Marino Bergamasco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marino Bergamasco
Marino Bergamasco.jpg
Marino Bergamasco con la maglia dell'Udinese (1950)
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1957 - giocatore
1986 - allenatore
Carriera
Giovanili
Triestina Triestina
Squadre di club1
1945-1946 Siena Siena 19 (2)
1946-1947 Triestina Triestina 17 (1)
1947-1948 Pro Gorizia Pro Gorizia 32 (2)[1]
1949-1951 Udinese 60 (3)
1951-1954 Marzotto Marzotto 40 (1)
1954-1956 Pavia Pavia 10 (1)
1956-1957 Pistoiese Pistoiese 12 (2)
Carriera da allenatore
1956 Pistoiese Pistoiese
1961-1963 Milan Vice
1963-1966 Torino Vice
1966-1967 Torino
1967-1971 Milan Vice
1971-1972 Lucchese Lucchese
1972-1976 Sambenedettese Sambenedettese
1976 Padova Padova
1977-1978 Sambenedettese Sambenedettese
1978-1979 Lucchese Lucchese
1980-1981 Giulianova Giulianova
1981-1982 Fano Fano
1982-1983 Giulianova Giulianova
1984-1986 Omegna Omegna
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Marino Bergamasco (Trieste, 27 novembre 1925Milano, 22 gennaio 2010) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nella Triestina, giocò tre campionati in Serie A con Siena (in prestito)[2], Triestina, Udinese totalizzando 64 presenze e 6 gol. Inoltre nella stagione 1956-1957 giocò 12 partite per la Pistoiese.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine degli anni cinquanta cominciò ad allenare in Serie D per diventare poi osservatore del Padova ai tempi di Nereo Rocco. Sempre con Rocco diviene vice-allenatore del Milan vincendo due scudetti, due Coppe dei Campioni, una Coppa delle Coppe ed una Coppa Intercontinentale e del Torino[3] dove nel 1966-1967 diviene allenatore con Rocco come direttore tecnico.

Ha guidato la Sambenedettese ottenendo nella stagione 1973-1974 una storica promozione in Serie B[4]. Inoltre è stato anche sulle panchine di Lucchese, Padova e Giulianova, Fano[5], Omegna[6].

Terminata la carriera di allenatore è rimasto nel Milan con qualche incarico di fiducia[7].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Sambenedettese: 1973-1974

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco illustrato del Calcio, ediz. 1947-1948
  2. ^ Le liste di trasferimento dei calciatori del Nord, Il Corriere dello Sport, 28 settembre 1945, pag.2
  3. ^ Silvano Tauceri, Addio Bergamasco, l'ombra di Rocco in Il Giornale, 23 gennaio 2010. URL consultato il 12-5-2010.
  4. ^ È morto Marino Bergamasco Sambenedettoggi.it
  5. ^ Beltrami, 1982, p. 283
  6. ^ MORTO MARINO BERGAMASCO: ALLENO' L'OMEGNA
  7. ^ Franco Ordine, Addio a Bergamasco, il vice di Rocco in Il Giornale, 22 gennaio 2010. URL consultato il 12-5-2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1983. Modena, Panini, 1982.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]