Misure di confinamento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Lockdown)
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Lockdown" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Lockdown (disambigua).

Le misure di confinamento[1][2][3][4], di blocco[1] o di chiusura[5], indicate anche con l'anglicismo lockdown[5][6] (termine a volte tradotto anche come "coprifuoco"[7][8], per analogia), costituiscono un protocollo d'emergenza che impone restrizioni alla libera circolazione delle persone per diverse ragioni, siano esse relative alla salute[1], o inerenti a questioni di pubblica sicurezza.[senza fonte]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Di solito, tali misure vengono imposte d'autorità in situazioni d'emergenza. Le medesime possono anche essere utilizzate per proteggere le persone all'interno di una struttura o in una determinata area, preventivamente individuata e circoscritta.[senza fonte]

Salute pubblica[modifica | modifica wikitesto]

A differenza della quarantena, che è un modo per separare e limitare i contatti tra persone che sono state esposte a una malattia e sono a rischio di trasmetterla, col concetto di "misure di confinamento" vengono descritte restrizioni più generali e diffuse alla circolazione, al lavoro e ai viaggi di tutte le persone in una città, regione o Paese.[9][10]

Pubblica sicurezza[modifica | modifica wikitesto]

Eventi notabili[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Misure di confinamento nel mondo dovute alla pandemia di COVID-19 del 2019-2020.
Cronologia della diffusione della peste nera.

Durante la pandemia di peste nera del XIV secolo, alcune aree dell'Europa furono parzialmente risparmiate attraverso misure di restrizione degli spostamenti: ad esempio, a Milano, l'autoritario governo dei Visconti impose un forte controllo di merci e persone che portò a limitare le perdite a circa il 15% della popolazione,[11] come avvenne analogamente in Polonia grazie alle misure intraprese da Casimiro III che bloccò i confini della nazione.[12]

Il 19 aprile 2013 l'intera città di Boston è stata sottoposta a misure di confinamento e tutti i trasporti pubblici sono stati fermati, a causa della caccia all'uomo dei terroristi Dzhokhar e Tamerlan Tsarnaev, sospettati dell'attentato alla maratona di Boston.[13][14][15]

A Bruxelles del 2015, la città è stata sottoposta a misure di confinamento per giorni mentre i servizi di sicurezza hanno cercato i sospetti coinvolti negli attacchi terroristici di Parigi del novembre 2015.[16][17][18]

Durante la pandemia di COVID-19 del 2019-2020, numerosi governi nazionali hanno impiegato e/o stanno impiegando misure di confinamento per tentare di arginare la diffusione della malattia, bloccando sia lo spostamento dei propri cittadini dentro i confini nazionali sia i flussi da e per i paesi stranieri; tra questi stati il primo ad adottare tale misura è stata la Cina (nella provincia dell'Hubei[19] e a Wuhan, città da cui il contagio ha avuto inizio per poi diffondersi nel mondo), seguita poi dalla Corea del Sud e Italia, poi Francia, India[20], Spagna[21], alcuni stati degli Stati Uniti d'America, Malesia[22][23][24] e Regno Unito[25].

