Adenor Leonardo Bacchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tite
Tite.jpg
Tite nel 2018
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 184 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra Brasile Brasile
Termine carriera 1988 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1978-1984Caxias1 (0)
1985Esportivo? (?)
1984-1985Portuguesa18 (5)
1986-1988Guarani15 (1)
Carriera da allenatore
1990-1991Guarany de Garibaldi
1991-1992Caxias
1992-1995Veranópolis
1996-1997Ypiranga de Erechim
1997-1998Juventude
1999-2000Caxias
2001-2003Grêmio
2003-2004São Caetano
2004-2005Corinthians
2005Atlético Mineiro
2006Palmeiras
2007Al-Ain
2008-2009Internacional
2010Al-Wahda
2010-2013Corinthians
2015-2016Corinthians
2016-Brasile Brasile
Palmarès
Coppa America calcio.svg Copa América
Oro Brasile 2019
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 luglio 2019

Adenor Leonardo Bacchi, detto Tite (Caxias do Sul, 25 maggio 1961), è un allenatore di calcio ed ex calciatore brasiliano, di ruolo attaccante, attuale commissario tecnico della nazionale brasiliana.

Da allenatore ha conquistato diversi titoli, tra cui una Coppa Libertadores e una Coppa del mondo per club nel 2012 con il Corinthians e una Copa América con la nazionale brasiliana nel 2019.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Proveniente da una famiglia di origine mantovana (di Viadana, per la precisione),[1] si è laureato in scienze motorie all'Università Cattolica Pontificia di Campinas; per questo è chiamato il professore.[2][3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Giocò brevemente come attaccante, assommando trentaquattro presenze nel Campeonato Brasileiro Série A, la maggior parte delle quali con la Portuguesa. Con detta società raggiunse i quarti di finale del Taça de Ouro 1984, subendo l'eliminazione per mano del Vasco da Gama al Maracanã. Trasferitosi al Guarani, arrivò per due volte consecutive a disputare la partita decisiva, perdendo però in entrambe le occasioni. Ritiratosi prima dei trent'anni a seguito di gravi infortuni alle ginocchia, iniziò presto la carriera da allenatore.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Allenò la piccola società del Guarany di Garibaldi, nel Rio Grande do Sul, come sua prima esperienza in panchina. Con il Veranópolis arrivò il primo successo, la vittoria del Campionato Gaúcho di seconda divisione, che lo portò poi ad allenare il Juventude, primo club di rilievo della sua carriera da tecnico. La vittoria del Campionato Gaúcho con il piccolo Caxias gli fece guadagnare la chiamata del Grêmio: con la società di Porto Alegre alla prima stagione vinse sia il campionato statale che la coppa nazionale.[4] Si trasferì poi al São Caetano e al Corinthians, che guidò per primo dopo gli accordi del club con la Media Sports Investment, salvo poi venire esonerato per volere di Kia Joorabchian, dirigente della succitata azienda.[4] Dopo l'esperienza negli Emirati Arabi Uniti con l'Al-Ain, vinse la Copa Sudamericana nel 2008 con l'Internacional, ma non riuscì a ripetersi in Coppa del Brasile, Recopa Sudamericana e nella successiva edizione della Sudamericana, venendo in seguito esonerato.[4]

Nel mese di ottobre 2010 è nominato nuovo allenatore del Corinthians con un ingaggio da 3 milioni l'anno.[5] Sostituisce l'ex allenatore Adílson Batista, licenziato per scarsi risultati.[6] Il 4 dicembre 2011, con lo 0-0 con il Palmeiras, si laurea campione nazionale con 71 punti contro i 69 del Vasco da Gama.

Il 4 luglio 2012 vince la sua prima Coppa Libertadores alla guida del Corinthians battendo in finale gli argentini del Boca Juniors (pareggio per 1 a 1 all'andata in Argentina e vittoria 2 a 0 in casa in Brasile). Il 16 dicembre conquista il Mondiale per club battendo il Chelsea in Giappone, con il risultato di 1-0.

