Juan Iturbe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juan Manuel Iturbe
Juan Iturbe AS Roma (cropped).jpg
Iturbe con la maglia della Roma nel 2014.
Nome Juan Manuel Iturbe Arévalos
Nazionalità Paraguay Paraguay
Altezza 172[1] cm
Peso 68[2] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Roma
Carriera
Giovanili
2005-2007 Trinidense
2007-2010 Cerro Porteño
Squadre di club1
2009-2011 Cerro Porteño 22 (3)
2011-2013 Porto 6 (0)
2013 River Plate 17 (3)
2013-2014 Verona 33 (8)
2014-2016 Roma 39 (3)
2016 Bournemouth 2 (0)
2016- Roma 4 (0)
Nazionale
2008-2009 Paraguay Paraguay U-17 4 (2)
2009 Paraguay Paraguay U-20 3 (1)
2010-2013 Argentina Argentina U-20 18 (5)
2009- Paraguay Paraguay 2 (0)[3]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'11 settembre 2016

Juan Manuel Iturbe Arévalos (Buenos Aires, 4 giugno 1993) è un calciatore paraguaiano, attaccante della Roma e della Nazionale paraguaiana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Rapido[4][5][6] e abile nel dribbling,[4] può giocare su entrambe le fasce e anche come seconda punta.[7]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi, Porto, River Plate[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Buenos Aires, cresce nelle giovanili del Cerro Porteño. L'allenatore del club, Pedro Troglio, lo fa debuttare in Primera División il 28 giugno 2009, a 16 anni appena compiuti, contro il Libertad.[8]

Nel marzo del 2010 rifiuta di firmare un nuovo contratto con il suo club, che in risposta il 12 marzo lo rimuove dalla prima squadra.[9] Il calciatore decide quindi di lasciare il Paraguay per trasferirsi in Argentina, dove comincia ad allenarsi con la selezione Under-20 dell'Albiceleste; ciò provoca una sorta di caso diplomatico tra le federazioni calcistiche dei due paesi.[10] Nel 2010 il presidente della società italiana del Gallipoli, Daniele D'Odorico, annunciò l'acquisto del giocatore ma la trattativa non si concluse per fallimento societario.[11]

Il 2 agosto 2010 passa in prestito agli argentini del Quilmes, neo-promosso in Primera División,[12] senza collezionare alcuna presenza in prima squadra. Il 15 febbraio 2011 torna quindi al Cerro Porteño,[13] debuttando tre giorni dopo nella partita di Copa Libertadores contro i cileni del Colo-Colo, nel quale mette a segno una doppietta.[14]

Iturbe al Porto nell'estate del 2013

Il 1º luglio 2011 viene acquistato dai portoghesi del Porto per 4 milioni di euro con un accordo trovato dopo il Campionato sudamericano Under-20 disputato a gennaio. In un anno e mezzo gioca 5 partite di campionato con la prima squadra e 6 partite con un gol segnato con il Porto II.

Il 5 febbraio 2013 passa in prestito fino a fine stagione al River Plate.[15] Il 29 giugno seguente, dopo 17 presenze e 3 gol, ritorna al Porto, dove colleziona una presenza nel Campionato Portoghese alla 2ª giornata il 25 agosto 2013[16], prima di trasferirsi in Italia.

Verona, Roma, Bournemouth e ritorno a Roma[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 settembre 2013, ultimo giorno di calciomercato, passa alla società italiana del Verona, in prestito con diritto di riscatto.[17] Il 22 settembre 2013 fa il suo esordio in Serie A nella trasferta di Torino contro la Juventus. Il 29 settembre, nella gara contro il Livorno sigla la sua prima rete ufficiale con la maglia gialloblù.[18] Conclude la stagione con 33 presenze e 8 goal in campionato. Il 27 maggio 2014 il club scaligero esercita il diritto di riscatto, cosicché, il giocatore passa dal Porto al Verona a titolo definitivo per 15 milioni di euro.[19]

Il 16 luglio 2014 si trasferisce alla Roma[20] a fronte di un corrispettivo di 22 milioni di euro, più 2,5 di bonus e 1,6 di commissioni, che lo rendono il secondo acquisto più oneroso nella storia della società giallorossa.[21] Il 30 agosto fa il suo esordio ufficiale contro la Fiorentina, partita terminata con il successo dei giallorossi per 2 a 0.[22] Il 19 settembre debutta in Champions League, segnando anche il suo primo gol ufficiale, durante il match giocato contro i russi del CSKA Mosca, partita terminata 5 a 1 per i capitolini.[23] Il 5 ottobre segna il primo gol in campionato con la maglia della Roma, nella sconfitta per 3-2 contro la Juventus.[24] Frenato da problemi fisici,[25] disputa una stagione sottotono,[26] totalizzando 37 presenze e 4 reti.

