Aleksandr Kokorin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aleksandr Kokorin
Benf-Zen 2016 (12).jpg
Kokorin con lo Zenit S. Pietroburgo nel 2016
Nazionalità Russia Russia
Altezza 183 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Zenit S. Pietroburgo
Carriera
Giovanili
1997-2008Lokomotiv Mosca
Squadre di club1
2008-2016Dinamo Mosca171 (41)
2016-Zenit S. Pietroburgo59 (17)
Nazionale
2008Russia Russia U-191 (1)
2009-2013Russia Russia U-2118 (8)
2011-Russia Russia48 (12)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 marzo 2018

Aleksandr Aleksandrovič Kokorin (in russo: Александр Александрович Кокорин?; Mosca, 19 marzo 1991) è un calciatore russo, attaccante dello Zenit S. Pietroburgo e della nazionale russa.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Kokorin è un attaccante di movimento, che dà il meglio di sé giocando dietro una punta di peso. Dotato di grande tecnica, è abilissimo nel gioco palla a terra e nello stretto grazie alla sua notevole velocità. Giocatore di classe, è in possesso di notevole agilità e fiuto per il gol.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi alla Lokomotiv Mosca e il passaggio alla Dinamo Mosca[modifica | modifica wikitesto]

Aleksandr muove i primi passi in un piccolo paese russo, Valujki, vicino al confine con l'Ucraina, sotto la supervisione di suo padre. Fin da bambino gli viene imposto di praticare boxe insieme al calcio. All'età di 9 anni Alexander parte per la capitale russa per sostenere un provino per lo Spartak, il provino va bene ma la società dice che è ancora troppo presto per inserirlo nel proprio settore giovanile. La Lokomotiv, l'altra squadra moscovita, decide di ingaggiare Kokorin. Lì Kokorin trascorre sei anni, durante i quali vince ripetutamente le classifiche cannonieri delle varie categorie.

Kokorin con la maglia della Dinamo Mosca nel 2012.

Nel gennaio del 2008 si trasferisce alla Dinamo Mosca, firma un contratto triennale. Il suo esordio in una partita ufficiale arriva nella 24ª giornata della Premier Liga, l'attaccante ancora diciassettenne segna la rete decisiva nella partita contro il Saturn, finita 2-1.

È diventato il più giovane giocatore a segnare un gol per Dinamo nella Premier League russa (17 anni 199 giorni). Ha segnato un gol vincente in un 1-0 vittoria sopra Lokomotiv Mosca nella sua seconda partita da titolare in data 3 novembre 2008.

Si ripeterà un mese più tardi, proprio contro la Lokomotiv, rete che decreterà il successo dei suoi nuovi compagni di squadra.

Il 29 luglio del 2009, ha segnato il gol della vittoria in una vittoria per 1-0 contro il Celtic nella gara di andata del terzo turno preliminare della UEFA Champions League a Glasgow. Il 2010 è un anno critico dato che non trova il gol e riceve numerose critiche dalla stampa russa e dai suoi tifosi.

La piccola parentesi Anzhi[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 luglio 2013 passa all'Anzhi in cambio di € 19 milioni ma a causa del ridimensionamento economico in corso nella società del Daghestan il 15 agosto seguente ritorna alla Dinamo Mosca per la medesima cifra.

Zenit[modifica | modifica wikitesto]

Dopo qualche stagione non felicissima passata più tra bassi che alti il 30 gennaio 2016 passa allo Zenit S. Pietroburgo[2] per provare a riscattarsi. Trova la prima presenza nella partita Benfica-Zenit, valida per l'andata degli ottavi di finale di Champions League, finita 1-0 per i portoghesi. Il 2 maggio 2016 conquista la Coppa di Russia 2015-2016, il suo primo trofeo in carriera, siglando anche uno dei 4 goal con cui lo Zenit sconfigge il CSKA Mosca. Nel marzo 2018 durante la partita di UEFA Europa League contro il RB Lipsia, riporta un grave infortunio subendo la distorsione con rottura dei legamenti del ginocchio destro, costringendolo tuttavia ad uno stop forzato di almeno sei mesi e di conseguenza a saltare così il mondiale in Russia.[3]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Kokorin entra a far parte dell'Under-21 nel 2009. Il debutto in nazionale avviene con un'amichevole contro la Grecia nel novembre 2011.

L'8 giugno 2012 esordisce agli Europei nella partita contro la Repubblica Ceca (4-1), subentrando all'84º minuto ad Alan Dzagoev. Ha giocato due partite a UEFA Euro 2012 la Russia non è riuscita a passare la fase a gironi.

Ha segnato il suo primo gol in nazionale l'11 settembre 2012, nelle qualificazioni al Mondiale 2014 contro Israele, partita vinta per 4-0 nello stadio Ramat Gan.

