Josip Iličić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Josip Iličič)
Jump to navigation Jump to search
Josip Iličić
Calcio di inizio Lecce Atalanta - Josip Iličić (cropped).jpg
Iličić all'Atalanta nel 2020
Nazionalità Slovenia Slovenia
Altezza 190 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Atalanta
Carriera
Giovanili
2004-2006Triglav
2006-2007Britof
Squadre di club1
2007-2008Bonifika Koper24 (3)
2008-2010Interblock Lubiana55 (12)[1]
2010Maribor5 (1)
2010-2013Palermo98 (20)
2013-2017Fiorentina106 (29)
2017-Atalanta92 (38)
Nazionale
2009Slovenia Slovenia U-215 (0)
2010-Slovenia Slovenia65 (9)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 ottobre 2020

Josip Iličić (Prijedor, 29 gennaio 1988[2]) è un calciatore sloveno di origine croato-bosniaca, centrocampista o attaccante dell'Atalanta e della nazionale slovena.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato a Prijedor, città della Bosnia ed Erzegovina a maggioranza serba, in una famiglia di etnia croata. Il padre è stato ucciso nel 1989 da un vicino di origine serba,[3][4] e in seguito all'accaduto la sua famiglia si è trasferita in Slovenia, vivendo come profughi di guerra. In virtù delle sue origini, possiede il passaporto croato.

Dalla sua unione con Tina Polovina sono nate due bambine, Victoria e Sofjia.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Mancino naturale,[5] può giocare come esterno sinistro o destro di un centrocampo in linea[6] o nel 4-2-3-1, oppure come trequartista nei moduli 4-3-2-1 e 4-3-1-2.[5][7][8] Bortolo Mutti, suo allenatore al Palermo, ha invece detto di lui che «il 4-3-3 è il modulo perfetto per le sue caratteristiche, perché partendo da destra e accentrandosi andando a cercare la conclusione mancina potrebbe trovare la porta con molta facilità.» posizionandosi quindi come ala destra.[9] All'occorrenza può giocare anche come interno di centrocampo anche se non è il suo ruolo preferito.[10]

È abile nel tiro (eseguito quasi esclusivamente con il piede sinistro), nel dribbling (in cui la sua miglior finta è quella di tacco), nella rifinitura ed è dotato di forza fisica, personalità e naturalezza.[11]

Freddo sotto porta, è anche abile nel fornire assist e nell'impostazione del gioco.[12]

La sua carriera è stata condizionata anche dall'incostanza nel rendimento.[12]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi e Interblock Ljubljana[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare nelle giovanili di Triglav e Britof,[2] passando poi al Bonifika Koper, società che successivamente si è sciolta.[6]

Successivamente passa all'Interblock Lubiana, sotto la guida di Alberto Bigon nella prima stagione.

Esordisce con questa squadra il 9 agosto 2008 alla quarta giornata di campionato contro il Rudar Velenje, entrando all'81' della partita persa per 2-0 al posto di Martin Pregelj.[13] La prima rete arriva alla 23ª giornata, nella partita vinta per 3-2 contro il Drava Ptuj, dove segna all'87' il gol del momentaneo 3-1 dopo esser subentrato a partita in corso, facendo l'ingresso in campo al 65' prendendo il posto di Amer Jukan.[14] Chiude la prima stagione all'Interblock Ljubljana con 27 presenze e 9 reti in campionato (da segnalare la tripletta alla 34ª giornata, nel pareggio per 3-3 contro il Nafta Lendava)[15] e 4 presenze e una rete nella Coppa di Slovenia.

Nella stagione 2009-2010 gioca 28 partite in campionato segnando 3 gol (più le due partite dello spareggio salvezza-promozione, che ha visto la sua squadra uscire sconfitta, contro il Triglav Kranj), 3 partite con una rete all'attivo in Coppa di Slovenia,(una partita agli ottavi dove va in gol contro l'Odranci 0-2 e le 2 gare ai quarti contro il Nafta Lendava)[16] e il doppio confronto nel terzo turno preliminare di Europa League perso con un totale di 5-0 contro gli ucraini del Metalurh Donec'k, che gli hanno valso l'esordio in competizioni internazionali per club.

Dal 2008 al 2010, con tale squadra, segna 12 reti in 55 presenze di campionato (14 reti in 66 partite considerando tutte le competizioni) rendendosi autore di ottime prestazioni.

A causa della crisi economica della società, il cui presidente gestisce alcuni casinò in società con un imprenditore australiano, la squadra inizia a giocare male, con successivo ridimensionamento degli ingaggi ai giocatori e abbassamento dell'età media[6]; l'epilogo è la retrocessione nella seconda serie.