Dopo aver disputato la prima metà della stagione 2015-2016 con prestazioni non convincenti,[27] il 1º gennaio 2016 viene ceduto in prestito con diritto di riscatto per 22 milioni di euro, più un altro eventuale milione legato a vari bonus, al Bournemouth.[28][29] Il 12 gennaio seguente esordisce in Premier League nella sconfitta per 3-1 contro il West Ham. A fine stagione colleziona solo 4 presenze complessive e non viene riscattato.

Tornato a Roma, il neo tecnico Spalletti è favorevole alla sua permanenza e Iturbe si ritaglia un po' di spazio soprattutto nei gironi di Europa League.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Iturbe nel 2011, con la maglia argentina, al Mondiale Under-20.

Dopo aver militato sia nell'Under-17 che nell'Under-20 del Paraguay, a poco più di 16 anni il ct della Nazionale maggiore paraguaiana, Gerardo Martino, lo convoca per l'amichevole non ufficiale disputata contro il Cile il 4 novembre 2009. Il giocatore fa il suo debutto subentrando a Rodrigo Rojas al 73'.[30][31]

A seguito del già citato trasferimento in Argentina e della convocazione da parte della selezione Under-20 dell'Albiceleste, è tra i 15 calciatori che nel maggio 2010 vengono portati in Sudafrica per fungere da sparring partner per la Nazionale maggiore, in vista degli imminenti Mondiali.[32][33]

Debutta con l'Under-20 in un'amichevole pre-mondiale disputata appunto contro la selezione maggiore[34] e partecipa al Sudamericano Under-20, debuttando con gol nel corso della prima partita della competizione contro l'Uruguay.[35] Colleziona 8 presenze e 2 reti nel corso della manifestazione. In estate gioca poi 5 partite del Mondiale Under-20 disputatosi in Colombia. In questa competizione l'Argentina esce ai quarti di finale perdendo 5-4 col Portogallo ai calci di rigore, uno dei quali realizzato da Iturbe.[36]

Nel marzo 2016 risponde alla chiamata del CT. Diaz, venendo convocato dal Paraguay per le partite di qualificazioni ai mondiali di Russia, contro Ecuador e Brasile, debutta proprio contro quest'ultima subentrando al "70" minuto a Dario Lezcano.

Viene convocato per la Copa América Centenario del 2016.[37]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1º luglio 2016

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009 Paraguay Cerro Porteño DP 4 0 - - - - - - 4 0
2010 DP 3 0 - - - - - - 3 0
2011 DP 15 3 - - CL 8 2 - - 23 5
Totale Cerro Porteño 22 3 - - 8 2 - - 30 5
2011-2012 Portogallo Porto PL 4 0 CP+CdL 1+2 0+0 UCL 0 0 SP+SU 0 0 7 0
2012-feb. 2013 PL 1 0 CP 2 0 - - - - 3 0
feb.-giu. 2013 Argentina River Plate PD 17 3 CA 0 0 - - - - 17 3
2013-set. 2013 Portogallo Porto PL 1 0 - - - - - - 1 0
Totale Porto 6 0 5 0 - - 0 0 11 0
set. 2013-2014 Italia Verona A 33 8 CI 0 0 - - - - 33 8
2014-2015 Italia Roma A 27 2 CI 1 1 UCL+UEL 6+3 1+0 - - 37 4
2015-gen.2016 A 12 1 CI 1 0 UCL 6 0 - - 19 1
gen.-giu. 2016 Inghilterra Bournemouth PL 2 0 FACup 2 0 - - - - 4 0
2016-2017 Italia Roma A 4 0 CI 0 0 UCL+UEL 1+5 0+0 - - 10 0
Totale Roma 43 3 2 1 21 1 - - 66 5
Totale carriera 122 17 9 1 29 3 0 0 160 21

