prestito e ceduto alla Roma solo due settimane dopo per 22 milioni[15].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato con Rosi Volpi e ha due figli, Simone e Matteo, che lavorano entrambi nelle aziende di famiglia.[16]

Avendo un patrimonio personale stimato in circa tre miliardi di euro, risulta essere al fisco uno degli italiani più ricchi all'estero e l'italiano più ricco d'Africa[1], e cittadino nigeriano[17].
Per quanto riguarda gli altri settori "trainanti" dell'economia continentale, la rivista Forbes classifica l'imprenditore Alinko Dagote come il più ricco e influente nei settori diversi da quello petrolifero[18].

A partire dagli anni 2000, Intels Nigeria ha svolto un ruolo crescente nella fornitura di piattaforme offshore, tubazioni sottomarine e servizi logistici nella gestione dei quattro principali porti nigeriani, per conto delle maggiori compagnie petrolifere europee e statunitensi[19], in un settore di cui McKinsey prevede fino al 2035 ritorni proporzionali agli investimenti[20].

Al 2018, fra gli azionisti di controllo risulta il politico e imprenditore nigeriano Atiku Abubakar[21], cofondatore con Volpi di questa società collegata lla Orlean Invest. Abubakar è vice presidente della Nigeria, e candidato Presidente alle elezioni regolari del 2019[22].

La relazione Keeping foreign corruption out of the United States[23] tratta die rapporti di affari intercorsi. La relazione della Permanent subcommittee on investigations (PSI) -la commissione di inchiesta del Senato statunitense- ha investigato il fenomeno della corruzione dell'establishment politico nigeriano.
La Nigeria ha uno dei più alti tassi di corruzione al mondo[24], ed è definito un Paese "non cooperativo" da varie organizzazioni che si occupano di lotta al riciclaggio e di evasione fiscale, con l'eccezione rilevante di quanti portano avanti le iniziative di responsabilità sociale di impresa.

Inchieste nell'ambito sportivo[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto riguarda la giustizia sportiva, il Presidente di Spezia Calcio e Pro Recco viene posto in un fascicolo della Procura Generale della FIGC per fare luce sulla proprietà del Verona Calcio, girata alla Procura della Repubblica di Como che lo ha coinvolto in un'inchiesta per il reato di autoriciclaggio, già chiusa a carico di altre 26 persone[25][5][26].

Secondo la tesi della pubblica accusa, si sarebbe fatto portare denaro «provento di vari delitti» commessi «in Italia e all’estero», come «bancarotta fraudolenta, utilizzo di fatture per operazioni inesistenti nella gestione della società di pallanuoto Pro Recco, corruzione di funzionari del governo governo della Nigeria»[26].

Secondo la Guardia di Finanza, vi fu il coinvolgimento di un gruppo di società controllate dalla Orlean Invest Africa Limited[27], facenti capo (nel 2012) alla fiduciaria panamense Orlean Invest Holding.

Altre inchieste giudiziarie[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 novembre 2017 viene condannato in primo grado dalla Commissione tributaria provinciale di Genova per avere evaso somme derivanti dalla qualificazione della squadra Pro Recco, che gioca in serie A1, come squadra "dilettante" di pallanuoto (e non di livello professionale).[17].