Maribor[modifica | modifica wikitesto]

La sua cessione al Maribor rientra pertanto in questa strategia: Zlatko Zahovič, direttore sportivo del Maribor e amico del presidente dell'Interblock, lo acquista nell'estate del 2010 per 80 000 euro.[17]

Esordisce con la nuova maglia il 15 luglio 2010 nel ritorno del secondo turno preliminare di Europa League pareggiato per 1-1 in trasferta contro gli ungheresi del MOL Fehérvár, entrando al 71' al posto di Dejan Mezga[18]. Segna le prime reti con il Maribor realizzando una doppietta nell'andata del terzo turno preliminare di Europa League vinta per 3-0 contro gli scozzesi dell'Hibernian;[19] il primo e unico gol in campionato, invece, lo mette a segno alla quinta giornata di campionato, in Maribor-Celje (2-0), segnando la prima rete della partita al 9'.[20] Si è fatto conoscere a livello internazionale dopo la partita di andata degli play-off di Europa League contro gli italiani del Palermo (sconfitta per 3-0), giocando un'ottima partita allo Stadio Renzo Barbera[21]; nella gara di ritorno vinta per 3-2, al suo gol del parziale 2-0 non ha esultato, conscio del fatto di trasferirsi di lì a poco proprio al Palermo.[22]

Con il Maribor – che a fine stagione vince il campionato – ha dunque collezionato 11 presenze (5 in campionato e 6 in Europa League) con 4 reti all'attivo (una in campionato e 3 in Europa League) nei pochi giorni che è rimasto in squadra.

Palermo[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 agosto 2010, il Maribor comunica di aver ceduto il giocatore al Palermo insieme ad Armin Bacinovic; la squadra italiana che il giorno precedente l'aveva eliminata dall'Europa League,[23] annunciandone l'ingaggio nella giornata successiva[24] e formalizzando il trasferimento il 31 agosto, ultimo giorno di calciomercato;[25] il suo cartellino è stato pagato 2,2 milioni di euro, e il suo compagno in maglia Maribor, Armin Bačinovič, lo segue nella nuova esperienza.[26]

L'esordio in maglia rosanero e nel campionato italiano, avviene alla prima partita utile, ovvero il 12 settembre 2010, nella seconda giornata di campionato, che ha visto il Palermo perdere per 3-2 in casa del Brescia; Iličič è subentrato a Giulio Migliaccio al 76',[27] ben figurando.[28] Nella giornata successiva gioca per la prima volta da titolare, e segna il primo gol contro l'Inter sfida persa 2-1; all'81' viene sostituito da Mauricio Pinilla.[29] Arrivato a 4 gol in 6 partite disputate, lui stesso si è meravigliato della continuità trovata.[30] Con Delio Rossi viene schierato come trequartista nel 4-3-2-1, mentre dopo l'avvicendamento in panchina con il seguente arrivo di Serse Cosmi, viene utilizzato come centrocampista interno nel 3-5-2[31]. Dopo il ritorno di Rossi torna al ruolo di inizio stagione, concludendo l'annata con 39 presenze e 8 gol, tutti in campionato; ha giocato tutte le 5 partite del Palermo in Coppa Italia persa in finale contro l'Inter (3-1). Il successivo 20 giugno, in occasione del rinnovo di contratto, viene inserita una clausola rescissoria da 20 milioni di euro.[32][33]

Il 28 luglio 2011, in occasione della sfida di andata del terzo turno eliminatorio di Europa League allo Stadio Renzo Barbera contro gli svizzeri del Thun (2-2), realizza con un tiro da fuori area il suo primo gol in ambito internazionale alla sua prima apparizione con la maglia del Palermo in tale competizione; questo gol ha valso il momentaneo pareggio per 1-1[34]. Gioca le due partite con la maglia n° 72 come nella stagione precedente, salvo poi cambiare numero passando alla casacca n° 27[35]. Il 13 dicembre 2011, in Palermo-Siena (4-7 d.c.r.) valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia, segna la prima tripletta in maglia rosanero[36] e la seconda in carriera; è inoltre il primo calciatore della storia del Palermo ad aver fatto tre gol nella coppa nazionale[37]. Termina la stagione anzitempo per una contusione al piede sinistro accusata nella 36ª giornata contro il Napoli[38], mettendo a referto 33 presenze e 2 reti (contro Bologna, 11ª giornata, e Fiorentina, 13ª giornata) in campionato, oltre alle prestazioni nelle coppe; le 36 presenze stagionali lo rendono il giocatore più utilizzato fra tutti quelli presenti nella rosa. Gioca titolare sia con Devis Mangia che con Bortolo Mutti, dopo le due partite di Europa League agli ordini di Stefano Pioli. Con il primo tecnico, fautore del 4-4-2, viene schierato esterno sinistro come ai tempi del Maribor, mentre col secondo allenatore gioca come trequartista.

Comincia la stagione 2012-2013 con un gol alla Cremonese nel terzo turno di Coppa Italia (3-1 il finale), poi salta la prima gara di campionato per infortunio[39]. Nella seconda giornata contro la Lazio (0-3) indossa per la prima volta la fascia di capitano dopo l'uscita dal campo di Fabrizio Miccoli[40]. Il 24 novembre seguente realizza una doppietta nel derby contro il Catania della 14ª giornata vinto per 3-1[41]. Sotto la breve guida tecnica di Giuseppe Sannino di inizio stagione è stato schierato come seconda punta[42]. In Parma-Palermo (2-1) della 19ª giornata, disputata il 6 gennaio 2013, è stato capitano della squadra per la prima volta dall'inizio[43]; in particolare segna per cinque partite consecutive, dalla 30ª alla 34ª giornata, periodo nel quale giocava affetto da pubalgia ma che comunque risultava essere uno dei giocatori più in forma della squadra[44]. A tal proposito non viene convocato per le ultime due partite della stagione[45][46], chiudendo anzitempo la stagione con la retrocessione, sancita il 12 maggio 2013 dalla sconfitta esterna per 1-0 contro la Fiorentina della 37ª giornata. Le 11 reti segnate lo rendono inoltre il principale marcatore della squadra.

