Qarabağ Futbol Klubu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
FK Qarabağ Ağdam
Calcio
Atlılar (I cavalieri)
La squadra della nazione
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali Bianco, nero
Simboli Cavallo
Dati societari
Città Baku
Nazione Bandiera dell'Azerbaigian Azerbaigian
Confederazione UEFA
Federazione AFFA
Campionato Premyer Liqası
Fondazione 1951
Presidente Bandiera della Turchia Abdullbari Gozal
Allenatore Bandiera dell'Azerbaigian Qurban Qurbanov
Stadio Stadio Tofiq Bəhramov
(31200 posti)
Sito web www.qarabagh.com
Palmarès
Titoli nazionali 11 Campionati azeri
Trofei nazionali 7 Coppe azere
2 Supercoppe azere
Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

Il Futbol Klubu Qarabağ Ağdam (in russo Футбольный клуб Карабах Агдам?, Futbol'nyj klub Karabach Agdam), anche noto come Karabakh o Qarabağ, è un club calcistico di Baku, capitale dell'Azerbaigian. Milita in Premyer Liqası, massima divisione del campionato nazionale.

Fondato nel 1951 ad Agdam e partecipante al campionato sovietico fino al 1991, divenne esule dopo lo scioglimento dell'URSS e l'esplosione della guerra del Nagorno Karabakh, a seguito della quale Agdam fu bombardata e occupata dalle truppe della Repubblica dell'Artsakh: dal 1993 il club disputa le proprie gare interne allo stadio Tofiq Bəhramov (ex stadio Lenin) di Baku.

Il club è divenuto uno dei più blasonati dell'Azerbaigian post-URSS, con 10 campionati, 7 coppe nazionali e 2 supercoppe azere; prima dello scioglimento dell'Unione Sovietica aveva vinto anche due titoli nazionali della repubblica azera. Neftçi Baku a parte, è l'unico club del Paese ad avere sempre partecipato alla prima divisione nazionale fin dalla sua istituzione ed in ambito europeo vanta, quale miglior risultato, la qualificazione alla fase a gironi della Champions League 2017-18, oltre ad aver preso parte ad Europa League e Conference League. In data 14 marzo 2024 agli ottavi di Europa League sfiora l'impresa portandosi avanti 2-0 sul Leverkusen primo in Germania ma subisce una clamorosa rimonta al 97', (3-2 firmato Schick), favorita anche dall'ingiusta espulsione ai danni di un giocatore del Qarabag da parte dell'arbitro Anthony Taylor.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Primo quarantennio[modifica | modifica wikitesto]

Il club fu fondato nel 1951 come Futbol'nyj klub Karabach Agdam (in azero Futbol Klubu Qarabağ Ağdam) dopo la costruzione dello stadio della città di Ağdam. Con il nome di Mehsul prese parte al campionato della RSS Azera del 1966, in cui si piazzò quarto e, a seguire, secondo nel 1968. A causa della mancanza di risorse e di interesse, la squadra conobbe poi un declino, ritirandosi dal campionato per quasi dieci anni.

Nel 1977 la squadra rinacque con il nome di Shafaq. Nel 1982 fu la sola rappresentante della città di Ağdam nel mondo del calcio. Dal 1982 al 1987 adottò il nome di Cooperativa sociale. Nel 1988 il Qarabağ vinse il titolo della RSS azera.

Guerra ed effetti del conflitto[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993, con lo scoppio della guerra del Nagorno-Karabakh, la città di Ağdam passò sotto il controllo armeno e lo Stadio Imarat fu distrutto dai bombardamenti delle forze armene. La squadra si trasferì pertanto a Baku, mentre l'allenatore Allahverdi Bagirov morì in guerra.

Dal 1998 al 2001 il club attraversò problemi finanziari, ma divenne la prima squadra azera a vincere in trasferta nelle coppe europee sconfiggendo il Maccabi Haifa per 1-2 in Israele nella Coppa Intertoto 1999 grazie alla doppietta di Musfiq Huseynov. Il club partecipò varie volte alla Coppa delle Coppe e alla Coppa UEFA.

Nel 2001 la situazione migliorò quando la compagnia Azersun Holding iniziò a sponsorizzare il club. Per due anni il club si chiamò Qarabag-Azersun, per poi tornare nel 2004 alla denominazione originaria.

L'era di Qurban Qurbanov[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 fu nominato allenatore l'ex nazionale azero Qurban Qurbanov, che puntò su una serie di giovani azeri costruendo una squadra valida, capace di ottenere soddisfazioni anche in ambito europeo.

