Nacho (calciatore 1990)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Nacho
Nacho con la nazionale spagnola nel 2017
Nazionalità Bandiera della Spagna Spagna
Altezza 180 cm
Peso 86 kg
Calcio
Ruolo Difensore
Squadra Real Madrid
Carriera
Giovanili
2001-2009Real Madrid
Squadre di club1
2009-2013Real M. Castilla105 (4)[1]
2011-Real Madrid228 (12)
Nazionale
2005Bandiera della Spagna Spagna U-161 (0)
2006-2007Bandiera della Spagna Spagna U-1711 (0)
2008-2009Bandiera della Spagna Spagna U-199 (2)
2011-2013Bandiera della Spagna Spagna U-216 (0)
2013-Bandiera della Spagna Spagna24 (1)
Palmarès
 Mondiali di calcio Under-17
Argento Corea del Sud 2007
 Europei di calcio Under-17
Oro Belgio 2007
 Europei di calcio Under-21
Oro Israele 2013
 UEFA Nations League
Oro Paesi Bassi 2023
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 febbraio 2024

Nacho, pseudonimo di José Ignacio Fernández Iglesias (Madrid, 18 gennaio 1990), è un calciatore spagnolo, difensore del Real Madrid, di cui è capitano e della nazionale spagnola.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È il fratello maggiore di Álex, centrocampista del Cadice e suo compagno di squadra nelle giovanili del Real Madrid. All'età di 12 anni gli fu diagnosticato il diabete, patologia per cui rischiò di dover lasciare il calcio.[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante la sua posizione naturale sia quella di difensore centrale, può giocare indifferentemente anche come terzino destro o sinistro.[3]

Dispone di grandi doti acrobatiche e di un tiro preciso e molto potente; buona parte delle sue rare segnature sono dovute a tiri da fuori area. La sua sforbiciata al limite dell'area contro il Leonesa nel 2016 fu nominata gol dell'anno della Liga.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid Castilla e le prime presenze col Real[modifica | modifica wikitesto]

Proveniente dalle giovanili del club dal 2009 gioca con la squadra B del Real Madrid, il Real Madrid Castilla, con cui ha ottenuto fino al 2013 ben 111 presenze in campionato e 4 gol. Debutta con la prima squadra del Real Madrid il 23 aprile 2011, nella trasferta contro il Valencia, conclusasi con la vittoria per 3-6 e in cui Nacho gioca l'intera partita. Conclude la sua prima stagione con due presenze in campionato. Nella stagione seguente riesce ad ottenere solo qualche minuto in una partita di Copa del Rey e non può fregiarsi quindi del titolo vinto della Primera División dal Real.

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2012-2013 viene promosso in prima squadra e trova il campo con più regolarità, vincendo la Supercopa de España 2012 concludendo la stagione con 9 presenze in campionato, 3 in coppa e una in Champions League.

Nella stagione 2013-2014 gioca con più regolarità ottenendo 12 presenze in Primera División, 4 in Coppa del Re (vincendola) e 3 nella UEFA Champions League 2013-2014 vinta dal club madrileno contro l'Atletico Madrid.

La stagione 2014-2015 si apre con la conquista della Supercoppa europea, vinta il 12 agosto 2014 battendo 2-0 il Siviglia,[5] vincitore dell'Europa League. Il 20 dicembre conquista il Mondiale per club, battendo 2-0 in finale il San Lorenzo.[6][7] In questa stagione ottiene quindi 22 presenze complessive e segna il suo primo gol in Primera Divisiòn il 10 gennaio 2015 contro l'Espanyol.

Nella stagione 2015-16 il 28 maggio 2016 vince la sua seconda Champions League (2015-2016) vincendo ai rigori il derby contro l'Atletico Madrid nello stadio San Siro di Milano.[8] In questa edizione della coppa continentale ha segnato anche 1 gol in 5 presenze dando perciò il suo contributo alla vittoria. Ha ottenuto anche 16 presenze in campionato e 1 in Coppa del Re, concludendo la stagione con 22 presenze e 1 gol.

L'anno successivo si aggiudica sia il campionato,[9] che la Champions League[10], ottenendo 39 presenze complessive segnando ben 3 gol (record personale di reti in Liga con 2 gol), record migliorato l'anno successivo, in una stagione in cui si è aggiudicato sia la Supercoppa UEFA sia la Champions League.[11]

Nel giugno 2023 estende il proprio contratto con i blancos per un'altra stagione, inoltre dopo l’addio di Karim Benzema, diventa il nuovo capitano del Real Madrid.[12][13]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 vince con l'Under 17 spagnola l'europeo di categoria. Nel giugno 2013 viene convocato nella rosa dell'Under-21 spagnola per il campionato europeo di calcio Under-21 2013. Il 18 giugno 2013 vince il Campionato di calcio europeo Under-21 in Israele nella finale giocata con l'Italia e termitata 4-2 per le furie rosse.

Il 10 settembre 2013 debutta a Ginevra con la Nazionale maggiore in un incontro amichevole tra la Spagna e il Cile, subentrando nel secondo tempo al 59º minuto al posto di Sergio Ramos. Il 12 ottobre 2015 torna a giocare con le "furie rosse". nella gara di Kiev, giocando da titolare nell'ultima partita valida per le Qualificazioni al campionato europeo di calcio 2016, contro l'Ucraina.

Il 21 maggio 2018 viene incluso dal commissario tecnico della Spagna Lopetegui nella lista dei convocati per il Mondiale di Russia 2018,[14] che per la nazionale spagnola si conclude allo stadio degli ottavi di finale, nei quali viene sconfitta ai rigori dai padroni di casa della Russia. Parte titolare nella prima sfida della competizione, segnando il suo primo gol in nazionale contro il Portogallo con un potente e preciso tiro rasoterra da fuori area.[15] Questa rete ha ottenuto la nomina al premio Hyundai del Mondiale: si trattava di un potente tiro da fuori area che rimase perfettamente basso per tutta la sua traiettoria dritta, colpendo il palo e rimbalzando in rete.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 5 febbraio 2024.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009-2010 Bandiera della Spagna Real M. Castilla SDB 17 0 - - - - - - - - - 17 0
2010-2011 SDB 32+2[16] 4+0[16] - - - - - - - - - 34 4
2011-2012 SDB 37+4[16] 0 - - - - - - - - - 41 0
2012-2013 SD 19 0 - - - - - - - - - 19 0
Totale Real Madrid Castilla 105+6 4+0 - - - - - - - - 111 4
2010-2011 Bandiera della Spagna Real Madrid PD 2 0 CR 0 0 UCL 0 0 - - - 2 0
2011-2012 PD 0 0 CR 1 0 UCL 0 0 SS 0 0 1 0
2012-2013 PD 9 0 CR 3 0 UCL 1 0 SS 0 0 13 0
2013-2014 PD 12 0 CR 4 0 UCL 3 0 - - - 19 0
2014-2015 PD 14 1 CR 2 0 UCL 6 0 SU+SS+Cmc 0 0 22 1
2015-2016 PD 16 0 CR 1 0 UCL 5 1 - - - 22 1
2016-2017 PD 28 2 CR 5 1 UCL 4 0 SU+Cmc 0+2 0 39 3
2017-2018 PD 27 3 CR 6 0 UCL 8 1 SU+SS+Cmc 0+0+1 0 42 4
2018-2019 PD 20 0 CR 5 0 UCL 5 0 SU+Cmc 0 0 30 0
2019-2020 PD 6 1 CR 3 1 UCL 1 0 SS 0 0 10 2
2020-2021 PD 24 1 CR 0 0 UCL 8 0 SS 1 0 33 1
2021-2022 PD 28 3 CR 3 0 UCL 9 0 SS 2 0 42 3
2022-2023 PD 27 1 CR 5 0 UCL 8 0 SS+SU+Cmc 2+0+2 0 44 1
2023-2024 PD 15 0 CR 2 0 UCL 6 0 SS 2 0 25 0
Totale Real Madrid 228 12 40 2 64 2 12 0 344 16
Totale Carriera 339 16+0 40 2 64 2 12 0 455 20

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-9-2013 Ginevra Spagna Bandiera della Spagna 2 – 2 Bandiera del Cile Cile Amichevole - Ingresso al 59’ 59’
12-10-2015 Kiev Ucraina Bandiera dell'Ucraina 0 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Qual. Euro 2016 -
24-3-2016 Udine Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
27-3-2016 Cluj-Napoca Romania Bandiera della Romania 0 – 0 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 52’ 52’
6-10-2016 Torino Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 22’ 22’
12-11-2016 Granada Spagna Bandiera della Spagna 4 – 0 Bandiera della Macedonia Macedonia Qual. Mondiali 2018 -
15-11-2016 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 2 – 2 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole -
28-3-2017 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 0 – 2 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 86’ 86’
7-6-2017 Murcia Spagna Bandiera della Spagna 2 – 2 Bandiera della Colombia Colombia Amichevole -
5-9-2017 Vaduz Liechtenstein Bandiera del Liechtenstein 0 – 8 Bandiera della Spagna Spagna Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 46’ 46’
6-10-2017 Alicante Spagna Bandiera della Spagna 3 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 60’ 60’
9-10-2017 Haifa Israele Bandiera d'Israele 0 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Qual. Mondiali 2018 -
11-11-2017 Malaga Spagna Bandiera della Spagna 5 – 0 Bandiera della Costa Rica Costa Rica Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
14-11-2017 San Pietroburgo Russia Bandiera della Russia 3 – 3 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole -
23-3-2018 Düsseldorf Germania Bandiera della Germania 1 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 51’ 51’
3-6-2018 Vila-real Spagna Bandiera della Spagna 1 – 1 Bandiera della Svizzera Svizzera Amichevole - Ingresso al 70’ 70’
9-6-2018 Krasnodar Tunisia Bandiera della Tunisia 0 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
15-6-2018 Soči Portogallo Bandiera del Portogallo 3 – 3 Bandiera della Spagna Spagna Mondiali 2018 - 1º turno 1
1-7-2018 Mosca Spagna Bandiera della Spagna 1 – 1 dts
(3 – 4 dtr)
Bandiera della Russia Russia Mondiali 2018 - Ottavi di finale - Uscita al 70’ 70’
8-9-2018 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 1 – 2 Bandiera della Spagna Spagna UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
11-9-2018 Elche Spagna Bandiera della Spagna 6 – 0 Bandiera della Croazia Croazia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
15-10-2018 Siviglia Spagna Bandiera della Spagna 2 – 3 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
25-3-2023 Malaga Spagna Bandiera della Spagna 3 – 0 Bandiera della Norvegia Norvegia Qual. Euro 2024 -
18-6-2023 Rotterdam Croazia Bandiera della Croazia 0 – 0 dts
(4 – 5 dtr)
Bandiera della Spagna Spagna UEFA Nations League 2022-2023 - Finale - Ingresso al 78’ 78’ Ammonizione al 96’ 96’
Totale Presenze 24 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 2013-2014, 2022-2023
Real Madrid: 2016-2017, 2019-2020, 2021-2022
Real Madrid: 2012, 2017, 2019, 2022, 2024