Non viene convocato per il ritiro estivo in vista della stagione 2013-2014[47], lasciando il Palermo alcuni giorni dopo a seguito di 98 presenze in campionato, 7 in Coppa Italia e 2 in ambito internazionale, con 25 reti complessive. Considerato uno dei maggiori talenti scoperti dai siciliani durante l'era di Maurizio Zamparini, è sempre rimasto molto legato alla società rosanero, tanto che il 26 agosto 2019 partecipa (unico tra i giocatori ancora in attività) all'amichevole disputata allo Stadio Renzo Barbera dalle “Vecchie Glorie Rosanero” (una rosa composta interamente da calciatori ritirati che già avevano militato nel Palermo), per celebrare la rinascita del club costretto ripartire dalla Serie D 2019-2020, dopo il fallimento.[48]

Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º agosto 2013 si trasferisce a titolo definitivo alla Fiorentina[49][50] per 9 milioni di euro (pagabili in tre anni) più eventuali bonus;[51] sul suo cartellino viene posta una clausola rescissoria da 25 milioni di euro.[52]

Esordisce in maglia viola il 26 agosto seguente, nella partita della prima giornata di campionato vinta per 2-1 sul Catania, entrando in campo al 66' al posto di Giuseppe Rossi[53]. Gran parte del girone d'andata è condizionato da un infortunio che ne limita le prestazioni[54]. Segna il suo primo gol in maglia viola il 15 dicembre 2013, nella gara della 16ª giornata Fiorentina-Bologna (3-0).[55] Conclude la sua prima stagione in viola con 3 gol in 21 partite in campionato, 2 presenze e una rete in Coppa Italia e 8 presenze con 2 reti in Europa League (1 presenza nei play-off).

La stagione 2014-2015 è a due facce: dopo un girone d'andata dove la critica lo aveva messo nel mirino[56] e la società sul mercato di gennaio,[57] la seconda parte è di tutt'altro livello[58]. Alla fine realizza un totale di 8 gol in campionato in 25 presenze, di cui 4 nelle ultime 4 giornate di campionato, tra i quali una doppietta ai danni dell'Empoli e un goal allo Stadio Renzo Barbera contro il Palermo commuovendosi tra gli applausi del suo ex pubblico. Registra inoltre anche 2 presenze in Coppa Italia e 7 (2) nell'Europa League. Chiude la stagione rimarcando il suo feeling con la città dopo i fischi del girone d'andata.[59]

Rimasto in viola nel mercato estivo anche su indicazione del nuovo allenatore Paulo Sousa,[60] il 23 agosto 2015 esordisce alla prima partita di campionato contro il Milan siglando il definitivo 2-0 a favore dei viola su un calcio di rigore da lui stesso procurato.[61] Realizza una doppietta in Europa League nella vittoriosa trasferta (2-0) contro il Lech Poznań nel girone di qualificazione, la seconda a livello internazionale dopo quella realizzata cinque anni prima con la maglia del Maribor.[62] Il 6 gennaio realizza una doppietta al Palermo allo Stadio Renzo Barbera, e, sostituto al 60', esce, nuovamente, tra gli applausi del pubblico siciliano.[63][64] La stagione 2015-16 è molto positiva dal punto di vista realizzativo (13 goal in 30 presenze), mentre la stagione 2016-17 è stata deludente.[65][66]

Con la maglia della Fiorentina lo sloveno ha giocato 138 presenze, realizzando 37 goal e 18 assist. Tuttavia non è mai stato amato dalla tifoseria viola che gli ha sempre rimproverato l'eccessiva discontinuità.[67]

Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 luglio 2017 viene ufficializzato il suo trasferimento all'Atalanta[68]. Il 20 settembre 2017 sigla il suo primo gol in maglia nerazzurra, nella vittoria per 5-1 sul Crotone. Il 15 febbraio realizza, in occasione della gara d'andata dei sedicesimi di finale di Europa League, una doppietta al Westfalenstadion contro il Borussia Dortmund. Il 18 marzo 2018 segna una tripletta nella vittoria per 5-0 in casa del Verona. Conclude la stagione 2017-2018 con 15 goal tra campionato (11) ed Europa League, rivelandosi uno dei giocatori più importanti della squadra di Gian Piero Gasperini, già suo allenatore a Palermo.

È costretto a saltare la prima parte della stagione 2018-2019 a causa di un'infezione batterica ai linfonodi del collo[69]; il 21 ottobre 2018 realizza un'altra tripletta sempre a Verona, questa volta nella vittoria per 5-1 in casa del Chievo[70]. Il 29 dicembre 2018, nell'ultima giornata del girone di andata, segna un'ulteriore tripletta nella partita esterna sul campo del Sassuolo vinta per 6-2. Con 13 gol e 9 assist complessivi è uno dei protagonisti della storica stagione della Dea che arriva fino alla finale di Coppa Italia e si qualifica per la prima volta alla Champions League. Il 15 maggio 2019 perde la terza finale di Coppa Italia della sua carriera, dopo quelle perse ai tempi del Palermo (2011) e della Fiorentina (2014).[71]

