Jeremy Mbakogu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Jerry Mbakogu)
Jump to navigation Jump to search
Jerry Mbakogu
Jerry Mbakogu 2016.jpg
Mbakogu al Kryl'ja Sovetov nel 2016
Nazionalità Nigeria Nigeria
Italia Italia
Altezza 190 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Padova
Carriera
Giovanili
2003-2006Rosso e Blu.svg Scorzè Peseggia
2006-2009Padova
2009-2010Palermo
Squadre di club1
2010Padova1 (0)
2010-2013Juve Stabia68 (13)[1]
2013-2016Carpi82 (24)
2016-2017Kryl'ja Sovetov7 (0)
2017-2018Carpi41 (10)[2]
2019-Padova7 (2)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 marzo 2019

Jeremy Uche Mbakogu, detto Jerry (Lagos, 1º ottobre 1992) è un calciatore nigeriano con cittadinanza italiana, attaccante del Padova.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Molto veloce e forte fisicamente, destro di piede, gioca principalmente da punta centrale ma può svariare su tutto il fronte d'attacco[3][4] ed è capace di sostenere da solo il peso della fase offensiva. La sua imprecisione sottoporta non gli impedisce di mettere a referto un buon numero di reti. Si contraddistingue anche come discreto uomo-assist e rigorista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Trasferitosi in Italia in tenera età, muove i primi passi nel mondo del calcio nello Scorzè Peseggia nella Città metropolitana di Venezia. A tredici anni viene notato da Andrea Campi e Alessandro Barison, due agenti di calciatori, che decidono di portarlo a Padova dove entra nelle giovanili biancoscudate[5].

Successivamente, nel 2009, dopo aver fatto tutta la trafila nelle giovanili del Padova, viene ceduto in prestito alla formazione primavera del Palermo, fresca campione d'Italia e con cui gioca pertanto la Supercoppa Primavera 2009 persa per 7-6 ai tiri di rigore.

Tornato a Padova nell'estate 2010, debutta tra i professionisti in Serie B il 28 agosto nella sfida contro il Crotone terminata 1-1. Il 31 agosto, giorno della chiusura del calciomercato estivo, viene ceduto in prestito alla Juve Stabia in Lega Pro Prima Divisione.

Con le vespe vince il suo primo trofeo, la Coppa Italia Lega Pro 2010-2011, in finale contro il Carpi (sua futura squadra). Il 1º novembre 2012 subisce un infortunio nella partita contro la Reggina[6], e s'infortuna nuovamente nella gara in cui rientrava in campo, in Coppa Italia contro la Fiorentina, gara disputata il 28 novembre successivo[7] in cui ha accusato uno stiramento.[8] Con la squadra campana gioca tre stagioni, sempre in prestito dal Padova, e ottiene una promozione in Serie B.

Le stagioni a Carpi e il prestito in Russia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2013 viene nuovamente ceduto in prestito, sempre in Serie B ma stavolta al Carpi. Debutta il 24 settembre nella sfida contro il Brescia terminata 0-0. Segna i suoi primi gol con la squadra emiliana il 14 dicembre, mettendo a segno una doppietta nella partita pareggiata per 2-2 sul campo del Bari.[9]

Il 22 luglio 2014, dopo la mancata iscrizione del Padova al campionato di Lega Pro, rimane svincolato.[10] Il giorno successivo firma un nuovo contratto con il Carpi, stavolta tesserato con un contratto quinquennale.[11] Vince il campionato di Serie B 2014-2015 da assoluto protagonista: segna 15 gol (miglior marcatore degli emiliani, nono assoluto) e fornisce 8 assist in 30 presenze. Per il club biancorosso, allenato da Fabrizio Castori, è la prima promozione di sempre in Serie A[12][13]. In questa stagione rientra, insieme a tre compagni di squadra (Gabriel, Gagliolo e Di Gaudio) e al suo futuro partner d'attacco nel Carpi Federico Melchiorri, nella formazione top 11 della Serie B[14].

Esordisce in Serie A il 13 settembre 2015, nel pareggio contro il Palermo (2-2).[15] Segna il primo gol il 17 gennaio 2016, trasformando il rigore che vale il 2-1 contro la Sampdoria.[16] Nella partita contro la Lazio della penultima giornata si procura due rigori, fallendoli però entrambi[17]: il portiere Marchetti para le due conclusioni, al 12' (sullo 0-0) e al 41' (sul 2-0 per i biancocelesti)[18][19]. La gara finisce 1-3, con il gol della bandiera da lui messo a segno[18]. Il pareggio sarebbe valso la salvezza del Carpi – quartultimo prima della partita contro la Lazio – che retrocede, però, una settimana dopo, nonostante la vittoria fuori casa sull'Udinese a cui Mbakogu non partecipa, restando in panchina per tutti i 90 minuti; a salvarsi, per un solo punto, è il Palermo[20]. La stagione in Serie A non si rivela quindi particolarmente fortunata per il calciatore italo-nigeriano, nonostante la fiducia quasi incondizionata a lui riservata dall'allenatore Castori, che spesso lo preferisce a calciatori del calibro di Borriello, Matos, Mancosu e Lasagna. Termine la stagione con due sole reti, di cui una su rigore, e due assist a referto[21].

