Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Futbolo klubas Žalgiris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FK Žalgiris
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Verde e Bianco (Strisce).svg Verde-bianco
Dati societari
Città Vilnius
Nazione Lituania Lituania
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Lithuania.svg LFF
Fondazione 1947
Rifondazione 2009
Presidente Lituania Vilma Venslovaitienė
Allenatore Bielorussia Aljaksandr Brazevič
Stadio Stadio LFF
(5 000 posti)
Sito web www.fkzalgiris.lt
Palmarès
Titoli nazionali 7 A Lyga
Trofei nazionali 11 Lietuvos Taurė
7 LFF Supertaurė
Si invita a seguire il modello di voce

Il Futbolo klubas Žalgiris, meglio noto come Žalgiris Vilnius, è una società calcistica lituana con sede nella città di Vilnius. Milita nella A Lyga, la massima serie del campionato lituano di calcio. Nella sua storia ha vinto 7 campionati nazionali, 11 coppe nazionali e 7 supercoppe nazionali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il club venne fondato nel 1947 come Dinamo Vilnius[1] e nello stesso anno partecipò al campionato di Vtoraja Gruppa, la seconda serie del campionato sovietico di calcio. Nel 1948 la denominazione venne cambiata in Spartak Vilnius[2]. Durante l'epoca sovietica il club, parte della VSS repubblicana, fu una delle poche squadre lituane a partecipare al campionato sovietico di calcio[3]. Nel 1952 arrivò per la prima volta la promozione in Klass A, la massima serie sovietica. La permanenza in Klass A durò una sola stagione e nel 1953 lo Spartak Vilnius concluse il campionato all'undicesimo posto, venendo così retrocesso in Klass B[4]. Dopo sei stagioni consecutive in Klass B tornò in Klass A al termine della stagione 1959 grazie alla decisione della federazione sovietica di ammettere in Klass A almeno una squadra per ognuna delle repubbliche di cui era costituita l'Unione Sovietica. Nel 1962 cambiò la propria denominazione in Žalgiris Vilnius e alla fine della stagione 1962, dopo aver mantenuto la categoria per due anni consecutivi, venne retrocesso in seconda serie[5]. Dopo aver sfiorato la promozione in massima serie in un paio di occasioni, nel 1971 venne retrocesso in terza serie[6], categoria che mantenne nelle successive sei stagioni, finché nel 1977 conquistò la promozione in Pervaja Liga[7]. Nel 1982 completò l'ascesa, vincendo il campionato di Pervaja Liga e venendo così promosso in Vysšaja Liga[8]. Negli anni successivi seppe inserirsi nella parte alta della classifica, raggiungendo il miglior risultato nel 1987 con il terzo posto finale in classifica, che valse allo Žalgiris la qualificazione alla Coppa UEFA per l'edizione 1988-1989 per la prima volta nella sua storia[3][9]. Nello stesso anno la squadra dello Žalgiris rappresentò la nazionale sovietica ai giochi della XIV Universiade, conquistando la medaglia d'oro dopo aver sconfitto in finale la Corea del Sud in finale per 5-0. La prima partecipazione alla Coppa UEFA si concluse al primo turno con l'eliminazione patita ad opera degli austriaci dell'Austria Vienna, i quali ribaltarono lo 0-2 dell'andata a Vilnius con un 5-2. Lo Žalgiris partecipò alla Coppa UEFA anche nell'edizione 1989-1990, dove riuscì a superare il primo turno eliminando gli svedesi dell'IFK Göteborg, ma venendo poi eliminato nei sedicesimi di finale dagli jugoslavi della Stella Rossa. Con la dichiarazione di indipendenza della Lituania, avvenuta l'11 marzo 1990, lo Žalgiris si ritirò dalla Vysšaja Liga per accedere al campionato lituano di calcio e partecipare alla Lietuvos Lyga 1990, campionato ibrido e non ufficiale[10].