Nel 2013 vince il campionato paulista e la Recopa Sudamericana, ma in Coppa Libertadores, campionato e coppa nazionale il Corinthians consegue scarsi risultati.

Il 14 novembre 2013 annuncia, malgrado il parere sfavorevole di larga parte dei tifosi, che il suo contratto con il Corinthians non sarà rinnovato. Si dedica quindi allo studio del calcio moderno, rifiutando numerose offerte arrivategli e recandosi a guardare le partite del campionato del mondo 2014 in Brasile e facendo visita ai centri di allenamento dell'Arsenal e del Real Madrid di Carlo Ancelotti.

Il 15 dicembre 2014, dopo l'anno sabbatico, Tite è tornato alla guida del Timão per il campionato 2015. La stagione si è conclusa con un nuovo successo nel campionato nazionale, il secondo personale e il sesto nella storia per il club, nonché il migliore in termini di rendimento stagionale nella storia della competizione.

Nel giugno 2016 è nominato commissario tecnico della nazionale brasiliana, in sostituzione dell'esonerato Dunga. Nel 2018 guida il Brasile al Mondiale 2018 in Russia, uscendo ai quarti di finale contro il Belgio. L'anno successivo partecipa con la nazionale alla Copa América organizzata in Brasile; in finale i verdeoro battono il Perù per 3-1, vincendo il torneo per nona volta nella loro storia.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Naz dal al Record
G V N P GF GS DR % Vittorie
Brasile Brasile 20 giugno 2016 in corso 48 34 10 4 100 17 +83 70,83

Nazionale nel dettaglio[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Competizione Piazzamento Andamento Reti
Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte % Vittorie GF GS DR
2016 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 1º nel gruppo sudamericano CONMEBOL, qualificato 6 6 0 0 100,00& 17 1 +16
2017 6 4 2 0 66,67 13 2 +11
2018 Mondiali 2018 Quarti di finale 5 3 1 1 60,00 8 3 +5
2019 Copa América 2019 Vincitore 6 4 2 0 66,67 13 1 +12
Dal 2016 Amichevoli 25 17 5 3 68,00 49 10 +39
Totale Brasile 48 34 10 4 70,83 100 17 +83