Il 10 agosto 2016 si trasferisce al Kryl'ja Sovetov, nella Prem'er-Liga russa, con la formula del prestito con obbligo di riscatto[22]. Il 30 gennaio 2017. però, dopo avere collezionato solo 7 presenze senza reti con il club russo, fa rientro al Carpi[23]. Nella seconda parte di stagione con i biancorossi, gioca 20 partite e segna 5 gol, sbloccandosi l'11 marzo in una vittoria in trasferta contro il Latina per 1-0.[24] Il 22 maggio, nel preliminare dei playoff giocato al Tombolato di Cittadella, firma il parziale 2-0 (2-1 risultato finale).[25] Nella seconda semifinale playoff vinta dal Carpi in 9 uomini contro il Frosinone, dopo una buona prestazione in cui ha colpito anche un palo, si rende protagonista uscendo dal campo per protesta contro la direzione arbitrale; la panchina biancorossa provvede immediatamente a sostituirlo per evitare la terza espulsione[26]. Il Carpi manca la promozione in Serie A dopo le finali contro il Benevento (0-0 al Cabassi e sconfitta al Vigorito per 1-0). Il 5 agosto, Mbakogu prolunga di un anno il contratto con la compagine emiliana, con nuova scadenza fissata al 30 giugno 2020.[27]

Nella stagione 2017-2018, nonostante l'avvicendamento sulla panchina del Carpi che vede Antonio Calabro al posto di Fabrizio Castori, resta un elemento imprescindibile dello scacchiere biancorosso giocando da titolare quasi tutte le partite, prima di un infortunio che lo costringe a restare fermo per diverso tempo. Nella sessione invernale di mercato viene più volte accostato al Leeds United, che avrebbe offerto circa 5 milioni di euro per il suo cartellino[28][29], ma la dirigenza del Carpi decide di non privarsene a stagione in corso.

Il 6 agosto 2018, dopo l'esclusione dal raduno e dal ritiro estivo e il mancato trasferimento al Leeds, Mbakogu rescinde consensualmente il contratto che lo legava alla squadra emiliana[30][31].

Il ritorno al Padova[modifica | modifica wikitesto]

L'8 gennaio 2019, firma un contratto che lo lega per sei mesi al Padova.[32] Debutta il 20 gennaio seguente, timbrando anche le sue prime marcature, a scapito dell'Hellas Verona.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 9 marzo 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
ago.-set. 2010 Italia Padova B 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
set. 2010-2011 Italia Juve Stabia 1D 26+3[33] 6 CI+CI-LP 0+7 2 - - - - - - 36 8
2011-2012 B 28 4 CI 1 1 - - - - - - 29 5
2012-2013 B 14 3 CI 2 0 - - - - - - 16 3
Totale Juve Stabia 68+3 13 10 3 - - - - 81 16
2013-2014 Italia Carpi B 28 7 CI 0 0 - - - - - - 28 7
2014-2015 B 30 15 CI 1 0 - - - - - - 31 15
2015-2016 A 24 2 CI 2 0 - - - - - - 26 2
2016-gen. 2017 Russia Kryl'ja Sovetov Samara PL 7 0 KR 1 0 - - - - - - 8 0
gen.-giu. 2017 Italia Carpi B 15+5[33] 4+1[33] CI 0 0 - - - - - - 20 5
2017-2018 B 26 6 CI 2 2 - - - - - - 28 8
Totale Carpi 123+5 34+1 5 2 - - - - 133 37
gen.-giu. 2019 Italia Padova B 7 2 CI 0 0 - - - - - - 7 2
Totale Padova 8 2 0 0 - - - - 8 2
Totale carriera 206+8 50 16 5 - - - - 230 55

