Francesco La Rosa (1961)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco La Rosa
Francesco La Rosa - SSC Palermo 1983-84.jpg
La Rosa al Palermo nella stagione 1983-1984
Nazionalità Italia Italia
Altezza 186 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1995
Carriera
Giovanili
19??-19?? Messina
Squadre di club1
1979-1980 Messina 7 (4)
1980-1982 Palermo 16 (1)
1982-1983 Casertana 25 (6)
1983-1984 Palermo 26 (1)
1984-1985 Cavese 14 (2)
1985 Palermo 0 (0)
1985-1987 Ravenna 54 (18)
1987-1990 Licata 101 (37)
1990-1991 Reggina 29 (4)
1991-1992 Lecce 26 (2)
1992-1994 Triestina 23 (5)
1994-1995 Lecco ? (?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Francesco La Rosa (Messina, 20 aprile 1961) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Si è messo in luce in particolare con la maglia del Licata, col quale nella stagione 1987-1988 ha conquistato la prima storica promozione dei siciliani in Serie B, con 15 reti all'attivo, ripetendosi poi in fatto di realizzazioni, nella stagione successiva fra i cadetti, trascinando i gialloblu al nono posto finale (miglior piazzamento della storia) e giungendo secondo nella classifica marcatori alla pari di Antonio De Vitis e alle spalle del solo Salvatore Schillaci.

In totale ha disputato 161 incontri in Serie B, con 28 reti all'attivo, nelle file di Palermo, Licata, Reggina e Lecce.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Cessata l'attività agonistica, ha intrapreso quella dirigenziale ricoprendo il ruolo di team manager con Messina, Sambenedettese, Cagliari,[1] Foggia e Salernitana.[2]

Nel 2011 ricopre il ruolo di responsabile dell'area tecnica del Messina[3] fino a fine stagione.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Licata: 1987-1988 (girone B)
Triestina: 1993-1994

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La raccolta completa degli album Panini, 1991-1992, p. 71

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]