Nel 1991 ha vinto la prima edizione ufficiale della Lietuvos Lyga, la massima serie del campionato lituano di calcio, e ripetendosi nella stagione successiva[3]. Grazie a quest'ultimo successo lo Žalgiris venne ammesso per la prima volta nella sua storia all'edizione 1992-1993 della UEFA Champions League, venendo eliminato al primo turno dagli olandesi del PSV[3]. Nel 1993 cambiò denominazione in Žalgiris-EBSW, per poi tornare allo storico Žalgiris nel 1995[1]. Dopo essersi classificato quasi sempre al secondo posto, tornò alla vittoria del campionato nazionale nel 1998-1999[3], superando di un solo punto il Kareda Šiauliai[11]. Anche nel decennio successivo, come nel precedente, lo Žalgiris mantenne posizioni di alta classifica e partecipò a diverse edizioni delle coppe europee. Nel 2009 la società venne esclusa dalla A Lyga a causa di problemi finanziari e retrocessa in 1 Lyga[3][12]. La società ricostituitasi il 23 febbraio 2009 venne denominata Vilniaus Miesto Futbolo Draugija Žalgiris (VMFD Žalgiris) e iscritta al campionato di 1 Lyga[3]. Grazie anche al sostegno diretto del comune di Vilnius, la società è riuscita a ristrutturarsi e ad avere un sostegno finanziario tale da consentirle di tornare subito al vertice del campionato lituano[3]. Nel 2010 venne ammesso al campionato di A Lyga e nel 2012 vinse la sua sesta coppa nazionale e dando avvio a una serie di sei edizioni vinte consecutivamente. E nel 2013 il VMFD Žalgiris è tornato alla vittoria del campionato dopo quattordici anni[3]. Nello stesso anno ha ottenuto uno dei migliori risultati nella sua storia di partecipazione alle coppe europee, raggiungendo la fase play-off della UEFA Europa League 2013-2014, partendo dal primo turno preliminare. Dopo aver eliminato prima gli irlandesi del St Patrick's e poi gli armeni del P'yownik Fowtbolayin, nel terzo turno preliminare ha superato i polacchi del Lech Poznań grazie alla regola dei gol in trasferta. Nella fase play-off, valevole per l'accesso alla fase a gironi, il VMFD Žalgiris ha affrontato gli austriaci del RB Salisburgo, venendo eliminati con un complessivo 0-7[3]. Si è confermato campione di Lituania anche negli anni successivi e nel 2015 il club è tornato alla denominazione storica di Futbolo klubas Žalgiris[1]. Inoltre, dal 2014 al 2016 lo Žalgiris ha sempre vinto il campionato, la coppa nazionale e la supercoppa nazionale. E nello stesso 2016 è stato in grado di vincere due edizioni della coppa nazionale, essendo la seconda un'edizione di transizione al formato annuale: l'edizione 2015-2016, conquistata ai danni del Trakai dopo i tempi supplementari, e l'edizione 2016, vinta in finale 2-0 contro il Sūduva.

Nomi[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni la squadra ha cambiato nome diverse volte[1]:

  • 1947 - Dinamo
  • 1948-1961 - Spartak
  • 1962 - Žalgiris
  • 1993 - Žalgiris-EBSW, poi FK Žalgiris
  • 2009 - VMFD Žalgiris
  • 2015 - FK Žalgiris

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Futbolo klubas Žalgiris
Trentaduesimi di finale in Coppa UEFA 1988-1989.
Sedicesimi di finale in Coppa UEFA 1989-1990.

Vince la Lietuvos Taurė. (1º titolo)
Vince la Lietuvos Taurė. (2º titolo)
Primo turno in UEFA Champions League 1992-1993.
  • 1993 - Cambio di denominazione in Futbolo klubas Žalgiris-EBSW.
  • 1993-1994 - 2º in Lietuvos Lyga.
Vince la Lietuvos Taurė. (3º titolo)
Turno preliminare in Coppa delle Coppe 1993-1994.
Sedicesimi di finale in Coppa delle Coppe 1994-1995.
  • 1995 - Cambio di denominazione in Futbolo klubas Žalgiris.
  • 1995-1996 - 3º in Lietuvos Lyga.
Sedicesimi di finale in Coppa delle Coppe 1995-1996.
Vince la Lietuvos Taurė. (4º titolo)
Secondo turno in Coppa UEFA 1996-1997.
Turno preliminare in Coppa delle Coppe 1997-1998.
Secondo turno in Coppa UEFA 1998-1999.
Secondo turno in UEFA Champions League 1999-2000.
Turno preliminare in Coppa UEFA 2000-2001.
Turno preliminare in Coppa UEFA 2001-2002.
Secondo turno in Coppa Intertoto.
Vince la Lietuvos Taurė. (5º titolo)
Vince la LFF Supertaurė. (1º titolo)
Primo turno in Coppa Intertoto.
Secondo turno in Coppa UEFA 2004-2005.
Semifinale in Coppa Intertoto.
  • 2006 - 4º in A Lyga.
  • 2007 - 4º in A Lyga.
  • 2008 - 5º in A Lyga.
  • 2009 - Escluso dalla A Lyga per problemi finanziari.
  • 2009 - Cambio di denominazione in Vilniaus Miesto Futbolo Draugija Žalgiris.
  • 2010 - 3º in A Lyga.
  • 2011 - 2º in A Lyga.
Vince la Lietuvos Taurė. (6º titolo)
Vince la Lietuvos Taurė. (7º titolo)
Vince la LFF Supertaurė. (2º titolo)
Secondo turno in UEFA Europa League 2012-2013.
Vince la Lietuvos Taurė. (8º titolo)
Vince la LFF Supertaurė. (3º titolo)
Play-off in UEFA Europa League 2013-2014.
Vince la Lietuvos Taurė. (9º titolo)
Vince la LFF Supertaurė. (4º titolo)
Secondo turno in UEFA Champions League 2014-2015.
Vince la Lietuvos Taurė. (10º titolo)
Vince la LFF Supertaurė. (5º titolo)
Secondo turno in UEFA Champions League 2015-2016.
Vince la Lietuvos Taurė. (11º titolo)
Vince la LFF Supertaurė. (6º titolo)
Secondo turno in UEFA Champions League 2016-2017.
Vince la LFF Supertaurė. (7º titolo)

