Football Club Koper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
FC Koper
Calcio Football pictogram.svg
Kanarčki (I Canarini)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali
Dati societari
Città Capodistria
Nazione Slovenia Slovenia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Slovenia.svg NZS
Campionato 1.SNL
Fondazione 1920
Rifondazione1955
Presidente Slovenia Valter Valentinic
Allenatore Slovenia Zoran Zeljković
Stadio Bonifika
(4.500 posti)
Sito web www.fckoper.si
Palmarès
Campionato sloveno
Titoli SNL 1
Trofei nazionali 4 Coppa di Slovenia
2 Supercoppa di Slovenia
Si invita a seguire il modello di voce

Il Football Club Koper, noto in passato anche come ND Koper (Nogometno Društvo Koper), è una società calcistica slovena con sede nella città di Capodistria. Milita nella Prva liga, la massima divisione del campionato sloveno di calcio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima formazione cittadina venne fondata negli anni venti, quando Capodistria era parte del Regno d'Italia, come Circolo Sportivo Capodistriano, a livello comunque non professionistico. La squadra fu creata da studenti, operai e pescatori. I suoi colori erano bianconeri orizzontali, con una stella rossa sul petto che tradiva una radice politica di sinistra che divenne rapidamente fonti di tensioni con l’ascesa del fascismo.[1] Nel 1926, in seguito alla Carta di Viareggio e al conseguente golpe fascista nel calcio italiano, il club fu quindi riallineato al regime sostituendo d’autorità i dirigenti e ridenominandolo Unione Sportiva Capodistriana con colori giallo azzurri, invertiti rispetto ad oggi, e nel 1934 Libertas.

Nel 1945, sul finire della seconda guerra mondiale, Capodistria viene occupata militarmente dall'Esercito Popolare di Liberazione della Jugoslavia con mire annessionistiche. Nonostante abbia sede al di là della Linea Morgan, seppur di pochi chilometri, l'U.S. Capodistriana riesce comunque a prendere parte al campionato giuliano di Prima Divisione 1945-46. Questo è però l'ultimo campionato FIGC disputato da una compagine capodistriana, perché, per volontà delle autorità di occupazione jugoslave, le società della zona vengono obbligate ad abbandonare i tornei della FIGC in favore di quelli dell'UCEF (Unione dei Circoli di Educazione Fisica), organizzazione sportiva filoslava. Al campionato regionale dell'UCEF 1946-47 prende parte la squadra dei Cantieri Navali Istria di Capodistria, che si classifica in quarta posizione (a pari merito con l'Isola e la Torpedo di Fiume). Con il trattato di pace del 1947 Capodistria viene inclusa nella zona B del Territorio Libero di Trieste e le sue società calcistiche continuano a disputare le competizioni locali dell'UCEF.

In quegli anni la scena sportiva capodistriana è ancora dominata dagli italiani: la maggiore società cittadina, l'Aurora, presieduta da Nello Pelaischier, conta 100 soci, tutti di lingua italiana, con l'eccezione di un unico socio di etnia slovena. Nel 1947 vengono fondate a Capodistria due ulteriori società sportive, il Medusa ed il Partizan. Nel 1948 le società attive nella zona di Capodistria aumentano, anche grazie alla diffusione dello sport nelle località dei dintorni, favorita dalle autorità: operano l'Aurora, il Medusa, il Partizan, l'Edilit, l'Adria, cui si aggiunge nel 1949 il Proleter. Solo Proleter e Partizan erano allora associazioni sportive di lingua slovena, mentre l'Aurora (con 320 soci) e le altre erano italiane. Le squadre capodistriane dal 1947-48 al 1950-51 partecipano alle competizioni indette dall'Unione dei Circoli di Educazione Fisica (UCEF) nel Territorio Libero di Trieste, con le maggiori inserite nel massimo campionato del TLT e le minori nel secondo livello (il campionato di zona del circondario dell'Istria, corrispondente alla zona B, al quale potevano partecipare anche squadre riserve). Nella stagione 1948-49 l'Aurora riesce nell'impresa di vincere il massimo campionato del TLT.[2] Sempre l'UCEF nella stagione 1951-52 organizza, in luogo del regolare campionato del TLT, un torneo primaverile al quale prende parte l'Aurora.

Nell'autunno 1951 le società della zona B del TLT si affiliano alla Federazione calcistica della Jugoslavia che garantisce alla vincente del campionato del Circondario dell'Istria (cioè la zona B del TLT, suddivisa nei distretti di Capodistria e di Buie) la possibilità di essere promossa nelle leghe repubblicane slovena o croata.[3] Al termine della stagione 1952-53 l'Aurora, vincendo il campionato della sottolega di Capodistria, conquista la promozione nella lega repubblicana slovena, campionato di quarto livello nella piramide calcistica jugoslava.[4] In quegli anni intanto la situazione etnica muta radicalmente con l'esodo degli italiani. Nel 1955, quando la zona B del TLT è ormai stata assegnata alla Jugoslavia, avviene la fusione tra l'Aurora e il Meduza che sancisce la nascita dell'NK Koper.

Dopo l'indipendenza della Slovenia nel 1991 il club fu uno dei fondatori della PrvaLiga slovena, ma verso la fine degli anni novanta i problemi finanziari del club ne sancirono la retrocessione nella seconda divisione. Con l'avvento del nuovo millennio il club raggiunse i risultati migliori: il terzo posto nella stagione 2001-2002, e la prima storica partecipazione ad una competizione europea: la Coppa Intertoto 2003.

Dopo la disastrosa presidenza di Georg Suban, i tifosi decisero di salvare il club, ripianando i debiti ed evitando così la stessa bancarotta che aveva sancito la scomparsa di altri due club storici sloveni come il NK Olimpija e il NK Mura. L'arrivo del miliardiario serbo-statunitense Milan Mandarić, il ritorno della stella Mladen Rudonja e l'ingaggio dell'allenatore Milivoj Bračun determinarono la vittoria del primo trofeo del club, la Coppa di Slovenia 2006, e la conseguente qualificazione alla Coppa UEFA 2006-2007. Nel 2007 la squadra ha bissato la vittoria della Coppa nazionale.

Nella Stagione 2009-10 l'FC Koper, allenato da Nedzad Jon Jon Okcic, ha conquistato il titolo di campione di Slovenia con quattro giornate d'anticipo.[5] Nella stagione 2014-2015, allenata da Rodolfo Vanoli, vince la terza Coppa di Slovenia.

Nella stagione 2016-17 si è classificata al sesto posto, ma il 1 giugno 2017 la società è stata definitivamente esclusa dai campionati sloveni per inadempienze finanziarie. Potrebbe ripartire solo dalla quarta categoria.[6]

Riparte quindi dalla 4 serie (lega littorale istrja) vincendo il campionato e venendo promosso in 3.SNL per la stagione 2018-2019 terminata vincendo il campionato e venendo promossa in 2.SNL per la stagione 2019-2020 terminata con la vittoria e la promozione in Prva slovenska nogometna liga

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Nogometno Društvo Koper
  • 1920 - Fondazione del Circolo Sportivo Capodistriano.
  • 1923-1924 - 7ª nella Terza Divisione della Venezia Giulia.
  • 1924-1925 - 7ª nella Terza Divisione della Venezia Giulia.
  • 1925-1926 - 4ª nel girone B della Terza Divisione della Venezia Giulia.
  • 1926 - Golpe fascista e cambio di denominazione in Unione Sportiva Capodistriana eliminando la stella rossa e le strisce dalla maglia.
  • 1926-1927 - 4ª nel girone B della Terza Divisione della Venezia Giulia.
  • 1927-1928 - 2ª nel girone B della Terza Divisione della Venezia Giulia. Ammessa nel DDIN.
  • 1928-1929 - 4ª nel girone F della Seconda Divisione Nord.
  • 1929-1930 - Ritirata dal girone D della Seconda Divisione Nord.
  • 1930-1931 - 10ª e ultima per ritiro dalla Seconda Divisione della Venezia Giulia. Si ritira dalla FIGC.
  • 1935 - Ritorna in FIGC come Dopolavoro Libertas Capodistria con maglia a strisce.
  • 1937-1938 - 4ª nel girone B della Prima Divisione della Venezia Giulia.
  • 1945-1946 - U.S. Capodistriana prende parte al girone D della Prima Divisione della Venezia Giulia.
  • 1946 - Le società di Capodistria abbandonano la FIGC per passare all'UCEF.
  • 1946-1947 - Cantieri Navali Istria di Capodistria 4ª nel campionato giuliano dell'UCEF.
  • 1947-1948 - Aurora Capodistria 4ª nel campionato del Territorio Libero di Trieste dell'UCEF.
  • 1948-1949 - Aurora Capodistria 1ª nel campionato del Territorio Libero di Trieste dell'UCEF, conquistando il titolo di campione del TLT.
  • 1949-1950 - Aurora Capodistria 3ª nel campionato del Territorio Libero di Trieste dell'UCEF "L".
  • 1950-1951 - Aurora Capodistria 3ª nel girone A del campionato del Territorio Libero di Trieste dell'UCEF "L".
  • 1951 - L'Aurora Capodistria si affilia alla federazione calcistica della Jugoslavia insieme alle altre società della zona B del TLT.
  • 1951-1952 - Aurora 4ª nel campionato del Circondario dell'Istria.
  • 1952-1953 - Aurora 1ª nella Sottolega di Capodistria. Promossa nella Slovenska republiška nogometna liga (lega repubblicana slovena).
  • 1953-1954 - Aurora 4ª nel girone Ovest della Slovenska republiška nogometna liga.
  • 1954-1955 - Aurora 6ª nel girone Ovest della Slovenska republiška nogometna liga.
  • 1955 - Aurora e Meduza si fondono nel Koper.
  • 1965-1966 - 12ª nella Slovenska republiška nogometna liga. Retrocessa.
  • 1967-1968 - 6ª nella Slovenska republiška nogometna liga.
  • 1968-1969 - 11ª nella Slovenska republiška nogometna liga. Retrocessa.
  • 1971-1972 - 5ª nella Slovenska republiška nogometna liga.
  • 1972-1973 - 10ª nella Slovenska republiška nogometna liga.
  • 1973-1974 - 7ª nella Slovenska republiška nogometna liga.
  • 1974-1975 - 14ª nella Slovenska republiška nogometna liga. Retrocessa.
  • 1980-1981 - 9ª nella Slovenska republiška nogometna liga.
  • 1981-1982 - 11ª nella Slovenska republiška nogometna liga.
  • 1982-1983 - 4ª nella Slovenska republiška nogometna liga.
  • 1983-1984 - 4ª nella Slovenska republiška nogometna liga.
  • 1984-1985 - 1ª nella Slovenska republiška nogometna liga. Promossa in Druga Liga.
  • 1985-1986 - 18ª nel girone Ovest della Druga Liga. Retrocessa.
  • 1986-1987 - 2ª nella Slovenska republiška nogometna liga.
  • 1987-1988 - 1ª nella Slovenska republiška nogometna liga. Promossa in Treća Liga.
  • 1988-1989 - 5ª nel girone Ovest della Treća Liga.
  • 1989-1990 - 14ª nel girone Ovest della Treća Liga.
  • 1990-1991 - 12ª nel girone Ovest della Treća Liga.
  • 1991 - Con l'indipendenza della Slovenia, il Koper partecipa alla Prva slovenska nogometna liga.
  • 1991-1992 - 8ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 1992-1993 - 8ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 1993-1994 - 7ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 1994-1995 - 11ª in Prva slovenska nogometna liga. Perde i play-out. Red Arrow Down.svg retrocesso in 2. SNL.
  • 1995-1996 - 6ª in 2. SNL. Vince i play-off. Green Arrow Up.svg promosso in Prva slovenska nogometna liga.
  • 1996-1997 - 10ª in Prva slovenska nogometna liga. Red Arrow Down.svg retrocesso in 2. SNL.
  • 1997-1998 - 2ª in 2. SNL. Green Arrow Up.svg promosso in Prva slovenska nogometna liga.
  • 1998-1999 - 11ª in Prva slovenska nogometna liga. Red Arrow Down.svg retrocesso in 2. SNL.
  • 1999-2000 - 1ª in 2. SNL. Green Arrow Up.svg promosso in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2000-2001 - 6ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2001-2002 - 3ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2002-2003 - 5ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2003-2004 - 4ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2004-2005 - 11ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2005-2006 - 3ª in Prva slovenska nogometna liga. Vince la Coppa di Slovenia. (1º titolo)
  • 2006-2007 - 6ª in Prva slovenska nogometna liga. Vince la Coppa di Slovenia. (2º titolo)
  • 2007-2008 - 2ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2008-2009 - 8ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2009-2010 - Campione di Slovenia (1º titolo)
  • 2010-2011 - 3ª in Prva slovenska nogometna liga. Vince la Supercoppa di Slovenia. (1º titolo)
  • 2011-2012 - 4ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2012-2013 - 4ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2013-2014 - 2ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2014-2015 - 8ª in Prva slovenska nogometna liga. Vince la Coppa di Slovenia. (3º titolo)
  • 2015-2016 - 8ª in Prva slovenska nogometna liga. Vince la Supercoppa di Slovenia. (2º titolo)
  • 2016-2017 - 6ª in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2017 - Il 1º giugno la società è stata definitivamente esclusa dai campionati sloveni per inadempienze finanziarie. Riparte dalla 4. SNL
  • 2017-2018 - 1ª in 4. SNL. Green Arrow Up.svg promosso in Tretja slovenska nogometna liga.
  • 2018-2019 - 1ª in Tretja slovenska nogometna liga. Green Arrow Up.svg promosso in 2. SNL.
  • 2019-2020 - 1ª in 2. SNL. Green Arrow Up.svg promosso in Prva slovenska nogometna liga.
  • 2020-2021 - 9ª in Prva slovenska nogometna liga. Vince lo spareggio promozione-retrocessione.
  • 2021-2022 - 2ª in Prva slovenska nogometna liga. Vince la Coppa di Slovenia. (4º titolo)

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2022-2023[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2009-2010
2005-2006, 2006-2007, 2014-2015, 2021-2022
2010, 2015

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 2007-2008, 2013-2014, 2021-2022
Terzo posto: 2001-2002, 2005-2006, 2010-2011
Finalista: 2008-2009
Semifinalista: 2007-2008, 2010-2011, 2020-2021
Finalista: 2007
Semifinalista: 2003
Secondo posto: 1997-1998

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche nelle competizioni UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Tabella aggiornata alla fine della stagione 2018-2019.

Competizione Partecipazioni G V N P RF RS
UEFA Champions League 1 2 1 0 1 4 5
Coppa UEFA/UEFA Europa League 6 16 5 3 8 16 40
Coppa Intertoto 2 10 4 3 3 12 12

Stagioni passate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Koper
  2. ^ Il Lavoratore dell'8 luglio 1949.
  3. ^ La nostra lotta, 17 ottobre 1951. Il campionato circondariale 1951-52 viene vinto dall'Isola che viene ammessa alla lega repubblicana slovena mentre l'Aurora si classifica in quarta posizione (La nostra lotta, 5 maggio 1952).
  4. ^ La nostra lotta, 19 maggio 1953.
  5. ^ Il Koper trionfa in Slovenia, su it.uefa.com, 24 aprile 2010.
  6. ^ Radio Capodistria, FC Koper: scritta la parola fine, su rtvslo.si. URL consultato il 1º giugno 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio