Pasqualino Borsellino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pasqualino Borsellino
Pasqualino Borsellino.jpg
Borsellino con la maglia del Palermo
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1988 - giocatore
2003 - allenatore
Carriera
Giovanili
1971-1972 Ribera
1972-1973 Bologna
1973-1975 Palermo
Squadre di club1
1975-1976 Palermo 3 (0)
1976-1977 Alcamo 28 (1)
1977-1981 Palermo 117 (8)
1981-1983 Ternana 60 (8)
1983-1985 Francavilla 62 (4)
1985-1986 Monopoli 18 (1)
1986-1987 Mazara ? (?)
1987-1988 Termitana ? (?)
Carriera da allenatore
1988-1991 Palermo Giovanili
1991-1992 Palermo Vice
1992-1993 non conosciuta Gangi
1994-1995 Alcamo
1995-1997 non conosciuta Folgore
1997-2000 non conosciuta Cephaledium
2000-2001 Siracusa
2001-2002 non conosciuta Raffadali
2002-2003 Ribera Giovanili
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Pasqualino Borsellino (Ribera, 29 gennaio 1956) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò l'attività nelle giovanili del Ribera, dopo un passaggio al Bologna,[1] fu ingaggiato dal Palermo, nel 1973, assieme al compagno Salvatore Vullo.

Borsellino (in piedi, secondo da sinistra) in rosanero nel 1979, nella squadra finalista di Coppa Italia.

Fu lanciato in prima squadra dall'allora allenatore Corrado Viciani, e rimase coi siciliani, salvo una parentesi di una stagione in prestito all'Alcamo, fino al 1981. Nel 1979 fu titolare nella finale di Coppa Italia che il Palermo di Veneranda perse a Napoli contro la Juventus (2-1).

Successivamente giocò in Serie C1 con Ternana, Francavilla e Monopoli e poi in Interregionale con Mazara e Termitana. In carriera ha totalizzato complessivamente 120 presenze e 8 reti in Serie B.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

La carriera di allenatore inizia con le giovanili del Palermo, per poi essere secondo di Gianni Di Marzio nella stagione 1991-1992. Successivamente ha allenato squadre siciliane di serie inferiori.

Dopo aver vissuto tanti anni a Palermo, è ritornato a vivere a Ribera dove attualmente dirige una scuola calcio e ha svolto l'attività di osservatore per la Reggina.[2][3]

A partire dalla stagione 2010-2011 è osservatore del Palermo.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Francavilla: 1984

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il riberese Borsellino ingaggiato dal Palermo (JPG), in La Sicilia ed. Agrigento, 16 settembre 2010. URL consultato il 17 settembre 2010.
  2. ^ Piero Ciccarelli, Dove sono, cosa fanno? Pasquale Borsellino[collegamento interrotto], Fascioemartello.it, 16 ottobre 2009. URL consultato il 10 agosto 2010.
  3. ^ R.O.I. Italia: Corso Osservatori Regalbuto [collegamento interrotto], su R.O.I. Italia. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  4. ^ Palermo: Arriva nuovo osservatore stadionews.miller.it[collegamento interrotto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatori. La raccolta completa degli album 1979-80. Modena, Panini, 2004, p. 72.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]