Il 2 giugno 2014, è stato incluso nella lista della nazionale russa del Mondiale 2014. Ha segnato gol nel loro ultimo incontro del girone pareggio per 1-1 con l'Algeria.

Kokorin ha segnato tre volte nelle qualificazioni all'Europeo 2016, stabilendo il posto della Russia a spese della Svezia.

Viene convocato per gli Europei 2016 in Francia.[4]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 15 marzo 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008 Russia Dinamo Mosca PL 7 2 KR 2 0 - - - - - - 9 2
2009 PL 24 2 KR 1 0 UCL+UEL 2[5]+2[6] 1[5]+0 - - - 29 3
2010 PL 24 0 KR 2 0 - - - - - - 26 0
2011-2012 PL 37 5 KR 4 2 - - - - - - 41 7
2012-2013 PL 22 10 KR 1 0 UEL 3[5] 3[5] - - - 26 13
2013-2014 PL 22 10 KR 1 0 - - - - - - 23 10
2014-2015 PL 27 8 KR 1 0 UEL 11[7] 2 - - - 39 10
2015-gen. 2016 PL 8 4 KR 2 1 - - - - - - 10 5
Totale Dinamo Mosca 171 41 14 3 18 6 - - 203 50
gen.-giu. 2016 Russia Zenit PL 10 2 KR 2 1 UCL 2 0 SR - - 14 3
2016-2017 PL 27 5 KR 2 1 UEL 8 4 SR 1 0 38 10
2017-2018 PL 22 10 KR 0 0 UEL 13[8] 9[9] - - - 35 19
Totale Zenit 59 17 4 2 23 13 1 0 87 32
Totale carriera 230 58 18 5 41 19 1 0 290 82

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2014, nonostante fosse fidanzato, sono state pubblicate su un tabloid russo delle sue immagini in compagnia di spogliarelliste.[10]

Il 5 luglio 2016, a seguito dell'eliminazione della sua Nazionale dagli Europei giocati in Francia (che ha disputato con la sua Nazionale), è stato multato di 250.000 € dallo Zenit San Pietroburgo.[11] Con lui era presente anche Pavel Mamaev.[11]

Il 9 ottobre 2018 ha aggredito (anche questa volta era insieme a Pavel Mamaev) un funzionario pubblico tirandogli addosso una sedia.[12] Nonostante quanto commesso, i due non si sono presentati all'interrogatorio.[13] Successivamente i 2 hanno fatto ricorso ma sono stati incarcerati per 2 mesi in attesa della sentenza definitiva sulle loro azioni.[14][15]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Zenit S. Pietroburgo: 2015-2016
Zenit S. Pietroburgo: 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stefano Chioffi, Kokorin, la sorpresa di Capello in Brasile, in Corriere dello Sport, 22 gennaio 2014. URL consultato il 16 dicembre 2015.
  2. ^ (RU) Севастиан Терлецкий, Александр Кокорин перешел в "Зенит", in Известия, 30 gennaio 2016. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  3. ^ ansa.it, [1]] http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2018/03/16/russia-kokorin-ko-niente-mondiali_73a7cabb-49c0-4815-84c9-77ad55af3aae.html%5D%5D].
  4. ^ (RU) Состав сборной России на ЕВРО-2016, rfs.ru, 21 maggio 2016. URL consultato il 26 maggio 2016.
  5. ^ a b c d Nei turni preliminari.
  6. ^ Nei play-off.
  7. ^ 3 presenze nei turni preliminari.
  8. ^ 4 presenze nei turni preliminari.
  9. ^ 3 reti nei turni preliminari.
  10. ^ Russia, scandalo “hot” per Kokorin: foto piccanti con due spogliarelliste, in Calcio Fanpage. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  11. ^ a b (EN) Aleksandr Kokorin fined & demoted by Zenit for shameful behaviour, in Football (soccer) greatest goals and highlights | 101 Great Goals, 5 luglio 2016. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  12. ^ Russia, la follia di Kokorin e Mamaev: aggrediscono un funzionario statale in un bar, ora rischiano il licenziamento, in Calciomercato.com | Tutte le news sul calcio in tempo reale. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  13. ^ Capo della polizia russa: 'Kokorin non si è presentato all'interrogatorio, ora è ufficialmente un ricercato', in Calciomercato.com | Tutte le news sul calcio in tempo reale. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  14. ^ Russia, Kokorin e Mamaev restano in carcere: ricorso respinto. URL consultato il 20 ottobre 2018.
  15. ^ (IT) Respinto il ricorso, Kokorin e Mamaev in carcere fino all'8 dicembre. La sentenza..., in Alfredo Pedullà, 19 ottobre 2018. URL consultato il 20 ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]