Il 18 settembre successivo debutta in Champions League in occasione del match perso contro la Dinamo Zagabria (0-4). Chiude il 2019, dopo essere stato inserito nella "Squadra dell'anno" al Gran Galà del calcio AIC[72], con una doppietta nel 5-0 casalingo contro il Milan[73]. Il 2020 inizia con un'altra doppietta nel 5-0 al Parma[74]. Il 25 gennaio, in occasione della centesima presenza con gli orobici, realizza una tripletta (tra cui un goal su punizione da oltre 40 metri) contro il Torino nel 7-0 finale. Il 19 febbraio realizza la sua prima rete in UEFA Champions League, nella partita del Meazza contro il Valencia, valida per l'andata degli ottavi di finale e vinta per 4-1[75]. Il 10 marzo, al Mestalla, in occasione della gara di ritorno vinta per 4-3[76], realizza la sua prima quaterna, diventando il quattordicesimo giocatore nella storia della massima competizione europea con la formula attuale (il quarto considerando le partite della fase a eliminazione diretta ed il primo limitandosi alle partite in trasferta della stessa fase a eliminazione diretta) ed il più anziano calciatore della competizione (32 anni e 41 giorni) a segnare più di tre gol in una partita[77][78]. Alla ripresa del campionato dopo il lockdown dovuto alla pandemia di coronavirus, il giocatore non riesce a trovare continuità e brillantezza, causa problemi personali e psicologici, tornando in Slovenia assieme alla moglie[79] e concludendo la stagione con 21 reti in 34 presenze, risultando il miglior marcatore stagionale dei bergamaschi[80].

Il 17 ottobre 2020 torna a giocare partendo dal primo minuto nella partita persa 4-1 contro il Napoli.[81] A fine ottobre in un'intervista in Argentina il suo compagno di squadra, nonché capitano dell'Atalanta, Alejandro Gómez svela che il calciatore ha avuto quel periodo di depressione anche perché aveva contratto il coronavirus.[82][83]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Di fronte alla possibilità di giocare per la Croazia, ha dichiarato di voler rappresentare la Slovenia perché è quello il paese in cui ha sempre vissuto[84]. Pertanto, dopo aver collezionato 5 presenze con la nazionale Under-21 slovena, ha esordito in nazionale maggiore l'11 agosto 2010 nell'amichevole vinta per 2-0 contro l'Australia, entrando al 68' al posto di Valter Birsa[85].

Gioca entrambe le partite di qualificazione all'Europeo 2012 disputate dalla Slovenia il 3 e 7 settembre contro Irlanda del Nord in casa e Serbia in trasferta. Nella prima partita (persa per 1-0) subentra ad Andraž Kirm al 74'[86], mentre nella seconda (pareggiata per 1-1) subentra a Valter Birsa al 78';[87] a Cipro segna la sua prima rete in nazionale il 10 settembre 2013.

Negli anni successivi le convocazioni non sono stabili, tanto che nel corso del 2014 entra in crisi il suo rapporto con il tecnico Srečko Katanec[88][89]. Complice il buon girone di ritorno con la maglia della Fiorentina, nella primavera 2015 torna a essere convocato[90] anche se il rapporto con il tecnico oscilla tra alti e bassi[91].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 27 ottobre 2020.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007-2008 Slovenia Bonifika Koper 2.SNL 24 3 - - - - - - - - - 24 3
2008-2009 Slovenia Interblock Lubiana 1.SNL 27 9 CS 4 1 - - - - - - 31 10
2009-2010 1.SNL 28+2[92] 3+0[92] CS 2 1 UEL 2[93] 0 - - - 34 4
Totale Interblock Ljubljana 55+2 12+0 6 2 2 0 - - 65 14
lug.-ago. 2010 Slovenia Maribor 1.SNL 5 1 CS 0 0 UEL 6[93] 3[93] - - - 11 4
ago. 2010-2011 Italia Palermo A 34 8 CI 5 0 UEL - - - - - 39 8
2011-2012 A 33 2 CI 1 3 UEL 2[93] 1[93] - - - 36 6
2012-2013 A 31 10 CI 1 1 - - - - - - 32 11
Totale Palermo 98 20 7 4 2 1 - - 107 25
2013-2014 Italia Fiorentina A 21 3 CI 2 1 UEL 8[94] 2 - - - 31 6
2014-2015 A 25 8 CI 2 0 UEL 7 2 - - - 34 10
2015-2016 A 30 13 CI 1 0 UEL 6 2 - - - 37 15
2016-2017 A 30 5 CI 2 0 UEL 4 1 - - - 36 6
Totale Fiorentina 106 29 7 1 25 7 - - 138 37
2017-2018 Italia Atalanta A 31 11 CI 4 0 UEL 6 4 - - - 41 15
2018-2019 A 31 12 CI 5 1 UEL 0 0 - - - 36 13
2019-2020 A 26 15 CI 1 1 UCL 7 5 - - - 34 21
2020-2021 A 3 0 CI 0 0 UCL 2 0 - - - 5 0
Totale Atalanta 92 38 10 2 15 9 - - 116 49
Totale carriera 381 103 30 9 50 20 - - 461 132

