Pierluigi Tami

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pierluigi Tami
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 178 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Lugano
Ritirato 1994 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1980-1981 600px Rosso con stella Bianca.png Tenero ? (?)
1981-1984 Chiasso 67 (19)
1984-1988 Locarno 58+ (16+)
1988-1990 Bellinzona 45 (2)
1990-1993 Lugano 12+ (0+)
1993-1994 Locarno ? (?)
Carriera da allenatore
1994-1996 Giallo e Blu.png Gordola
1996-1998 Lugano Vice
1998-1999 Lugano Giovanili
1999-2002 Locarno
2002-2003 Lugano
2003-2009 Svizzera Svizzera U-18
2006- Svizzera Svizzera Vice
2009-2015 Svizzera Svizzera U-21
2012 Svizzera Svizzera olimpica
2015-2017 Grasshoppers
2017- Lugano
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Argento Danimarca 2011
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 giugno 2017

Pierluigi Tami (Clusone, 12 settembre 1961) è un allenatore di calcio ed ex calciatore svizzero, di ruolo difensore, tecnico del Lugano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Formatosi sportivamente nelle file del Tenero, ha svolto tutta la propria carriera professionistica nel Canton Ticino, vestendo le maglie di Chiasso, Locarno, Bellinzona e Lugano.

Si ritira dal calcio giocato nel 1994.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dedicatosi all'attività di allenatore, fino al 2003 guida squadre ticinesi: nel 1994 debutta sulla panchina del Gordola, per poi passare nel 1996 nei quadri tecnici del Lugano, ove rimane fino al 1999 con mansioni di allenatore delle giovanili e vice-allenatore della prima squadra. Conclusa tale esperienza, passa ad allenare il Locarno, che guida per tre stagioni, conseguendo una promozione dalla terza alla seconda serie, una salvezza e una retrocessione. Nel 2002 torna al Lugano, guidando la prima squadra al quarto posto nel campionato di seconda serie: sconta tuttavia le difficoltà finanziarie del club bianconero, ormai in bancarotta e costretto infine a ritirarsi dal campionato nella fase degli spareggi di promozione/relegazione.

Nel 2003 viene chiamato alla guida della nazionale svizzera under-18. Ricopre tale incarico fino al 2009, allorché viene promosso a capo allenatore della selezione under-21 rossocrociata.

Parallelamente nel 2006 viene affiancato a Jakob Kuhn quale commissario tecnico in seconda della nazionale maggiore, continuando a occupare tale posizione anche a seguito dell'arrivo di Ottmar Hitzfeld, nel 2008.

Nel 2012 viene nominato CT della nazionale svizzera impegnata nel torneo dei giochi olimpici di Londra.

Il 15 gennaio 2015 rescinde anticipatamente il proprio contratto con la federazione elvetica (valido fino al 2017) per assumere la guida tecnica del Grasshoppers[1], nel massimo campionato svizzero, in sostituzione del destituito Michael Skibbe[2]. Dopo aver condotto la squadra zurighese a una tranquilla salvezza nell'annata 2014-2015, nella stagione successiva la guida al quarto posto e alla qualificazione in Europa League.

Meno fortunata si rivela la stagione 2016-2017, ove le cavallette vengono eliminate dall'Europa League negli spareggi pre-fase a gironi, pagando inoltre uno scarso rendimento in campionato: il 12 marzo 2017, dopo un periodo di oltre tre mesi senza vittorie, Tami viene esonerato.

Nell'estate dello stesso anno viene ingaggiato dal Lugano in sostituzione del dimissionario Paolo Tramezzani.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Lugano: 1992-1993
Locarno: 1985-1986

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ora è ufficiale : Pier Tami nuovo allenatore del Grasshopper, tio.ch, 15 gennaio 2015. URL consultato il 16 gennaio 2015.
  2. ^ Pierluigi Tami nouvel entraîneur de Grasshopper, 20min.ch, 15 gennaio 2015. URL consultato il 16 gennaio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]