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

La band britannica Rolling Stones, il 23 aprile 2020, ha pubblicato online il singolo Living in a ghost town, il suo primo brano inedito dal 2012. Esso era stato scritto e composto nell'anno precedente, ma pubblicato in occasione delle misure di contenimento applicate durante la pandemia di COVID-19. Il testo della canzone recita: "Life was so beautiful, then we all got locked down, feeling like a ghost, living in a ghost town" (la vita era così bella, poi siamo stati tutti reclusi, mi sento come un fantasma, che vive in una città fantasma).[26][27][28][29]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Interactive Terminology for Europe, IATE ID: 3589439, su iate.europa.eu.
  2. ^ Fase 2, l'Ue ci crede: "Task force per uscire dal confinamento", su europa.today.it. URL consultato il 4 maggio 2020.
  3. ^ Confinamento COVID-19: gli Stati devono rafforzare la protezione dei minori contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali, dichiara il Comitato di Lanzarote, su coe.int. URL consultato il 4 maggio 2020.
  4. ^ L'Italia dà il via a una lenta ripartenza, su tvsvizzera.it. URL consultato il 4 maggio 2020.
  5. ^ a b La panspermia del virus anglicus, su treccani.it.
  6. ^ lockdown, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  7. ^ Il coronavirus in Kuwait: lockdown totale, una sfida economica senza precedenti | Sicurezza internazionale | LUISS, su Sicurezza internazionale, 11 maggio 2020. URL consultato il 1º giugno 2020.
  8. ^ Covid 19: coprifuoco in Turchia ma non per i delfini, su euronews, 26 aprile 2020. URL consultato il 1º giugno 2020.
  9. ^ Coronavirus: Key terms explained - Coronavirus and Covid-19, su The Economic Times. URL consultato il 1º giugno 2020.
  10. ^ (SV) Quarantine and lockdown - The Public Health Agency of Sweden, su www.folkhalsomyndigheten.se. URL consultato il 1º giugno 2020.
  11. ^ Naphy, William G., La peste in Europa, Il mulino, 2006, pp. 29-30, ISBN 88-15-10967-6, OCLC 799230481. URL consultato l'11 giugno 2020.
  12. ^ Zuchora-Walske, Christine., Poland, p. 53, ISBN 978-1-61783-634-3, OCLC 810122558. URL consultato l'11 giugno 2020.
  13. ^ (EN) Alexandra Sifferlin, A Town Under Siege: Watertown Residents Describe Life Under Lockdown, in Time, 19 aprile 2013. URL consultato il 9 aprile 2020.
  14. ^ (EN) Nate Rawlings, Was Boston Actually on Lockdown?, in Time, 19 aprile 2013. URL consultato il 9 aprile 2020.
  15. ^ (EN) Boston on lockdown, su www.cbsnews.com. URL consultato il 9 aprile 2020.
  16. ^ (EN) Katie Rogers, Twitter Cats to the Rescue in Brussels Lockdown, in The New York Times, 23 novembre 2015. URL consultato il 9 aprile 2020.
  17. ^ (EN) Belgian soldiers and police 'held orgy' during Brussels lockdown, su the Guardian, 30 dicembre 2015. URL consultato il 9 aprile 2020.
  18. ^ (EN) Brussels lockdown: How is city affected by terror threat?, in BBC News, 23 novembre 2015. URL consultato il 9 aprile 2020.
  19. ^ (EN) https://www.bbc.com/news//world-asia-china-51217455.
  20. ^ (EN) https://www.nytimes.com/2020/03/24/world/asia/india-coronavirus-lockdown.html.
  21. ^ (EN) Coronavirus Spagna, Sánchez presenta un piano in quattro fasi. Ma ogni provincia deciderà i tempi per uscire dal confinamento, in Repubblica.
  22. ^ (EN) Jon Henley e Kim Willsher Ashifa Kassam in Madrid, Coronavirus: France imposes lockdown as EU calls for 30-day travel ban, in The Guardian, 16 marzo 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
  23. ^ (EN) Coronavirus: US cities put into lockdown as COVID-19 cases worldwide overtake China, su Sky News. URL consultato il 9 aprile 2020.
  24. ^ (EN) Reporter's Notebook: What Life Is Like In Rome Under Coronavirus Lockdown, su NPR.org. URL consultato il 9 aprile 2020.
  25. ^ Coronavirus: Johnson invita inglesi a rispettare misure di confinamento, in Il Sole 24 Ore Radiocor Plus, 27 aprile 2020. URL consultato il 4 maggio 2020.
  26. ^ (EN) Rolling Stones coronavirus lockdown single 'Living in a Ghost Town' hits No. 1 on iTunes, su NBC News. URL consultato il 1º agosto 2020.
  27. ^ «Living in a ghost town», se i Rolling Stones cantano il lockdown, su VanityFair.it, 24 aprile 2020. URL consultato il 1º agosto 2020.
  28. ^ "Living In A Ghost Town", la nuova canzone dei Rolling Stones dedicata (in anticipo) al 'lockdown', su Rainews. URL consultato il 1º agosto 2020.
  29. ^ (EN) Living In A Ghost Town, su The Rolling Stones | Official Website. URL consultato il 1º agosto 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]