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Slovenia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-8-2010 Lubiana Slovenia Slovenia 2 – 0 Australia Australia Amichevole - Ingresso al 68’ 68’
3-9-2010 Maribor Slovenia Slovenia 0 – 1 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Euro 2012 - Ingresso al 74’ 74’
7-9-2010 Belgrado Serbia Serbia 1 – 1 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2012 - Ingresso al 78’ 78’
8-10-2010 Maribor Slovenia Slovenia 5 – 1 Fær Øer Fær Øer Qual. Euro 2012 -
12-10-2010 Tallinn Estonia Estonia 0 – 1 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2012 - Uscita al 67’ 67’
17-11-2010 Capodistria Slovenia Slovenia 1 – 2 Georgia Georgia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’ Ammonizione al 88’ 88’
9-2-2011 Tirana Albania Albania 1 – 2 Slovenia Slovenia Amichevole - Ingresso al 58’ 58’
25-3-2011 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2012 - Ingresso al 74’ 74’
29-3-2011 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2012 - Uscita al 29’ 29’
3-6-2011 Toftir Fær Øer Fær Øer 0 – 2 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2012 -
10-8-2011 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 0 Belgio Belgio Amichevole - Uscita al 57’ 57’
2-9-2011 Lubiana Slovenia Slovenia 1 – 2 Estonia Estonia Qual. Euro 2012 - Uscita al 81’ 81’
6-9-2011 Firenze Italia Italia 1 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2012 - Ingresso al 56’ 56’ Ammonizione al 90+2’ 90+2’
15-11-2011 Lubiana Slovenia Slovenia 2 – 3 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Uscita al 46’ 46’
29-2-2012 Capodistria Slovenia Slovenia 1 – 1 Scozia Scozia Amichevole - Uscita al 68’ 68’
26-5-2012 Kufstein Grecia Grecia 1 – 1 Slovenia Slovenia Amichevole - Ingresso al 66’ 66’
15-8-2012 Lubiana Slovenia Slovenia 4 – 3 Romania Romania Amichevole - Ingresso al 72’ 72’
7-9-2012 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 61’ 61’ Ammonizione al 83’ 83’
11-9-2012 Oslo Norvegia Norvegia 2 – 1 Slovenia Slovenia Qual. Mondiali 2014 -
12-10-2012 Maribor Slovenia Slovenia 2 – 1 Cipro Cipro Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 84’ 84’
16-10-2012 Tirana Albania Albania 1 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 38’ 38’ Uscita al 73’ 73’
14-11-2012 Skopje Macedonia Macedonia 3 – 2 Slovenia Slovenia Amichevole - Ingresso al 75’ 75’
10-9-2013 Nicosia Cipro Cipro 0 – 2 Slovenia Slovenia Qual. Mondiali 2014 1 Ingresso al 59’ 59’
5-3-2014 Blida Algeria Algeria 2 – 0 Slovenia Slovenia Amichevole - Uscita al 58’ 58’
4-6-2014 Montevideo Uruguay Uruguay 2 – 0 Slovenia Slovenia Amichevole - Uscita al 75’ 75’
7-6-2014 La Plata Argentina Argentina 2 – 0 Slovenia Slovenia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
8-9-2014 Tallinn Estonia Estonia 1 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2016 - Uscita al 62’ 62’
27-3-2015 Lubiana Slovenia Slovenia 6 – 0 San Marino San Marino Qual. Euro 2016 1 Uscita al 72’ 72’
14-6-2015 Lubiana Slovenia Slovenia 2 – 3 Inghilterra Inghilterra Qual. Euro 2016 - Uscita al 61’ 61’
5-9-2015 Basilea Svizzera Svizzera 3 – 2 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 88’ 88’
8-9-2015 Maribor Slovenia Slovenia 1 – 0 Estonia Estonia Qual. Euro 2016 -
9-10-2015 Lubiana Slovenia Slovenia 1 – 1 Lituania Lituania Qual. Euro 2016 - Uscita al 90+4’ 90+4’
12-10-2015 Serravalle San Marino San Marino 0 – 2 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 34’ 34’ Uscita al 46’ 46’
14-11-2015 Leopoli Ucraina Ucraina 2 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2016 - Uscita al 63’ 63’
17-11-2015 Maribor Slovenia Slovenia 1 – 1 Ucraina Ucraina Qual. Euro 2016 - Ingresso al 67’ 67’
23-3-2016 Capodistria Slovenia Slovenia 1 – 0 Macedonia Macedonia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
28-3-2016 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1 – 0 Slovenia Slovenia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
30-5-2016 Malmö Svezia Svezia 0 – 0 Slovenia Slovenia Amichevole - Uscita al 90’ 90’
5-6-2016 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 1 Turchia Turchia Amichevole - Uscita al 77’ 77’
4-9-2016 Vilnius Lituania Lituania 2 – 2 Slovenia Slovenia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 46’ 46’
8-10-2016 Lubiana Slovenia Slovenia 1 – 0 Slovacchia Slovacchia Qual. Mondiali 2018 -
11-10-2016 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 0 Inghilterra Inghilterra Qual. Mondiali 2018 -
11-11-2016 Ta' Qali Malta Malta 0 – 1 Slovenia Slovenia Qual. Mondiali 2018 -
14-11-2016 Breslavia Polonia Polonia 1 – 1 Slovenia Slovenia Amichevole - Uscita al 53’ 53’
26-3-2017 Glasgow Scozia Scozia 1 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Mondiali 2018 -
10-6-2017 Lubiana Slovenia Slovenia 2 – 0 Malta Malta Qual. Mondiali 2018 1
1-9-2017 Trnava Slovacchia Slovacchia 1 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Mondiali 2018 -
4-9-2017 Lubiana Slovenia Slovenia 4 – 0 Lituania Lituania Qual. Mondiali 2018 2 Uscita al 85’ 85’
5-10-2017 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Mondiali 2018 -
8-10-2017 Lubiana Slovenia Slovenia 2 – 2 Scozia Scozia Qual. Mondiali 2018 -
23-3-2018 Klagenfurt am Wörthersee Austria Austria 3 – 0 Slovenia Slovenia Amichevole - Ammonizione al 66’ 66’ Uscita al 77’ 77’
27-3-2018 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 2 Bielorussia Bielorussia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
13-10-2018 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 0 Slovenia Slovenia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ingresso al 61’ 61’
16-10-2018 Lubiana Slovenia Slovenia 1 – 1 Cipro Cipro UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg 1’, 90’
19-11-2018 Sofia Bulgaria Bulgaria 1 – 1 Slovenia Slovenia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - cap.
21-3-2019 Haifa Israele Israele 1 – 1 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2020 -
24-3-2019 Lubiana Slovenia Slovenia 1 – 1 Macedonia del Nord Macedonia del Nord Qual. Euro 2020 - Ammonizione al 19’ 19’
7-6-2019 Vienna Austria Austria 1 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2020 -
10-6-2019 Riga Lettonia Lettonia 0 – 5 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2020 2
6-9-2019 Lubiana Slovenia Slovenia 2 – 0 Polonia Polonia Qual. Euro 2020 -
9-9-2019 Lubiana Slovenia Slovenia 3 – 2 Israele Israele Qual. Euro 2020 - Ammonizione al 58’ 58’
10-10-2019 Skopje Macedonia del Nord Macedonia del Nord 2 – 1 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2020 1
13-10-2019 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 1 Austria Austria Qual. Euro 2020 -
16-11-2019 Lubiana Slovenia Slovenia 1 – 0 Lettonia Lettonia Qual. Euro 2020 -
19-11-2019 Varsavia Polonia Polonia 3 – 2 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2020 1
Totale Presenze 65 Reti 9

