Emiliano Moretti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emiliano Moretti
Torino-Zenit (16).jpg
Moretti nel 2015 al Torino
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Torino Torino
Carriera
Giovanili
1991-1998 Lodigiani Lodigiani
Squadre di club1
1998 Lodigiani Lodigiani 5 (0)
1998-2002 Fiorentina Fiorentina 36 (0)
2002-2003 Juventus 8 (0)
2003 Modena Modena 9 (0)
2003 Parma Parma 0 (0)
2003-2004 Bologna 32 (0)
2004-2009 Valencia Valencia 135 (4)
2009-2013 Genoa 107 (2)
2013- Torino Torino 71 (3)
Nazionale
1997-1998
2001
2001-2004
2014-
Italia Italia U-16
Italia Italia U-20
Italia Italia U-21
Italia Italia
4 (0)
1 (0)
24 (0)
2 (0)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Atene 2004
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Germania 2004
Transparent.png Europei di calcio Under-16
Argento Scozia 1998
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 maggio 2015

Emiliano Moretti (Roma, 11 giugno 1981) è un calciatore italiano, difensore del Torino e della Nazionale Italiana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Mancino naturale, nasce come terzino di fascia sinistra, ma in carriera è stato spesso impiegato come difensore centrale[1]. Dotato di notevole fisicità e ottima tecnica, è bravo anche di testa.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi: Lodigiani e Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera professionistica nella Lodigiani, con la quale compie tutte le trafile giovanili e con cui conquista lo scudetto di categoria Berretti. Con la stessa maglia debutta ufficialmente in Serie C1 nel 1998, collezionando 5 presenze.

L'anno successivo, a soli 17 anni, viene ingaggiato dalla Fiorentina, che gli consente di confrontarsi per la prima volta con la massima serie. Dopo i primi anni nella formazione primavera viola, viene inserito nella rosa ufficiale per il campionato 2000-2001, ma dopo tre giorni di ritiro subisce la rottura del perone, che lo costringe a saltare la prima parte di stagione. Il 31 marzo 2001 Roberto Mancini lo fa debuttare in Serie A nel pareggio in trasferta contro il Vicenza[2]. Scende ancora in campo altre otto volte, e a maggio vince con la sua squadra la Coppa Italia 2000-2001, il suo primo trofeo in carriera.

La società viola decide di puntare su di lui e l'anno seguente il l'allenatore Roberto Mancini lo promuove titolare al centro della difesa. Il 20 settembre fa il suo esordio anche in Coppa UEFA contro il Dnipro[3]. Nonostante una buona stagione a livello personale, con 27 presenze in campionato e una rete, il club termina diciassettesimo in classifica, retrocedendo in Serie B.

Juventus e il prestito al Modena[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 luglio 2002, dopo aver sostenuto le visite mediche[4], diventa ufficialmente un giocatore della Juventus, che lo preleva a titolo definitivo. Il 24 settembre debutta da titolare in Champions League in occasione del 5-0 interno contro la Dinamo Kiev[5]. Con la squadra bianconera vince la Supercoppa italiana 2002, ma complessivamente trova poco spazio.

Il 29 gennaio 2003, nel mercato invernale, viene ceduto in prestito secco al Modena[6] di Gianni De Biasi, dove termina la stagione con 9 presenze.

Bologna[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 giugno 2003 viene acquistato dal Parma per 1,8 milioni di euro[7] nello scambio che porta Stephen Appiah alla Juventus[8]. Dopo aver trascorso la preparazione estiva con i ducali, a fine mercato l'arrivo di Marcello Castellini ne determina la cessione, a titolo temporaneo, al Bologna[9]. Titolare della difesa di Carlo Mazzone, con le sue 32 presenze contribuisce al dodicesimo posto in classifica finale.

Valencia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2004 è ufficiale il suo trasferimento a titolo definitivo al club spagnolo, il Valencia, che già aveva prelevato dal campionato italiano Bernardo Corradi, Marco Di Vaio e Stefano Fiore. Il 27 agosto, pur restando in tribuna, consegue la Supercoppa Europea, vinta dalla squadra per 2-1 contro il Porto. Claudio Ranieri lo schiera prevalentemente come terzino sinistro, e, nonostante un inizio difficile a causa della concorrenza con Fábio Aurélio e il connazionale Amedeo Carboni, si guadagna presto il posto da titolare. Il 28 novembre 2004 segna anche il suo primo gol in Primera División, nel 2-0 casalingo contro il Maiorca[10]. In Champions League disputa 4 partite contro Inter, Werder Brema e Anderlecht, e in tutto sono 29 le presenze a fine stagione.

La stagione seguente è titolare indiscusso, e con 33 presenze contribuisce in modo decisivo al conseguimento del terzo posto finale, mentre all'inizio della stagione successiva, il 6 novembre 2006, nella gara contro l'Espanyol, si procura un grave infortunio al legamento laterale del ginocchio, che lo costringe a più di tre mesi di stop[11]. Nonostante l'infortunio, questa stagione resta una delle più proficue a livello personale e di squadra, che raggiunge i quarti di finale della Champions League, sconfitta soltanto dal Chelsea. Moretti conclude l'anno con 34 presenze complessive.

La Primera División 2007-2008 non si rivela altrettanto positiva in campionato, che il Valencia conclude al decimo posto. Moretti resta su ottimi livelli ed è grande protagonista nella cavalcata che porta alla vittoria, il 16 aprile, della Coppa del Re, in cui gioca tutte le partite dalla fase iniziale fino alla finale.

La stagione seguente è ancora titolare nella squadra spagnola, che raggiunge gli ottavi di finale della Coppa UEFA, e che a fine anno conclude il torneo nazionale in sesta posizione. Moretti disputa in tutto 32 partite.

Genoa[modifica | modifica wikitesto]

Dopo 172 presenze e 4 reti con la società spagnola, l'11 luglio 2009 lascia la Spagna per ritornare in patria al Genoa, impegnato in Europa League, che lo acquista a titolo definitivo per 3,7 milioni di euro.[12]. Il 23 agosto scende per la prima volta in campo con la nuova maglia nel vittorioso 3-2 interno contro la Roma e una settimana dopo segna il suo primo gol in rossoblu nell'1-0 esterno contro l'Atalanta[13]. La prima stagione con il grifone termina con 37 presenze e un gol complessivi.

L'anno successivo Gian Piero Gasperini lo fa scendere in campo solo 18 volte, mentre la squadra conclude il torneo al decimo posto. La stagione 2011-2012 si rivela ancora difficile per la squadra, e nonostante 27 presenze e una rete, segnata all'Inter, si piazza in quartultima posizione. La stagione 2012-2013 si conferma titolare della difesa genoana, con 33 presenze in totale. Il 5 maggio 2013 festeggia anche la centesima presenza in campionato con la maglia del Genoa, in occasione della partita terminata 4-1 contro il Pescara.

Chiude la sua esperienza genoana con 121 presenze e 2 gol tra Campionato, Coppa Italia ed Europa League.

Torino[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere stato vicino al rinnovo contrattuale con il Genoa[14], l'11 luglio 2013 viene ufficializzato il suo arrivo a titolo definitivo da parte del Torino[15][16], che lo acquista per 700mila euro[17], con un accordo biennale. Il 17 agosto 2013 debutta ufficialmente in maglia granata nella partita di Coppa Italia Torino-Pescara (1-2). Realizza il suo primo gol in maglia granata il 24 dicembre 2013 contro il Catania nella vittoriosa partita terminata 4-1. Al termine della stagione, dopo un campionato positivo, prolunga il proprio contratto portando la scadenza al 30 giugno 2016.

Il 25 gennaio 2015, 1ª giornata di ritorno, segna al 94' il gol con il quale il Torino batte l'Inter a San Siro dopo 27 anni. Per lui è il secondo gol in maglia granata.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 novembre 2014 viene convocato per la prima volta in Nazionale dal commissario tecnico Antonio Conte.[18]Il 18 novembre viene schierato titolare a Genova nell'amichevole vinta per 1-0 contro l'Albania, risultando, a 33 anni, 5 mesi e 7 giorni, il più anziano giocatore ad aver debuttato con la Nazionale italiana.[19] Viene nuovamente convocato da Conte per il doppio impegno con Bulgaria (Sofia, 28 marzo 2015 - Qualifiche EURO 2016) e Inghilterra (Torino, 31 marzo 2015 - Amichevole).

