Radnički nogometni klub Split

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
R.N.K. Spalato
Calcio Football pictogram.svg
Crveni - (I Rossi)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Rosso
Dati societari
Città Spalato
Nazione Croazia Croazia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Croatia.svg HNS
Campionato Treća HNL
Fondazione 1912
Presidente Croazia Slaven Žužul
Allenatore Croazia Bruno Akrapović
Stadio Stadio Park mladeži
(8 000 posti)
Sito web www.rnksplit.hr
Palmarès
Titoli nazionali 5 Seconda divisione croata
Si invita a seguire il modello di voce

Il Radnički nogometni klub Split (in italiano Associazione Calcistica dei Lavoratori Spalato), meglio noto come RNK Spalato (per i croati semplicemente Split), è una società calcistica croata con sede nella città di Spalato. Dalla stagione 2010-2011 milita nella Prva hrvatska nogometna liga, la massima divisione del campionato croato. Nel 2016-2107 viene retrocesso in seconda divisione ma non riesce ad iscriversi e scende direttamente nella terza serie, dove milita nella stagione 2018-2019

2016-2017 vimi storici[modifica | modifica wikitesto]

  • HRŠD Anarh
  • JNSK Jug
  • Slavija
  • Borac
  • HAŠK
  • JSD Split
  • SD Vicko Krstulović
  • SD Arsenal
  • RSD Split

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il RNK Spalato è la seconda squadra per importanza della città croata dopo l'Hajduk e affonda le proprio radici nella classe operaia locale, molti dei sostenitori infatti provenivano dai cantieri cittadini. La società non ha mai nascosto la propria vicinanza politica con l'estrema sinistra, più precisamente coi movimenti anarchici, tanto da aver organizzato una spedizione di volontari in occasione della resistenza anti-fascista contro il regime del generale spagnolo Francisco Franco; inoltre, nel 1920, molti dei giocatori del club lottarono nelle forza partigiane capitanate da Tito. Il colore sociale del club era il nero, colore tradizionale del movimento anarchico, salvo poi ripiegare sul rosso nel 1933, visto l'aumento dell'influenza social-comunista all'interno del club.

La società si posiziona al 36º posto nella classifica perpetua della Prva Liga Jugoslava.

Il RNK Spalato raggiunge la massima serie croata soltanto nel 2010-11 dove, nella stagione d'esordio, riesce a conquistare uno storico terzo posto a soli due punti di distacco dai rivali dell'Hajduk, ottenendo così un pass per i preliminari di Europa League: verranno poi eliminati al terzo turno dagli inglesi del Fulham.
Nel campionato 2013-2014 si sono classificati al quarto posto, ottenendo così il diritto a disputare i preliminari di Europa League,venendo poi eliminata dalla squadra italiana del Torino.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1996-1997 (2. HNL - Croazia), 1997-1998 (2. HNL - Croazia), 2009-2010 (2. HNL - Croazia)
2008-2009 (3. HNL - Croazia)
2007-2008 (4. HNL - Croazia A)
  • 2. Liga di Jugoslavia: 2
1959-1960, 1956-1957
  • Hrvatska nogometna liga - Jugoslavia: 2
1963-1964, 1983-1984
  • Hrvatska nogometna liga - Zona Dalmazia: 1
1966-1967

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

2014-2015
1993-1994, 2010-2011

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Semifinalista: 1960-1961
Terzo posto: 1958-1959 (girone ovest)
Finalista: 2014-2015

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Radnički nogometni klub Split 2016-2017.

Rosa 2016-2017[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 1º luglio 2016.

N. Ruolo Giocatore
1 Croazia P Tomislav Duka
3 Bielorussia D Maksim Vitus
5 Croazia D Branko Vrgoč (capitano)
7 Croazia C Matej Jukić
8 Croazia C Mateo Topić
10 Croazia A Petar Mišić
11 Croazia A Dražen Bagarić
17 Croazia A Dino Špehar
18 Albania D Amir Rrahmani (vice-capitano)
19 Albania C Elis Bakaj
N. Ruolo Giocatore
20 Croazia C Luka Grubišić
21 Croazia A Ivan Pešić
24 Serbia C Miloš Vidović
29 Croazia D Ivan Ibriks
30 Croazia A Petar Franjić
33 Croazia C Mirko Oremuš
44 Croazia D Jure Obšivač
Croazia D Ivan-Anton Vasilj
Croazia C Filip Faletar

Rosa 2015-2016[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Croazia P Tomislav Duka
2 Serbia D Aleksandar Miljković
3 Bielorussia D Maksim Vitus
4 Croazia D Ante Majstorović
5 Croazia D Branko Vrgoč
7 Croazia C Matej Jukić
8 Croazia C Mateo Topić
9 Panama A Abdiel Arroyo
10 Croazia A Petar Mišić
11 Croazia A Dražen Bagarić
12 Croazia P Danijel Zagorac (capitano)
17 Croazia A Dino Špehar
18 Albania D Amir Rrahmani
N. Ruolo Giocatore
20 Croazia C Luka Grubišić
21 Croazia A Ivan Pešić
22 Panama C Yoel Bárcenas
24 Serbia C Miloš Vidović
26 Croazia D Nino Galović (vice-capitano)
29 Croazia D Ivan Ibriks
30 Croazia A Petar Franjić
33 Croazia C Mirko Oremuš
44 Croazia D Jure Obšivač
77 Croazia C Slavko Blagojević
- Croazia D Ivan-Anton Vasilj
- Croazia C Filip Faletar

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Staff dell'area tecnica
  • Allenatore: Croazia Vjekoslav Lokica
  • Vice-Allenatore: ?
  • Preparatore dei portieri: ?
  • Preparatore atletico: ?
  • Medico sociale: ?
  • Fisioterapista: ?

Rose delle stagioni precedenti[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni alle Coppe europee[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Competizione Turno Nazione Club Risultato in casa Risultato in trasferta
2011-2012 UEFA Europa League 2º Turno Slovenia Domžale 0-1 1-2
3º Turno Inghilterra Fulham 0-0 2-0
2014-2015 UEFA Europa League 1º Turno Armenia Mika Erevan 2-0 1-1
2º Turno Israele Hapoel Be'er Sheva 2-1 0-0
3º Turno Ucraina Čornomorec’ 2-0 0-0
Play-Off Italia Torino 0-0 1-0

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN313528132 · WorldCat Identities (EN313528132