Associazione Calcio Brescia 1968-1969

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Associazione Calcio Brescia 1968-1969
Stagione 1968-1969
AllenatoreArturo Silvestri
PresidenteAldo Lupi
Serie B 1968-1969
Coppa ItaliaEliminato nei Quarti
Maggiori presenzeCampionato: Luigi Simoni (37)
Miglior marcatoreCampionato: De Paoli (18)
StadioStadio Mario Rigamonti

Questa pagina raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Brescia nelle competizioni ufficiali della stagione 1968-1969.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1968-1969 il Brescia disputa il campionato di Serie B con 48 punti in classifica si piazza al secondo posto, alle spalle della Lazio che vince il torneo con 50 punti, terzo il Bari con 47 punti, tutte tre promosse in Serie A. Retrocedono in Serie C la Spal, il Lecco ed il Padova.

Dopo la retrocessione, immediato il ritorno nella massima serie per le rondinelle che si piazzano due punti dietro alla Lazio e davanti un punto al Bari, queste le tre promosse in Serie A. Il presidente Aldo Lupi, aiutato dal sindaco di Brescia Bruno Boni e dal general manager Brunetto Fedi impongono un profondo rinnovamento, sulla panchina viene chiamato Arturo Silvestri, Egidio Salvi viene ceduto al Napoli dove raggiunge l'amico Ottavio Bianchi, Giuseppe Tomasini approda a Cagliari dove la prossima stagione conquisterà lo scudetto, Gaetano Troja torna al suo Palermo, Ariedo Braida va al Mantova. Molte le partenze e tanti gli arrivi in biancoazzurro dal mercato: Ivano Bosdaves dal Napoli, dal L.R. Vicenza Mauro Bicicli, dal Pescara Giorgio Fanti, dalla Torres Antonello Cuccureddu, ma il piatto forte del mercato è il ritorno a Brescia dalla Juventus di Gigi De Paoli che dopo due stagioni in bianconero torna a indossare la casacca con la V sul petto. Sempre dalla Juventus arriva Luigi Simoni, dal Cagliari lo stopper Raffaello Vescovi e dal Perugia arriva l'attaccante Claudio Turchetto. Ad Arturo Silvestri il compito di assemblare tanti talenti, di farli diventare squadra, si inizia il torneo cadetto con due sconfitte al Sud, poi parte la marcia delle rondinelle che riportano il Brescia nella massima serie, promozione sancita all'ultima giornata il 22 giugno 1969 con la vittoria (4-0) sul Padova, con una doppietta di Gigi De Paoli nel giorno del suo 31º compleanno, vincerà con 18 reti anche la classifica dei marcatori della Serie B. In Coppa Italia il Brescia vince il suo raggruppamento con Padova, Varese e Mantova, poi viene eliminato dalla Roma nei Quarti.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Luigi Brotto
Italia P Ernesto Galli
Italia P Renzo Restani
Italia D Alberto Fumagalli
Italia D Bernardino Busi
Italia D Raffaello Vescovi
Italia D Fernando Mangili
Italia C Dino D'Alessi
Italia C Carlo Volpi
N. Ruolo Giocatore
Italia C Mauro Bicicli
Italia C Antonello Cuccureddu
Italia C Giorgio Fanti
Italia C Luigi Simoni
Italia A Ivano Bosdaves
Italia A Virginio De Paoli
Italia A Claudio Turchetto
Italia A Mauro Nardoni
Italia A Walter Frisoni

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore: Italia Arturo Silvestri General Manager: Italia Brunetto Fedi

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1968-1969.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Reggio Calabria
29 settembre 1968
1ª giornata
Reggina1 – 0BresciaStadio Comunale
Arbitro:  Caligaris (Alessandria)

Foggia
6 ottobre 1968
2ª giornata
Foggia & Incedit1 – 0BresciaStadio Pino Zaccheria
Arbitro:  Francescon (Padova)

Brescia
13 ottobre 1968
3ª giornata
Brescia2 – 0LeccoStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Cesena
20 ottobre 1968
4ª giornata
Cesena0 – 0BresciaStadio La Fiorita
Arbitro:  Genel (Trieste)

Brescia
3 novembre 1968
5ª giornata
Brescia0 – 0LivornoStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Possagno (Treviso)

Bari
10 novembre 1968
6ª giornata
Bari1 – 1BresciaStadio San Nicola
Arbitro:  D'Agostini (Roma)

Brescia
17 novembre 1968
7ª giornata
Brescia3 – 0MonzaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Caligaris (Alessandria)

Reggio Emilia
24 novembre 1968
8ª giornata
Reggiana0 – 1BresciaStadio Mirabello
Arbitro:  Gussoni (Tradate)

