Provincia di Arezzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Provincia di Arezzo
provincia
Provincia di Arezzo – Stemma Provincia di Arezzo – Bandiera
Provincia di Arezzo – Veduta
Palazzo della Provincia, attuale sede dell'amministrazione provinciale.
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
Amministrazione
CapoluogoArezzo-Stemma.png Arezzo
PresidenteSilvia Chiassai Martini (centro-destra) dal 31-10-2018
Territorio
Coordinate
del capoluogo
43°28′24″N 11°52′12″E / 43.473333°N 11.87°E43.473333; 11.87 (Provincia di Arezzo)
Superficie3 233,08 km²
Abitanti335 573[1] (31-8-2021)
Densità103,79 ab./km²
Comuni36 comuni
Province confinantiFirenze, Forlì-Cesena, Rimini, Pesaro e Urbino, Perugia, Siena
Altre informazioni
Cod. postale52100, 52010-52048
Prefisso0575, 055
Fuso orarioUTC+1
ISO 3166-2IT-AR
Codice ISTAT051
TargaAR
Cartografia
Provincia di Arezzo – Localizzazione
Provincia di Arezzo – Mappa
Posizione della Provincia di Arezzo all’interno della Toscana.
Sito istituzionale

La provincia di Arezzo è una provincia italiana della Toscana di 335 573 abitanti.[1] È quarta tra le province toscane sia per il numero di abitanti sia per quanto riguarda la superficie.

Confina con l'Emilia-Romagna (provincia di Forlì-Cesena e provincia di Rimini) a nord-est, con la provincia di Firenze a nord-ovest, con le Marche (provincia di Pesaro e Urbino) e con l'Umbria (provincia di Perugia) a est e con la provincia di Siena a sud-ovest. La provincia amministra anche una piccola exclave situata all'interno dei confini della provincia di Rimini, le cui località sono frazioni del comune di Badia Tedalda.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La provincia di Arezzo deriva dal vecchio Compartimento di Arezzo del Granducato di Toscana, nato nel 1826 con l'unione di comuni già parte del Compartimento di Firenze e del Compartimento di Siena. Con l'annessione al Regno d'Italia, nel 1860, vennero ceduti alla provincia di Siena i comuni di Cetona, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, Sarteano, Sinalunga e Torrita di Siena.

Nel 1927 vennero invece ceduti alla provincia di Perugia i comuni di Monte Santa Maria Tiberina e Monterchi[2], quest'ultimo tornato nel 1939 alla provincia di Arezzo in seguito alle proteste della popolazione.

Dal 1º gennaio 2014, i comuni della provincia variano da 38 a 37, in quanto si costituisce il nuovo ente di Pratovecchio Stia dalla fusione di Pratovecchio e Stia, in Casentino.

Dal 1º gennaio 2018, i comuni della provincia variano da 37 a 36, in quanto si costituisce il nuovo ente di Laterina Pergine Valdarno dalla fusione di Laterina e Pergine Valdarno, in Valdarno.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

La Provincia di Arezzo è tra gli enti decorati al valor militare per la guerra di liberazione, insignita della Medaglia d'oro al valor militare per la propria attività nella lotta partigiana durante la seconda guerra mondiale:

Medaglia d'oro al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al valor militare
«Territorio ove intensa si svolse la Resistenza antinazifascista, la Provincia di Arezzo - nel corso di 12 mesi - fu teatro di irriducibile opposizione al nemico occupante, da parte di agguerrite formazioni armate e delle patriottiche popolazioni di città e campagne, sui monti e nelle valli. Le operazioni di dura guerriglia partigiana, alimentate e sorrette da coraggiosa e spesso cruenta ostilità popolare, comportarono l'impegno di ingenti forze nemiche, a controllo di una vasta zona delle retrovie e a protezione di importanti comunicazioni, sul tergo degli schieramenti germanici. Le gravi perdite umane e di beni, inflitte e subite, testimoniano di sacrifici, distruzioni e sofferenze immani di combattenti e popolazioni, di generoso sangue versato nell'«Aratino», con eminente valore, in un periodo tragico per le sorti della Patria. Arezzo, 9 settembre 1943 - 3 ottobre 1944»
— Roma, 13 marzo 1984[3].

Borghi[modifica | modifica wikitesto]

La provincia di Arezzo è un territorio ricco di borghi risalenti a differenti epoche storiche:

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

È attraversata dal fiume Arno dalla sorgente fino a San Giovanni Valdarno, mentre a est è attraversata dal tratto iniziale del fiume Tevere che dal confine provinciale nord scorre verso sud quasi parallelamente alla dorsale appenninica. La provincia ha quattro vallate principali: il Valdarno, la Val di Chiana, la Valtiberina e il Casentino. Il rilievo più elevato è il Monte Falco (1.658 m s.l.m.), situato nell'estremità settentrionale della provincia nella valle del Casentino.

