Associazione Calcio Brescia 1962-1963

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Brescia Calcio.

Associazione Calcio Brescia
Stagione 1962-1963
AllenatoreItalia Luigi Bonizzoni
PresidenteItalia Enrico Ranzanici
Serie B4º posto
Coppa ItaliaPrimo turno
Maggiori presenzeCampionato: Fumagalli e Vasini (37)
Totale: Vasini (38)
Miglior marcatoreCampionato: Pagani (12)
Totale: Pagani (13)

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti l'Associazione Calcio Brescia nelle competizioni ufficiali della stagione 1962-1963.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1962-1963 il Brescia disputa il campionato di Serie B, un torneo a 20 squadre che prevede tre promozioni e tre retrocessioni, si piazza al quarto posto in classifica, dietro alle promosse Messina primo con 50 punti, Bari e Lazio seconde con 48 punti. Sono retrocesse il Como con 31 punti, la Sambenedettese con 30 punti e la Lucchese con 21 punti.

In casa Brescia si riparte con Cina Luigi Bonizzoni sulla panchina. Lasciano Brescia Umberto Ratti, Franco Carradori, Giuseppe Gallo e Albino Cella, arrivano a Brescia le due ali Gennaro Rambone dal Catanzaro e Abbondanzio Pagani dalla Pro Patria, ritorna dall'Atalanta la mezzala Mino Favini, dalla Cremonese arriva il giovane stopper Giancarlo Vasini. Ci sono le premesse per una stagione di vertice. Le rondinelle partono con due vittorie e poi continuano a lottare per le prime posizioni, chiudono il girone di andata al secondo posto con 24 punti, dietro solo al Messina. Un calo nel girone di ritorno tarpa le ali delle rondinelle, che si devono accontentare del quarto posto, dietro alle tre promosse. Sugli scudi due attaccanti bresciani Abbondanzio Pagani con 12 reti e Gigi De Paoli con 11 reti. Il 12 maggio Catanzaro-Brescia (0-0) è stata messa sotto la lente della giustizia sportiva che sente puzza di bruciato. La Commissione Giudicante della Lega condanna il Brescia alla Serie C, veemente la reazione della società che ricorre alla CAF. La Commissione d'Appelo Federale l'8 agosto 1963 riduce la pena a sette punti di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato di Serie B. Nella Coppa Italia le rondinelle vengono eliminate al primo turno dalla Juventus.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Luigi Brotto
Italia P Giuseppe Moschioni
Italia D Giovanni Azzini
Italia D Giorgio Dellagiovanna
Italia D Romano Di Bari
Italia D Alberto Fumagalli
Italia D Ferdinando Mangili
Italia D Eugenio Rizzolini
Italia D Giancarlo Vasini
Italia C Ottavio Bianchi
N. Ruolo Giocatore
Italia C Armando Favalli
Italia C Fermo Favini
Italia C Severino Lojodice
Italia C Gennaro Rambone
Italia C Giuseppe Recagno
Italia C Faustino Turra
Italia A Camillo Baffi
Italia A Virginio De Paoli
Italia A Renato Mola
Italia A Abbondanzio Pagani

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1962-1963.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Brescia
16 settembre 1962
1ª giornata
Brescia2 – 1LuccheseStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Acernese (Roma)

Bari
23 settembre 1962
2ª giornata
Bari1 – 3BresciaStadio della Vittoria
Arbitro:  Politano (Cuneo)

Foggia
30 settembre 1962
3ª giornata
Foggia & Incedit1 – 0BresciaStadio Pino Zaccheria
Arbitro:  Cataldo (Reggio Calabria)

Brescia
7 ottobre 1962
4ª giornata
Brescia1 – 1VeronaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Politano (Cuneo)

Lecco
13 ottobre 1962
5ª giornata
Lecco2 – 0BresciaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Varazzani (Parma)

Brescia
21 ottobre 1962
6ª giornata
Brescia2 – 1AlessandriaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Rancher (Roma)

Parma
28 ottobre 1962
7ª giornata
Parma1 – 1BresciaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  D'Agostini (Roma)

Brescia
4 novembre 1962
8ª giornata
Brescia4 – 1Pro PatriaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Carminati (Milano)

Roma
11 novembre 1962
9ª giornata
Lazio0 – 0BresciaStadio Olimpico
Arbitro:  Samani (Trieste)

Brescia
18 novembre 1962
10ª giornata
Brescia2 – 0ComoStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Ferrari (Milano)

Brescia
25 novembre 1962
11ª giornata
Brescia1 – 0CagliariStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Bernardis (Trieste)

Monza
2 dicembre 1962
12ª giornata
Simmenthal-Monza1 – 2BresciaStadio "Città di Monza"
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Brescia
16 dicembre 1962
13ª giornata
Brescia1 – 1MessinaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Righetti (Torino)

Brescia
23 dicembre 1962
14ª giornata
Brescia0 – 0CatanzaroStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Cirone (Palermo)

San Benedetto del Tronto
30 dicembre 1962
15ª giornata
Sambenedettese1 – 1BresciaStadio Fratelli Ballarin
Arbitro:  Varazzani (Parma)

Brescia
6 gennaio 1963
16ª giornata[1]
Brescia1 – 2CosenzaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Barolo (Noale)