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Interblock Ljubljana: 2008-2009
Maribor: 2010-2011

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra dell'anno: 2019
2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 57 (12) comprese due presenze nei play-off/play-out della Prva slovenska nogometna liga 2009-2010.
  2. ^ a b (SL) Profilo su Siol.net, su siol.net (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  3. ^ Slovenian sensation, su zonacesarini.net. URL consultato il 29 giugno 2020.
  4. ^ Sportweek, La Gazzetta dello Sport, 27 agosto 2010, p. 126.
  5. ^ a b Palermo, Ilicic e Pastore, un destro e un mancino alla corte di Zamparini Tuttopalermo.net
  6. ^ a b c Il retroscena - Ilicic: un mese fa costava 150 mila euro Palermo24.net
  7. ^ Palermo, Ilic perfetto nel 4-3-2-1 Tuttopalermo.net
  8. ^ Inter: Moratti punta Ilicic, su sportmediaset.mediaset.it, 9 ottobre 2011. URL consultato il 9 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2011).
  9. ^ Mutti: "Ilicic alla Fiorentina? Ideale nel 4-3-3" Palermo24.net
  10. ^ Ilicic: "Fiorentina la squadra giusta per praticare un bel calcio", su it.violachannel.tv, 2 agosto 2013. URL consultato il 2 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2013).
  11. ^ Palermo, Ilicic, l'ultimo prodotto della "fabbrica dei campioni" Tuttopalermo.net
  12. ^ a b Ilicic al bacio, una storia incredibile, su sport.sky.it, 10 marzo 2020. URL consultato l'11 marzo 2020.
  13. ^ Rudar Velenje-Interblock Ljubljana 2-0 Transfermarkt.it
  14. ^ Interblock Ljubljana-Drava Ptuj 3-2 Transfermarkt.it
  15. ^ Nafta Lendava-Interblock Ljubljana 3-3 Transfermarkt.it
  16. ^ http://www.transfermarkt.it/josip-ilicic/leistungsdaten/spieler/80351/plus/?saison=2009 .* Si noti bene, che nel riepilogo di Coppa Slovena c'è scritto 2 (1), ma se si scende nella pagina, nel dettaglio partite, queste sono 3 (1), evidentemente c'è stato uno sbaglio di copiatura.
  17. ^ Il nuovo derby Palermo24.net
  18. ^ Videoton-Maribor 1-1 Transfermarkt.it
  19. ^ Maribor-Hibernian 3-0 transfermarkt.it
  20. ^ (SL) Maribor-Celje 2-0[collegamento interrotto] Nkmaribor.com
  21. ^ Palermo, per il centrocampo occhi puntati su quel "diavoletto" di Ilicic Tuttopalermo.net
  22. ^ Il Palermo cade a Maribor ma passa, su sportmediaset.mediaset.it, 26 agosto 2010. URL consultato il 27 agosto 2010 (archiviato dall'url originale l'11 settembre 2012).
  23. ^ (SL) ILIČIĆ IN BAČINOVIĆ V PALERMO, REP IZ CELJA V MARIBOR Archiviato il 23 settembre 2010 in Internet Archive. Nkmaribor.com
  24. ^ Presi Bacinoviv e Ilicic Ilpalermocalcio.it
  25. ^ Tutti i trasferimenti - Palermo Archiviato il 6 luglio 2010 in Internet Archive. Legaseriea.it
  26. ^ Palermo, Ililic e Bacinovic: due osservati speciali Ttuttopalermo.net
  27. ^ Brescia-Palermo 3-2 Archiviato il 14 settembre 2010 in Internet Archive. Ilpalermocalcio.it
  28. ^ Palermo, contro l'Inter uno dei due sloveni dall'inizio? Tuttopalermo.net
  29. ^ Palermo-Inter 1-2 Archiviato il 20 settembre 2010 in Internet Archive. Ilpalermocalcio.it
  30. ^ Palermo, Ilicic: "Non ho mai segnato con questa continuità" Tuttopalermo.net
  31. ^ Palermo, adesso vincile tutte! Tuttopalermo.net
  32. ^ Juve, sfida all'Inter per Ilicic, su sportmediaset.mediaset.it, 14 ottobre 2011. URL consultato il 14 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2011).
  33. ^ Palermo, Ilicic alla Juventus e Sorensen o Amauri a Palermo ? Tuttopalermo.net
  34. ^ Palermo-Thun 2-2 Archiviato il 23 aprile 2016 in Internet Archive. it.uefa.com
  35. ^ Numeri di maglia: Ilicic prende il 27 Ilpalermocalcio.it