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Juve Stabia: 2010-2011
Carpi: 2014-2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 71 (13) se si comprendono le presenze nei play-off.
  2. ^ 46 (11) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ Jerry Uche Mbakogu : 1992 – Nigeria, generazioneditalenti.it, 6 febbraio 2010. URL consultato il 19 novembre 2016.
  4. ^ Benvenuti in A – Jerry Mbakogu, la perla nera del Carpi, fantamagazine.com, 21 luglio 2015. URL consultato il 19 novembre 2016.
  5. ^ Fenomeno Mbagoku: 'Vale due milioni' Calciomercato.com
  6. ^ Juve Stabia, maledizione attaccanti per Braglia, resport.it, 1º novembre 2012. URL consultato il 24 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 26 novembre 2013).
  7. ^ ESCLUSIVA TMW - Juve Stabia, ag. Mbakogu: "È destinato a giocare in una big" Tuttomercatoweb.com
  8. ^ Juve Stabia, tegola sull'attacco: stiramento per Mbakogu Tuttomercatoweb.com
  9. ^ Bari-Carpi 2-2 Corrieredellosport.it
  10. ^ COMUNICATO UFFICIALE N. 33/A Archiviato il 27 luglio 2014 in Internet Archive. figc.it
  11. ^ Quinquennale a Mbakogu Archiviato il 17 dicembre 2014 in Internet Archive. Carpifc1909.it
  12. ^ Ave Carpi!!! È Serie A!!! 0-0 contro il Bari in un Cabassi ubriaco di gioia ‹ IL MOSTARDINO.IT, su ilmostardino.it. URL consultato il 16 giugno 2017.
  13. ^ Marcatori, numeri e altre statistiche dei giocatori del Carpi 2014-2015 ‹ IL MOSTARDINO.IT, su ilmostardino.it. URL consultato il 16 giugno 2017.
  14. ^ Serie B, Top 11 2014-2015: il Carpi domina la scena, su repubblica.it.
  15. ^ Giacomo Luchini, Palermo-Carpi 2-2, Djurdjevic salva i rosanero: punto storico per gli emiliani, su repubblica.it, 13 settembre 2015.
  16. ^ Armando Ossorio, Carpi-Sampdoria 2-1, il rigore di Mbakogu fa sorridere Castori, su repubblica.it, 17 gennaio 2016.
  17. ^ Carpi, l’amaro “primato” di Mbakogu. Falliti due calci di rigore in mezzora, su gazzetta.it, 8 maggio 2016.
  18. ^ a b Giulio Cardone, Carpi, addio speranza tradito da Mbakogu, in la Repubblica, 9 maggio 2016, p. 50.
  19. ^ Andrea Elefante, Carpi, il suicidio è di rigore La Lazio ringrazia e vola, in La Gazzetta dello Sport, 9 maggio 2016.
  20. ^ Massimo Norrito, A Palermo l'ultima festa battuto il Verona in B va il piccolo Carpi, in la Repubblica, 16 maggio 2016, p. 48.
  21. ^ Transfermarkt - Rendimento per stagione, su transfermarkt.it.
  22. ^ http://www.goal.com/it/news/7/calciomercato/2016/08/10/26379872/mbakogu-segue-pasquato-lascia-il-carpi-e-va-al-krylya, Mbakogu segue Pasquato: lascia il Carpi e va al Krylya Sovetov, goal.com, 10 agosto 2016.
  23. ^ UFFICIALE: Carpi, Mbakogu rientra dal prestito al Krylya Sovetov, tuttomercatoweb.it, 30 gennaio 2017.
  24. ^ Latina-Carpi 0-1: ruggito di Mbakogu al Francioni ‹ IL MOSTARDINO.IT, su ilmostardino.it. URL consultato il 16 giugno 2017.
  25. ^ Cittadella-Carpi 1-2: volo in Semifinale Play-off sulle ali di Lollo e Mbakogu ‹ IL MOSTARDINO.IT, su ilmostardino.it. URL consultato il 16 giugno 2017.
  26. ^ La folle notte di Mbakogu: prima lascia il campo per protesta, poi il gestaccio, su lastampa.it.
  27. ^ Carpi FC 1909 » Mbakogu rinnova fino al 2020, su www.carpifc.com. URL consultato il 5 agosto 2017.
  28. ^ Leeds interested in signing Jerry Mbakogu from Carpi, su skysports.com.
  29. ^ Mbakogu al Leeds ma resterà in Emilia fino a giugno, su tuttomercatoweb.com.
  30. ^ Risoluzione contrattuale con Mbakogu, su www.carpifc.com. URL consultato il 7 agosto 2018.
  31. ^ Carpi: sciolto il contratto di Mbakogu. Dal no del Leeds allo svincolamento di un idolo in ombra, su ilmostardino.it.
  32. ^ Tommaso Maschio, UFFICIALE: Padova, colpo Mbakogu in attacco. Contratto semestrale, su tuttomercatoweb.com, 8 gennaio 2019. URL consultato l'8 gennaio 2019.
  33. ^ a b c Play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]