Giuseppe Tomasini (calciatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Tomasini
Tomasini.jpg
Tomasini al Cagliari nel 1970
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1977 - giocatore
1978 - allenatore
Carriera
Giovanili
19??-19?? Palazzolo
Squadre di club1
1964-1965Brescia1 (0)
1965-1967Reggina44 (1)
1967-1968Brescia22 (0)
1968-1977Cagliari156 (0)
Nazionale
1967-1968Italia Italia B2 (0)
Carriera da allenatore
1977-1978CagliariVice
Palmarès
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Oro Tunisi 1967
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giuseppe Tomasini, detto Beppe (Palazzolo sull'Oglio, 28 settembre 1946), è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Tomasini in rossoblù nel 1969, assieme a Lev Jašin della Dinamo Mosca per un'amichevole all'Amsicora.

Originario della provincia bresciana, si mise in luce proprio con le rondinelle a 19 anni, esordendo in Serie B nella stagione 1964-1965, nella quale contribuì, sia pure con una sola presenza in campionato, al successo finale con conseguente promozione in massima serie.

Dopo due anni con la Reggina fra i cadetti, e di nuovo una stagione a Brescia, con cui disputa da titolare (22 presenze) il campionato di Serie A 1967-1968 – esordio in A l'8 ottobre 1967, in occasione del pareggio interno col Bologna –, nell'estate del 1968 viene acquistato dal Cagliari dove rimarrà fino al termine della carriera per nove stagioni, otto in A e l'ultima in B, vincendo lo storico scudetto del 1969-1970.

In carriera ha totalizzato complessivamente 172 presenze in Serie A, e 51 presenze e una rete in Serie B.[1][2]

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Terminata la carriera di calciatore, ha ricoperto il ruolo di vice allenatore a Cagliari con Lauro Toneatto nell'annata 1977-1978, salvo poi acquistare un distributore di benzina, in cui gestisce anche un bar, e chiudere col calcio, rimanendo a vivere nella sua città d'adozione, Cagliari.[3]

Ha ricoperto inoltre in anni recenti il ruolo di direttore sportivo del Sant'Elena Quartu, all'epoca militante in Eccellenza; insieme a ex compagni del Cagliari, come Riccardo Dessì, ha infine preso parte per diversi anni anche a un campionato Over-40.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari: 1969-1970
Brescia: 1964-1965

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Tunisi 1967

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco illustrato del calcio, Modena, Panini, 1977, p. 68.
  2. ^ Almanacco illustrato del calcio, Modena, Panini, 1978, p. 235.
  3. ^ "Questo Cagliari vale l'Europa", parola dell'ex rossoblù Tomasini, su unionesarda.it, 9 aprile 2011. URL consultato il 18 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale l'11 aprile 2011).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]