  36. ^ Palermo-Siena 4-7 d.c.r. Archiviato il 9 giugno 2012 in Internet Archive. Palermocalcio.it
  37. ^ Palermo: Ilicic firma la prima tripletta rosanero in Coppa Golsicilia.it
  38. ^ Prima diagnosi per Ilicic Archiviato l'8 maggio 2012 in Internet Archive. Palermocalcio.it
  39. ^ Palermo-Napoli, le probabili formazioni: Sannino senza Ilicic, Mazzarri lancia Aronica Tuttonapoli.net
  40. ^ Pagelle/ Lazio-Palermo (3-0): i voti della partita (2ª giornata serie A) Ilsussidiario.net
  41. ^ Ilicic: "Il giorno più bello della mia carriera" Palermo24.net
  42. ^ Palermo, Sannino ha trovato il jolly: Ilicic Tuttopalermo.net
  43. ^ Palermo, Ilicic capitano al posto di Barreto Tuttomercatoweb.com
  44. ^ Ilicic, l'uomo in più dei rosa. Poker di reti per la salvezza Repubblica.it
  45. ^ Ventitré convocati per la Fiorentina Archiviato il 17 giugno 2016 in Internet Archive. Palermocalcio.it
  46. ^ Ventidue convocati per il Parma Archiviato il 4 maggio 2014 in Internet Archive. Palermocalcio.it
  47. ^ Ritiro: partono in venticinque Archiviato il 14 luglio 2013 in Internet Archive. Palermocalcio.it
  48. ^ Il Palermo al Barbera contro le leggende rosanero: attesi anche Miccoli e Toni, su palermotoday.it, 18 agosto 2019. URL consultato il 13 agosto 2020.
  49. ^ ILICIC È UN GIOCATORE DELLA FIORENTINA, su it.violachannel.tv, 2 agosto 2013. URL consultato il 2 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2013).
  50. ^ Ilicic ceduto alla Fiorentina Archiviato il 3 marzo 2016 in Internet Archive. Palermocalcio.it
  51. ^ Quinquennale per Ilicic, ecco le cifre Palermo24.net
  52. ^ Fiorentina, Bucchioni: "Ecco la clausola per Ilicic, Ljajic o firma o tribuna" Tuttomercatoweb.com
  53. ^ Fiorentina-Catania 2-1 Legaseriea.it
  54. ^ Ilicic, tutta la verità. Infortunio, la troppa generosità, gli scettici Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. fiorentina.it.it
  55. ^ Fiorentina-Bologna 3-0, su legaseriea.it. URL consultato il 15 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 26 marzo 2014).
  56. ^ Obiettivo: recuperare Josip Ilicic. Sulle orme di Ljajic, Vargas e Neto..., su fiorentina.it, 14 novembre 2015. URL consultato il 9 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  57. ^ Calciomercato: Ilicic punito dai viola. In castigo per il Toro, su tuttosport.com, 18 gennaio 2015. URL consultato il 9 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  58. ^ L'Euroteam del mese: Ilicic tra Messi e Ronaldo, su it.sports.yahoo.com, 2 giugno 2015. URL consultato il 9 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2015).
  59. ^ Ilicic, sms ai tifosi della Fiorentina: "Io non ho problemi con loro, forse loro con me...", su goal.com, 2 giugno 2015. URL consultato il 9 novembre 2015.
  60. ^ Sousa: "Mercato? Finché non finisce non sono tranquillo. Ilicic deve restare", su fiorentina.it, 24 agosto 2015. URL consultato il 9 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2015).
  61. ^ Fiorentina-Milan 2-0: show dei viola al Franchi, rossoneri sotto shock, su repubblica.it, 23 agosto 2015. URL consultato il 3 febbraio 2020.
  62. ^ Lech Poznan-Fiorentina 0-2: Ilicic segna 2 gol, Paulo Sousa ora è secondo, su gazzetta.it. URL consultato il 3 febbraio 2020.
  63. ^ Fiorentina, Ilicic adesso fa la differenza anche senza tirare i rigori, su gazzetta.it. URL consultato il 3 febbraio 2020.
  64. ^ Palermo-Fiorentina: segna Ilicic che si commuove e il Barbera lo applaude, su mediagol.it. URL consultato il 3 febbraio 2020.
  65. ^ Giuseppe Parente, Perisic e Belotti top, Kondogbia e Ilicic flop, su ilnapolista.it, 26 settembre 2016. URL consultato il 3 febbraio 2020.