A livello europeo il Qarabağ ottenne il migliore risultato qualificandosi alla fase a gironi di Champions League nel 2017-18, prima squadra azera ad arrivare nella massima competizione UEFA.

In precedenza, aveva raggiunto i play-off preliminari di Europa League nel 2009-10 e 2010-11, e fu inserita nel girone F di Europa League 2014-15 con Inter, Saint-Étienne e Dnipro, totalizzò 6 punti mancando una storica qualificazione ai sedicesimi solo all'ultima giornata: la squadra pareggiò in casa contro l'Inter, vedendosi annullare una rete regolare al 94'[2]. Ad essa seguono altre 2 stagioni nella competizione, prima di conquistare l'accesso in Champions. Nel 2018-2019 torna in Europa League, concludendo il girone al quarto posto con soli 3 punti (alla pari del Vorskla Poltava), 10 punti in meno dallo Sporting Lisbona e 13 dall’Arsenal. Partecipa al primo turno della UEFA Champions League 2022-2023 dove viene sorteggiata contro i polacchi del Lech Poznan. Dopo aver perso l'andata per 0-1 dopo un solo minuto del ritorno il punteggio complessivo è di 0-2 per i polacchi ma gli azeri riescono a fare una grande rimonta con 5 gol e passano il turno.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Futbol Klubu Qarabağ Ağdam
Vince la Coppa di Azerbaijan (1º titolo).
Vince la Supercoppa di Azerbaijan (1º titolo).
Vince la Coppa di Azerbaijan (2º titolo).
Vince la Coppa di Azerbaijan (3º titolo).
Vince la Coppa di Azerbaijan (4º titolo).
Vince la Coppa di Azerbaijan (5º titolo).
Vince la Supercoppa di Azerbaijan (2º titolo).
Vince la Coppa di Azerbaijan (6º titolo).
Vince la Coppa di Azerbaijan (7º titolo).

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del F.K. Qarabağ.

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del F.K. Qarabağ.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1988, 1990
1989-1990
1993, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2018-2019, 2019-2020, 2021-2022, 2022-2023, 2023-2024
1993, 2005-2006, 2008-2009, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2021-2022
1994, 2015

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1993-1994, 1996-1997, 2012-2013, 2020-2021
Terzo posto: 2001-2002, 2003-2004, 2009-2010, 2010-2011
Finalista: 1995-1996, 1997-1998, 1999-2000
Semifinalista: 1996-1997, 2003-2004, 2011-2012, 2012-2013, 2018-2019, 2020-2021

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche nelle competizioni UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Tabella aggiornata alla fine della stagione 15.03.2024

Competizione Partecipazioni G V N P RF RS Dif
UEFA Champions League 10 51 21 18 12 66 44 +22
Coppa delle Coppe 2 4 0 1 3 1 12 -11
Coppa UEFA/UEFA Europa League 15 101 36 23 42 118 138 -20
UEFA Europa Conference League 2 16 8 4 4 19 17 +2
Coppa Intertoto 1 4 1 0 3 2 11 -9
Total 20 176 66 46 64 207 223 -16

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2023-2024[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 16 febbraio 2024.

N. Ruolo Calciatore
2 Bandiera del Brasile C Matheus Silva
5 Bandiera dell'Azerbaigian D Maksim Medvedev (capitano)
6 Bandiera del Brasile C Júlio Romão
7 Bandiera dell'Algeria C Yassine Benzia
8 Bandiera del Montenegro C Marko Janković
10 Bandiera della Francia C Abdellah Zoubir
11 Bandiera della Francia C Adama Diakhaby
13 Bandiera dell'Azerbaigian D Bəhlul Mustafazadə
15 Bandiera di Capo Verde C Leandro Andrade
17 Bandiera della Francia C Hamidou Keyta
18 Bandiera del Brasile A Juninho
19 Bandiera dell'Albania A Redon Xhixha
20 Bandiera dell'Azerbaigian C Richard Almeida
N. Ruolo Calciatore
23 Bandiera della Georgia P Luk'a Gugeshashvili
24 Bandiera dell'Azerbaigian D Aleksej Isaev
27 Bandiera dell'Azerbaigian C Toral Bayramov
29 Bandiera del Montenegro D Marko Vešović
30 Bandiera dell'Azerbaigian D Abbas Hüseynov
44 Bandiera dell'Azerbaigian C Elvin Cəfərquliyev
55 Bandiera dell'Azerbaigian D Bədavi Hüseynov
66 Bandiera di Capo Verde C Patrick Andrade
81 Bandiera della Colombia D Kevin Medina
83 Bandiera dell'Azerbaigian C Nihad Guliyev
89 Bandiera dell'Azerbaigian P Amin Ramazanov
90 Bandiera dell'Azerbaigian C Nariman Akhundzada
99 Bandiera della Russia P Andrej Lunëv

Rosa 2022-2023[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 30 gennaio 2023.

