Manlio Zanini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Manlio Zanini
Manlio Zanini.png
Manlio Zanini con la maglia del Catanzaro (1979)
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1985 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1972-1973 600px vertical HEX-1C903C HEX-100F82.svg Villanovese ? (?)
1973-1977 Triestina 106 (15)
1977-1980 Catanzaro 82 (5)
1980-1981 Lanerossi Vicenza 17 (2)
1981-1983 Triestina 47 (4)
1983-1984 Mantova 15 (0)
1984-1985 Pro Gorizia 17 (1)
Carriera da allenatore
1987-1990 Pasianese
1990-1991 Chioggia Sott.
1991-1992 Cagliari Vice
1992-1998 Padova Primavera
1998-2002 Udinese Primavera
2003-2004 Al-Shaab
2004-2005 Treviso Primavera
2005-2006 Manzanese
2006-2008 Al-Kuwait
2008-2010 Al-Ittihad
2012 Vicenza
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 aprile 2012

Manlio Zanini (San Daniele del Friuli, 28 maggio 1954) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Giocando nei ruoli di terzino o di mediano, ha disputato due stagioni in Serie A con la maglia del Catanzaro dal 1978 al 1980, per complessive 51 presenze e 2 reti in massima serie.

Ha inoltre totalizzato 48 presenze e 5 reti in Serie B, nelle file di Catanzaro e Lanerossi Vicenza,[1] conquistando la promozione in Serie A col Catanzaro nella stagione 1977-1978.

Nell'estate 1980 ha disputato alcuni incontri amichevoli con la maglia del Milan durante una tournée in Australia.[2]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Ritiratosi dall'attività agonistica è diventato allenatore. Comincia nella Pasianese formazione di Pasian di Prato in Interregionale (due stagioni) e in Promozione.

Sempre in Promozione guida la stagione successiva il Chioggia Sottomarina. Nel 1991 siede come vice-allenatore sulla panchina del Cagliari in Serie A.

Successivamente si dedica alle formazioni Primavera guidando Padova, Udinese e Treviso. Nel 2005 in Serie D siede sulla panchina della Manzanese dove ottiene una retrocessione dopo aver perso lo spareggio per (2-1) contro il Montebelluna.

Ha avuto anche delle esperienze all'estero allenando negli Emirati Arabi Uniti, in Kuwait e in Arabia Saudita.

Il 2 marzo 2012 ha ricevuto l'incarico di allenatore del Vicenza, per affiancare Massimo Beghetto che non ha il patentino e la cui proroga è scaduta.[3] Il 29 aprile, in seguito alla sconfitta per 0-1 contro la Nocerina, i due vengono sostituiti da Luigi Cagni che ritorna ad allenare il Vicenza.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Triestina: 1982-1983

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Al Kuwait: 2006-2007, 2007-2008
Al Ittihad: 2008-2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Profilo[collegamento interrotto] Museovicenzacalcio1902.net
  2. ^ Profilo Magliarossonera.it
  3. ^ «Vicenza, arriva Manlio Zanini» Vicenzatoday.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]