  66. ^ Magic: da Peres a Ilicic, ecco i flop dell'anno in chiave Magic, su video.gazzetta.it. URL consultato il 3 febbraio 2020.
  67. ^ https://www.violanews.com/news-viola/di-gennaro-ilicic-alla-fiorentina-era-discontinuo-con-gasperini-non-piu/amp/
  68. ^ Ecco Josip Iličić, su atalanta.it. URL consultato il 5 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2018).
  69. ^ Atalanta, Ilicic racconta la malattia: "Ho pensato di non farcela, avevo paura pure di andare a dormire", su sport.sky.it, 2 novembre 2018.
  70. ^ La tripletta di Ilicic fa rinascere l'Atalanta: contro il Chievo è 1-5, su ilgiorno.it, 21 ottobre 2018.
  71. ^ Ilicic, maledizione Coppa Italia: tre sconfitte su tre in finale con tre squadre diverse, su goal.com, 15 maggio 2019. URL consultato il 16 agosto 2020.
  72. ^ Galà del Calcio Aic: Ronaldo miglior giocatore dell'anno, su corrieredellosport.it. URL consultato l'11 marzo 2020.
  73. ^ Povero Diavolo, umiliato a Bergamo: 5-0 Atalanta, Milan inesistente, su gazzetta.it. URL consultato l'11 marzo 2020.
  74. ^ Atalanta-Parma 5-0, su atalanta.it, 6 gennaio 2020. URL consultato l'11 marzo 2020.
  75. ^ Atalanta-Valencia 4-1: gol e highlights. Impresa Gasp agli ottavi di andata di Champions, su sport.sky.it, 10 marzo 2020. URL consultato l'11 marzo 2020.
  76. ^ Poker di Ilicic, 3-4 dell'Atalanta a Valencia: storica qualificazione ai quarti di finale, su it.eurosport.com, 10 marzo 2020. URL consultato l'11 marzo 2020.
  77. ^ Ilicic nell'Olimpo: quattro reti nella stessa notte, come Ronaldo, Messi e Van Basten, su it.eurosport.com, 10 marzo 2020. URL consultato l'11 marzo 2020.
  78. ^ Poker face Ilicic, l'eroe di Valencia: "Invecchio e miglioro. Ma non mi voglio fermare", su gazzetta.it, 11 marzo 2020.
  79. ^ Ilicic, problemi personali per l'attaccante dell'Atalanta: è tornato in Slovenia., su sport.sky.it, 31 luglio 2020. URL consultato il 13 agosto 2020.
  80. ^ STATISTICHE E PROFILO DEL GIOCATORE PER JOSIP ILICIC, su infogol.net. URL consultato il 13 agosto 2020.
  81. ^ Atalanta, riecco Ilicic: in campo dopo più di 3 mesi, su gazzetta.it. URL consultato il 18 ottobre 2020.
  82. ^ "Ilicic ha avuto due problemi", la rivelazione del Papu Gomez, su www.corrieredellosport.it. URL consultato il 27 ottobre 2020.
  83. ^ Atalanta, Gomez: "Ilicic ha avuto il Covid ed è caduto in depressione", su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 27 ottobre 2020.
  84. ^ (SL) Iličić: "Nikoli za Hrvaško!" Archiviato il 2 agosto 2010 in Internet Archive. Zurnal24.si
  85. ^ Slovenia-Australia 2-0 Transfermarkt.it
  86. ^ L'Irlanda del Nord fa festa con Evans it.uefa.com
  87. ^ Pari fra Serbia e Slovenia, su it.uefa.com, 7 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2010).
  88. ^ Fiorentina, Ilicic non convocato in nazionale: 'Non ha fame', su calciomercato.com, 1º ottobre 2014. URL consultato il 13 novembre 2015.
  89. ^ Caso Ilicic in Slovenia. Non tornerà più in Nazionale sotto la gestione Katanec, su fiorentina.it, 7 novembre 2014. URL consultato il 13 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2015).
  90. ^ Slovenia, Ilicic torna in nazionale: stavolta ha risposto alla chiamata di Katanec, su goal.com, 16 marzo 2015. URL consultato il 13 novembre 2015.
  91. ^ CT Slovenia: "Ilicic ottimo in viola, ora lo aspetto anche in Nazionale. Ma non ha 90'", su fiorentina.it, 7 ottobre 2015. URL consultato il 13 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 17 novembre 2015).
  92. ^ a b Play-off
  93. ^ a b c d e Nei turni preliminari.
  94. ^ Una presenza nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]