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Paraguay Paraguay
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-03-2016 Asunción Paraguay Paraguay 2 – 2 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 70’ 70’
Totale Presenze 1 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale (partite non ufficiali) - Paraguay Paraguay
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
04-11-2009 Talcahuano Cile Cile 2 – 1 Paraguay Paraguay Amichevole - Ingresso al 73’ 73’
Totale Presenze 1 Reti 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1]
  2. ^ Juan Iturbe soccerway
  3. ^ 3 (0) se si comprende la partita non ufficiale disputata il 4 novembre 2009 contro il Cile.
  4. ^ a b Diego Costa, Bologna-Verona 1-4, Iturbe fa sognare gli scaligeri, repubblica.it, 6 ottobre 2013. URL consultato il 22 settembre 2016.
  5. ^ Roberto Pinna, Fantacalcio, Iturbe: gol per dimenticare, gazzetta.it, 26 maggio 2015. URL consultato il 22 settembre 2016.
  6. ^ Davide Stoppini, Roma, Gervinho corre a 35 all'ora. E i giallorossi gongolano, gazzetta.it, 12 ottobre 2014. URL consultato il 22 settembre 2016.
  7. ^ Juan Iturbe, transfermarkt.it. URL consultato il 22 settembre 2016.
  8. ^ (ES) Tres repollos impiden que auto azulgrana aparezca en la Olla, abc.com.py, 29 giugno 2009. URL consultato il 24 luglio 2010.
  9. ^ (ES) Sin firma no jugás, teledeportes.com.py, 12 marzo 2010. URL consultato il 4 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 26 aprile 2011).
  10. ^ Situazione Iturbe, scappa in Argentina per sfuggire al suo club, amonapoli.it, 23 luglio 2010.
  11. ^ Gallipoli, preso il talento Iturbe Tuttomercatoweb.com
  12. ^ Iturbe in prestito al Quilmes in Argentina, napolisoccer.net, 2 agosto 2010.
  13. ^ (ES) [http://www.ultimahora.com/notas/403762-Iturbe-se-suma-al-plantel-de- -Porteno Iturbe se suma al Ciclón] , ultimahora.com, 15 febbraio 2011.
  14. ^ Cerro Porteño - Colo-Colo 5-2, worldfootball.net, 18 febbraio 2011.
  15. ^ UFFICIALE: River Plate, è arrivato il talentino Iturbe, in tuttomercatoweb.com, 5 febbraio 2013. URL consultato il 3 settembre 2013.
  16. ^ Juan Iturbe » Primeira Liga 2013/2014
  17. ^ Ufficiale: Juan Manuel Iturbe in gialloblù, in Hellasverona.it, 2 settembre 2013. URL consultato il 3 settembre 2013.
  18. ^ Io sono Iturbe, e sogno di sfidare Messi, Gazzetta dello Sport, 11 ottobre 2013. URL consultato il 7 gennaio 2014.
  19. ^ Ufficiale: Juan Manuel Iturbe è tutto gialloblù!, in hellasverona.it, 27 maggio 2014. URL consultato il 27 maggio 2014.
  20. ^ Operazioni di mercato: Juan Manuel Iturbe Arevalos (PDF), in asroma.it, 16 luglio 2014. URL consultato il 16 luglio 2014.
  21. ^ Iturbe-Roma, solo Batistuta costò di più, corrieredellosport.it.
  22. ^ Roma-Fiorentina 2-0, Nainggolan e Gervinho, festa all'Olimpico per la prima, Gazzetta dello Sport, 30 agosto 2014. URL consultato il 30 agosto 2014.
  23. ^ Champions, Roma-Cska Mosca 5-1: gol di Iturbe, Gervinho (2), Maicon, autogol di Ignashevich e Musa, gazzetta.it, 17 settembre 2014. URL consultato il 18 settembre 2014.
  24. ^ Juventus-Roma 3-2, Bonucci piega i giallorossi, repubblica.it, 5 ottobre 2014. URL consultato il 13 ottobre 2014.
  25. ^ Roma, Iturbe fermo 45 giorni: lesione al legamento collaterale del ginocchio, gazzetta.it, 1º febbraio 2015. URL consultato il 1º febbraio 2015.
  26. ^ Stefano Piccheri, Che fine ha fatto Iturbe?, Corriere dello Sport - Stadio, 22 maggio 2015. URL consultato il 18 agosto 2016.
  27. ^ Francesco Oddi, Roma, che flop Rudiger, Dzeko e Iturbe: Garcia senza ali non vola più, La Gazzetta dello Sport, 5 dicembre 2015. URL consultato il 18 agosto 2016.
  28. ^ Iturbe in prestito al Bournemouth asroma.com
  29. ^ AFC Bournemouth confirm signing of Juan Iturbe from AS Roma afcb.co.uk
  30. ^ (ES) Tata Martino convoca a 20 jugadores para el amistoso, ultimahora.com, 20 ottobre 2010. URL consultato il 24 luglio 2010.
  31. ^ Iturbe debutta subentrando a Rojas, abc.com.
  32. ^ (ES) Juan Iturbe irá a Sudáfrica con Argentina, ultimahora.com, 24 maggio 2010. URL consultato il 24 luglio 2010.
  33. ^ (ES) La patria protestad, ole.com.ar, 28 maggio 2010. URL consultato il 24 luglio 2010.
  34. ^ Iturbe contro Messi in amichevole, generazioneditalenti.com.
  35. ^ Argentina-Uruguay 2-1, worldfootball.net, 16 gennaio 2011. URL consultato il 21 gennaio 2011.
  36. ^ Portugal-Argentina 0-0, FIFA.com.
  37. ^ (ES) Los 23 albirrojos elegidos para la Copa Centenario, apf.org.py. URL consultato il 9 maggio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]