N. Ruolo Calciatore
1 Bandiera dell'Azerbaigian P Şahruddin Məhəmmədəliyev
2 Bandiera dell'Azerbaigian C Qara Qarayev
4 Bandiera dell'Azerbaigian D Rahil Məmmədov
5 Bandiera dell'Azerbaigian D Maksim Medvedev (capitano)
6 Bandiera del Brasile C Júlio Romão
7 Bandiera dell'Algeria C Yassine Benzia
8 Bandiera del Montenegro C Marko Janković
9 Bandiera dell'Azerbaigian A Musa Qurbanlı
10 Bandiera della Francia C Abdellah Zoubir
11 Bandiera della Spagna C Jaime Romero
12 Bandiera dell'Azerbaigian P Emil Balayev
13 Bandiera dell'Azerbaigian D Bəhlul Mustafazadə
15 Bandiera di Capo Verde A Leandro Andrade
18 Bandiera dell'Azerbaigian C İsmayıl İbrahimli
19 Bandiera dell'Azerbaigian C Filip Ozobić
N. Ruolo Calciatore
20 Bandiera dell'Azerbaigian C Richard Almeida
21 Bandiera dell'Azerbaigian D Rauf Hüseynli
22 Bandiera dell'Azerbaigian A Musa Qurbanlı
23 Bandiera della Georgia P Luk'a Gugeshashvili
25 Bandiera del Senegal A Ibrahima Wadji
27 Bandiera dell'Azerbaigian C Toral Bayramov
29 Bandiera del Montenegro D Marko Vešović
30 Bandiera dell'Azerbaigian D Abbas Hüseynov
44 Bandiera dell'Azerbaigian C Elvin Cəfərquliyev
55 Bandiera dell'Azerbaigian D Bədavi Hüseynov
77 Bandiera dell'Azerbaigian A Ramil Sheydayev
87 Bandiera della Francia D Adama Diakhaby
81 Bandiera della Colombia D Kevin Medina
89 Bandiera dell'Azerbaigian A Amin Ramazanov
99 Bandiera dell'Albania A Redon Xhixha

Rosa 2020-2021[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Calciatore
1 Bandiera dell'Azerbaigian P Şahruddin Məhəmmədəliyev
2 Bandiera dell'Azerbaigian C Qara Qarayev
4 Bandiera dell'Azerbaigian D Rahil Məmmədov
5 Bandiera dell'Azerbaigian D Maksim Medvedev
6 Bandiera di Capo Verde C Patrick Andrade
8 Bandiera della Serbia C Uroš Matić
9 Bandiera della Spagna A Jaime Romero
11 Bandiera dell'Azerbaigian A Mahir Emreli
12 Bandiera dell'Azerbaigian P Emil Balayev
17 Bandiera della Francia C Abdellah Zoubir
18 Bandiera dell'Azerbaigian C İsmayıl İbrahimli
19 Bandiera della Croazia C Filip Ozobić
N. Ruolo Calciatore
21 Bandiera dell'Azerbaigian D Rauf Hüseynli
22 Bandiera dell'Azerbaigian A Musa Qurbanlı
24 Bandiera dell'Azerbaigian D Nihad Təməzov
27 Bandiera del Ghana A Owusu Kwabena
29 Bandiera dell'Azerbaigian D Zamiq Əliyev
30 Bandiera dell'Azerbaigian D Abbas Hüseynov
44 Bandiera dell'Azerbaigian C Elvin Cəfərquliyev
55 Bandiera dell'Azerbaigian D Bədavi Hüseynov
71 Bandiera dell'Azerbaigian D Toral Bayramov
77 Bandiera di Haiti D Wilde-Donald Guerrier
81 Bandiera della Colombia D Kevin Medina

Rose delle stagioni precedenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Qarabag, espulsione comica a Leverkusen, su video.sky.it, 15 marzo 2024.
  2. ^ Europa League, Qarabag-Inter 0-0: pari e gol annullato al 93' [collegamento interrotto], su corrieredellosport.it, 29 settembre 2016. URL consultato il 29 settembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305203205 · LCCN (ENno2013087039 · WorldCat Identities (ENlccn-no2013087039
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio