Pajtim Kasami

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pajtim Kasami
Pajtim Kasami 2016.jpg
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 187[1] cm
Peso 80[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Sion
Carriera
Giovanili
2007 Grasshoppers
2008-2009 Liverpool
2009 Lazio
2009-2010 Bellinzona
Squadre di club1
2010 Bellinzona 10 (2)[2]
2010-2011 Palermo 14 (0)
2011-2013 Fulham 9 (0)
2013 Lucerna 16 (1)
2013-2014 Fulham 29 (3)
2014-2016 Olympiakos 43 (6)
2016-2017 Nottingham Forest 25 (2)
2017- Sion 0 (0)
Nazionale
2007[3] Svizzera Svizzera U-15 3 (1)
2007[4] Svizzera Svizzera U-16 4 (0)
2009 Svizzera Svizzera U-17 9 (3)
2009[5] Svizzera Svizzera U-18 3 (2)
2010-2014 Svizzera Svizzera U-21 30 (6)[6]
2012 Svizzera Svizzera Olimpica 3 (0)
2013-2016 Svizzera Svizzera 12 (2)
Palmarès
Transparent.png Mondiali di calcio Under-17
Oro Nigeria 2009
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Argento Danimarca 2011
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 agosto 2017

Pajtim Kasami (Struga, 2 giugno 1992) è un calciatore svizzero, di origine albanese, centrocampista del Sion.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un centrocampista mancino, forte fisicamente ed in possesso di ottime qualità tecniche e realizzative.[7] Può ricoprire tutti i ruoli in mediana, con propensione all'impostazione del gioco.[8][9] In Svizzera giocava come trequartista o seconda punta.[10]

L'agente FIFA Alessandro Beltrami, esperto di calcio svizzero, lo ha definito «un giocatore forte con il DNA da top player. Ha una forte professionalità e abbina quantità a qualità. È un mancino naturale che sa utilizzare molto bene anche il destro ed è bravo anche nei tiri dalla distanza. Ha grande forza e in campo è un combattente».[11][12]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Macedonia da una famiglia albanese,[13][14] viene scoperto a quattordici anni da Raffaele Zarra della IFM Management, società che cura gli interessi del calciatore; all'epoca militava tra le giovanili del Grasshoppers. In seguito, con l'allenatore Piet Hamberg, si trasferisce alla società inglese del Liverpool.[15] Successivamente è al centro di una diatriba con la Lazio, squadra che deteneva il suo cartellino dopo averlo rilevato dal Liverpool a gennaio 2009. Tuttavia, in un anno di permanenza nel club biancoceleste non ha occasione di scendere in campo, nemmeno con la formazione giovanile, poiché la liberatoria FIGC necessaria al tesseramento non è mai arrivata a causa del mancato pagamento del "premio preparazione" alla squadra di origine, il Grasshoppers.[16]

Bellinzona[modifica | modifica wikitesto]

A conclusione di suddetta questione, nel mese di dicembre 2009 il giocatore passa al Bellinzona, come riportato tramite un comunicato sul sito ufficiale della società ticinese.[17]

Kasami, sotto la guida tecnica di Alberto Cavasin, esordisce nel massimo campionato svizzero il 28 marzo 2010 in occasione dell'incontro Grasshoppers-Bellinzona (2-0). La sua seconda presenza è l'ultima di Cavasin sulla panchina, poiché a causa di un'altra sconfitta contro il Grasshoppers del 1º aprile (1-2 casalingo), l'allenatore viene esonerato. Con l'arrivo di Roberto Morinini il giocatore diventa titolare della squadra granata, giocando complessivamente 10 partite nel campionato 2009-2010. Il 10 aprile, nella sfida esterna contro lo Young Boys, realizza il suo primo gol in Super League.

Palermo[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 giugno 2010 il Palermo comunica di aver acquistato del giocatore dal Bellinzona, perfezionando la trattativa presso la Lega Serie A il giorno successivo.[18] Lo svizzero arriva in Sicilia a titolo definitivo firmando un contratto quinquennale[19] e ritrovando Delio Rossi come allenatore, tecnico che aveva avuto alla Lazio e che lo ha fortemente voluto al Palermo.[20]

Esordisce con la maglia rosanero nell'andata dei play-off di Europa League contro gli sloveni del Maribor (vittoria per 3-0), entrando al 78' al posto di Abel Hernández.[21] Per lui si è trattato dell'esordio in una competizione internazionale per club.

Il 29 agosto 2010 esordisce nella massima serie italiana, giocando dal primo minuto e per tutta la partita al posto dell'infortunato Fabio Liverani alla prima giornata di campionato pareggiata per 0-0 contro il Cagliari.[22] Viene quindi utilizzato in tutte le 8 partite del Palermo in Europa League, più altre 16 apparizioni fra campionato e Coppa Italia (persa in finale contro l'Inter per 3-1) per un totale di 24 presenze stagionali, le uniche in maglia rosanero poiché rimane in Sicilia solo per una stagione.

Fulham e Lucerna[modifica | modifica wikitesto]

Non convocato per il ritiro estivo del Palermo e messo quindi sul mercato,[23] il 25 luglio 2011 viene ufficializzato il passaggio a titolo definitivo alla squadra inglese del Fulham per 1,6 milioni di euro,[24] con cui firma un contratto quadriennale.[25][26]

Tre giorni dopo fa l'esordio ufficiale con la maglia bianconera nº 10 in occasione della sfida di andata del terzo turno preliminare di Europa League contro i croati del RNK Spalato (0-0 in trasferta), subentrando all'83' a Bobby Zamora.[27] Il 21 agosto debutta nel Premier League in Wolverhampton-Fulham (2-0).[28] Il 21 settembre, nel terzo turno della Carling Cup in cui la sua squadra perde per 4-3 ai tiri di rigore contro il Chelsea, sbaglia un calcio di rigore nei minuti regolamentari[29] e, non essendo lui il rigorista prescelto, viene multato dalla società con 500 sterline.[30]

Gioca saltuariamente fino alla 13ª giornata, quindi gioca 6 incontri con la squadra riserve, fra dicembre e aprile. Torna a giocare in prima squadra nell'ultima partita di campionato, nella sconfitta esterna per 2-0 contro il Tottenham, collezionando in tutto 18 presenze fra campionato e coppe. Nella prima parte della stagione successiva gioca invece 2 partite in Premier League e una in League Cup con la prima squadra, più 5 apparizioni con una rete nella squadra riserve.

Il 31 gennaio 2013, alle 18.41 il suo trasferimento al Pescara non viene perfezionato a causa della mancanza di rete internet nell'Atahotel Executive di Milano, sede della fase conclusiva della sessione invernale del calciomercato italiano.[31] Il giorno successivo la società abruzzese, tramite il suo legale Flavia Tortorella, ha inoltrato istanza di riesame alla Lega atta a dimostrare la regolare trasmissione del trasferimento entro l'orario consentito delle 19.[32][33]

Sfumato questo trasferimento, il 15 febbraio si trasferisce in prestito al Lucerna, tornando a giocare in patria.[34][35] Qui colleziona 16 presenze e una rete.

Nella stagione 2013-2014 gioca 29 partite in campionato e 6 nelle due coppe nazionali con il Fulham.

Olympiakos[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 luglio 2014 si trasferisce alla squadra greca dell'Olympiakos.[36] Il 22 ottobre realizza il gol che consente alla sua squadra di vincere contro la Juventus per 1-0.

Nottingham Forest[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 agosto 2016, Kasami passa in prestito per tutta la stagione 2016-17 al Nottingham Forest.[37]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Kasami è stato tra i protagonisti della vittoria svizzera nel Mondiale Under-17 svoltosi in Nigeria. Nella competizione ha disputato 6 partite, segnando un gol nel primo incontro con il Messico, al 22'.[38] Conta inoltre svariate presenze con tante rappresentative giovanili svizzere.

Il 30 maggio 2010 ha esordito con la nazionale Under-21, peraltro giocando tutto l'incontro da titolare, nella partita di qualificazione all'Europeo di categoria del 2011 pareggiata per 0-0 in trasferta contro la Georgia.[39] Segna la prima rete in Under-21 il 7 agosto 2010 nell'andata dei play-off: entrato in campo al 74º minuto al posto di Xavier Hochstrasser, nove minuti dopo ha realizzato il gol del 4-1 per la sua squadra che ha chiuso la partita.[40] Prende parte all'Europeo Under-21 2011, perso dalla sua squadra in finale contro la Spagna vincitrice per 2-0. Kasami disputa la prima partita del girone, vinto per 1-0 sulla Danimarca in cui è entrato all'85',[41] e la finale già citata, entrando in campo al 67'.[42]

Nel marzo del 2011 viene cercato dal CT della nazionale macedone Mirsad Jonuz, ma il giocatore ha rifiutato la proposta di vestire la maglia della nazione balcanica.[43]

Il 9 luglio 2012 riceve la convocazione per i Giochi olimpici di Londra,[44] in cui gioca 3 partite.

Il 15 ottobre 2013 debutta in nazionale maggiore, nella partita di qualificazione ai Mondiali 2014 vinta per 1-0 sulla Slovenia, entrando al 71º minuto al posto di Tranquillo Barnetta.[45] Il 15 novembre successivo, nel corso della partita amichevole contro la Corea del Sud a Seul, segna la sua prima rete in nazionale.[46]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 13 ottobre 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009-2010 Svizzera Bellinzona SL 10+2[47] 2 CS 0 0 - - - - - - 12 2
2010-2011 Italia Palermo A 14 1 CI 2 0 UEL 8[48] 0 - - - 24 1
2011-2012 Inghilterra Fulham PL 7 0 FACup+CdL 1+1 0 UEL 9[49] 0 - - - 18 0
2012-feb. 2013 PL 2 0 FACup+CdL 0+1 0 - - - - - - 3 0
feb.-giu. 2013 Svizzera Lucerna SL 16 1 CS 0 0 - - - - - - 16 1
2013-2014 Inghilterra Fulham PL 29 3 FACup+CdL 4+2 0 - - - - - - 35 3
Totale Fulham 38 3 9 0 9 0 - - 56 3
2014-2015 Grecia Olympiakos SL 24 4 CG 3 0 UCL+UEL 6+2 1+0 - - - 35 5
2015-2016 SL 19 2 CG 4 2 UCL+UEL 6+1 0 - - - 30 4
Totale Olympiacos 43 6 7 2 15 1 - - 64 6
2016-2017 Inghilterra Nottingham Forest FLC 25 2 FACup+CdL 0+2 0+0 - - - - - 27 2
2017-2018 Svizzera Sion SL 4 1 CS 1 0 UEL - - - - - 5 1
Totale carriera 152 15 25 2 32 1 - - 207 16

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Svizzera
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
15-10-2013 Berna Svizzera Svizzera 1 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 71’ 71’
15-11-2013 Seul Corea del Sud Corea del Sud 2 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole 1 Uscita al 71’ 71’
09-10-2014 Maribor Slovenia Slovenia 1 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2016 - Ingresso al 82’ 82’
14-10-2014 Serravalle San Marino San Marino 0 – 4 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2016 - Uscita al 73’ 73’
18-11-2014 Breslavia Polonia Polonia 2 – 2 Svizzera Svizzera Amichevole - Uscita al 67’ 67’
31-03-2015 Zurigo Svizzera Svizzera 1 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
10-06-2015 Thun Svizzera Svizzera 3 – 0 Liechtenstein Liechtenstein Amichevole -
09-10-2015 San Gallo Svizzera Svizzera 7 – 0 San Marino San Marino Qual. Euro 2016 1
12-10-2015 Tallinn Estonia Estonia 0 – 1 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2016 - Ingresso al 80’ 80’
13-11-2015 Trnava Slovacchia Slovacchia 3 – 2 Svizzera Svizzera Amichevole - Uscita al 58’ 58’
25-03-2016 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Svizzera Svizzera Amichevole - Uscita al 71’ 71’
29-03-2016 Zurigo Svizzera Svizzera 0 – 2 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Amichevole - Uscita al 72’ 72’
Totale Presenze 12 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Olympiakos: 2014-2015, 2015-2016
Olympiakos: 2014-2015

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Pajtim Kasami, Goal.com. URL consultato il 3 Agosto 2016.
  2. ^ 12 (2) se si comprendono i play-off.
  3. ^ Statistiche su Football.ch
  4. ^ Statistiche su Football.ch
  5. ^ Statistiche su Football.ch
  6. ^ 32 (6) se si considera l'amichevole non ufficiale disputata il 25 marzo 2011 contro l'Arabia Saudita (vittoria per 2-1) e quella disputata il 29 marzo 2011 contro il Qatar (vittoria per 5-3).
  7. ^ Fabrizio Vitale, La Gazzetta dello Sport, 14 agosto 2010.
  8. ^ Mercato: la scheda di Pajtim Kasami Mediagol.it
  9. ^ Palermo, si punta su Hernandez sportmediaset.mediaset.it
  10. ^ Alla scoperta di Pajtim Kasami Mediagol.it
  11. ^ A. Beltrami: "Palermo, Kasami dna da top player" Tuttomercatoweb.com
  12. ^ AC Bellinzona: Kasami e Diana verso l'addio Ticinonews.ch
  13. ^ La scheda di Pajtim Kasami Palermo24.net
  14. ^ KASAMI, il significato dell'esultanza... Tuttomercatoweb.com
  15. ^ Palermo, alla scoperta di Pajtim Kasami Tuttomercatoweb.com
  16. ^ Bellinzona, ag. Kasami "Contratto con la Lazio rescisso correttamente", Tuttomercatoweb.com. URL consultato il 4 gennaio 2010.
  17. ^ Pajtim Kasami è granata !, Acbellinzona.ch. URL consultato il 4 gennaio 2010.
  18. ^ Tutti i trasferimenti - Palermo Archiviato il 1º agosto 2010, in Internet Archive. Legaseriea.it
  19. ^ Preso Pajtim Kasami Ilpalermocalcio.it
  20. ^ La guida per l'asta perfetta, Fantagazzetta.com, p. 76. URL consultato il 26 agosto 2010.
  21. ^ Palermo-Maribor 3-0 Archiviato il 24 ottobre 2010 in Internet Archive. it.uefa.com
  22. ^ Palermo-Cagliari 0-0 Archiviato il 1º settembre 2010, in Internet Archive. Ilpalermocalcio.it
  23. ^ Ritiro: convocati e amichevoli Ilpalermocalcio.it
  24. ^ Un Palermo che investe Palermocalcio.it
  25. ^ Pajtim Kasami Joins Fulham Archiviato il 28 luglio 2011 in WebCite Fulhamfc.com
  26. ^ Tre cessioni. Goian va ai Rangers Ilpalermocalcio.it
  27. ^ RNK Spalato-Fulham 0-0 Transfermarkt.it
  28. ^ Wolverhampton-Fulham 2-0 Transfermarkt.it
  29. ^ Chelsea-Fulham 4-3 d.c.r. Transfermarkt.it
  30. ^ Kasami sbaglia rigore: il Fulham lo multa Corrieredellosport.it
  31. ^ Furia Raiola e il caso Kasami-Pescara "Saltato per colpa di internet, vaff..." Gazzetta.it
  32. ^ Pescara, ricorso per Kasami: si dimostrerà la regolare trasmissione dei dati prima delle 19 Abruzzo24ore.tv
  33. ^ Ricorso per Kasami al Pescara, la situazione Gianlucadimarzio.com
  34. ^ (DE) Pajtim Kasami zum FC Luzern Fcl.ch
  35. ^ (EN) Kasami's Luzern Loan Fulhamfc.com
  36. ^ (EL) Παίκτης του Ολυμπιακού ο Κασάμι, Olympiacos. URL consultato il 3 Agosto 2016.
  37. ^ (EN) Kasami checks in at The City Ground, Nottingham Forest F.C., 3 Agosto 2016. URL consultato il 3 Agosto 2016.
  38. ^ (EN) Messico-Svizzera 0-2 Fifa.com
  39. ^ Georgia-Svizzera 0-0 it.soccerway.com
  40. ^ Svizzera-Svezia 4-1 Transfermarkt.it
  41. ^ Shaqiri rovina la festa danese it.uefa.com
  42. ^ La Spagna regna in Danimarca it.uefa.com
  43. ^ Kasami tra Macedonia e Svizzera Palermo24.net
  44. ^ Spielerliste / Liste des joueurs Football.ch] (PDF)
  45. ^ (EN) Svizzera-Slovenia 1-0 Eu-football.info
  46. ^ La Svizzera soffre e perde a Seul, sport.rsi.ch, 15 novembre 2013. URL consultato il 18 novembre 2013.
  47. ^ Play-off.
  48. ^ 2 presenze nei play-off.
  49. ^ 4 nei preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]