Myron Markevyč

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Myron Markevyč
Myron Markevych.jpg
Nome Myron Bohdanovyč Markevyč
Nazionalità URSS URSS
Ucraina Ucraina (dal 1991)
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Squadra Dnipro Dnipro
Carriera
Giovanili
1972-1975 Karpaty Karpaty
Squadre di club1
1970-1972 Karpaty Karpaty  ? (?)
1973 SKA Lviv SKA Leopoli  ? (?)
1973-1974 Spartak Ordzonikidze Spartak Ordžonikidze  ? (?)
1974-1977 Volyn' Volyn' 59 (7)
Carriera da allenatore
1984 Volyn' Volyn'
1988-1989 Podillja Podillja
1990 Kryvbas Kryvbas
1991-1992 Volyn' Volyn'
1992-1995 Karpaty Karpaty
1995 Podillja Podillja
1996 Kryvbas Kryvbas
1996-1998 Karpaty Karpaty
1999-2001 Metalurh Zaporizzja Metalurh Zaporižžja
2001-2002 Karpaty Karpaty
2002 Anzi Anži
2002-2004 Karpaty Karpaty
2005-2014 Metalist Metalist
2010 Ucraina Ucraina
2014- Dnipro Dnipro
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 25 luglio 2014

Myron Bohdanovyč Markevyč (in ucraino: Мирон Богданович Маркевич?, trasl. anglosassone Myron Bohdanovych Markevych; Leopoli, 1º febbraio 1951) è un allenatore di calcio ed ex calciatore sovietico, dal 1991 ucraino, tecnico del Dnipro.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

Comincia nelle giovanili del Karpaty Lviv per poi esordire in prima squadra nel 1970, nel 1973 passa al Spartak Ordzhonikidze, in Russia, e finisce la carriera nel 1977 a soli 26 anni, per un grave infortunio, nel Volyn Lutsk.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1984 al 2005 Markevyč allena l'Anži Makhačkala, il Futbol'nyj Klub Metalurh Zaporižžja, il Podillya, per due volte il Futbol'nyj Klub Kryvbas e il Volyn Lutsk e per addirittura tre volte il Karpaty Lviv. La svolta arriva nel 2005 quando Markevyč raccoglie il Metalist Kharkiv in seconda divisione, e in tre anni raccoglie una promozione in massima serie, due terzi posti e gli ottavi di Coppa UEFA 2008-2009.

Tra maggio e agosto del 2010 è stato CT dell'Ucraina, ottenendo tre vittorie e un pareggio in quattro gare.

Nel 2014 lascia il Metalist Kharkiv e sostituisce il dimissionario Juande Ramos alla guida del Dnipro Dnipropetrovsk.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]