Davide Di Gennaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Davide Di Gennaro
DG10.png
Di Gennaro allo Spezia nell'agosto del 2012
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Lazio
Carriera
Giovanili
1993-1994600px HEX-1372AC White.svg Peschiera Borromeo
1995-1997Milan
1997-1999Cimiano
1999-2007Milan
Squadre di club1
2006-2007Milan1 (0)
2007-2008Bologna22 (2)
2008Genoa1 (0)
2008-2009Reggina24 (1)
2009-2010Milan0 (0)
2010Livorno11 (0)
2010-2011Padova17 (5)
2011-2012Modena32 (10)
2012-2013Spezia34 (9)
2013-2014Palermo14 (2)
2014-2015Vicenza38 (4)[1]
2015-2017Cagliari51 (6)
2017-2018Lazio2 (0)
2018-2019Salernitana9 (0)
2019-Lazio0 (0)
Nazionale
2004Italia Italia U-165 (0)
2004Italia Italia U-172 (1)
2005Italia Italia U-182 (1)
2006Italia Italia U-191 (0)
2007-2008Italia Italia U-205 (0)
2008-2010Italia Italia U-215 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-17
Bronzo Italia 2005
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 febbraio 2019

Davide Andrea Luca Di Gennaro (Milano, 16 giugno 1988) è un calciatore italiano, centrocampista della Lazio.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 marzo 2013 ha avuto il primogenito Leonardo dalla moglie Alessia.[2][3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi al Milan e il prestito al Bologna[modifica | modifica wikitesto]

Di Gennaro con la maglia della Bologna nel 2007.

Inizia a giocare a calcio nella squadra del suo paese, Peschiera Borromeo, all'età di cinque anni mentre nel 1995 passa nelle giovanili del Milan dove è stato anche capitano della squadra Primavera.[4][5] L'esordio tra i professionisti arriva il 19 maggio 2007, all'età di diciotto anni, in occasione della sconfitta casalinga, per 2-3, contro l'Udinese andando a sostituire, al minuto 59, il compagno di squadra Alessandro Costacurta. La prima stagione tra i professionisti si conclude con tale presenza.

Nel luglio del 2007 passa in prestito al Bologna militante in Serie B. L'esordio in maglia rossoblu arriva il 14 agosto in occasione del primo turno di Coppa Italia vinto, per 2-1, contro il Modena. Il 25 agosto successivo invece arriva l'esordio in Serie B in occasione del pareggio interno, per 0-0, contro il Rimini. Il 3 novembre arriva la prima rete tra i professionisti in occasione della trasferta vinta, per 1-2, contro il Modena andando a siglare il momentaneo 0-2. Conclude la stagione con 22 presenze e realizzando 2 reti contribuendo alla promozione della squadra in Serie A.

Genoa e il prestito alla Reggina[modifica | modifica wikitesto]

Di Gennaro con la maglia della Reggina nel 2008.

A maggio 2008 viene inserito nell'affare con il Genoa che ha riportato a Milano l'attaccante Marco Borriello passando così di fatto, in comproprietà, al club ligure.[5] Il 31 agosto disputa la sua prima partita con la maglia del grifone in occasione della trasferta persa, per 1-0, contro il Catania. Il giovane centrocampista rimarrà ben poco a Genova poiché a settembre dello stesso anno verrà ceduto, a titolo temporaneo, alla Reggina militante in Serie A con il quale esordisce il 14 settembre in occasione nel pareggio interno, per 1-1, contro il Torino. Il 7 febbraio 2009 arriva la prima marcatura nel massimo campionato italiano e il gol arriva proprio contro il Milan, club che lo ha lanciato nel calcio professionistico, aprendo le marcature dell'1-1 finale. Conclude l'esperienza nel club amaranto con un bottino di 25 presenze e 1 rete non riuscendo però a contribuire alla salvezza del club dalla retrocessione.

Il ritorno al Milan e i vari prestiti[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 giugno 2009 viene riscattato dal Milan però viene costretto a saltare i primi mesi della stagione 2009-2010 a causa di una frattura del piede destro subita in occasione del torneo amichevole Trofeo TIM.[6] Torna in campo il 13 gennaio 2010 in occasione dell'ottavo di finale di Coppa Italia vinto, per 2-1, contro il Novara andando a mettere l'assist per Filippo Inzaghi che apre le marcature. Il 29 gennaio successivo passa in prestito al Livorno con il quale esordisce il 6 febbraio contro la Juventus, la partita finirà 1-1. Concluderà la stagione con il Livorno con un totale di 11 presenze e con la seconda retrocessione in carriera.