Brescia
1º dicembre 1968
9ª giornata
Brescia1 – 1[1]LazioStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Modena
8 dicembre 1968
10ª giornata
Modena1 – 2BresciaStadio Comunale
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Brescia
15 dicembre 1968
11ª giornata
Brescia3 – 1ComoStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Bernardis (Roma)

Brescia
15 dicembre 1968
12ª giornata
Brescia1 – 0PerugiaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Bianchi (Firenze)

Mantova
29 dicembre 1968
13ª giornata
Mantova1 – 2BresciaStadio Danilo Martelli
Arbitro:  Pieroni (Roma)

Brescia
5 gennaio 1969
14ª giornata
Brescia3 – 0SPALStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Gonella (Torino)

Catania
12 gennaio 1969
15ª giornata
Catania1 – 0BresciaStadio Cibali
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Brescia
19 gennaio 1969
16ª giornata
Brescia3 – 2TernanaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Di Tonno (Lecce)

Catanzaro
26 gennaio 1969
17ª giornata
Catanzaro1 – 1BresciaStadio Comunale
Arbitro:  Genel (Trieste)

Brescia
2 febbraio 1969
18ª giornata
Brescia1 – 1GenoaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Padova
9 febbraio 1969
19ª giornata
Padova0 – 0BresciaStadio Silvio Appiani
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Brescia
16 febbraio 1969
20ª giornata
Brescia1 – 1RegginaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Brescia
23 febbraio 1969
21ª giornata
Brescia3 – 2Foggia & InceditStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Lecco
2 marzo 1969
22ª giornata
Lecco0 – 1BresciaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Vacchini (Milano)

Brescia
9 marzo 1969
23ª giornata
Brescia1 – 0CesenaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Trono (Torino)

Livorno
16 marzo 1969
24ª giornata
Livorno0 – 0BresciaStadio Comunale
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Brescia
23 marzo 1969
25ª giornata
Brescia2 – 2BariStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Monti (Ancona)

Monza
30 marzo 1969
26ª giornata
Monza2 – 0BresciaStadio Gino Alfonso Sada
Arbitro:  Possagno (Treviso)

Brescia
13 aprile 1969
27ª giornata
Brescia1 – 0ReggianaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Roma
20 aprile 1969
28ª giornata
Lazio1 – 0BresciaStadio Olimpico
Arbitro:  Gonella (Torino)

Brescia
27 aprile 1969
29ª giornata
Brescia3 – 0ModenaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Caligaris (Alessandria)

Como
4 maggio 1969
30ª giornata
Como1 – 0BresciaStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Trono (Torino)

Perugia
11 maggio 1969
31ª giornata
Perugia2 – 0BresciaStadio Santa Giuliana
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Brescia
15 maggio 1969
32ª giornata
Brescia0 – 0MantovaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Motta (Monza)

Ferrara
18 maggio 1969
33ª giornata
SPAL0 – 0BresciaStadio Comunale
Arbitro:  De Robbio (Torre Annunziata)

Brescia
25 maggio 1969
34ª giornata
Brescia3 – 0CataniaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Genel (Trieste)

Terni
1º giugno 1969
35ª giornata
Ternana0 – 0BresciaStadio Viale Brin
Arbitro:  Francescon (Padova)

Brescia
8 giugno 1969
36ª giornata
Brescia2 – 0CatanzaroStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Gonella (Torino)

Genova
15 giugno 1969
37ª giornata
Genoa1 – 1BresciaStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Bernardis (Trieste)

Brescia
22 giugno 1969
38ª giornata
Brescia4 – 0PadovaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Girone 8[modifica | modifica wikitesto]

Mantova
8 settembre 1968
1ª giornata
Mantova2 – 4BresciaStadio Danilo Martelli
Arbitro:  Trono (Torino)

Brescia
15 settembre 1968
2ª giornata
Brescia2 – 1PadovaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Serafino (Roma)

Brescia
22 settembre 1968
3ª giornata
Brescia1 – 2VareseStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Brescia
19 marzo 1969
Quarti di Finale - andata
Brescia1 – 0RomaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Genel (Trieste)

Roma
3 aprile 1969
Quarti di Finale - ritorno
Roma3 – 0BresciaStadio Olimpico
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Partita sospesa dall'arbitro Angonese per nebbia al minuto 17' sul punteggio di (0-0) e recuperata l'11 dicembre 1968.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco Bencivenga, Ciro Corradini e Carlo Fontanelli, Tutto il Brescia 1911-2007, tremila volte in campo., Empoli, Geo Edizioni, 2007, pp. 258-261.
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio