Massimo Zappino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Massimo Zappino
Massimo zappino-frosinone.png
Massimo Zappino al Frosinone nel 2017
Nazionalità Brasile Brasile
Italia Italia
Altezza 191 cm
Peso 88 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Carriera
Giovanili
1995-2000 Giallo e Blu2.png Libertas Rari Nantes Siracusa
2000-2001 Catania
Squadre di club1
2001 Acireale 0 (0)
2002-2004 Nocerina 27 (-22)
2004-2007 Frosinone 75 (-87)[1]
2007-2008 Chievo 0 (0)
2008 Pro Sesto 14 (-12)
2008-2009 Foggia 0 (0)
2009 Lecco 14 (-14)[2]
2009-2010 Taranto 0 (0)
2009 Como 15 (-16)
2010-2011 Varese 33 (-22)[3]
2011 Vaslui 0 (0)
2012-2018Frosinone 96 (-97)[4]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 giugno 2018

Massimo Zenildo Zappino (Pesqueira, 12 giugno 1981) è un calciatore brasiliano naturalizzato italiano, portiere.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nelle favelas di Pesqueira, nello Stato brasiliano di Pernambuco, da genitori poverissimi,[5] all'età di 9 anni viene adottato da una coppia di farmacisti, Maria Cristina e Gaetano Zappino, originari di Palazzolo Acreide[6] ma residenti a Siracusa, anticipando una coppia inglese che ne aveva fatta richiesta[7] ed acquisisce così anche la cittadinanza italiana.

È sposato ed ha tre figli: la primogenita di nome Vittoria[8] e due gemelli, Diego e Perla.[9]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nella città aretusea inizia a muovere i primi passi da calciatore giocando come attaccante nelle file della polisportiva Libertas Rari nantes, fino a quando – mancando il portiere – viene provato in tale ruolo[7].

A 18 anni va a giocare nelle giovanili del Catania; quindi, passa all'Acireale. Nel gennaio del 2002 viene ingaggiato dalla Nocerina come secondo portiere. Nella stagione 2003-2004, alla decima giornata del campionato di Serie C2 viene chiamato a sostituire il titolare della squadra campana Cilumbriello nella partita contro il Frosinone, effettuando diversi interventi decisivi, tra cui un rigore parato.[5] Da quel momento collezionerà 25 presenze e diventerà il portiere titolare della squadra rossonera almeno fino a quando, nell'estate del 2004, non viene acquistato proprio dalla compagine giallazzurra, neopromossa in Serie C1.[5] A Frosinone rimane dal 2004 al 2007, anni durante i quali si ritaglia un posto da titolare e debutta in Serie B nel primo anno in cadetteria della storia frusinate.

Nel 2007 approda in Serie A, al ChievoVerona, ma non scenderà mai in campo. Successivamente, dopo aver girovagato fra diversi club di C1, nel 2010 viene acquistato dal Varese, in Serie B, dove disputerà i play-off per la promozione in serie A.

Nell'agosto 2011 viene ingaggiato dal Vaslui,[10] squadra militante nella massima serie rumena, dove trova poco spazio.

Nel mese di gennaio del 2012, durante la sessione invernale del calciomercato, conclude la sua breve esperienza in Romania e ritorna in Italia, tornando al Frosinone dove aveva già militato per tre anni in passato. Nel marzo 2013 viene squalificato per 4 giornate per aver esibito una maglietta offensiva contro i tifosi del Latina al termine del derby vinto 2-1.[11] Al termine del campionato di Lega Pro 2013-2014, Zappino e il Frosinone ritornano in Serie B come avvenuto 8 anni prima. Il 16 maggio 2015 para un calcio di rigore nella partita della prima matematica promozione gialloblu in Serie A (Frosinone-Crotone 3-1).[12]

Il 31 maggio 2015, in seguito alla prima storica promozione in Serie A del club giallazzurro, diventa cittadino onorario di Frosinone insieme al resto della squadra.[13] Si piazza 2° nella Top 15 dei portieri di Serie B secondo una classifica stilata dalla Lega Serie B.[14] Nelle prime due giornate del campionato di Serie A 2015-2016 va in panchina come vice di Nicola Leali, ma retrocede a terzo portiere con l'arrivo di Lys Gomis nell'ultimo giorno del mercato estivo. Il 1º novembre 2015, all'undicesima giornata, esordisce in serie A titolare in Fiorentina-Frosinone 4-1, venendo preferito a Leali, e si rende protagonista di una buona prova nonostante i quattro gol subiti.[15][16] Poco più di due mesi dopo, il 10 gennaio 2016, colleziona la sua seconda presenza in Serie A partendo titolare contro il Napoli tra le mura amiche, ma la sfida terminerà 1-5 in favore dei partenopei.

Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo nel 2018 ed intrapreso un ruolo nelle giovanili del Frosinone, decide di accettare nell'agosto 2019 la proposta del Siracusa, squadra della sua città, militante nel campionato di Promozione per via del fallimento, dopo diversi anni trascorsi in terza serie. Zappino così facendo, accetta di tornare a giocare, con l'intento di contribuire alla risalita del club, indossando per la prima volta in carriera la maglia della propria città. Il 02 Settembre, il club comunica la risoluzione consensuale con il calciatore, per i problemi fisici emersi durante i controlli fisici, dati da una pregressa pubalgia.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 24 ottobre 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-2005 Italia Frosinone C1 15+2[17] -18 + -5[17] CI-C 2 -1 - - - - - - 19 -24
2005-2006 C1 31+4[17] -35 + -0[17] CI+CI-C 1+0 -0 - - - - - - 36 -35
2006-2007 B 29 -34 CI 1 -3 - - - - - - 30 -37
2007-gen. 2008 Italia Chievo B 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
gen.-giu. 2008 Italia Pro Sesto C1 14 -12 CI-C - - - - - - - - 14 -12
2008-gen. 2009 Italia Foggia 1D 0 -0 CI+CI-LP 1+0 -0 - - - - - - 1 -0
gen.-giu. 2009 Italia Lecco 1D 14+2[18] -13 + -0[18] CI-LP - - - - - - - - 16 -13
2009-2010 Italia Como 1D 15 -16 CI+CI-LP 0+2 -7 - - - - - - 17 -23
2010-2011 Italia Varese B 33+2[17] -21 + -4[17] CI - - - - - - - - 35 -25
2011-gen. 2012 Romania Vaslui Liga I 0 -0 CR 0 -0 UEL 0 -0 - - - 0 -0
gen.-giu. 2012 Italia Frosinone 1D 12 -11 CI+CI-LP - - - - - - - - 12 -11
2012-2013 1D 25 -25 CI+CI-LP 0 -0 - - - - - - 25 -25
2013-2014 1D 26+5[17] -20 + -3[17] CI+CI-LP 4+0 -3 - - - - - - 35 -26
2014-2015 B 25 -23 CI 1 -0 - - - - - - 24 -23
2015-2016 A 4 -14 CI 0 -0 - - - - - - 4 -14
2016-2017 B 3 -2 CI 1 -0 - - - - - - 4 -2
2017-2018 B 1 -2 CI 2 -3 - - - - - - 3 -5
Totale Frosinone 171+11 -184 + -8 12 -10 - - - - 194 -202
Totale carriera 247+15 -246 + -12 15 -17 0 -0 - - 277 -275

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 81 (-92) Se si comprendono i play-off Lega Pro Prima Divisione 2004-2005 e 2005-2006
  2. ^ 16 (-14) Se si comprendono i play-out Lega Pro Prima Divisione
  3. ^ 35 (-26) Se si comprendono i play-off serie B
  4. ^ 101 (-100) Se si comprendono i play-off disputati nella stagione della Lega Pro Prima Divisione 2013-2014
  5. ^ a b c scheda tecnica dei giocatori, su frosinonecalcio.com. URL consultato il 23 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2009).
  6. ^ ZAPPINO: con Ussia parte l'avventura nel calcio che conta, su tuttonocerina.com. URL consultato il 12 novembre 2017.
  7. ^ a b Zappino, dalle papere alle grandi prodezze: «Paro anche i rigori», su archiviostorico.corriere.it, 21 novembre 2006. URL consultato il 23 novembre 2010 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  8. ^ Varese, Zappino: "Fuga per la mia Vittoria", su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 15 febbraio 2012.
  9. ^ CURIOSITA'-Auguri a Massimo Zappino. Nati oggi due gemellini..., su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 14 novembre 2017.
  10. ^ Zappino finisce in Romania, su sport.libero.it. URL consultato il 15 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2014).
  11. ^ Calcio, maglietta offensiva Zappino squalificato per 4 turni, su ilmessaggero.it, 5 marzo 2013.
  12. ^ Frosinone, esplode la gioia. Miracolo Stellone: è in A!, su gazzetta.it, 16 maggio 2015.
  13. ^ Il Comune conferisce la cittadinanza onoraria al Frosinone Calcio, comune.frosinone.it, 30 maggio 2015. URL consultato il 1º giugno 2015.
  14. ^ Classifica alla 42ª giornata Archiviato il 26 giugno 2015 in Internet Archive.
  15. ^ Fiorentina-Frosinone 4-1, torna la valanga viola. Sousa primo in classifica, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 1º novembre 2015.
  16. ^ Antonio Visca, FIORENTINA-FROSINONE - I "top e flop" del match: si salvano solo Zappino e Frara, bocciati tutti gli altri, su TuttoFrosinone. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  17. ^ a b c d e f g h Play-off.
  18. ^ a b Play-out.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]