Il 15 luglio 2010 passa al Padova, in Serie B, con la formula del prestito con diritto di riscatto della compartecipazione. L'esordio in biancoscudato arriva il 5 settembre successivo in occasione della trasferta persa, per 1-0, contro il Modena. Venti giorni più tardi mette a segno anche la sua prima marcatura con la maglia del Padova in occasione della vittoria interna, per 2-0, contro l'AlbinoLeffe.[7] Il 10 ottobre invece arriva la prima doppietta in carriera in occasione della vittoria casalinga, per 3-0, contro il Grosseto andando a siglare il momentaneo 2-0 e il 3-0 finale. Nel marzo 2011 subisce una rottura del tendine della gamba sinistra costretto così a chiudere anticipatamente la stagione con un bottino di 18 presenze e 5 reti. A fine campionato, dopo il mancato riscatto da parte del Padova, torna al Milan.

Il 14 luglio 2011 passa, sempre a titolo temporaneo, al Modena militante in Serie B.[8] Esordisce con la squadra emiliana il 13 agosto successivo nel primo turno della Coppa Italia 2011-2012 contro il Frosinone e la settimana seguente, nella gara del secondo turno contro la Reggina, segna il suo primo gol con la maglia gialloblu. Il 10 marzo mette a segno la sua prima doppietta con la maglia del Modena in occasione della trasferta pareggiata, per 2-2, contro il Crotone. A fine stagione il bottino segna 34 presenze e 11 reti messe a segno risultando essere uno dei miglior giocatori stagionali del club emiliano.

Le parentesi con Spezia, Palermo e Vicenza[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 luglio 2012, dopo essere rientrato al Milan per fine prestito, viene acquistato a titolo definitivo dallo Spezia per una cifra vicina ai 500 mila euro.[9] Fa il suo esordio il 18 agosto successivo in Coppa Italia contro il Cagliari segnando anche il gol del pareggio su rigore. Concluderà la stagione disputando 35 presenze e mettendo a segno 10 reti.

Il 1º luglio 2013, dopo una sola stagione con la maglia dello Spezia, passa al Palermo andando a sottoscrivere un contratto triennale.[10] Debutta in maglia rosanero nella prima partita utile, cioè il secondo turno di Coppa Italia vinta, per 2-1, contro la Cremonese disputata l'11 agosto 2013, entrando in campo, al minuto 70, al posto di Alen Stevanović.[11] L'8 settembre 2013, alla sua prima partita da titolare, mette a segno la sua prime rete con maglia dei siciliani in occasione della vittoria, per 0-3, contro il Padova andando a siglare la rete che apre le marcature. Il 3 maggio 2014, dopo la vittoria contro il Novara, per 1-0 in trasferta, vince il suo primo campionato italiano di Serie B con cinque giornate d'anticipo. La stagione si chiude con 15 presenze e 2 reti.

Il 9 settembre 2014 viene ceduto, in prestito, al Vicenza.[12] Con la maglia biancorossa fa il proprio esordio il 10 settembre successivo nella gara casalinga, terminata 0-0, contro il Latina. Il 17 ottobre successivo, contro il Pescara, segna dal dischetto la sua prima rete con la maglia del Vicenza. Conclude la stagione realizzando 4 goal in 39 match disputati.

Cagliari[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 luglio 2015 si trasferisce, a titolo definitivo, al Cagliari con il quale esordisce il 9 agosto successivo in occasione del secondo turno di Coppa Italia vinto, per 5-0, contro il Virtus Entella. Il 26 settembre invece arriva la prima marcatura in maglia rossoblu in occasione della vittoria interna, per 3-2, contro il Latina. Il 20 maggio 2016, insieme al club sardo, vince il suo secondo campionato di Serie B. La stagione si conclude con 34 presenze e 4 reti.

Il 21 agosto 2016 torna a disputare una partita di Serie A dopo sei anni dall'ultima in occasione della trasferta persa, per 3-1, contro il Genoa. Il 2 ottobre successivo ritorna anche in gol nel massimo campionato italiano questa volta in occasione della vittoria interna, per 2-1, contro il Crotone. Per via dei problemi contrattuali che nascono in stagione in corso la seconda parte di quest'ultima viene passata da spettatore non pagante fermando il totale di partite giocate a 22 con 2 reti siglate.[13]

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 luglio 2017, dopo essersi svincolato dalla società sarda, passa alla Lazio andando a firmare un contratto triennale.[14][15] Il 13 agosto successivo vince il suo primo titolo in maglia biancoceleste poiché la Lazio si impone, per 2-3, sulla Juventus nella partita valida per l'assegnazione della Supercoppa italiana 2017.[16] L'esordio arriva il 17 settembre 2017 in occasione della partita di Europa League vinta, per 2-3, contro gli olandesi del Vitesse. Sette giorni più tardi disputa la sua prima partita in Serie A con la maglia biancoceleste in occasione della trasferta vinta, per 0-3, contro il Verona. Chiude la stagione con un bottino di 5 presenze e la vittoria della Supercoppa italiana.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Di Gennaro ha esordito in Nazionale con la selezione Under-16 nel 2004, con cui ha disputato 4 partite. Sempre nel 2004 è sceso in campo in due occasioni con la Under-17, realizzando un gol il 22 dicembre contro i pari età della Turchia.

Nel 2005 ha collezionato 2 presenze e una rete nella Nazionale Under-18 e nel 2006 ha disputato una gara con l'Under-19.

Ha esordito con la Nazionale Under-20 nel 2007, disputandovi, dal 2007 al 2008, 5 partite.

È stato convocato per la prima volta in Nazionale Under-21 il 17 novembre 2007, per la partita Isole Fær Øer-Italia, valida per le qualificazioni all'Europeo Under-21 del 2009. Il 18 novembre 2008, sotto la direzione del CT Casiraghi, ha esordito nella Nazionale Under-21 entrando nel secondo tempo della partita amichevole Germania-Italia (1-0).

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 23 marzo 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006-2007 Italia Milan A 1 0 CI 0 0 UCL 0 0 - - - 1 0
2007-2008 Italia Bologna B 22 2 CI 2 0 - - - - - - 24 2
ago.-set. 2008 Italia Genoa A 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
set. 2008-2009 Italia Reggina A 24 1 CI 1 0 - - - - - - 25 1
2009-gen. 2010 Italia Milan A 0 0 CI 2 0 UCL 0 0 - - - 2 0
Totale Milan 1 0 2 0 - - - - 3 0
gen.-giu. 2010 Italia Livorno A 11 0 CI 0 0 - - - - - - 11 0
2010-2011 Italia Padova B 17 5 CI 1 0 - - - - - - 18 5
2011-2012 Italia Modena B 32 10 CI 2 1 - - - - - - 34 11
2012-2013 Italia Spezia B 34 9 CI 1 1 - - - - - - 35 10
2013-2014 Italia Palermo B 14 2 CI 1 0 - - - - - - 15 2
2014-2015 Italia Vicenza B 38+1[17] 4 CI 0 0 - - - - - - 39 4
2015-2016 Italia Cagliari B 31 4 CI 3 0 - - - - - - 34 4
2016-2017 A 20 2 CI 2 0 - - - - - - 22 2
Totale Cagliari 51 6 5 0 - - - - 56 6
2017-2018 Italia Lazio A 2 0 CI 0 0 UEL 3 0 SI 0 0 5 0
2018-2019 Italia Salernitana B 9 2 CI 0 0 - - - - - - 9 2
Totale carriera 257 41 15 2 3 0 - - 275 43

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Palermo: 2013-2014
Cagliari: 2015-2016
Lazio: 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 39 (4) se si comprendono anche i play-off.
  2. ^ Congratulazioni al neo-papà Davide Di Gennaro, su acspezia.com, 22 marzo 2013. URL consultato il 21 luglio 2017.
  3. ^ Spezia, la sfida-salvezza: Guarna è pronto, ci sarà, su lanazione.it, 22 marzo 2013. URL consultato il 21 luglio 2017.
  4. ^ Sara Gussoni, Davide Di Gennaro, peschierese da serie A, su 7giorni.info, 9 aprile 2009. URL consultato il 21 luglio 2017.
  5. ^ a b Gessi Adamoli, Borriello al Milan per 9 milioni e Di Gennaro, su genova.repubblica.it, 29 maggio 2008. URL consultato il 21 luglio 2017.
  6. ^ Di Gennaro operato al piede, su archiviostorico.gazzetta.it, 21 agosto 2009. URL consultato il 21 luglio 2017.
  7. ^ Pareggio Atalanta-Reggina Sconfitta per l'AlbinoLeffe Risultati e classifiche, su ilgiorno.it, 25 settembre 2010. URL consultato il 21 luglio 2017.
  8. ^ Vincenzo Compilati, tuttomercatoweb.com, 14 luglio 2011, http://www.tuttomercatoweb.com/milan/?action=read&idnet=bWlsYW5uZXdzLml0LTU2ODA4. URL consultato il 21 luglio 2017.
  9. ^ Mercato: ecco il '10' per mister Serena, è Davide Di Gennaro, su acspezia.com, 14 luglio 2012. URL consultato il 21 luglio 2017.
  10. ^ Acquistato Di Gennaro dallo Spezia, su palermocalcio.it, 1º luglio 2013. URL consultato il 21 luglio 2017.
  11. ^ Palermo - Cremonese, su palermocalcio.it, 11 agosto 2013. URL consultato il 21 luglio 2017.
  12. ^ Di Gennaro in prestito al Vicenza, su palermocalcio.it, 9 settembre 2014. URL consultato il 21 luglio 2017.
  13. ^ Davide Candelori, FOCUS - Di Gennaro: la grande occasione, l’incrocio con gli Inzaghi e quella sfida vinta da regista, su lalaziosiamonoi.it, 19 luglio 2017. URL consultato il 21 luglio 2017.
  14. ^ Benvenuto Davide, su sslazio.it, 21 luglio 2017. URL consultato il 21 luglio 2017.
  15. ^ Comunicato 21.07.17, su sslazio.it, 21 luglio 2017. URL consultato il 21 luglio 2017.
  16. ^ Jacopo Gerna, Juventus-Lazio 2-3: Murgia al 94' decide la Supercoppa, Gazzetta dello Sport, 13 agosto 2017. URL consultato il 13 agosto 2017.
  17. ^ Nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]