Igor' Denisov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Igor' Denisov
Loco-Spar18 (7).jpg
Nazionalità Russia Russia
Altezza 176 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2019
Carriera
Giovanili
non conosciuta Turbostroitel
Blu Navy Verde e Bianco.png Smena
Squadre di club1
2001-2013Zenit S. Pietroburgo253 (23)
2013Anži3 (0)
2013-2016Dinamo Mosca62 (2)
2016-2019Lokomotiv Mosca67 (1)
Nazionale
2006 Russia Russia U-21 9 (1)
2008-2016 Russia Russia 54 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 settembre 2018

Igor' Vladimirovič Denisov (in russo: Игорь Владимирович Денисов?; Leningrado, 17 maggio 1984) è un ex calciatore russo, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Agiva da mediano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Denisov inizia a giocare con il Turbostroitel, poi passa allo Smena, il vivaio dello Zenit S. Pietroburgo. Firma il primo contratto professionistico con lo Zenit dopo aver conseguito il diploma di scuola secondaria, nel 2002. Esordisce in Prem'er-Liga poco dopo, contro il CSKA Mosca. L'anno seguente segna 2 gol in 19 presenze, diventando un elemento chiave per la squadra.

Sotto la guida del tecnico Dick Advocaat, si afferma come uno dei migliori centrocampisti avanzati del campionato russo, risultando decisivo per la vittoria del primo titolo russo dello Zenit, nel 2007. Nel 2007-2008 è uno dei marcatori nella sfida di ritorno dei quarti di finale di Coppa UEFA in casa del Bayer Leverkusen, partita che proietta i russi nella semifinale vinta contro il Bayern Monaco, prima della vittoriosa finale contro i Rangers. Nella finale Denisov apre le marcature andando in gol al 72° minuto e contribuendo al 2-0 finale, che vale al club la sua prima coppa internazionale. È titolare anche nella sfida di Supercoppa europea vinta contro il Manchester Utd nell'agosto 2008, in cui Denisov fornisce l'assist per il gol di Pavel Pogrebnjak.

Nel giugno 2010 prolunga il contratto con lo Zenit per altri cinque anni. A dicembre è votato "calciatore dell'anno" dai propri tifosi. Il 27 ottobre 2011 taglia il traguardo delle 300 presenze in partite ufficiali con lo Zenit, in occasione dell'incontro vinto per 3-0 contro il Volga Nižnij Novgorod. Nel 2011-2012 gioca 57 partite, tutte da titolare, segna 9 gol e fornisce 8 assist. Il 26 maggio 2012 è eletto "calciatore dell'anno del campionato russo" e la sua compagine, allenata da Luciano Spalletti, è nominata "squadra russa dell'anno".

Dopo dodici stagioni allo Zenit, il 21 giugno 2013 si trasferisce all'Anži per circa 15 milioni di euro, ma ad agosto rescinde il contratto, dopo solo tre presenze, a causa di alcuni litigi con gli altri giocatori e anche in considerazione della crisi finanziaria del club[1].

Nell'agosto 2013 firma per la Dinamo Mosca[2]. Nell'aprile 2015 è sospeso dal club e messo sul mercato per aver insultato l'allenatore Stanislav Čerčesov[3][4]. Rientra in squadra nel luglio seguente, dopo la sostituzione di Čerčesov con Andrej Kobelev.

Nel maggio 2019 annuncia il proprio ritiro dall'attività agonistica[5].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Già capitano della nazionale russa Under-21, riceve la prima convocazione in nazionale maggiore nel marzo 2007. Nel maggio 2008 rifiuta la convocazione del CT Guus Hiddink per il campionato europeo del 2008. Esordisce da titolare al campionato europeo del 2012 nella partita contro la Repubblica Ceca (4-1).

Convocato per il campionato europeo del 2016,[6] non può parteciparvi per infortunio ed è sostituito da Artur Rimovič Jusupov.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Zenit: 2002-2003, 2009-2010, 2011-2012
Lokomotiv Mosca: 2016-2017, 2018-2019
Zenit: 2007, 2010
Lokomotiv Mosca: 2017-2018
Zenit: 2008, 2011

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Zenit: 2008
Zenit: 2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]