Comuni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Armoriale dei comuni della provincia di Arezzo.
Gonfalone provinciale

Appartengono alla provincia di Arezzo i seguenti 36 comuni:

Comune Abitanti Stemma
Anghiari 5 483 Anghiari-Stemma.png
Arezzo 98 101 Arezzo-Stemma.png
Badia Tedalda 1 009 Badia Tedalda-Stemma.png
Bibbiena 11 789 Bibbiena-Stemma.png
Bucine 9 852 Bucine-Stemma.png
Capolona 5 309 Capolona-Stemma.png
Caprese Michelangelo 1 385 Caprese Michelangelo-Stemma.png
Castel Focognano 2 999 Castel Focognano-Stemma.png
Castel San Niccolò 2 581 Castel San Niccolò-Stemma.png
Castelfranco Piandiscò 9 852 Castelfranco Piandiscò-Stemma.png
Castiglion Fibocchi 2 083 Castiglion Fibocchi-Stemma.png
Castiglion Fiorentino 13 053 Castiglion Fiorentino-Stemma.png
Cavriglia 9 457 Cavriglia-Stemma.png
Chitignano 886 Chitignano-Stemma.png
Chiusi della Verna 1 926 Chiusi della Verna-Stemma.png
Civitella in Val di Chiana 8 877 Civitella in Val di Chiana-Stemma.png
Cortona 21 404 Cortona-Stemma.png
Foiano della Chiana 9 329 Foiano della Chiana-Stemma.png
Laterina Pergine Valdarno 6 544
Loro Ciuffenna 5 872 Loro Ciuffenna-Stemma.png
Lucignano 3 472 Lucignano-Stemma.png
Marciano della Chiana 3 436 Marciano della Chiana-Stemma.png
Monte San Savino 8 657 Monte San Savino-Stemma.png
Montemignaio 525 Montemignaio-Stemma.png
Monterchi 1 699 Monterchi-Stemma.png
Montevarchi 23 880 Montevarchi-Stemma.png
Ortignano Raggiolo 862 Ortignano Raggiolo-Stemma.png
Pieve Santo Stefano 3 053 Pieve Santo Stefano-Stemma.png
Poppi 6 027 Poppi-Stemma.png
Pratovecchio Stia 5 545 Pratovecchio Stia-Stemma.png
San Giovanni Valdarno 16 754 San Giovanni Valdarno-Stemma.png
Sansepolcro 15 420 Sansepolcro-Stemma.png
Sestino 1 240 Sestino-Stemma.png
Subbiano 6 339 Subbiano-Stemma.png
Talla 1 004 Talla-Stemma.png
Terranuova Bracciolini 12 132 Terranuova Bracciolini-Stemma.png

I comuni di Arezzo, Castiglion Fiorentino, Cortona, Monte San Savino, Montevarchi, San Giovanni Valdarno e Sansepolcro possiedono il titolo di città.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Presidente Partito Carica Note
18 luglio 1985 20 giugno 1990 Franco Parigi Partito Comunista Italiano Presidente [4]
20 giugno 1990 14 giugno 1999 Mauro Tarchi Partito Democratico della Sinistra Presidente [4]
14 giugno 1999 23 giugno 2009 Vincenzo Ceccarelli Democratici di Sinistra Presidente [4]
23 giugno 2009 30 ottobre 2018 Roberto Vasai Partito Democratico Presidente [4]
31 ottobre 2018 in carica Silvia Chiassai Martini Indipendente di Centro-destra Presidente [4]

Musica[modifica | modifica wikitesto]

A Pratovalle, frazione del comune di Loro Ciuffenna, viveva il nonno del noto cantautore Renato Zero, il cui vero nome è Renato Fiacchini, infatti la presenza della famiglia Fiacchini nel paese è documentata già nel 1841[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bilancio demografico anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ R.D.L. 31 marzo 1927, n. 468, art. 1
  3. ^ Medaglia d'oro al valor militare - Provincia di Arezzo, su Presidenza della Repubblica. URL consultato il 7 marzo 2013.
  4. ^ a b c d e Anagrafe degli Amministratori Locali e Regionali, su amministratori.interno.gov.it. URL consultato il 26 aprile 2018.
  5. ^ 1841 | Antenati, su dl.antenati.san.beniculturali.it. URL consultato il 24 giugno 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN312797224 · LCCN (ENn80043610 · GND (DE4443910-6 · BNF (FRcb119462747 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n80043610
Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Toscana