L'8 Maggio 2018, un'ispezione notturna della Guardia di Finanza nelle sedi del Gruppo Volpi ha eseguito un mandato di perquisizione e sequestro, autorizzato dalla Procura della Repubblica di Genova e Como con le accuse di autoriciclaggio e intestazione fittizia di beni per diversi milioni di euro[28][29].
La normativa anticorruzione e il Codice dei contratti pubblici hanno prima del 2016 dato luogo a casi di esclusione dalle gare ovvero di revoca di aggiudicazioni definitive, da parte delle amministrazioni locali, per motivi che hanno compreso la pendenza di giudizio in capo all'istante[30].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Claudio Gatti, L'ascesa dell'italiano più ricco d'Africa. Affari all'ombra dell'ex vicepresidente nigeriano Abubakar, in Il Sole 24 ORE, 1º agosto 2012. URL consultato il 19 maggio 2015.
  2. ^ Vernazza Sebastiano, Lo Spezia all' amico di Fiorani, in La Gazzetta dello Sport, 5 agosto 2008. URL consultato il 19 maggio 2015.
  3. ^ Calcio: Croazia, Gabriele Volpi acquista NK Rijeka, in ANSAmed, 17 maggio 2012. URL consultato il 19 maggio 2015.
  4. ^ Renzo Parodi, Massimo Ferrero e la Samp con i soldi di Volpi? Lui smentisce: “Sono tutte balle”, in Il Fatto Quotidiano, 30 gennaio 2015. URL consultato il 19 maggio 2015.
  5. ^ a b Gabriele Volpi, chi è il miliardario diventato ricco grazie all'Africa, su l'Espresso. URL consultato il 14 novembre 2015.
  6. ^ Filippo Astone, Chi è Gabriele Volpi, arricchito con il petrolio nigeriano e criticato per le sue amicizie?, in Il mondo. URL consultato il 19 maggio 2015.
  7. ^ con un crack da 50 miliardi di lire dell'epoca, lasciando a casa 200 dipendenti fra amministrativi e marittimi
  8. ^ Espresso, giugno 2015
  9. ^ a b Carige nella sfida per il nuovo cda, la sagoma di Fiorani, su genova.repubblica.it, 10 luglio 2017. URL consultato il 27 novembre 2017.
  10. ^ Treccani online
  11. ^ i porti creano 2 757 euro ogni 1000 euro investiti e 2,032 nuovi posti di lavoro indiretti ogni 1000 diretti, ma con una media di 2-3 posti per km quadrato, da La trasformazione logistica del territorio urbanizzato, francoangeli editore, 2009, pag.c284
  12. ^ Volpi ha trovato il suo waterfront, è a Marghera
  13. ^ Marinella e Interporto, il gruppo Volpi su due campi., su cittadellaspezia.it, 30 Aprile 2018.
    «Cavarra attende i liquidatori e il Monte dei Paschi a un tavolo. La stessa banca toscana tra i creditori della realtà veneziana, per cui il closing è saltato negli ultimi giorni.».
  14. ^ A. Grasso, Marinella, 3 milioni subito per l'azienda del latte. L'offerta last minute di Gabriele Volpi, su ilsecoloxix.it, 29 Marzo 2018. URL consultato il 30 Aprile 2018.
  15. ^ Gabriele Volpi, il miliardario che fa affari con il calcio, su espresso.repubblica.it, 17 gennaio 2018. URL consultato il 22 febbraio 2018.
  16. ^ Nigeria: Intels, Only Company in Nigeria Fully IMS Certified, su AllAfrica.com, 18 dicembre 2015. URL consultato il 12 novembre 2016.
  17. ^ a b M. Preve, Volpi condannato. La Pro Recco rischia di perdere tre scudetti,, su corriere.it, 18 novembre 2017. URL consultato il 27 novembre 2017.
  18. ^ Aliko Dangote, l’uomo più ricco d’Africa, su africarivista.it, 22 Agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 1º Maggio 2018).
  19. ^ Affari all'ombra dell'ex vicepresidente nigeriano Abubakar, su mobile.ilsole24ore.com (archiviato dall'url originale il 18 giugno 2018).
  20. ^ Forward-thinking logistics in Nigeria’s oil and gas sector, su theworldfolio.com.
  21. ^ (EN) W. Odunsi, Atiku’s partner, Volpi breaks silence on Intels’ face-off with Buhari’s govt, 20 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 23 Novembre 2017).
  22. ^ (EN) Atiku Abubakar, Dahiru Mangal, Gabriele Volpi, At War With Wale Tinubu Over Conocophilips, su theelitesng.com, 4 Settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 18 Giugno 2018).
  23. ^ (EN) Permanent subcommittee on investigations, Committee on Homeland Security and Governmental Affairs, Keeping foreign corruption out of the United States (PDF), su http://www.resourcegovernance.org/. URL consultato il 19 maggio 2015.
  24. ^ Indice di corruzione in Nigeria a partire dal 1996, su tradingeconomics.com (archiviato dall'url originale il 21 Novembre 2017).
  25. ^ Di chi è il Verona? La giustizia sportiva indaga su Volpi, proprietario anche di Spezia e Pro Recco, in Corriere della Sera Sport, 3 settembre 2017. URL consultato il 27 novembre 2017.
  26. ^ a b G. Guastella, Volpi, l’inchiesta sul re dei porti in Nigeria tra spalloni svizzeri e il sospetto di tangenti, su Corriere della Sera, Milano.
  27. ^ Proprietà Verona, il ruolo di Volpi (Spezia) indagato dalla procura sportiva, su calcioefinanza.it, 5 settembre 2017. URL consultato il 27 novembre 2017.
  28. ^ Perquisizioni Gdf a Volpi e Fiorani, su ansa.it, Geniva, 8 Maggio 2018. URL consultato il 17 Maggio 2018 (archiviato il 17 Maggio 2018).
  29. ^ Perquisizioni per Gabriele Volpi e Gianpiero Fiorani: sono indagati per autoriciclaggio, su espresso.repubblica.it, 8 Maggio 2018. URL consultato il 17 Maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 17 Maggio 2018).
  30. ^ Santa’: Volpi e Fiorani indagati anche a Genova, su levantenews.it, 4 Maggio 2018. URL consultato il 17 Maggio 2018 (archiviato il 17 Maggio 2018).