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 31 maggio 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1997-1998 Italia Lodigiani C1 5 0 CI - - - - - - - - 5 0
1998-1999 Italia Fiorentina A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
1999-2000 A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
2000-2001 A 9 0 CI 4 0 - - - SI 1 0 14 0
2001-2002 A 27 0 CI 0 0 CU 6 0 - - - 33 0
Totale Fiorentina 36 0 4 0 6 0 1 0 47 0
2002-gen. 2003 Italia Juventus A 8 0 CI 3 0 UCL 3 0 SI 1 0 15 0
gen.-giu. 2003 Italia Modena A 9 0 CI - - - - - - - - 9 0
2003-2004 Italia Bologna A 32 0 CI 2 0 - - - - - - 34 0
2004-2005 Spagna Valencia PD 23 1 CR 0 0 UCL+CU 4+2 0+0 - - - 29 1
2005-2006 PD 33 0 CR 0 0 Int 1 0 - - - 34 0
2006-2007 PD 23 2 CR 0 0 UCL 10 0 - - - 33 2
2007-2008 PD 28 1 CR 9 0 UCL 7 0 - - - 44 1
2008-2009 PD 28 0 CR 2 0 - - - SS 2 0 32 0
Totale Valencia 135 4 11 0 24 0 2 0 172 4
2009-2010 Italia Genoa A 29 1 CI 1 0 UEL 7 0 - - - 37 1
2010-2011 A 18 0 CI 3 0 - - - - - - 21 0
2011-2012 A 27 1 CI 2 0 - - - - - - 29 1
2012-2013 A 33 0 CI 1 0 - - - - - - 34 0
Totale Genoa 107 2 7 0 7 0 121 2
2013-2014 Italia Torino A 36 1 CI 1 0 - - - - - - 37 1
2014-2015 A 35 2 CI 1 0 UEL 11[20] 0 - - - 47 2
Totale Torino 71 3 2 0 11 0 - - 84 3
Totale carriera 403 9 29 0 51 0 4 0 487 9

Cronologia delle presenze in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
18-11-2014 Genova Italia Italia 1 – 0 Albania Albania Amichevole -
31-3-2015 Torino Italia Italia 1 – 1 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
Totale Presenze 2 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Fiorentina: 2000-2001
Juventus: 2002
Juventus: 2002-2003
Valencia: 2007-2008

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Valencia: 2004

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 27 settembre 2004. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[21]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Emiliano Moretti, Transfermarkt.it, 1 aprile 2001. URL consultato il 27 settembre 2013.
  2. ^ Vicenza-Fiorentina 1-1, Transfermarkt.it, 1 aprile 2001. URL consultato il 27 settembre 2013.
  3. ^ Dnipro-Fiorentina 0-0, Transfermarkt.it, 20 settembre 2001. URL consultato il 27 settembre 2013.
  4. ^ Juve: visite mediche per Emiliano Moretti, Tuttomercatoweb.com, 5 luglio 2002. URL consultato il 27 settembre 2013.
  5. ^ Juventus-Dinamo Kiev 5-0, Transfermarkt.it, 24 settembre 2002. URL consultato il 27 settembre 2013.
  6. ^ Modena: dalla Juve arriva Moretti, Tuttomercatoweb.com, 29 gennaio 2003. URL consultato il 27 settembre 2013.
  7. ^ TRASFERIMENTO DA/DAL JUVENTUS FC A/AL PARMA FC, Transfermarkt.it, 24 settembre 2002. URL consultato il 27 settembre 2013.
  8. ^ Juve: arriva Appiah per Blasi e Moretti, Tuttomercatoweb.com, 30 giugno 2003. URL consultato il 27 settembre 2013.
  9. ^ Parma: preso Castellini, Moretti al Bologna, Tuttomercatoweb.com, 24 agosto 2003. URL consultato il 27 settembre 2013.
  10. ^ Valencia CF-RCD Mallorca 2-0, Transfermarkt.it, 28 novembre 2004. URL consultato il 27 settembre 2013.
  11. ^ Valencia: grave infortunio per Moretti, Tuttomercatoweb.com, 6 novembre 2006. URL consultato il 27 settembre 2013.
  12. ^ TRASFERIMENTO DA/DAL VALENCIA CF A/AL GENOA CFC, Transfermarkt.it, 11 luglio 2009. URL consultato il 27 settembre 2013.
  13. ^ Atalanta-Genoa 0-1, Transfermarkt.it, 30 agosto 2009. URL consultato il 27 settembre 2013.
  14. ^ ESCLUSIVA TMW - Genoa, Moretti verso il rinnovo. Idea biennale, Tuttomercatoweb.com, 04-06-2013. URL consultato l'11-07-2013.
  15. ^ Moretti al Toro!, TorinoFc.it, 11 luglio 2013. URL consultato l'11 luglio 2013.
  16. ^ Ufficiale: Torino, dal Genoa arriva Moretti, Tuttomercatoweb.com, 11 luglio 2013. URL consultato il 29 settembre 2013.
  17. ^ TRASFERIMENTO DA/DAL GENOA CFC A/AL TORINO FC, Transfermarkt.it, 11 luglio 2013. URL consultato il 27 settembre 2013.
  18. ^ Nazionale, Conte convoca Balotelli, Cerci ed El Shaarawy. Poi tre "deb", Gazzetta.it, 9 novembre 2014. URL consultato il 9 novembre 2014.
  19. ^ Moretti fa la storia: è il più anziano esordiente nella Nazionale azzurra, Goal.com, 18 novembre 2014. URL consultato il 19 novembre 2014.
  20. ^ 4 presenze nei turni preliminari.
  21. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Emiliano Moretti. URL consultato il 7 aprile 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]