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 2013-2014, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2021-2022
Real Madrid: 2014, 2016, 2017, 2022
Real Madrid: 2014, 2016, 2017, 2018, 2022

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

2007
2013

Competizioni maggiori[modifica | modifica wikitesto]

2022-2023

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 111 (4) se si comprendono anche i play-off.
  2. ^ Nacho: 'Mi dissero che dovevo smettere', su it.uefa.com, 3 marzo 2017.
  3. ^ (ES) La polivalencia de Nacho, su realmadrid.com. URL consultato il 22 marzo 2020.
  4. ^ (EN) Diario AS, Hugo Sánchez cheers Nacho's "perfect scissor-kick", in AS.com, 29 ottobre 2016. URL consultato il 21 settembre 2018.
  5. ^ Supercoppa Europea, Real Madrid-Siviglia 2-0: doppietta di Ronaldo, su gazzetta.it, 12 agosto 2014. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  6. ^ Real Madrid-San Lorenzo 2-0: Ramos e Bale portano i Blancos sul tetto del Mondo, su goal.com, 20 dicembre 2014. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  7. ^ Il Real Madrid è campione del mondo, su ilpost.it, 21 dicembre 2014. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  8. ^ Il Real Madrid vince la Champions League, su corrieredellosport.it. URL consultato il 30 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 7 agosto 2016).
  9. ^ Real Madrid campione di Spagna: è la Liga numero 33, su gazzetta.it, 21 maggio 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
  10. ^ Champions: Juve, svanisce il sogno. Il Real di Ronaldo campione d'Europa: 4-1, su gazzetta.it, 3 giugno 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
  11. ^ Champions, Real Madrid campione: Bale doppietta, Karius da incubo, 3-1 al Liverpool, su gazzetta.it, 26 maggio 2018. URL consultato il 1º luglio 2018.
  12. ^ (EN) Official Announcement: Nacho | Real Madrid CF, su Real Madrid C.F. - Web Oficial. URL consultato il 1º settembre 2023.
  13. ^ AS - Niente Inter: Nacho dice sì al rinnovo con il Real Madrid. Sarà lui il nuovo capitano dei Blancos, su FC Inter News. URL consultato il 1º settembre 2023.
  14. ^ Mondiali Russia 2018, convocati Spagna: fuori Morata, Suso e Callejon. C'è Iniesta, su sport.sky.it, 21 maggio 2018. URL consultato il 21 maggio 2018.
  15. ^ Portogallo-Spagna 3-3. Ronaldo, che tris, Diego Costa (2) e Nacho per la Roja, su gazzetta.it. URL consultato il 19 dicembre 2019.
  16. ^ a b c Regular season+Play-off

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Nacho, su UEFA.com, UEFA. Modifica su Wikidata
  • (EN) Nacho, su national-football-teams.com, National Football Teams. Modifica su Wikidata
  • (DEENIT) Nacho Fernández, su Transfermarkt, Transfermarkt GmbH & Co. KG. Modifica su Wikidata
  • Nacho, su it.soccerway.com, Perform Group. Modifica su Wikidata
  • Nacho, su smr.worldfootball.net, HEIM:SPIEL Medien GmbH. Modifica su Wikidata
  • (EN) Nacho, su soccerbase.com, Racing Post. Modifica su Wikidata
  • (FR) Nacho, su lequipe.fr, L'Équipe 24/24. Modifica su Wikidata
  • (ENESCA) Nacho, su BDFutbol.com. Modifica su Wikidata
  • (ENRU) Nacho, su eu-football.info. Modifica su Wikidata
  • (ES) Nacho, su AS.com. Modifica su Wikidata
  • (EN) Nacho, su IMDb, IMDb.com. Modifica su Wikidata