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del F.K. Žalgiris

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del F.K. Žalgiris

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

[13]

1991, 1991-1992, 1998-1999, 2013, 2014, 2015, 2016
1991, 1993, 1994, 1997, 2003, 2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2016
2003, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017
1982

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Terzo posto: 1987
Semifinalista: 1987-1988
Semifinalista: 1987
Secondo posto: 1992-1993, 1993-1994, 1996-1997, 1997-1998, 1999, 2000, 2011, 2012
Terzo posto: 1995-1996, 2001, 2010
Finalista: 1990, 1992, 1995, 2000, 2001, 2017

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2017[modifica | modifica wikitesto]

Rosa e numeri come da sito ufficiale[14].

N. Ruolo Giocatore
1 Lituania P Armantas Vitkauskas
2 Lituania D Linas Klimavičius
3 Lituania D Georgas Freidgeimas
5 Paesi Bassi D Donovan Slijngard
6 Senegal D Mamadou Mbodj
7 Croazia C Slavko Blagojević
8 Lituania D Egidijus Vaitkunas
9 Bosnia ed Erzegovina A Bahrudin Atajić
10 Lituania A Darvydas Šernas
11 Serbia A Komnen Andrić
13 Lituania C Saulius Mikoliūnas
14 Lituania C Karolis Uzėla
16 Mali C Mahamane Traoré
N. Ruolo Giocatore
21 Lituania C Vytautas Lukša
22 Lituania C Justas Lasickas
23 Lituania D Rolandas Baravykas
27 Serbia C Matija Ljujić
28 Lituania A Julius Momkus
30 Lituania P Airidas Mickevičius
35 Lituania P Pijus Petkevičius
71 Lituania D Jonas Skinderis
75 Lituania C Ernestas Stočkūnas
80 Brasile A Elivelto
88 Lituania C Mantas Kuklys

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d WildStat
  2. ^ (EN) Soviet Union 1948 - Second Group, su rsssf.com, 17 gennaio 2012. URL consultato il 29 marzo 2017.
  3. ^ a b c d e f g h i j (LT) Storia del FK Žalgiris, su fkzalgiris.lt. URL consultato il 29 marzo 2017.
  4. ^ (EN) Soviet Union 1953, su rsssf.com, 17 gennaio 2012. URL consultato il 29 marzo 2017.
  5. ^ (EN) Soviet Union 1962, su rsssf.com, 11 luglio 2013. URL consultato il 29 marzo 2017.
  6. ^ (EN) Soviet Union 1971, su rsssf.com, 11 luglio 2013. URL consultato il 29 marzo 2017.
  7. ^ (EN) Soviet Union 1977, su rsssf.com, 11 luglio 2013. URL consultato il 29 marzo 2017.
  8. ^ (EN) Soviet Union 1982, su rsssf.com, 11 luglio 2013. URL consultato il 29 marzo 2017.
  9. ^ (EN) Soviet Union 1987, su rsssf.com, 29 novembre 2012. URL consultato il 29 marzo 2017.
  10. ^ (EN) Soviet Union 1990, su rsssf.com, 24 gennaio 2013. URL consultato il 29 marzo 2017.
  11. ^ (EN) Lithuania 1998/99, su rsssf.com, 17 agosto 1999. URL consultato il 29 marzo 2017.
  12. ^ (EN) Lithuania 2009, su rsssf.com, 23 luglio 2015. URL consultato il 29 marzo 2017.
  13. ^ (LT) Palmarès Žalgiris, su fkzalgiris.lt. URL consultato il 28 marzo 2017.
  14. ^ (LT) Rosa 2017, su fkzalgiris.lt. URL consultato il 27 marzo 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]