Udine
13 gennaio 1963
17ª giornata
Udinese0 – 0BresciaStadio Moretti
Arbitro:  Cirone (Palermo)

Brescia
20 gennaio 1963
18ª giornata
Brescia1 – 0TriestinaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Monti (Ancona)

Padova
27 gennaio 1963
19ª giornata
Padova0 – 0BresciaStadio Silvio Appiani
Arbitro:  Bernardis (Trieste)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Lucca
3 febbraio 1963
20ª giornata[2]
Lucchese0 – 0BresciaStadio Porta Elisa
Arbitro:  Politano (Cuneo)

Brescia
10 febbraio 1963
21ª giornata
Brescia1 – 1BariStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Babini (Ravenna)

Brescia
17 febbraio 1963
22ª giornata[3]
Brescia1 – 0Foggia & InceditMario Rigamonti
Arbitro:  Varazzani (Parma)

Verona
24 febbraio 1963
23ª giornata
Verona2 – 0BresciaStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  De Robbio (Torre Annunziata)

Brescia
3 marzo 1963
24ª giornata
Brescia2 – 1LeccoStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Alessandria
10 marzo 1963
25ª giornata
Alessandria0 – 0BresciaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Genel (Trieste)

Brescia
17 marzo 1963
26ª giornata
Brescia1 – 0ParmaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Palazzo (Palermo)

Busto Arsizio
24 marzo 1963
27ª giornata
Pro Patria0 – 1BresciaStadio Carlo Speroni
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Brescia
7 aprile 1963
28ª giornata
Brescia0 – 2LazioStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Francescon (Padova)

Como
14 aprile 1963
29ª giornata
Como1 – 0BresciaStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Genel (Trieste)

Cagliari
21 aprile 1963
30ª giornata
Cagliari1 – 1BresciaStadio Amsicora
Arbitro:  De Robbio (Torre Annunziata)

Brescia
28 aprile 1963
31ª giornata
Brescia4 – 1Simmenthal-MonzaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Righi (Milano)

Messina
5 maggio 1963
32ª giornata
Messina2 – 0BresciaStadio Giovanni Celeste
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Catanzaro
12 maggio 1963
33ª giornata
Catanzaro0 – 0BresciaStadio Militare
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Brescia
19 maggio 1963
34ª giornata
Brescia5 – 0SambenedetteseStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Varazzani (Parma)

Cosenza
26 maggio 1963
35ª giornata
Cosenza1 – 1BresciaStadio Città di Cosenza
Arbitro:  De Robbio (Torre Annunziata)

Brescia
2 giugno 1963
36ª giornata
Brescia0 – 0UdineseStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Trieste
9 giugno 1963
37ª giornata
Triestina0 – 1BresciaStadio Giuseppe Grezar
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Brescia
16 giugno 1963
38ª giornata
Brescia0 – 1PadovaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1962-1963.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Brescia
9 settembre 1962, ore 16:00
Brescia2 – 5JuventusStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie B[4] 45 19 11 5 3 29 13 19 4 10 5 11 14 38 15 15 8 40 27 +13
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 1 0 0 1 2 5 - - - - - - 1 0 0 1 2 5 -3
Totale 20 11 5 4 31 18 19 4 10 5 11 14 39 15 15 9 42 32 +10

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie B Coppa Italia[5] Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Brotto, L. L. Brotto 22-171-523-22
Moschioni, G. G. Moschioni 16-10--16-10
Azzini, G. G. Azzini 60--60
Dellagiovanna, G. G. Dellagiovanna 221--221
Di Bari, R. R. Di Bari 10010110
Fumagalli, A. A. Fumagalli 370--370
Mangili, F. F. Mangili 31010320
Rizzolini, E. E. Rizzolini 192--192
Vasini, G. G. Vasini 37010380
Bianchi, O. O. Bianchi 20--20
Favalli, A. A. Favalli 35411365
Favini, F. F. Favini 27010280
Lojodice, S. S. Lojodice 30--30
Rambone, G. G. Rambone 302--302
Recagno, G. G. Recagno 29310303
Turra, F. F. Turra 24210252
Baffi, C. C. Baffi 521062
De Paoli, V. V. De Paoli 3011103111
Mola, R. R. Mola --1010
Pagani, A. A. Pagani 3312113413

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Partita sospesa per nebbia dall'arbitro Giovanni Sebastio al minuto 67' sul punteggio (0-0) e recuperata il 23 gennaio 1963.
  2. ^ Partita rinviata per impraticabilità del campo e recuperata il 20 febbraio 1963.
  3. ^ Partita sospesa per nebbia dall'arbitro Mario Bernardis al minuto 75' sul punteggio (0-0) e recuperata il 13 marzo 1963..
  4. ^ SERIE B 1962-1963 - Brescia - Partite - Riepilogo, su calcio-seriea.net. URL consultato il 9 settembre 2015.
  5. ^ Presenze e reti tratte dal tabellino di: La Juventus passeggia sul campo del Brescia (5-2), in Corriere dello Sport, 10 settembre 1962, p. 3.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco Bencivenga, Ciro Corradini e Carlo Fontanelli, Tutto il Brescia 1911-2007, tremila volte in campo, Empoli, GEO Editrice, 2007, pp. 234-237.