Panchine da commissario tecnico della nazionale brasiliana[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
1-9-2016 Quito Ecuador Ecuador 0 – 3 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 -
6-9-2016 Manaus Brasile Brasile 2 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 -
6-10-2016 Natal Brasile Brasile 5 – 0 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2018 -
11-10-2016 Mérida Venezuela Venezuela 0 – 2 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 -
10-11-2016 Belo Horizonte Brasile Brasile 3 – 0 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 -
15-11-2016 Lima Perù Perù 0 – 2 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 -
25-1-2017 Rio de Janeiro Brasile Brasile 1 – 0 Colombia Colombia Amichevole -
23-3-2017 Montevideo Uruguay Uruguay 1 – 4 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 -
28-3-2017 San Paolo Brasile Brasile 3 – 0 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2018 -
9-6-2017 Melbourne Argentina Argentina 1 – 0 Brasile Brasile Amichevole -
13-6-2017 Melbourne Australia Australia 0 – 4 Brasile Brasile Amichevole -
31-8-2017 Porto Alegre Brasile Brasile 2 – 0 Ecuador Ecuador Amichevole -
5-9-2017 Barranquilla Colombia Colombia 1 – 1 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 -
5-10-2017 La Paz Bolivia Bolivia 0 – 0 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 -
10-10-2017 San Paolo Brasile Brasile 3 – 0 Cile Cile Qual. Mondiali 2018 -
10-11-2017 Villeneuve-d'Ascq Brasile Brasile 3 – 1 Giappone Giappone Amichevole -
14-11-2017 Londra Inghilterra Inghilterra 0 – 0 Brasile Brasile Amichevole -
23-3-2018 Mosca Russia Russia 0 – 3 Brasile Brasile Amichevole -
27-3-2018 Berlino Germania Germania 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole -
3-6-2018 Liverpool Brasile Brasile 2 – 0 Croazia Croazia Amichevole -
10-6-2018 Vienna Austria Austria 0 – 3 Brasile Brasile Amichevole -
17-6-2018 Rostov sul Don Brasile Brasile 1 – 1 Svizzera Svizzera Mondiali 2018 - Fase a gironi -
17-6-2018 San Pietroburgo Brasile Brasile 2 – 0 Costa Rica Costa Rica Mondiali 2018 - Fase a gironi -
27-6-2018 Mosca Serbia Serbia 0 – 2 Brasile Brasile Mondiali 2018 - Fase a gironi -
2-7-2018 Samara Brasile Brasile 2 – 0 Messico Messico Mondiali 2018 - Ottavi di finale -
6-7-2018 Kazan' Brasile Brasile 1 – 2 Belgio Belgio Mondiali 2018 - Quarti di finale -
7-9-2018 East Rutherford Stati Uniti Stati Uniti 0 – 2 Brasile Brasile Amichevole -
11-9-2018 Landover Brasile Brasile 5 – 0 El Salvador El Salvador Amichevole -
12-10-2018 Riad Arabia Saudita Arabia Saudita 0 – 2 Brasile Brasile Amichevole -
16-10-2018 Gedda Argentina Argentina 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole -
16-11-2018 Londra Brasile Brasile 1 – 0 Uruguay Uruguay Amichevole -
20-11-2018 Milton Keynes Camerun Camerun 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole -
23-3-2019 Oporto Brasile Brasile 1 – 1 Panama Panama Amichevole -
26-3-2019 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 1 – 3 Brasile Brasile Amichevole -
5-6-2019 Brasilia Brasile Brasile 1 – 1 Qatar Qatar Amichevole -
9-6-2019 Porto Alegre Brasile Brasile 7 – 0 Honduras Honduras Amichevole -
14-6-2019 San Paolo Brasile Brasile 3 – 0 Bolivia Bolivia Copa América 2019 -
18-6-2019 Salvador Brasile Brasile 0 – 0 Venezuela Venezuela Copa América 2019 -
22-6-2019 San Paolo Brasile Brasile 5 – 0 Perù Perù Copa América 2019 -
27-6-2019 Porto Alegre Brasile Brasile 0 – 0
(4-3 dcr)
Paraguay Paraguay Copa América 2019 -
2-7-2019 Belo Horizonte Brasile Brasile 2 – 0 Argentina Argentina Copa América 2019 -
7-7-2019 Rio de Janeiro Brasile Brasile 3 – 1 Perù Perù Copa América 2019 -
6-9-2019 Miami Brasile Brasile 2 – 2 Colombia Colombia Amichevole -
10-9-2019 Los Angeles Perù Perù 1 – 0 Brasile Brasile Amichevole -
10-10-2019 Kallang Brasile Brasile 1 – 1 Senegal Senegal Amichevole -
13-10-2019 Kallang Nigeria Nigeria 1 – 1 Brasile Brasile Amichevole -
15-11-2019 Riad Argentina Argentina 1 – 0 Brasile Brasile Amichevole -
19-11-2019 Abu Dhabi Brasile Brasile 3 – 0 Corea del Sud Corea del Sud Amichevole -
9-10-2020 San Paolo Brasile Brasile 5 – 0 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2022 -
14-10-2020 Lima Perù Perù 2 – 4 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2022 -
14-11-2020 San Paolo Brasile Brasile 1 – 0 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2022 -
18-11-2020 Montevideo Uruguay Uruguay 0 – 2 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2022 -
Totale Presenze 52 Reti

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni statali[modifica | modifica wikitesto]
  • Campionato Gaúcho di seconda divisione: 1
Veranópolis: 1993
Caxias: 2000
Grêmio: 2001
Internacional: 2009
Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Grêmio: 2001
Corinthians: 2011, 2015
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Internacional: 2008
Internacional: 2009
Corinthians: 2012
Corinthians: 2012
Corinthians: 2013

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Brasile: 2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]